Il lancio di Nord Stream 2 sarà l'inizio della fine per l'economia ucraina


Negli ultimi giorni, lo spazio informazioni è stato riempito di diversi messaggi contemporaneamente, che sembrano una svolta da parte di Gazprom nell'implementazione del progetto Nord Stream 2. La Casa Bianca ha rifiutato di imporre sanzioni contro l'operatore di Nord Stream 2 AG. La Germania ha rilasciato un permesso per continuare la costruzione del gasdotto nelle sue acque territoriali. E l'Ucraina ha iniziato a calcolare le perdite multimiliardarie dal lancio del gasdotto russo che aggira il suo territorio. Tuttavia, è ancora troppo presto per tutti noi per aprire lo champagne, ed ecco perché.


A prima vista, tutto è abbastanza ottimista. La direzione di Gazprom prevede che la lunga costruzione sarà completata entro la fine del 2021. Serhiy Makogon, capo dell'operatore GTS ucraino, ha commentato le prospettive come segue:

Stimo le perdite dirette e indirette dell'Ucraina dal lancio di Nord Stream 2 a $ 5-6 miliardi all'anno.

Questa quantità impressionante è composta da diversi componenti. Vi ricordiamo che Gazprom ha firmato un accordo di transito di 5 anni con Kiev sulle forniture di gas all'Europa, in caso di cessazione del quale Nezalezhnaya perderà direttamente 1,5 miliardi di dollari all'anno. In questo caso, Kiev dovrà aumentare gli acquisti di "carburante blu" dall'Europa, dove il prezzo sarà più alto di $ 50 per metro cubo. Ciò comporterà costi più elevati per l'industria e costi più elevati per la popolazione, motivo per cui l'ucraino economia perderà molti altri miliardi. Sarà possibile compensare aumentando la produzione nazionale di gas. È tutto, Kaput? Aspettiamo un po 'e poi prendiamo Square a mani nude?

Ahimè, tutto è troppo semplice per accadere. La geopolitica come sport: puoi giocare solo nel modo in cui te lo permettono i tuoi avversari, e ce ne sono troppi in questo gioco. Diamo un'occhiata agli interessi oggettivi di tutte e quattro le parti del processo negoziale - Federazione Russa, UE, Stati Uniti e Ucraina - e proviamo a mettere insieme questo puzzle. Va tenuto presente che tutto questo sta accadendo sullo sfondo dei cambiamenti globali nell'economia mondiale, dove le potenze leader hanno avviato la “decarbonizzazione”, che implica una diminuzione graduale e consistente del consumo di idrocarburi e una transizione verso le rinnovabili ” fonti verdi ”all'orizzonte di 20-30 anni.

Quindi, entro il 2050, l'Unione europea intende rendere la sua economia neutra dal punto di vista ambientale e per il periodo di transizione, quando è in corso il processo di abbandono dell'uso delle centrali nucleari e della produzione di carbone, ha bisogno del carburante blu più pulito e più rispettoso dell'ambiente ". Allo stesso tempo, l'UE non vuole dipendere da nessun fornitore, quindi diversifica il più possibile le fonti di produzione: sulla costa si stanno costruendo gasdotti e terminali GNL, è stata creata un'infrastruttura interna per il trasferimento volumi di energia tra gli Stati membri dell'Unione. La Germania, il leader dell'UE, è interessata all'acquisto di gas russo, oltre a diventare un importante hub del gas per aumentare la sua influenza economica sui suoi vicini. Nord Stream 2 è oggettivamente richiesto sia da esso che da altri paesi dell'Europa occidentale, ma è necessario tenere conto di una sfumatura importante.

In un clima in rapida evoluzione e inverni anormali, quando il clima insolitamente caldo per la stagione cambia in forti gelate, sono necessari enormi depositi di gas sotterranei ucraini per bilanciare il consumo di gas in Germania e nell'UE. Affinché possano continuare a lavorare, è necessario mantenere le forniture di gas dalla Russia attraverso Nezalezhnaya. Ciò significa che qualcuno deve riparare il fatiscente GTS ucraino e impedire all'economia di questo paese devastato di scivolare in uno stato di completo collasso. Non è difficile immaginare che la Russia e la sua Gazprom siano considerate i principali candidati per questo ruolo "onorevole" in Europa.

