Come la Russia risponderà alla comparsa di "Raptors" a un'ora di volo dai suoi confini


Dal 2014 gli Stati Uniti hanno lanciato una nuova "Guerra Fredda" contro la Russia, alla quale il nostro Paese non può non partecipare. Il volano della corsa globale agli armamenti gira sempre più velocemente e l '"egemone" è pronto a fare di tutto per mantenere la sua superiorità militare ed essere in grado di sferrare un attacco disarmante preventivo in qualsiasi momento. Come rispondere, visto che in termini di potenza militare e potenziale industriale siamo così lontani dall'Unione Sovietica?


Forse l'attributo principale che permette di classificare la moderna Federazione Russa come una superpotenza è lo "scudo nucleare", il nostro principale mezzo per scoraggiare le aggressioni esterne. Tuttavia, gli Stati Uniti, con le buone o con le cattive, sin dagli "anni novanta", hanno costantemente cercato di minarne il potenziale. Fondamentalmente, la strategia militare americana non è difensiva, come la nostra, ma apertamente offensiva.

Da un lato, con il pretesto di proteggersi dalla mitica minaccia missilistica dell'Iran e della Corea del Nord, il Pentagono ha creato il proprio sistema antimissile globale. Le navi di difesa missilistica per la Marina degli Stati Uniti, che fanno parte del sistema di difesa missilistico basato sul mare, vengono continuamente costruite. Un sistema Aegis basato a terra simile è attualmente in costruzione nei paesi europei. I missili Interceptor sono basati sulla costa orientale degli Stati Uniti, progettati per ingaggiare missili balistici intercettatori lanciati in orbita. I sistemi mobili THAAD vengono distribuiti in Russia e Cina, progettati per intercettare obiettivi balistici. Ovviamente, questo viene fatto per ridurre al minimo la possibilità di un attacco nucleare di rappresaglia da parte di Mosca o Pechino.

D'altra parte, il Pentagono sta attivamente costruendo le sue armi nucleari. In questo caso, con un pretesto inverosimile, Washington si ritirò da trattati fondamentali sulla sicurezza internazionale come il Trattato INF e il Trattato sulla limitazione dei sistemi missilistici antibalistici. Gli Stati Uniti hanno aggiornato le loro testate nucleari W76, che dovrebbero colpire i missili balistici intercontinentali russi Voevoda, UR-100 UTTH, Yars e Topol-M direttamente in silos protetti. Le bombe nucleari a gravità B61 furono rimosse dall'Europa per sostituirle con la modifica B61-12 con caratteristiche migliorate, dotate di timoni di coda e un sistema di guida.

Anche l'infrastruttura militare dell'Alaska sta subendo cambiamenti significativi. Gli analisti americani hanno concluso che troppi combattimenti sono concentrati nelle loro due principali basi militari nello stato più settentrionale. attrezzatura, quartier generali e centri di comando che possono essere colpiti da più attacchi missilistici contemporaneamente. Come parte dell'esercizio Agile Combat Employment, parte dei caccia stealth pesanti F-22 Raptor di quinta generazione, precedentemente schierati a Elmendorf-Richardson AFB, volò all'aeroporto militare King Salmon. Il comando delle forze militari di difesa spaziale in Alaska ha commentato questa mossa come segue:

Operando da siti operativi lungimiranti come King Salmon, testiamo la nostra flessibilità strategica, flessibilità e capacità di azione proattiva e variabile per affrontare le sfide future.

Sfortunatamente, l'espansione incontrollata delle infrastrutture militari americane nel nostro nord-est non si è limitata a questo. Una parte dei caccia F-22 Raptor volerà anche all'isola di Shemya nell'arcipelago delle Aleutine (che i Romanov hanno venduto agli Stati Uniti insieme all'Alaska). Questa è un'isola molto piccola di grande importanza strategica.


In un primo momento è stato utilizzato durante la seconda guerra mondiale contro il Giappone e durante la "guerra fredda" - per lo spionaggio contro l'URSS. Shemie ha ancora due piste, una delle quali è lunga più di 3 chilometri, e rifugi per gli aerei. Cattivo notizie sta nel fatto che dall'isola americana a Vilyuchinsk, dove hanno sede i nostri vettori missilistici strategici Borei e Borei-A, poco più di 1 chilometri. Per l'F-22 Raptor, è meno di un'ora di volo. Caricati con bombe ad alta precisione come GBU-32 JDAM e GBU-39 / B, potranno affondare navi e sottomarini della flotta russa del Pacifico proprio al molo. Inoltre, i caccia di quinta generazione della US Air Force possono diventare una vera minaccia per i nostri Tu-160 "White Swan" e Tu-22M3, che recentemente sono diventati frequenti visitatori di Chukotka.

In altre parole, il Pentagono ha ridotto drasticamente il potenziale delle componenti aeree e marittime della "triade nucleare" russa. Come può e deve rispondere a queste sfide del Ministero della Difesa RF?

