Alexey Maresyev - pilota sovietico senza gambe che ha ribaltato le sorti della battaglia con i tedeschi


Il 20 maggio segna il 105 ° anniversario della nascita di qualcuno che è diventato non solo uno dei simboli più luminosi di coraggio, adempimento esemplare del dovere militare, l'invincibile volontà del nostro popolo di vincere nella Grande Guerra Patriottica, ma anche la prova vivente che l'umano le capacità sono davvero infinite ... Se, ovviamente, è una persona reale ...


La capacità di realizzare l'incredibile, l'impensabile, andando oltre i limiti anche di quella che di solito viene definita un'impresa: questo era precisamente il "segreto" del guerriero russo sovietico, che gli permetteva di sconfiggere qualsiasi nemico. Questa è la lezione principale che uno dei nostri più grandi connazionali ha mostrato al mondo intero.

Al cielo - e solo al cielo


Il nome di Alexei Petrovich Maresyev, un pilota di caccia che non solo ha battuto eroicamente gli invasori nazisti, ma che l'ha fatto, avendo perso entrambe le gambe (ha abbattuto più aerei nemici dopo l'amputazione e il ritorno in servizio che ha seguito il trattamento rispetto a prima) , era conosciuto in URSS da tutti i ragazzi ... "La storia di un vero uomo" di Boris Polevoy a lui dedicato era parte integrante del programma scolastico e dell'educazione militare-patriottica. Purtroppo, la "perestrojka" e gli anni successivi della rinuncia del paese e della società al proprio grande passato gettano un'ombra di oblio su questa figura titanica in termini di coraggio ed eroismo. Adesso stiamo raccogliendo la memoria a poco a poco, avendola persa, perderemo tutto ... Ricordiamolo insieme.

Questa storia dovrebbe iniziare con il fatto che Lesha Maresyev, in linea di principio, poteva solo sognare l'aviazione. Dire che la sua infanzia era dove, quanto è dolce non dire niente. Il capofamiglia, in cui, oltre ad Alessio, c'erano altri due figli, un soldato della Prima Guerra Mondiale, le vecchie ferite furono portate nella tomba quando il ragazzo aveva 3 anni. La mamma, esausta, lavorava come donna delle pulizie. Dopo il grado 8 - "fabzavuch" e alla macchina! Che tipo di aerei ?! Tuttavia, fu allora, negli anni '30, che il giovane paese sovietico fu squarciato al cielo. Tra gli altri, Lesha Maresyev ha provato a decollare. Tuttavia, i documenti inviati più e più volte a diverse scuole di aviazione sono stati restituiti con il marchio "non valido". La malaria sofferta durante l'infanzia ha dato una complicazione sotto forma di tubercolosi, apparentemente bloccando per sempre il percorso del ragazzo verso il suo sogno. E qui non c'è niente del genere! Maresyev si rese conto che il percorso sarebbe stato lungo e difficile, e ... lo seguì, dimenticando la parola "impossibile". Ha lavorato, allo stesso tempo padroneggiando le basi della scienza presso la facoltà dei lavoratori dell'Istituto di aviazione di Mosca e ha lavorato coscienziosamente - per la costruzione di Komsomolsk-on-Amur, così come per altri cantieri simili che non hanno inviato nessuno ( persone pigre e hacker - di sicuro).

Fu lì, in Estremo Oriente, che Maresyev si sedette per la prima volta al timone di un aereo, in un club di volo locale. Nel 1937 fu arruolato nell'esercito - e lì riuscì a fare un altro passo verso il suo sogno, prestando servizio nella squadriglia di frontiera, dove era impegnato nel mantenimento del volo attrezzatura... E nel 1939 divenne comunque un cadetto della scuola militare di Chita, e poi della scuola di aviazione Bataysky! È così che Alexey Maresyev ha fatto l'impossibile per la prima volta. La Grande Guerra Patriottica lo trovò tutto nella stessa Bataysk, dove dopo aver ricevuto il "kubari" del primo ufficiale fu lasciato come istruttore. Tutto ciò che Alexey ha fatto, non lo ha fatto solo coscienziosamente, ma con la massima efficienza, quindi tutto è naturale qui. Stava anche correndo in avanti con una tale forza che era impossibile fermarlo. Già a luglio Maresyev era nell'esercito, da agosto conduce battaglie aeree. Combatte in modo eccellente: all'inizio del 1942, il giovane combattente fu trasferito dal fronte sud-occidentale al fronte nord-occidentale e nominato comandante di volo. Uno ad uno i Junkers tedeschi da lui abbattuti stanno cadendo dal cielo.