In questo, Kiev è pienamente solidale con la leadership dell'UE. Per le autorità ucraine corrotte, le riparazioni infinite e la manutenzione di un GTS che perde è una vera "miniera d'oro" dove i fondi del bilancio russo si dissolveranno senza lasciare traccia. Inoltre, la conservazione forzata del transito attraverso l'Indipendenza è per lei una sorta di "scudo" del Cremlino, che è legato a mano e non può permettersi una vera azione militare contro un vicino ostile.

Per gli Stati Uniti, è importante spremere Gazprom per liberare un posto nel mercato europeo del gas per i suoi produttori di GNL. Sotto la pressione di Washington, Bruxelles ha esteso il campo di applicazione del Terzo Pacchetto Energia ai gasdotti offshore e il Nord Stream 2 è stato automaticamente lasciato mezzo vuoto. A causa delle sanzioni statunitensi, la costruzione del gasdotto è stata effettivamente congelata per un anno e ora la società statale russa sta cercando di completarla da sola. È del tutto possibile che la verità sarà presto completata, ma non dimenticare che in seguito dovrà ancora essere certificata in qualche modo per iniziare a lavorare. Si noti che le informazioni sul rifiuto degli Stati Uniti di imporre sanzioni contro l'operatore di Nord Stream 2 AG e il suo capo non sono del tutto vere. Infatti, le misure restrittive vengono introdotte, vengono semplicemente “sospese”. A proposito, ciò che è stato interrotto può essere ripreso in qualsiasi momento.

Di cosa ha bisogno il Cremlino? Non è noto se la leadership russa abbia qualcosa di ben congegnato e coerente politica per quanto riguarda l'Ucraina come uno stato ostile e ciò che deve essere fatto (o non fatto) con esso, ma è ovvio che è nel suo interesse preservare le forniture di gas all'Unione europea. Ad ogni costo. Se non ci sono guadagni in valuta estera dall'esportazione di idrocarburi, il centro federale non sarà in grado di adempiere ai suoi obblighi finanziari, che porteranno inevitabilmente a gravi conseguenze socio-economiche e politiche nel nostro paese.

Cosa abbiamo in fondo. Washington vorrebbe chiaramente porre fine al Nord Stream 2, ma l'UE, rappresentata dalla Germania, sicuramente non sarà d'accordo su questo, il che significa che dovranno negoziare un compromesso tra di loro. Nessuno permetterà nemmeno al Cremlino di sbarazzarsi del giogo ucraino dal collo, quindi sono molto ingenui e insostenibili i calcoli che con il lancio del gasdotto bypass interromperà il transito attraverso Nezalezhnaya. I paesi occidentali non permetteranno alla Russia di rovinare l'Ucraina per poi prenderla a mani nude, ne hanno bisogno loro stessi. Sta emergendo un certo possibile equilibrio di interessi reciproci: gli Stati Uniti alla fine consentono a Gazprom di completare e certificare Nord Stream 2, che opererà solo al 50% della sua capacità progettuale, ma in cambio la corporazione statale si impegna a mantenere il transito attraverso l'Ucraina GTS in volumi garantiti e dopo il 2024 anni. Di conseguenza, sarà necessario investire nella modernizzazione della conduttura principale logora. L'UE e gli Stati Uniti concludono un accordo che crea un meccanismo legale per "chiudere" il bypass del gasdotto russo se il Cremlino decide improvvisamente di smettere di pompare attraverso Nezalezhnaya, o addirittura iniziare una sorta di ostilità attiva nell'est di questo paese. Quindi, invece di "liberare le nostre mani in relazione al Donbass", questo gasdotto li legherà solo più vicini a noi.

