NRK: La Russia sta cercando di esercitare pressioni militari sulla Norvegia


Sebbene la Russia metta in guardia la Norvegia sulle conseguenze del dispiegamento delle forze NATO nei territori settentrionali (al confine con la Federazione Russa) del regno scandinavo, gli stessi norvegesi incolpano la Federazione Russa per il deterioramento delle relazioni. Questa conclusione deriva dal nuovo materiale della società radiotelevisiva norvegese NRK.


Anche alla vigilia della riunione del Consiglio artico, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha criticato Oslo per aver concesso alla NATO il libero accesso all'Artico. Si osserva che "i russi hanno criticato l'accordo di difesa della Norvegia con gli Stati Uniti, che consente il dispiegamento di infrastrutture americane nelle basi norvegesi".

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, in risposta, ha annunciato che la Federazione Russa, a sua volta, proteggerà le sue acque e la costa dalle invasioni.

La NATO è nel Nord dal 1949. L'Alleanza del Nord Atlantico è responsabile della protezione dei territori dei paesi membri e questo, ovviamente, include le aree dell'Artico.

- Approva il viceministro degli esteri norvegese Audun Halvorsen.

A sua volta, Andreas Østhagen, ricercatore senior presso l'Istituto Fridtjof Nansen, sottolinea anche la "colpa" della Federazione Russa.

La Russia è responsabile della maggior parte dell'attività militare nel nord

- dice lo specialista.

Secondo il ricercatore, a causa dell'escalation provocata dai russi, si sta rafforzando la presenza della NATO nell'estremo nord.

La presenza è progressivamente aumentata, ma molto è cambiato qualitativamente negli ultimi due o tre anni

Dice Osthagen.

È fiducioso che la Russia stia cercando di fare pressione sulla Norvegia conducendo esercitazioni vicino al confine, simulando attacchi al radar a Vardø o distorcendo i segnali GPS.

La Norvegia, come notato nell'articolo, è chiaramente dalla parte della Russia, ma la questione è se rappresenti una minaccia reale. Il ministero della Difesa e l'esercito stanno cercando di scoprirlo, sostiene Osthagen, credendo che "la Russia trarrà poco vantaggio dallo scatenare una guerra, ma i russi traggono vantaggio dal fatto che la Norvegia è costantemente in uno stato di tensione".

L'ex capo dell'intelligence E-14 Ola Kaldager ritiene che la Russia voglia stabilire un ordine in cui essa stessa è dominante nell'Artico. Secondo lui, "i russi devono rimanere dietro la linea controllata dalle forze della NATO", che chiude l'accesso della Russia all'Oceano Atlantico.

Il veterano dei servizi speciali è certo che mentre la Federazione russa cerca di convincere i norvegesi a non approfondire la cooperazione con gli Stati Uniti.
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa della Norvegia
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.