Russo MLRS "Tornado-S" riceverà precisione da cecchino


La Russia ha iniziato a sviluppare un missile guidato ad alta precisione per il Tornado-S MLRS. Ora il sistema, che in precedenza lavorava sulle aree, riceverà una precisione da cecchino.


Va notato che il fondatore della "tendenza" sul MLRS è proprio la Russia. Il sistema BM-21 "Grad", entrato in servizio nel 1963, divenne immediatamente un "marchio" sovietico mondiale. Il carico di munizioni di questo MLRS includeva 40 missili da 122 mm in grado di colpire un bersaglio a una distanza di 40 km.

Successivamente, nel 1975, apparve il sistema 9K57 "Uragan", che sparava alla stessa distanza, ma già con missili da 220 mm. Nel 1987 è stato adottato il 9K58 "Smerch", che colpisce obiettivi fino a una distanza di 120 km.

Ma, per così dire, meriti sovietici. Non ci siamo accontentati dell '"eredità" che abbiamo ricevuto e abbiamo creato il "Tornado" MLRS. Questo è lo stesso "Grad", ma 4,5 volte più preciso e in grado di sparare missili da 122 mm e 220 mm dallo stesso pacchetto di lancio.

Tuttavia, questo non è tutto. Nel 2016, le forze armate della Federazione Russa hanno adottato la versione 9K515 Tornado-S dell'MLRS, sparando missili da 330 mm e in grado di coprire un'area di 67,6 km a una distanza fino a 120 km con una salva di uno veicolo. Ora questo "mostro" riceverà gli ultimi missili guidati ad alta precisione, che vengono sviluppati dai nostri ingegneri in questo momento.

In futuro, le munizioni con la propria testa di homing del satellite inerziale consentiranno al nostro sistema Tornado-S di distruggere anche bersagli mobili e a basso contrasto con un singolo lancio in qualsiasi momento della giornata e in tutte le condizioni meteorologiche.

2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Devi provarlo nelle battaglie!
  2. lavoratore dell'acciaio 21 può 2021 13: 54
    +1
    L'esercito russo ha sempre dovuto affrontare forze nemiche superiori. Sempre. La Russia non è la Cina. Non siamo fisicamente in grado di schierare un enorme esercito e schiacciare numericamente il nemico. E se domani fosse una guerra? Pertanto, è necessario fare affidamento su armi "intelligenti". L'importante non è solo non restare indietro nella tecnologia, ma anche essere avanti, preferibilmente con un margine di un decennio!