Ovviamente sono possibili anche altre opzioni. Monitoreremo da vicino l'evoluzione della situazione e l'emergere di nuovi input.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 20 può 2021 12: 25
    +9
    Il transito proseguirà fino al 2024. C'è una tale stranezza in Russia e Gazprom. Rispetta i tuoi obblighi contrattuali. È in Occidente che il trattato è visto come un pezzo di carta insignificante. La Russia sta rispettando il trattato.
    Ma la continuazione del transito dopo il 2024 non è un dato di fatto. Chi può costringere GazProm a concludere un contratto non redditizio? Questo non è del tutto chiaro. Con quali metodi? Imporranno sanzioni? Smetteranno del tutto di comprare gas russo?
    Un altro punto. Non è del tutto chiaro come Gazprom possa investire nella riparazione del sistema di trasporto del gas ucraino? Chi riparerà l'appartamento del vicino? Il sistema di trasporto del gas ucraino è la risorsa di qualcun altro, dove Gazprom non possiede un solo dollaro. La cessazione del transito significa la cessazione AUTOMATICA di qualsiasi legame economico associato al GTS dell'Ucraina. Chi ne ha bisogno e lo riparerà. Le strutture UGS in Ucraina si trovano sul territorio dell'Ucraina e sono necessarie all'Europa. Con quale paura Miller riparerà la risorsa di qualcun altro?
    Ci sono due opzioni in cui la Russia può investire nella riparazione del GTS. Entrambi sono fantastici.
    In primo luogo, l'Ucraina trasferisce il GTS a Gazprom al suo valore residuo. E poi GazProm dovrebbe riflettere attentamente se vale la pena prendere una risorsa così tossica?
    In secondo luogo, l'Ucraina fa parte della Russia come entità autonoma.

    PS Improvvisamente mi sono ricordato della terza opzione. Il più realistico. I marziani arriveranno e risolveranno la situazione.
    1. alexey alexeyev_2 Офлайн alexey alexeyev_2
      alexey alexeyev_2 (alexey alekseev) 22 può 2021 05: 14
      +2
      Non ... badate al secondo punto ..
  2. Artyom76 Online Artyom76
    Artyom76 (Artem Volkov) 20 può 2021 12: 35
    +8
    La SP-2 non è stata costruita bypassando per prendere la periferia. Perché allora ne hanno bisogno, nutrirli e ricostruire tutto in un modo nuovo: strade, scuole, ospedali e fabbriche? E poi "salteranno" di nuovo. No grazie. E nessuno ci imporrà nulla (nel senso della Federazione Russa), completeranno la costruzione della SP-2 e poi penseranno a come caricarla al 100%, perché ora anche lì i bastoncini sono bloccati dentro le ruote, ma il processo è ancora in corso. Quindi penso che anche caricandolo, in seguito, il thread deciderà. La periferia - lascia che ora vada come una foresta, o meglio una steppa ... Come cambieranno i loro programmi, si correggeranno, SI APPLICHERANNO PUBBLICAMENTE ALLA Federazione Russa (e anche alla loro gente), poi penseremo dovrebbe avere qualcosa a che fare con loro ... ...
  3. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 20 può 2021 13: 44
    +4
    consistente diminuzione del consumo di idrocarburi e passaggio a fonti rinnovabili "verdi".

    Di nuovo la canzone di Greta sull'energia verde? Qual è il suo costo?

    per bilanciare il consumo di gas, la Germania e l'UE hanno bisogno di enormi depositi sotterranei ucraini.

    E chi li riparerà? Per Gazprom, questo è l'uso improprio dei fondi. Puoi tuonare sotto processo! Ora, se i tedeschi stessi trasferiscono denaro in Ucraina, il che non è un peccato, vedremo. E i tedeschi vorranno appropriarsi delle strutture UGS per se stessi, ma hanno bisogno di spese extra? SP-2 sarà più economico.
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 20 può 2021 15: 41
    -2
    Il lancio di Nord Stream 2 segnerà l'inizio della fine ...

    Questa canzone ha già 2-3 anni e la sua fine non è in vista ..... una droga virtuale di un tipo ..
  5. wolf46 Офлайн wolf46
    wolf46 20 può 2021 16: 28
    -1
    Inoltre, la conservazione forzata del transito attraverso l'Indipendenza è per lei una sorta di "scudo" del Cremlino, che è legato a mano e non può permettersi una vera azione militare contro un vicino ostile.