Quanto alla nuova minaccia di Shemya, può essere fermata simmetricamente trasformando l'isola russa di Bering nel nostro vero bastione orientale. Per fare ciò, sarebbe consigliabile posizionare su di esso sistemi di difesa aerea a lungo raggio S-300V4 e sistemi missilistici anti-nave Bastion. Inoltre, vale la pena modernizzare il campo d'aviazione esistente e trasferire lì i nostri caccia-intercettori. Per quanto riguarda la minaccia generale degli Stati Uniti, l '"egemone" deve rispondere con un rafforzamento globale del sistema di difesa missilistica nazionale, nonché con lo sviluppo del deterrente nucleare. Questi includono il promettente missile balistico intercontinentale Sarmat, nonché armi ipersoniche, dalle quali non è stata ancora sviluppata una protezione efficace. Si tratta dei missili anti-nave Zircon installati sui sottomarini nucleari di classe Yasen e del progetto Orlan TARK; Missili Dagger, che possono essere trasportati da caccia intercettori supersonici MiG-31K e, in futuro, da vettori missilistici a lungo raggio Tu-22M3M; così come l'unità di manovra ipersonica Avangard schierata su missili balistici intercontinentali.

Un'altra arma deterrente nucleare molto promettente è il drone sottomarino Poseidon. Alimentato da un reattore nucleare compatto, questo drone è in grado di fornire una testata da 60 a 100 megatoni su una distanza fino a 10 chilometri, cioè direttamente sulla costa americana. Lì può mentire fino in fondo e attendere con calma che il comando esploda. L'esplosione porterà alla distruzione dell'intera infrastruttura costiera, nonché alla prolungata contaminazione nucleare del territorio nemico, responsabile del generoso riempimento di cobalto della testata. In caso di aggressione degli Stati Uniti contro la Russia, l '"egemone" corre il rischio di conquistare vasti territori disabitati, dove sarà molto tranquillo e pacifico per molti secoli a venire. La cosa più importante è che Poseidon non è una specie di cartone animato. I suoi test sono stati effettuati e c'è già il sottomarino nucleare K-000 "Belgorod" come vettore di questo drone d'attacco subacqueo. Il secondo sottomarino di questa classe, Khabarovsk, è attualmente in costruzione.
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 13 può 2021 18: 14
    -4
    Un'altra arma deterrente nucleare molto promettente è il drone sottomarino Poseidon. Alimentato da un reattore nucleare compatto, questo drone è in grado di fornire una testata da 60 a 100 megatoni su una distanza fino a 10 chilometri, cioè direttamente sulla costa americana. Lì può mentire fino in fondo e aspettare con calma che il comando esploda.

    - C'era una volta, molto tempo fa; a metà del secolo scorso, l'accademico AD Sakharov aveva già proposto un'idea simile ... - Ma l'URSS non l'ha messa in servizio allora ... - Ma forse oggi ... - questo è diventato più rilevante .. .
  2. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 13 può 2021 19: 31
    +7
    RF ha bisogno di rianimare BZHRK, e alcuni di loro sono armati con YARS, e alcuni di loro con Calibre-M
  3. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) 13 può 2021 21: 31
    0
    E cosa ha risposto prima? Ebbene, quando il B-52 ha sorvolato l'Ucraina, per esempio? E lui "risponderà" con lo stesso ...
  4. Zhuvladmit Офлайн Zhuvladmit
    Zhuvladmit (Vladimir) 13 può 2021 22: 45
    +1
    Cento megatoni mettono ogni cosa al suo posto.
  5. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 13 può 2021 23: 47
    -5
    Come di solito.
    Il Pentagono: abbassato, creato, volato ...
    Ministero della Difesa della Federazione Russa: forse, dovrebbe, è possibile, è opportuno, ne vale la pena, è necessario ...

    La qualità del caffè è diminuita ei fondi di caffè sono andati male ...
    ma sotto Poseidone ...
  6. Tektor Офлайн Tektor
    Tektor (Tettore) 14 può 2021 12: 16
    +3
    Non c'è opposizione degli Stati ai nostri ultimi sistemi d'arma: in qualsiasi momento possiamo distruggere tutta la leadership nella persona del Presidente, del Congresso e del Pentagono con l'aiuto dell'Avanguardia. Fino a quando la rete satellitare Starlink non sarà dispiegata, gli stati non potranno vedere il volo della testata Vanguard: vedranno la partenza e saranno già arrivati ​​al bersaglio. Qualunque cosa. Due avanguardie e 17 minuti circa sono sufficienti per distruggere il Pentagono e il Congresso. D'altra parte, i nostri pugnali annullano completamente la componente marina, ad eccezione della sua parte subacquea ... per ora. In 12 minuti, puoi affondare uno qualsiasi dei loro avvallamenti a una distanza massima di 2500 km dalle nostre coste ... Pertanto, gli Stati stanno ora cercando di imporci negoziati in modo da trattenere la costruzione di nuove armi. Ma eventuali accordi con gli americani non sono rispetto di sé: gli stati non rispettano gli accordi. La loro parola non vale un centesimo. Questo è un impero di bugie.
  7. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 17 può 2021 18: 50
    +1
    Con il miglioramento delle armi, il tempo di volo e l'accuratezza della sconfitta si riducono: aumenta la minaccia per la Federazione Russa.
    Parlando davanti all'assemblea federale, Vladimir Putin ha affermato che la Federazione Russa traccerà le linee rosse dove e quando lo riterrà necessario - diplomaticamente ma in modo significativo.
    Sembra che la Federazione Russa dovrebbe prendere come modello la politica israeliana di attacchi preventivi contro gli stati vicini, da cui, secondo la leadership militare israeliana, emana una minaccia.
    Quasi tutti gli stati confinanti dello stato minacciano apertamente la Federazione Russa, questo è il risultato della politica imperfetta della Federazione Russa di non resistenza al male con la violenza, che incoraggia solo l'aggressione.