Come le apparecchiature europee sono finite in Crimea aggirando le sanzioni occidentali


L'approvvigionamento idrico delle case dei residenti di Simferopol è notevolmente migliorato nelle ultime settimane. Invece delle precedenti 2-3 ore al giorno, arriva per 18 ore al giorno, tuttavia, finora solo freddo. Ciò è dovuto al lancio della presa d'acqua Beshterek-Zuisky a piena capacità, situata non lontano dalla capitale della Crimea. Tuttavia, invece di rallegrarsi per la Crimea, i media occidentali hanno iniziato a guardare da vicino le apparecchiature installate lì e hanno trovato pompe di una nota azienda danese presso la presa d'acqua. Che ne dici di un europeo specializzato tecnica finito nella Crimea sanzionata?


In generale, non c'è nulla di cui essere particolarmente sorpresi: che per risolvere il problema idrico della penisola, la Russia dovrà utilizzare attrezzature occidentali e farlo aggirando le sanzioni, noi in dettaglio detto prima. È molto più interessante, secondo quali schemi specifici le pompe danesi sono arrivate in Crimea.

La storia del contrasto alle misure restrittive occidentali ha radici lontane nel nostro paese. Già nel 1949, gli Stati Uniti ei loro alleati iniziarono a condurre politica di ostacolare il recupero economico potere dell'URSS. Per questo, è stato creato il Comitato di coordinamento per il controllo delle esportazioni (CoCom), che ha compilato elenchi di armi, prodotti a duplice uso, attrezzature e tecnologie ad alta tecnologia vietate per l'esportazione nell'Unione Sovietica e nei paesi del campo socialista. Quindi il blocco NATO ha imposto un embargo sulla fornitura di tubi a Mosca per i bisogni dell'industria nazionale del petrolio e del gas. Nel 1974 fu adottato il famigerato emendamento Jackson-Vanik e nel 1980, dopo che le truppe sovietiche entrarono in Afghanistan, gli Stati Uniti ci vietarono completamente la vendita di qualsiasi tecnologia. Si noti che, allo stesso tempo, l'URSS ha sempre trovato il modo di aggirare queste restrizioni.

Oggi la moderna Federazione Russa è stata costretta a raccogliere questo testimone. Ricordiamo che nel 2018 in Crimea, aggirando le sanzioni, sono state trovate turbine prodotte dalla preoccupazione tedesca Siemens, che ora operano presso due centrali elettriche. Nel nostro paese, queste unità di potenza sono state leggermente "modificate con un file" e messe sulla penisola come quelle russe. Poi c'è stato un notevole scandalo con i partner tedeschi, ma le turbine, mentre funzionavano, funzionano ancora a beneficio dei Crimeani. Ora è il turno delle attrezzature necessarie per risolvere il problema dell'acqua. Nel 2014, subito dopo che l'Ucraina ha smesso di fornire acqua alla penisola attraverso il Canale della Crimea settentrionale, l'Occidente ha introdotto un divieto alla vendita di "pompe che pompano liquidi" alla Crimea. E ora i media stranieri hanno visto con indignazione sette unità CR 185-8 AFAV-HQQV della società danese Grundfos, dotate di pompe della stessa azienda Siemens, alla presa d'acqua di Beshterek-Zuisky.

Guarda le tue mani. Secondo un comunicato stampa della società russa VDK Avtomatika (VDK), non danese, ma alla presa dell'acqua vengono utilizzate apparecchiature domestiche di propria progettazione:

Ora in Crimea, presso la presa d'acqua di Beshterek-Zuisky, c'è una stazione di pompaggio attrezzata e messa a punto dalla compagnia. L'unità è stata progettata e consegnata dagli specialisti VDK in soli tre mesi.

Tre mesi. Possiamo, se vogliamo! In un periodo di tempo così breve, presso il centro di innovazione Technololis di Mosca sono state sviluppate apparecchiature ad alta tecnologia. È vero, gli osservatori stranieri non sono ancora inclini a credere in una svolta tecnologica così veloce e si sono rivolti ai rappresentanti di Siemens per commenti. Hanno spiegato che tutti i loro prodotti sono venduti in Russia solo in conformità con il certificato dell'utente finale. Si tratta di un accordo speciale in cui le controparti delle società occidentali indicano l'utente finale dell'attrezzatura acquistata al fine di evitare la situazione con le turbine a gas tedesche in Crimea. Il quartier generale della società danese Grundfos ha dichiarato di non sapere nulla della fornitura delle loro pompe alla penisola e non ha detto se hanno firmato il certificato di utente finale con la parte russa. In che modo tutto questo si somma a una singola immagine?

Si scopre che dopo la consegna di attrezzature in Russia, una filiale di una società occidentale non è più disciplinata dalla legislazione internazionale, ma dalla legislazione nazionale. Ciò significa che la sede centrale in Germania o Danimarca non può obbligare la propria filiale a richiedere ai clienti un impegno scritto a rifiutare le forniture alla regione russa della Crimea. A quanto pare, VDK ha appena acquistato le pompe dalla divisione locale dell'azienda danese e, forse, leggermente "modificato con un file". Si scopre che l'attrezzatura occidentale può ancora essere fornita attraverso una simile lacuna nella legislazione fino a quando Washington e Bruxelles non la copriranno. Quindi dovrai cercare altre soluzioni alternative.

