Senza braccia, gambe e occhi: eroi sovietici che combattevano anche quando erano disabili


Nel suo passato Pubblicazione del leggendario pilota da caccia che ha combattuto e abbattuto gli avvoltoi di Hitler dopo la ferita che gli è costata l'amputazione di entrambe le gambe - Alexei Maresyev, ho promesso di raccontare anche di chi è riuscito a ripeterlo, il che ora mi sembra incredibile. A proposito di coloro che hanno trovato la forza e il coraggio di tornare in servizio dopo infortuni che sembrano categoricamente incompatibili con la carriera di un pilota militare, soprattutto con la condotta di successo di battaglie aeree con avversari abbastanza sani, ben addestrati ed esperti.


Dicendo che il suo destino non è affatto unico, e che la vittoria nella Grande Guerra Patriottica è stata un'impresa non di brillanti "solitari", ma di una "intera generazione" di eroi, Maresyev non era per nulla modesto e non ha barato , cercando di giocare con la "propaganda ufficiale". I piloti che hanno perso in battaglia non solo gambe o due, ma braccia o occhi e, tuttavia, hanno continuato a battere gli spiriti maligni nazisti con tutte le loro forze, non erano due o tre, molto di più. Ricordiamo i loro nomi e destini.

Leggendo le biografie di queste persone, a poco a poco inizi a chiederti: "Di cosa erano fatti?" Molti piloti sovietici, molto prima di Maresyev, hanno subito gravi ferite e ferite, al fine di tornare in servizio, continuare a volare e quindi ripetere la sua impresa. Leonid Belousov è arrivato anche nell'aviazione prima dell'eroe di "The Tale of a Real Man". La prima volta che fu sull'orlo della morte fu nel febbraio 1938, quando, durante un atterraggio forzato, il suo caccia I-16 lampeggiò a terra con una torcia. Gravi ustioni ... 35 interventi di chirurgia plastica sul viso - inoltre, trasferiti senza anestesia! Belousov, che non è stato completamente curato, fugge dall'ospedale e partecipa alla "Guerra d'Inverno" con la Finlandia. Nella Grande Guerra Patriottica - al fronte fin dai primi giorni. In qualità di comandante di squadriglia del 13 ° reggimento dell'aviazione da combattimento, prende parte alle battaglie più dure per la penisola di Hanko, quindi fornisce copertura aerea per la famosa "Road of Life". Alla fine del 1941, i guai provengono da un lato inaspettato: le gambe bruciate durante un incidente di tre anni fa iniziano a cedere. Il corpo non resiste alle prove di freddo intenso e carichi eccessivi. I medici di un ospedale di Almaty stanno cercando disperatamente di salvare le gambe del pilota, ma invano. Entrambi devono essere portati via: uno sotto, il secondo sopra il ginocchio. Il ritorno al cielo si rivela lungo ... Belousov ritorna nel 1944 al suo reggimento nativo, che a quel tempo era già diventato il reggimento delle Guardie. In un primo momento, il "Kukuruznik" si fidava di lui, ma dopo poco tempo il pilota padroneggiò l'aereo ad alta velocità La-5. Durante la guerra compie trecento sortite, abbattendo tre aerei nemici. Rimane nelle fila fino agli ultimi giorni di guerra, fino alla Vittoria. Il titolo di Eroe dell'Unione Sovietica fu assegnato a Belousov solo nel 1957.

Per Alexander Grisenko, la Grande Guerra Patriottica era già la terza guerra a cui partecipò. Nato nel 1904, riuscì a combattere nell'Armata Rossa nel Civile. È arrivato all'aviazione negli anni '30 e dopo essersi diplomato alla scuola di volo è stato, come il meglio del meglio, mandato ad "aiutare il fraterno popolo cinese". Ha fornito assistenza in modo efficace: ha individuato quattro samurai ed è stato insignito dell'Ordine della bandiera rossa della battaglia. L'attacco della Germania nazista è stato accolto dal comandante del 2 ° reggimento di aviazione da combattimento, con il quale ha attraversato tutto il difficile periodo della Grande Guerra Patriottica - fino a Stalingrado. Fu lì che il suo aereo fu abbattuto e lo stesso Grisenko fu gravemente ferito alla gamba sinistra, che dovette essere amputata. È tornato in servizio meno di 10 mesi dopo. È vero, ora era necessario "sellare" non l'auto "nativa", ma la "Airacobra" americana, ma questo non ha cambiato la questione. Nonostante lo status di comandante della divisione aerea da combattimento, Alexander Grisenko ha continuato a volare, ha partecipato a quasi tre dozzine di battaglie aeree e ha abbattuto personalmente altri due Messer e due Junkers.

