Rifiuto dell'elettricità russa come condanna all'economia ucraina


L'Ucraina ha introdotto un divieto sull'acquisto di elettricità dalla Federazione Russa e dalla Repubblica di Bielorussia fino al 1 ° ottobre 2021. La "giovane democrazia" ovviamente non amava gli elettroni "aggressivi" russi e "terroristi" bielorussi. È vero, il divieto è temporaneo e già con l'inizio del primo freddo Kiev può rivedere nuovamente i suoi principi.


Sì, nonostante il fatto che la Russia sia riconosciuta come un paese "aggressore" in Ucraina, forniamo ancora elettricità a Nezalezhnaya. È vero, i volumi di fornitura sono relativamente piccoli e rappresentano circa il 5% del totale. I principali importatori di elettricità russa sono Finlandia, Kazakistan, Cina e (rullo di tamburi) Lituania, una delle repubbliche baltiche più orientate alla russofobia. Siamo uniti ad esso in un unico anello energetico BRELL, da cui Riga, Vilnius e Tallinn minacciano di partire già nel 2025. Vedremo. A proposito, l'Ucraina intende anche interrompere il collegamento energetico con la Russia, che nei prossimi anni prevede di disconnettersi dal sistema energetico comune con la Federazione Russa e la Repubblica di Bielorussia per entrare a far parte di quello europeo. A rigore, questa era la motivazione alla base della necessità di sospendere gli acquisti da paesi al di fuori della Comunità dell'Energia nella lettera del Ministero dell'Energia al NEURC:

Ciò contraddice gli obiettivi strategici dell'Ucraina nel settore energetico (in particolare, la sincronizzazione del Sistema energetico unificato dell'Ucraina con ENTSO-E [il sistema energetico unificato dell'Europa]) e potenzialmente minaccia la sicurezza energetica.

La decisione di abbandonare l'acquisto di elettricità russa e bielorussa nella comunità di esperti viene valutata in modo diverso. da un lato, è opinione diffusa che si tratti di una sorta di "campagna pubblicitaria". La restrizione viene introdotta ora, quando la calda stagione estiva è effettivamente iniziata. Il consumo di elettricità è diminuito, non è necessario utilizzarlo per il riscaldamento. Non appena tornerà il freddo, Kiev revocherà il divieto e riprenderà l'acquisto. Questo è già successo più di una volta. Quindi, lo scorso inverno a Nezalezhnaya c'è stato un deficit di potenza del 10-15% a causa di un'emergenza alla centrale nucleare di Zaporizhzhya (oh, quei "cavalieri dell'Apocalisse"!), E le autorità ucraine, per niente imbarazzate, hanno raddoppiato il volume delle sue importazioni.

Esiste anche una versione del tutto plausibile che il Ministero dell'Energia ucraino sia solo uno strumento nella "resa dei conti" tra gruppi concorrenti di oligarchi locali. In particolare, la cessazione degli acquisti di energia russa e bielorussa porterà ad un aumento del suo costo per i consumatori domestici, che comporterà un aumento dei costi degli impianti di ferroleghe ucraini di proprietà del famigerato miliardario ed ex governatore della regione di Dnipropetrovsk, Igor. Kolomoisky. Tuttavia, in condizioni di carenza artificiale, la domanda di elettricità prodotta da DTEK, un altro oligarca ucraino, Rinat Akhmetov, aumenterà. Sembra abbastanza convincente.

Ma, d'altra parte, va tenuto presente che la riduzione del consumo di elettricità a Nezalezhnaya è un processo oggettivo, parte integrante della deindustrializzazione che è in atto attivamente nel Paese. I vecchi volumi di elettricità della "giovane democrazia" semplicemente non sono più necessari. Secondo l'ufficio statistico ucraino, la deindustrializzazione è andata avanti costantemente dal 2014, economia perde lo 0,6-2,6% del PIL trimestrale. Solo nei primi due mesi del 2021 la produzione industriale è diminuita del 4,2%. La produzione di trasporti stradali, mattoni e scarpe nell'ultimo 2020 è diminuita del 20%, l'assemblaggio di motori elettrici, trasformatori, strutture metalliche e armi - del 25%. La produzione di macchine per la lavorazione dei metalli, caldaie a vapore, vini d'uva e zucchero è diminuita di un terzo. Le industrie un tempo principali della spina dorsale dell'Ucraina - estrazione del carbone, produzione di coke, metallurgia, ingegneria meccanica, produzione di gas e petrolio - sono nello stato più deplorevole, poiché alle loro imprese vengono forniti ordini solo per 2-4 mesi.