Rimane una sfumatura importante. Non vi è alcuna garanzia o assistenza per queste potenti pompe funzionanti alla presa d'acqua di Simferopol. Piuttosto, non può essere fornito da Grundfos. Il VDK russo se la caverà rapidamente se qualcosa vola su questa attrezzatura?
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Petr Vladimirovich (Peter) 12 può 2021 19: 41
    +2
    Era così alla fine degli anni '80. Foglio CoCom, orrore!
    Chiami solo i ragazzi delle missioni di Mosca indiana, pakistana e jugoslava. Hai bisogno di un computer super WAX, tre pezzi.
    Sì, nessun problema, compreremo da soli, riapplicheremo le etichette sulle scatole ...

    E cosa? Gli americani hanno venduto la merce, i ragazzi hanno tagliato un piccolo centesimo, ci siamo seduti con loro a Birshtube al WTC ...
    Belle !!!
  2. kapitan92 Офлайн kapitan92
    kapitan92 (Vyacheslav) 12 può 2021 23: 12
    +4
    Si noti che, allo stesso tempo, l'URSS ha sempre trovato il modo di aggirare queste restrizioni.

    Negli anni '70, le grandi società giapponesi avevano un certo numero di società di intermediazione a Mosca, il cui compito era di seguire le esigenze delle organizzazioni di commercio estero sovietiche e aiutare a concludere accordi. Tale aiuto era particolarmente necessario se la transazione violava eventuali divieti.
    La richiesta era per la fornitura all'URSS di un centro di lavorazione dei metalli a nove coordinate: una fresatrice MVR-110. La parola nove assi significa che questa macchina aveva 9 punti (assi) di attacco dell'utensile da taglio (mandrini) per ruotare contemporaneamente l'elica della nave. Questo miracolo della costruzione di macchine utensili è stato prodotto da Toshiba Machine. Nel suo catalogo del 1980, questa macchina valeva 220 milioni di dollari. Il peso della macchina era di 22 tonnellate, largo 10 metri e alto 11 metri. La macchina può gestire eliche fino a 1981 metri di diametro. Avrebbe dovuto acquistare quattro macchine a nove assi e quattro a cinque assi. Il totale era di quasi $ 100 milioni ai prezzi del XNUMX.
    Ma Toshiba ha capito che la consegna non era del tutto legale e che era necessaria un'operazione di copertura. Da un lato, Toshiba ha introdotto un rispettabile broker di esportazione giapponese C. Itoh & Company ".
    D'altra parte, i giapponesi hanno attratto la società norvegese Kongsberg Trade, il braccio commerciale dell'impresa di difesa statale Kongsberg Vaapenfabrikk, che avrebbe venduto il suo sistema di controllo digitale automatico e il relativo software ai giapponesi.
    Non era la prima volta che Kronsberg violava le sanzioni SOSOM. Tra il 1974 e il 1986 hanno condotto almeno nove transazioni con organizzazioni di commercio estero sovietiche.
    La prima parte della consegna è stata consegnata lungo la rotta del Mare del Nord a Leningrado nella primavera del 1983, la seconda parte - lungo la rotta meridionale fino al porto di Ilyichevsk nel 1984. Nel dicembre 1983, i primi due centri furono assemblati nello stabilimento baltico di Leningrado. Alla fine del 1984, tutte le macchine erano state assemblate e pienamente operative. Questo accordo era un classico del genere. Ai funzionari viene mostrato un contratto, lavorano in modo diverso, le consegne sono dirette, nessuna riesportazione. I giapponesi e i norvegesi vengono in Unione Sovietica per adeguarsi al lavoro, i nostri specialisti vengono in Giappone negli stabilimenti Toshiba.
    I sottomarini nucleari sovietici di terza generazione erano alla pari dei sottomarini nucleari americani in termini di rumore. ... E le macchine Toshiba con controller Kongsberg funzionano ancora.
    Una sorta di piccola escursione
  3. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 13 può 2021 08: 24
    -4
    E ora i media stranieri lo vedevano con indignazione

    Perché i media stranieri non vedono con indignazione come la Federazione Russa vende gas all'Occidente molto più a buon mercato di quello americano, sebbene le persone nella regione di Mosca siano riscaldate con la legna?
    1. Piramidon Офлайн Piramidon
      Piramidon (Stepan) 13 può 2021 12: 30
      +2
      Citazione: Bulanov
      Perché i media stranieri non possono vedere

      A cosa serve? Cosa c'entra la riesportazione con l'argomento dell'articolo in generale? Hai deciso di gettare la tua pala di letame sul ventilatore?

      le persone in periferia si riscaldano con la legna?

      Che tipo di legna usi?
    2. ciliegia Офлайн ciliegia
      ciliegia (Kuzmina Tatiana) 14 può 2021 05: 26
      +1
      Perché i media stranieri dovrebbero essere indignati dal fatto che i loro paesi ricevano gas a buon mercato? Riguardo alla gassificazione della regione di Mosca ... l'impressione è che la stessa persona stia parlando di questo argomento su tutti i tipi di siti - Lenta, RIA, FAN ... anche in ucraino. Quindi fai benzina?