Anche Ilya Malikov volò senza una gamba, amputata dopo che un proiettile antiaereo esplose vicino a Rzhev nella cabina di pilotaggio del suo bombardiere nel 1942. Nonostante tutto, è riuscito a salvare l'aereo - sanguinando e perdendo conoscenza per un dolore insopportabile, si è avvicinato alla sua gente e ha fatto atterrare l'auto paralizzata e senza telaio "sulla pancia". Si è anche seduto al timone meno di un anno dopo essere stato ferito, e ha iniziato con i compiti di fornire comunicazioni sul "sky slug" U-2. Tuttavia, nel tempo, ha ottenuto il permesso di riprendere i voli sul bombardiere in picchiata Pe-2, sul quale ha schiacciato i nazisti fino a Victory, avendo effettuato un totale di circa duecento sortite. Collaboratori e comandanti lo chiamavano "un cecchino di attacchi con bombe". L'ultimo obiettivo di Malikov era la tana della bestia nazista: Berlino. Il titolo di Eroe dell'Unione Sovietica fu assegnato nel 1946.

Il più consono al destino di Alexei Maresyev può essere considerato il percorso di un altro leggendario pilota di caccia: Zakhar Sorokin. Nei primi giorni della guerra, la sua parte fu trasferita dal Mar Nero all'Artico, dove furono combattute feroci battaglie con i nazisti, che cercarono di tagliare l'URSS dalle rotte di rifornimento lì, lungo le quali sarebbero successivamente stati aiutati gli alleati essere consegnato. Nell'ottobre 1941, Sorokin si scontrò con quattro assi fascisti in una battaglia sulla penisola di Kola. Un aereo ha dato fuoco, il secondo è scattato indietro con una raffica che ha perforato la cabina di pilotaggio. Le munizioni finirono e Sorokin andò dall'ariete. Entrambi gli aerei, il suo e quello tedesco, caddero fianco a fianco. Come si è scoperto, anche il fascista è sopravvissuto, ma non da solo. Non solo il nostro pilota ha dovuto ingaggiare una battaglia con due "pulcini di Goering", inoltre, un enorme alano ha cercato di balzargli addosso, saltando fuori dall'abitacolo del "Messerschmitt" abbattuto. Gli assi nazisti avevano una tale moda: portare i propri preferiti durante il volo. Sorokin ha sparato a due nemici: a quattro zampe e a due zampe. Tuttavia, in uno scontro con l'ultimo nemico, la pistola ha fatto cilecca. Si trattava del combattimento corpo a corpo, e costava i denti del combattente, messo fuori combattimento dal colpo della "finca" nemica. Tuttavia, il fascista aveva fretta di festeggiare la vittoria: nonostante l'infortunio, Sorokin si protese verso il TT che era caduto nella neve e, facendo cadere la cartuccia che si sparava male, pose fine a questa battaglia. Tuttavia, lo scontro più difficile lo aspettava: qui i suoi avversari erano il gelo, la tundra infinita, le ferite alla gamba e al viso (a causa di quest'ultimo, il pilota non poteva nemmeno mangiare e buttò via la razione che aveva preso all'inizio).

70 chilometri e sei giorni ... Sorokin camminava, strisciava, rotolava, ma arrivò da solo. Il risultato è un congelamento di terzo grado, i piedi rimossi di entrambe le gambe. Per tornare all'aviazione, Sorokin dovette andare dal leggendario Commissario del Popolo della Marina Nikolai Kuznetsov. Raggiunse - e ripartì. 117 sortite aeree, due dozzine di battaglie riuscite con gli assi nazisti (tra cui il famoso Rudolf Müller, considerato uno dei migliori piloti del Reich), 11 abbattuti aerei nemici. Presentando personalmente a Zakhar Sorokin l'Ordine cavalleresco dell'Impero britannico per l'eroismo mostrato nell'assicurarsi la scorta dei convogli navali, l'addetto militare britannico ha detto: "La Russia è invincibile finché ci sono persone del genere!" Sorokin, che divenne un eroe dell'Unione Sovietica nel 1944, in seguito divenne amico di Yuri Gagarin, che lo chiamò il suo insegnante.