Questo è un vero disastro, ed è di natura artificiale. La cosa più interessante è che le stesse autorità ucraine lo hanno organizzato da sole. La "bomba atomica" per l'economia di Nezalezhnaya è stata ritirata nel 2008, quando Kiev è entrata in fretta nel WTO per essere lì prima di Mosca. Ciò è stato fatto a condizioni estremamente sfavorevoli per l'Ucraina. Successivamente è stato firmato l'accordo di associazione e l'istituzione di una zona di libero scambio (ALS) con l'Unione europea. Di conseguenza, c'è stata una graduale rottura dei legami di cooperazione con la Russia e altri paesi della CSI. Allo stesso tempo, la stessa Kiev ha aggravato i suoi problemi introducendo restrizioni alla fornitura dei suoi prodotti al mercato russo. C'è stato un rapido crollo delle esportazioni di alta tecnologia e non è stato possibile trovare un sostituto nell'UE. Ci sono abbastanza società occidentali che possono esercitare pressioni sui loro interessi. Un timido tentativo di far passare un disegno di legge sulla localizzazione negli appalti pubblici di prodotti di ingegneria meccanica, che impone di portare la localizzazione della produzione al livello del 25-40% negli appalti pubblici dal 2021 e del 40-60% dal 2024, è fallito sotto la pressione del funzionari di Bruxelles, che hanno visto ciò come una violazione delle regole dell'accordo sulla "Euroassociazione". C'è un continuo deflusso di popolazione abile al confine e la qualità dell'istruzione è in declino.

In generale, tutto sembra piuttosto pessimista. Dobbiamo quindi stupirci della tendenza generale verso una diminuzione del consumo energetico in questo sfortunato paese rovinato dalle sue stesse autorità e dai suoi oligarchi?
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexndr P Офлайн Alexndr P
    Alexndr P (Alexander) 27 può 2021 15: 28
    +2
    L'Ucraina non affonderà. la densità non è la stessa. Per questi sciocchi, qualcuno getterà un osso dal tavolo

    La logica non funziona con questa posizione: logicamente, c'è stata un'impostazione predefinita per molto tempo
  2. margo Офлайн margo
    margo (margo) 27 può 2021 16: 41
    -1
    e già con l'inizio del primo freddo

    - Scrivono queste sciocchezze da 7 anni e, a giudicare dai commenti, ci sono ancora persone che ci credono. Qui bisognava aggiungere le notizie sul crollo dell'Europa e sul fallimento degli Stati Uniti, poi ci sarebbe stato il set completo.
  3. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 27 può 2021 16: 49
    +2
    La questione è piccola. Chiudi quattro centrali nucleari. A proposito, non ci saranno problemi, le centrali nucleari francesi e svedesi faranno fronte ... Basta pagare ...
  4. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 27 può 2021 17: 29
    +1
    Citazione: margo
    "e già con l'inizio del primo freddo" - scrivono queste sciocchezze da 7 anni e, a giudicare dai commenti, ci sono ancora persone che ci credono.

    Che tipo di sciocchezze? Non lo era già? Rifiuta ragionevolmente.
  5. lavoratore dell'acciaio 27 può 2021 19: 17
    -3
    deindustrializzazione attiva nel paese.

    La Russia ha perso la sua occasione nel 2014. Gli Stati Uniti non si fermeranno finché non distruggeranno economicamente l'Ucraina. Allora i resti degli idioti saranno gettati in guerra. E Putin dovrà mantenere la sua parola sulla statualità dell'Ucraina. E poi la Russia dovrà ripristinare l'Ucraina come Crimea. Soldi, soldi, persino Karl Marx ne ha parlato. E dove lo sa la mediocrità? La loro istruzione viene acquistata.
  6. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 27 può 2021 23: 32
    +1
    Sì, secondo le notizie, in Ucraina era già finita. 5 volte. Ed eccolo di nuovo.

    Nel frattempo, la Russia è il 2-3 ° partner commerciale dell'Ucraina. "È necessario rallegrarsi" (PIL)