Il problema arriva il 5 aprile 1942: lo Yakovlev Maresyev, che stava coprendo i nostri bombardieri, riceve diverse raffiche e inizia a perdere quota. Sotto c'è il "Demyansk Cauldron", in cui l'Armata Rossa sta cercando di "spremere" i Fritz che resistono furiosamente. Obiettivo: non cadere in territorio nemico, non essere catturato. Maresyev raggiunge la linea del fronte, ma al posto di un atterraggio forzato segue una caduta da un'altezza di tre dozzine di metri. Destino? Non affrettarti! Questo è Maresyev. Il colpo, fortunatamente, non cade a terra, ma sui rami degli alberi, ma la sua forza è tale che le cinghie più forti che tengono il pilota al suo posto si spezzano come fili marci e lui vola in avanti come un sasso da una fionda. "Niente, chi non vola non cade ..." - riprendendo conoscenza, Maresyev si alza e ... crolla nella neve a debole coesione. Entrambe le gambe sono rotte ...

L'istinto di autoconservazione, in una situazione critica che urla: “Vivi! Sopravvivi ad ogni costo! ”È insito in ogni persona dalla nascita. Tuttavia, spinge qualcuno alla codardia e alla meschinità e solleva qualcuno all'apice della fortezza. La seconda si verifica quando in una persona, oltre agli istinti e al di sopra di essi, parlano Onore e Dovere. Personalmente, non riesco a immaginare come si possa fare anche solo un passo con le gambe rotte. Maresyev stava camminando. Doveva uscire per conto suo! Quando le sue gambe erano gonfie, strisciava. Muoversi all'inizio della primavera attraverso una fitta foresta è un "piacere" ... Il pilota - senza cibo e acqua, "mangiando" muschio, corteccia e coni, si è mosso come al solito per 18 giorni! Fermati, congelati, muori ... Perché hai bisogno di questa lotta, che è peggio della morte ?! Sapeva perché. I ragazzi del villaggio che hanno trovato Maresyev sono rimasti inorriditi da ciò che hanno visto. Questa volta ha fatto di nuovo l'impossibile: è sopravvissuto.

Il pilota ha trascorso un'altra settimana nel villaggio di Plav, nella regione di Novgorod. E poi era di nuovo in cielo: l'aereo stava portando l'eroe a Mosca all'ospedale. “Perché l'hai portato ?! - i medici sono rimasti sorpresi. Scusate, ma il ragazzo non è un inquilino ... Frostbite degli arti inferiori "completo" con le loro fratture e la conseguente cancrena gassosa - cosa c'è da curare ?! " Non erano demoni, insensibili e senza cuore, erano professionisti ed erano ansiosi di salvare qualcuno che poteva ancora essere salvato. Maresyev fu condannato - una "barella" con lui si trovava sotto le porte dell'obitorio, in modo che in seguito non si portasse lontano. Il professor Nikolai Terebinsky, che passava di lì, "inciampò" nello sguardo di un pilota morente, ma non implorante di salvezza. "Chi è questo? Oh, è così !? Quale altro obitorio? Nella sua sala operatoria, dal vivo! " Succede? Non credo proprio. I poteri superiori a volte interferiscono davvero nel destino di persone come Alexey Maresyev. Forse, allora, per scoprire - dov'è il limite dell'impossibile.

"Questo, o cosa, senza gambe ?!"