L'incredibile vita di un altro eroe pilota potrebbe (e dovrebbe!) Diventare la trama di un film affascinante. Questi sono i destini che i nostri registi e sceneggiatori dovrebbero filmare invece di "scolpire" articoli su "speciali del male" o "detenuti eroici". Grigory Kuzmin fu arruolato nell'Armata Rossa nel 1930 e ricevette il suo primo Stendardo Rosso dell'Ordine della Battaglia per la sua partecipazione agli eventi su Khalkhin Gol. All'inizio della Grande Guerra Patriottica, mentre era al grado di tenente anziano, era già considerato un pilota da caccia esperto e giustificava pienamente questa opinione. Il quinto giorno dopo l'attacco nazista, mandò a terra due Junkers, uno dei quali speronò. Non ho perso la macchina, l'ho messa sul campo rialzato. La collisione con lo stesso "Junkers", avvenuta nel novembre 41 vicino a Yelets, fu fatale per Kuzmin. Tuttavia, in questa battaglia fu contrastato da nove fascisti ... Dopo essere riusciti a sopraffare due rettili, l'auto danneggiata dovette essere piantata - e di nuovo non sul campo d'aviazione, ma ovunque fosse necessario. Questa volta, l'atterraggio si è rivelato molto meno riuscito: il combattente crivellato di proiettili e proiettili sobbalzò in modo che Kuzmin fosse lanciato a una distanza molto decente. Riprendendosi, il pilota ferito si trasferì a est. Esausto e di nuovo privo di sensi, fu raccolto nella foresta da contadini di un villaggio locale, dove Kuzmin riuscì a sdraiarsi al caldo e in pace per almeno un po '. Qual è il prossimo? Certo, fatti strada verso il tuo, anche strisciando, persino correndo ...

Purtroppo, questa volta, la fortuna è cambiata di nuovo nel destino della "striscia nera" di Kuzmin: sulla strada per il fronte è stato catturato dai nazisti. Prigionia, bullismo, tortura, campo di concentramento ... Tutto qui? Non era così! Semplicemente strangolando la sentinella spalancata, il pilota fugge. In un futuro molto prossimo, sta già combattendo in un distaccamento partigiano, continuando a battere senza pietà gli invasori. Allo stesso tempo, Kuzmin capisce che il suo posto non è nella foresta, ma al timone di un aereo da combattimento. Al terzo tentativo, ma irrompe ancora nella posizione dell'Armata Rossa. E poi ... No, non viene gettato in prigione come "traditore" e non viene mandato nei campi. Fino a quel momento, il pilota, eroicamente morto durante la sortita, finisce in ospedale, dove i medici sono inorriditi - tutto ciò che ha dovuto affrontare (prigionia, campo, guerra partigiana) Kuzmin ha sofferto di gravi ferite e grave congelamento. su entrambe le gambe. Purtroppo, il verdetto dei chirurghi è inesorabile: amputazione del piede sinistro e quasi la metà di quello destro. Bene, qui non farò nemmeno domande importanti ... Grigory Kuzmin era nella cabina di pilotaggio del combattente nell'estate del 1942. Dall'autunno dello stesso anno, ha comandato uno squadrone, nel 1943, Eroe dell'Unione Sovietica, Maggiore Kuzmin - comandante di reggimento assistente per il servizio aereo, ha 270 sortite, 15 aerei nemici abbattuti personalmente - e 6 in un gruppo. Uno dei nemici sconfitti era il tenente capo Hans Schulzer, a cui fu assegnata la Croce di ferro con foglie di quercia per 100 aerei abbattuti ... Abbatté l'ultimo Messerschmitt nel cielo sopra Snezhnoye nella regione di Stalin (ora Donetsk). Era il 18 agosto 1943. Anche l'auto dell'eroe si accese. Da questa fiamma, anche il paracadute di Kuzmin, che ha lasciato il combattente morente, si è aperto troppo presto. È morto proprio come viveva: un vincitore.

Anche la storia del pilota del velivolo d'attacco Il-2 Ivan Drachenko è fenomenale. Oltre al titolo di Eroe dell'Unione Sovietica, è anche un detentore a pieno titolo dell'Ordine della Gloria - un esempio, l'unico tra i piloti della Grande Guerra Patriottica. Nel 1943, in una battaglia aerea, realizzò una cosa senza precedenti: coprendo l'auto del reggimento, speronò un combattente nemico. L'aereo d'attacco danneggiato si è schiantato e, ahimè, in territorio nemico. In uno stato di incoscienza, Drachenko è stato catturato. Inoltre, la caduta gli è costata l'occhio destro. In un campo di concentramento, non cadde nelle grinfie dei sadici nazisti esculapi, ma sul tavolo operatorio dal nostro medico militare sovietico, che era in cattività. Gli ha salvato la vita, ma la sua vista era molto seriamente scossa. Letteralmente un mese e mezzo dopo, Drachenko e il suo compagno, anche lui pilota militare, fanno un'audace fuga, uccidendo due guardie e presto si ritrovano con le proprie. Non si sa a quali misure di persuasione abbia fatto ricorso il pilota nell'ospedale di Mosca dove è stato inviato per le cure. Tuttavia, le cartelle cliniche ricevute al momento della dimissione non menzionavano la perdita di un occhio. Nell'orbita dell'occhio di Drachenko c'era una protesi, realizzata in modo così abile che era quasi impossibile distinguerla da quella reale. L'inganno fu rivelato solo all'inizio del 1945, e quasi per caso: il pilota scosse la testa senza successo e l '"occhio" si voltò, assumendo una posizione del tutto innaturale. A quel punto, il pilota indossava già sul petto la Stella d'Oro dell'Eroe e il "set completo" degli Ordini di Gloria. Il comandante del corpo aereo, che è stato informato della "disgrazia", ​​dopo aver "esaminato" Drachenko per motivi di ordine, ha solo agitato la mano - lascialo combattere fino alla vittoria! E così è stato ...