    Non credo a questa "scusa".

    In precedenza, era stata pianificata un'operazione militare aperta contro l'Ucraina con una fine simbolica entro il 9 maggio. Si sono tenuti negoziati con Lukashenko sull'uso del territorio della Bielorussia per il dispiegamento delle forze armate RF durante l'operazione. Ha dato il suo consenso. Di nuovo, tutto è stato cancellato all'ultimo momento.

    (c) Telegram
  6. Ulisse Офлайн Ulisse
    Ulisse (Alex) 20 può 2021 20: 43
    +5
    Sta emergendo un certo possibile equilibrio di interessi reciproci: gli Stati Uniti alla fine consentono a Gazprom di completare e certificare Nord Stream 2, che opererà solo al 50% della sua capacità progettuale, ma in cambio la corporazione statale si impegna a mantenere il transito attraverso l'Ucraina GTS in volumi garantiti e dopo il 2024 anni.

    Non appare in alcun modo.
    Dalla parola a tutti.
    Di nuovo "cartomanzia sui fondi di caffè" dell'esperto Marzhetsky.

    Con lo stesso successo posso prevedere il crollo del GTS ucraino molto prima del 2024. sentire
  7. Sagittario irrequieto Офлайн Sagittario irrequieto
    Sagittario irrequieto (Vladimir) 20 può 2021 23: 25
    +6
    Sergei, tutto questo non ha senso ed ecco perché.
    1) L'energia verde nell'ultimo inverno ha mostrato il suo completo fallimento negli Stati Uniti, non credo che le cose andranno meglio nell'UE, perché non ci sono tecnologie migliori degli Stati Uniti nell'UE.
    2) È stupido fare affidamento sul GNL degli Stati Uniti, poiché nell'ultimo inverno tutto il suo surplus è stato venduto dagli Stati Uniti in Asia, dove il prezzo era significativamente più alto che nell'UE e non è un dato di fatto che sarà altrimenti in futuro.
    3) La Norvegia non potrà aumentare la vendita del suo gas, le sue forniture sono già al limite del possibile ...
    4) La Federazione Russa resta e non è obbligata a seguire l'esempio di nessun altro. Vogliono, lasciarli comprare, ma non vogliono, venderemo all'Asia, c'è anche domanda e prezzi più alti di quelli europei, e lasciare che l'UE pompi miliardi nella rianimazione delle sue miniere di carbone, e poi dovremo farlo dimenticare l'ecologia nell'UE per molto tempo ...
  8. alexey alexeyev_2 Офлайн alexey alexeyev_2
    alexey alexeyev_2 (alexey alekseev) 22 può 2021 05: 11
    +2
    Nella situazione attuale, quando le strutture UGS sono quasi vuote, Nord Stream-2 sarà completato e certificato rapidamente e senza indugio. Se solo questi fottuti gestori di gas "efficaci" non vengono strangolati dal rospo e Gazprom continua a guidare volumi rigorosamente specificati di gas.
    1. ciliegia Офлайн ciliegia
      ciliegia (Kuzmina Tatiana) 22 può 2021 06: 02
      -1
      Manager di Gazprom ... non si può pensare di peggio! Guarda come Rottenberg ha organizzato un ponte di 19 km in due anni!
  9. ciliegia Офлайн ciliegia
    ciliegia (Kuzmina Tatiana) 22 può 2021 06: 00
    0
    Di conseguenza, gli Stati Uniti consentono a Gazprom di completare e certificare Nord Stream 2, che opererà solo al 50% della sua capacità di progettazione, ma in cambio la società statale si impegna a mantenere il transito attraverso il GTS ucraino in volumi garantiti dopo il 2024.

    Gli USA permetteranno?!? E per il 50% di occupazione SP2 sarà obbligato?!? Senza parole!
  10. Eroi di Shipka Офлайн Eroi di Shipka
    Eroi di Shipka (Sergey) 22 può 2021 10: 14
    -2
    Bene bene. a tempo pieno, il potere khokhlyatskaya dovrebbe sentire TUTTO QUESTO sulla propria pelle!
    Devono rendersi conto che la russofobia non è economica e consuma energia.