Il reparto ospedaliero divenne il nuovo campo di battaglia di Maresyev. Combatti con te stesso. Dopo aver tagliato entrambi gli stinchi, il professore gli ha salvato la vita, ma l'ha privata del suo significato. Un pilota senza gambe ... Sì, non c'è niente a cui pensare! Non c'è posto per gli storpi nel cielo, e nemmeno in guerra. Pensaci: quante persone in quel momento sarebbero state felici di sentire dalla commissione medica: "Contrattaccata!" Il fronte ha tolto vite umane ogni giorno, ogni ora, ogni secondo, e nel 1942 era già evidente a tutti. Pensi che non ci fossero quelli che erano pronti a tutto per non finire in questo inferno infuocato? C'erano, anche com'erano ... Hanno disertato, con le buone o con le cattive si sono procurati una "prenotazione", hanno comprato falsi "biglietti bianchi" - solo per non arrivare in prima linea. E tu sei già un eroe, la Patria ha apprezzato il tuo ultimo volo con l'Ordine della Bandiera Rossa, lo status onorario di un soldato in prima linea e una pensione ferita ti aspettano ... Solo Alexey voleva una cosa: essere al timone di nuovo del combattente. Manda a terra almeno un bastardo fascista, e là ... Sì, qualunque cosa! Si è semplicemente esaurito - e non tanto per la febbre postoperatoria, ma per la dolorosa consapevolezza della propria inferiorità e inutilità.

Forse per la prima volta nella sua vita, un "impossibile" spietato e implacabile si trovava di fronte a lui. Fortunatamente, Maresyev non era solo in questa battaglia. È solo il "dannato sacco di intelligenti" gentiluomini liberali che hanno cercato per così tanti anni di dimostrare che i commissari dell'Armata Rossa erano persone inutili, o addirittura completamente dannose. Il pilota è stato salvato dal commissario di battaglione Semyon Vorobyov, che giaceva con lui sul letto accanto. (In ogni caso, sotto questo nome questa persona è mostrata nel libro di Maresyev Polevoy, che non ha distorto nulla nella storia). Era lui, vedendo cosa stava succedendo con il ragazzo, come se per caso gli avesse fatto passare un articolo su un altro pilota: Valerian Karpovich. Ha perso una gamba durante la prima guerra mondiale, ma è tornato in servizio. Non ho letto conferenze né condotto colloqui politici - ho solo mostrato la strada.

"Vola sulle protesi !? Veramente? Ma potrebbe! Ebbene, sì - su "whatnots" questo è passato, ma su un combattente moderno !? " - tutti questi tormenti erano già solo uno "sfondo" per la decisione presa da Alexey Maresyev. Risalirà al cielo! Se qualcuno è riuscito, lui, un pilota sovietico, ce la farà ancora di più. La questione rimaneva con il "piccolo": per cominciare, alzati in piedi e impara a camminare. Le prime protesi ricevute da Maresyev erano simili alle scorte di un detenuto: era possibile spostarle solo a costo di un incredibile tormento. Nessun problema! Facciamo altri! Come questo! Ancora un passo! E giù con il bastone: cos'è questo combattente che zoppica con un bastone come un vecchio nonno? Siamo i falchi di Stalin e lo mostreremo a tutti! Egli ha mostrato ...

I membri della commissione medica, che hanno dovuto ascoltare attentamente il giovane eroe, gli spiegano in dettaglio perché "no" e lo rimandano a casa, nel profondo del fondo, si aspettavano qualcosa, ma non quello che vedevano. “È lui che è senza gambe ?! No, è esattamente lo stesso Maresyev? " - non c'era limite allo stupore dei medici, davanti ai quali la paziente, mandata all'obitorio un anno fa, ha ballato notoriamente la "signora" e il valzer. No, beh, se balla, deve esserci un'occasione speciale. Quindi scriveremo: "Adatto a tutti i tipi di aviazione". Dopo essersi sottoposto a riqualificazione presso la scuola di volo Ibresin, Alexei Maresyev nel giugno 1943, su sua richiesta, fu inviato all'esercito attivo. Nessuno ha cercato di resistere alla sua pressione. Ovviamente gli mancava Stalingrado, ma riuscì a raggiungere il Kursk Bulge. È stato nel cielo sopra di esso che ha "bocciato" i suoi primi Junkers. Il primo è senza gambe. Il comando del 65 ° reggimento combattenti delle guardie, in cui prestava servizio, all'inizio non mandò in battaglia Maresyev. No, vola, ovviamente. Ma si capisce ... Ben presto i "padri-comandanti" si convinsero che questo "senza gambe" avrebbe dato fastidio a tante persone sane nel cielo.

