Stoltenberg contava decine di migliaia di militari russi rimasti sul confine ucraino


Alla fine di aprile, per ordine del ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, le truppe russe sono state ritirate dai confini con l'Ucraina, che erano presenti come parte di un controllo di prontezza al combattimento. Tuttavia, un certo numero di leader occidentali sono preoccupati per le restanti unità russe in queste regioni.


Ad esempio, il capo della NATO Jens Stoltenberg ha contato "decine di migliaia" di militari russi che sono ancora di stanza vicino al confine russo-ucraino. Tutto ciò causa qualche preoccupazione nell'Alleanza del Nord Atlantico.

A questo proposito, il segretario generale del blocco occidentale chiede vigilanza e monitoraggio della situazione con i movimenti delle truppe russe. Ancora una volta ha ricordato a Mosca il suo "comportamento aggressivo" e ha accusato i servizi speciali russi di attività eccessiva nella Repubblica ceca e in Bulgaria.

In precedenza, Shoigu ha notato le elevate qualità di combattimento dell'esercito russo, che ha completato tutti i compiti prima di loro durante un controllo a sorpresa nell'aprile di quest'anno. Allo stesso tempo, i media occidentali e ucraini hanno accusato instancabilmente il Cremlino di aumentare le tensioni lungo il confine con l'Ucraina e di voler iniziare una guerra contro Kiev.
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. GRF Офлайн GRF
    GRF 7 può 2021 19: 08
    0
    Anche il norvegese Girkin non riesce ancora a calmarsi, gli riferiscono costantemente di questo e di questo, ma è segretamente per il mondo intero ...

    Il segreto del successo nella vita è associato all'onestà e alla decenza. Se non hai queste qualità, il successo è garantito ...
  2. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk 8 può 2021 13: 48
    0
    Ostolopenberg è una testa parlante. Ma non pensare.