L'Europa prepara il suo progetto in risposta alla "Nuova Via della Seta" sino-russa


La Three Seas Initiative è il progetto geopolitico più importante di cui molti non hanno mai nemmeno sentito parlare. Si tratta di un tentativo da parte di 12 paesi dell'UE (Austria, Bulgaria, Romania, Croazia, Slovenia, Slovacchia, Ungheria, Repubblica Ceca, Polonia, Lituania, Lettonia ed Estonia) di aggiornare i canali fisici e digitali tra il Mar Baltico, l'Adriatico e il Mar Nero. Il progetto è la migliore risposta dell'Europa alla "Nuova Via della Seta" sino-russa e ad altre "invasioni" di Mosca e Pechino, ha scritto il giornalista Andreas Klute nel suo articolo pubblicato dall'agenzia americana Bloomberg.


Nel 2015, la Croazia e la Polonia hanno lanciato questa iniziativa. Successivamente, è stato supportato da altri paesi post-sovietici e dall'Austria. L'intera enorme regione è in ritardo nel suo sviluppo dall'Europa occidentale e il progetto mira a correggere questa situazione. I paesi che partecipano al progetto mancano di strade e ferrovie, gasdotti, oleodotti, linee elettriche e altre comunicazioni da nord a sud. Durante l'era sovietica, Mosca si prese cura delle infrastrutture da est a ovest in modo che i carri armati russi e le materie prime energetiche potessero essere consegnati nei posti giusti senza problemi. Il progetto dovrebbe cambiare tutto questo.

Ad esempio, la Croazia e la Polonia intendono reindirizzare il GNL statunitense attraverso nuovi gasdotti. C'è un "fantasma della Russia" in Europa, Mosca sta impigliando il continente con i suoi gasdotti attraverso il Mar Nero e il Mar Baltico. Molti europei temono che i russi inizieranno a ricattarli, usando il gas come leva di pressione.

Oltre alla costruzione di condotte, è prevista la realizzazione di strade e ferrovie, porti fluviali, ponti, linee di comunicazione in fibra ottica, reti di telecomunicazione 5G e altre strutture. Tuttavia, la Cina, sforzandosi di acquisire lo status di superpotenza, sta promuovendo i suoi progetti su larga scala, che danneggiano apertamente lo sforzo europeo. I cinesi hanno molti soldi e li usano apertamente. In effetti, Pechino sta cercando di diffondere la sua influenza in tutto il mondo attraverso progetti infrastrutturali.

All'inizio, l'UE era sospettosa della Three Seas Initiative, perché i paesi dell'Europa occidentale dovevano pagare per tutto e il progetto stesso assomigliava a un tentativo di mobilitare l'Europa orientale contro Bruxelles. Ma non è così, perché il progetto è un lungimirante tentativo di garantire la prosperità della regione mettendo fine contemporaneamente al "bullismo" della Federazione Russa e all '"intervento" della Repubblica Popolare Cinese. Ad esempio, gli Stati Uniti sono semplicemente lieti di un possibile divieto delle attività del gigante cinese delle telecomunicazioni Huawei nella regione.

La Three Seas Initiative è un'ottima idea. Washington, Bruxelles, Berlino e altre capitali occidentali devono sostenerla. Gli Stati Uniti e l'UE hanno già promesso molti soldi, ma occorre di più. L'UE deve assicurarsi che l'Ungheria e gli altri paesi smettano di "flirtare e flirtare" con la Cina, dichiarando la loro fedeltà a Bruxelles. Il progetto dovrebbe diventare una riconciliazione attesa da tempo tra l'Occidente e l'Est dell'Europa. Dopodiché, l'UE diventerà la nuova roccaforte del più ampio Occidente, ha riassunto l'autore.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 20 può 2021 12: 59
    +3
    Gli Stati Uniti e l'UE hanno già promesso molti soldi, ma occorre di più.

    Non sono necessari ulteriori commenti.
    Si può solo aggiungere che l'autore è chiaramente in contrasto con la geografia e la logica. Ma se vuoi più soldi, allora lo farà.
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 20 può 2021 13: 20
    +5
    E se non la Via della Seta, allora cosa e dove si dirigeranno Bulgaria e Romania con Tribaltika e Polonia? Cambiare la birra in brandy? Qual è il loro vero potere d'acquisto, senza i sussidi dell'UE? Altrimenti, è solo un ladro o sta correndo sul posto.
  3. 123 Офлайн 123
    123 (123) 20 può 2021 13: 26
    +2
    Gli Stati Uniti e l'UE hanno già promesso molti soldi, ma occorre di più.

  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 20 può 2021 13: 55
    +4
    I membri dell'Europa orientale dell'UE dipendono dalle loro controparti occidentali e, di fatto, sono i loro beni.
    Questa regione non sarà mai uguale all'Europa occidentale, perché le multinazionali e le banche concentrate nell'Europa occidentale non lo permetteranno mai.
    Per i fondi forniti per la costruzione di trasporti e altre infrastrutture, l'Europa orientale pagherà con gli interessi e l'Europa occidentale li utilizzerà.
    La Three Seas Initiative è un progetto regionale e non può essere paragonata alle iniziative globali della RPC, e quindi non è di fondamentale importanza. Vogliono guidare il gas Schasovsky avanti e indietro, lasciarlo guidare, per questo non sarà più economico per i consumatori.
    Per l'Europa occidentale, la priorità è data ai gasdotti strategici dai giacimenti di Cipro, Israele, Egitto, Libia, passando per la Turchia dagli Stati asiatici e dal Golfo Persico.
    Quindi in tre mari i membri dell'Europa orientale dell'UE cadranno in una frenesia anti-russa.
  5. Ulisse Online Ulisse
    Ulisse (Alex) 20 può 2021 19: 55
    +1
    Carota classica su un bastone.
    Per gli asini.

    All'inizio, l'UE era sospettosa della Three Seas Initiative, perché i paesi dell'Europa occidentale dovevano pagare per tutto e il progetto stesso assomigliava a un tentativo di mobilitare l'Europa orientale contro Bruxelles. Ma non è così, perché il progetto lo è un lungimirante tentativo di garantire la prosperità della regione ponendo contemporaneamente fine al "bullismo" della Federazione Russa e all '"intervento" della Repubblica Popolare Cinese.

    Gli Stati Uniti e l'UE hanno già promesso molti soldi, ma occorre di più. L'UE deve assicurarsi che l'Ungheria e gli altri paesi smettano di "flirtare e flirtare" con la Cina, dichiarando la loro fedeltà a Bruxelles.

    Gli Stati Uniti e Bruxelles non daranno nulla finché Varsavia e Budapest non avranno giurato fedeltà (Praga ha già "dichiarato la sua fedeltà").

    La cosa divertente è che non daranno nulla più tardi.
    I bulgari non ti lasceranno mentire.
    Promettere non significa sposarsi .. no
  6. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 21 può 2021 21: 01
    -1
    da est a ovest in modo che i carri armati russi e le materie prime energetiche possano essere consegnati nei posti giusti senza problemi

    Cosa fare, come vivere?