Il 20 luglio 1943, Alexei Maresyev, coprendo i suoi commilitoni dall'attacco di forze nemiche molto più numerose, inviò due Focke-Wulf tedeschi a bruciare sul terreno, capovolgendo così le sorti della battaglia e costringendo i Fritz a fuggire codardi. Il titolo di Eroe dell'Unione Sovietica gli è stato assegnato non per impensabili voli senza gambe, ma proprio per questa battaglia e il salvataggio di compagni in una situazione critica. La gloria del pilota miracoloso andò prima in tutto l'esercito aereo, che includeva la 65a armata delle guardie, e poi ben oltre i suoi confini. Nell'unità non c'era il sovraffollamento dei corrispondenti di guerra, che avevano fretta di dire a tutto il popolo sovietico di questo eroe. Tra loro c'era Boris Polevoy, che in seguito avrebbe cantato l'impresa di Maresyev a tutto il mondo. La storia di un vero uomo è stata ripubblicata 80 volte in URSS in tutte le lingue dei suoi popoli e quattro dozzine di volte all'estero. Sulla base delle sue motivazioni, non è stato creato solo un film, ma anche un'opera con lo stesso nome.

Tuttavia, durante la guerra, lo stesso Maresyev rimproverò la propria gloria - a causa di ciò, nella primavera del 1945, fu "fortemente consigliato" di abbandonare le missioni di combattimento (non era sufficiente che la leggenda fosse abbattuta!) E trasferito a comando, ma lavoro a terra. Tuttavia, sette fascisti abbattuti (oltre a tre prima di essere feriti) erano sul conto di Maresyev a quel tempo. Dopo la Grande Guerra Patriottica, entrò nella riserva quasi immediatamente - nel 1946. Essendo per natura una persona veramente modesta, Alexey Maresyev ha ripetuto più di una volta: “Non sono una leggenda! Sono una normale persona sovietica ... "E ha specificato che la vittoria nella Grande Guerra Patriottica è stata" un'impresa di tutta la sua generazione ". Il suo nuovo fronte, ha scelto l'educazione patriottica dei giovani, la lotta per la pace, il lavoro in organizzazioni di veterani. Alexey Petrovich Maresyev è morto il 18 maggio 2001, un'ora prima dell'inizio della grande serata di gala dedicata al suo 85 ° compleanno. I festeggiamenti si sono svolti, ma dovevano iniziare con un minuto di silenzio ... Sembrava librarsi nel cielo, stanco di lodi, da qualche parte al limite dell'impossibile che aveva superato tempo prima, lasciandoci un ricordo luminoso e un eterno esempio.

Alexey Maresyev non ha esagerato affatto, parlando della "impresa di una generazione". Non tutti lo sanno, ma il suo eroismo fu ripetuto durante la Grande Guerra Patriottica da numerosi piloti sovietici. Il loro destino e le loro azioni sono un argomento per una conversazione a parte, su cui torneremo sicuramente.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 22 può 2021 12: 32
    +1
    Pensi che non ci fossero quelli che erano pronti a tutto per non finire in questo inferno infuocato? C'erano, anche com'erano ... Hanno disertato, con le buone o con le cattive si sono fatti una "prenotazione", hanno comprato falsi "biglietti bianchi" - solo per non arrivare in prima linea

    Quando studiavo, non ci è stato detto e non ci siamo soffermati. E scrivi dell'impresa, invano ricorda tutta la feccia. Non è così che vengono allevati i patrioti ricordando loro costantemente la sporcizia. Non essere come gli ebrei: "Non fare il bene, non otterrai il male". Nella scuola sovietica lo capivano, quindi insegnavano solo cose buone.

    Il diavolo nei dettagli è un'espressione idiomatica comune, il che significa che in ogni fenomeno ci sono componenti sottili che tuttavia influenzano fortemente la sua essenza. Un altro significato è "tutto ciò che viene fatto deve essere fatto con attenzione, con attenzione ai dettagli, poiché sono importanti".

    Ora immagina che mentre studiava "La storia ...", l'insegnante ci parlasse della sporcizia insieme all'impresa di Maresyev? Quando si insegna il bene, il male non viene nemmeno ricordato. Pertanto, se rimuovi un paragrafo dal tuo articolo, l'articolo è fantastico.
  2. lavoratore dell'acciaio 22 può 2021 13: 00
    +3
    Quando le lezioni di patriottismo di Stato iniziano a essere introdotte nelle scuole, significa che qualcosa non va nello Stato. Se ai bambini è necessario insegnare ad amare la Patria, significa che la Patria non ama i suoi figli Il patriottismo è amore per la Patria, sono i sentimenti personali, le esperienze personali di una persona. La patria non è uno stato o un potere. La patria è quell'angolo della Terra con cui una persona è associata alle origini della vita. E se le persone fin dall'infanzia iniziano a imparare ad amare lo stato e il potere, questo non è patriottismo; sta promuovendo lealtà e obbedienza. E in quei momenti decisivi della vita, quando si decide il destino della Patria, una persona istruita, che sceglie tra l'amore per la Patria e la lealtà allo Stato, può cambiare la Patria. Perché l'amore per la Patria a volte richiede di andare contro lo Stato, contro le autorità. L'educazione forzata del patriottismo è un presagio di bancarotta politica statale. In qualsiasi epoca, in qualsiasi paese, se le persone non hanno nulla per cui amare lo stato, allora devi pensare a costringere le persone ad amare o cambiare la politica dello stato nei confronti delle persone. L'amore attraverso la violenza può rendere una persona gentile e umana? L'amore per la patria è un sentimento esclusivamente personale. Non vengono replicati dai libri di testo, dalle decisioni del presidente, del parlamento e del governo. Il patriottismo nasce dalla libertà, dai diritti umani e dalle libertà, dalla prosperità e dal benessere, dall'amore per il prossimo, lontano, dal benessere. Il patriottismo non nasce dalla povertà e dalla miseria, dall'umiliazione e dagli insulti, dalle bugie e dalle bugie. Lo stato può dare a una persona una lezione di patriottismo: smetti di mentire e inizia a servire le persone. Allora le lezioni di patriottismo di stato nelle scuole non verranno in mente a nessuno. Perché i bambini sapranno semplicemente che la Patria li ama.
  3. Cyril Офлайн Cyril
    Cyril (Cyril) 24 può 2021 15: 30
    -3
    Oh, questo Necropic. Anche un articolo su una persona davvero degna e la sua impresa sta cercando di essere ridotto a propaganda anti-liberale a buon mercato:

    È solo il "dannato sacco di intelligenti" gentiluomini liberali che hanno cercato per così tanti anni di dimostrare che i commissari dell'Armata Rossa erano persone inutili, o addirittura completamente dannose.

    I "signori liberali" non stanno cercando di dimostrarlo. Dimostrano, e con successo, che la stessa istituzione del "commissarismo" era dannosa. Le persone che erano commissari non erano necessariamente dei bastardi, ma nell'istituto stesso c'era poco di buono.

    Ciò che è più divertente, secondo questo parere figure come Konev e Zhukov sono solidali con i "gentiluomini liberali".

    alla costruzione di Komsomolsk-on-Amur, così come ad altri cantieri simili, non hanno mandato nessuno (persone pigre e hacker - di sicuro).

    Lo hanno anche inviato :)

    Successivamente, varie categorie di costruttori hanno partecipato alla costruzione di fabbriche e della città: personale militare, civili, prigionieri, prigionieri di guerramobilitato, rilasciato, rimpatriato, evacuato, direttiva, coloni speciali.