Di ciascuno di questi eroi si potrebbe scrivere non solo una storia, ma un romanzo, una saga multivolume. E ognuna di queste opere meritava meritatamente di essere chiamata "Informazioni su una persona reale". Le parole sull'eroismo di massa del popolo sovietico durante la Grande Guerra Patriottica non sono affatto un'esagerazione. Questo è un dato di fatto, uno dei più significativi e maestosi nella storia della nostra Patria, il cui ricordo dobbiamo conservare per sempre.
  • Autore:
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa della Federazione Russa
25 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladest Офлайн Vladest
    Vladest (Vladimir) 29 può 2021 10: 17
    -5
    In qualsiasi esercito in guerra, puoi trovare esempi di un eroe che combatte con la febbre dopo essere stato ferito. C'erano due video su Tuba. Uno dall'IG, l'altro dalla CAA. Il combattente senza gambe spara anche al DShK.
    In generale, l'eroismo è il destino di un esercito debole, quando la mancanza di armi e abilità militari è compensata da questo eroismo.
    1. lavoratore dell'acciaio 29 può 2021 11: 08
      +4
      In generale, l'eroismo è il destino di un esercito debole

      Un esercito forte può bombardare solo civili. Ma perché un forte esercito ha rifiutato un'operazione di terra e concluso un armistizio? Secondo il tinsel, ho ricevuto sull'Iran e la Siria immediatamente dimenticati.
      1. Vladest Офлайн Vladest
        Vladest (Vladimir) 29 può 2021 12: 45
        -5
        Citazione: acciaio
        E un esercito forte può solo bombardare

        Un esempio è desiderabile.
        1. lavoratore dell'acciaio 1 June 2021 20: 16
          0
          Impara la storia! Mediocre!
    2. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
      George W. Bush - medio (George Bush - media) 29 può 2021 12: 45
      +2
      Probabilmente Giuda aveva figli. E so dove vivono i loro discendenti. Nell'Estonia fascista. E tutt'altro che lì.

      "Benvenuto": come gli stati baltici giurarono fedeltà a Hitler. 80 anni fa, l'Estonia e la Lettonia hanno firmato un patto con Hitler: https://www.gazeta.ru/science/2019/06/07_a_12400225.shtml



      1. Vladest Офлайн Vladest
        Vladest (Vladimir) 29 può 2021 13: 07
        -8
        Per quanto ne so, l'URSS fino al 22 giugno 1941 fu un ardente alleato della Germania nazista. La Germania non è mai stata fascista. L'Estonia era uno stato neutrale. Se nel 1940 l'URSS aveva conquistato l'Estonia, le persone lì dovevano essere costrette ad amare se stesse. E l'URSS ha fatto di tutto per far diventare tutti nemici. Gli estoni sono andati dai tedeschi per vendicarsi.
        Senza offesa.
        1. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
          George W. Bush - medio (George Bush - media) 29 può 2021 13: 40
          +4
          Nessuno ha annullato le leggi di Norimberga.
          1. lavoratore dell'acciaio 29 può 2021 14: 28
            +1
            Sono d'accordo e supporto. La Grande Guerra Patriottica è sacra per noi. È immorale confrontare le gesta dei nostri nonni e padri con l'ISIS. Qualsiasi giustificazione per il fascismo deve essere punita immediatamente !!!
          2. Vladest Офлайн Vladest
            Vladest (Vladimir) 29 può 2021 17: 51
            -5
            TU hai iniziato il tema del fascismo in Estonia. Non c'è una parola sull'Estonia nell'argomento.
            1. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
              George W. Bush - medio (George Bush - media) 30 può 2021 12: 28
              +1
              Un paio di decenni fa, dopo un tale scandalo, un gruppo di politici in Europa si sarebbe dimesso in disgrazia. E ora, quando "Drang nach Osten" è di fatto riconosciuto come l'ideologia di stato dell'UE, è già possibile sostenere i criminali nazisti.

              PS
              Poi, quando il fascismo sarà nuovamente sconfitto, grideranno di nuovo insieme: "Siamo stati costretti". Ma in realtà si unirono felicemente (e senza il minimo segno di resistenza). Guarda il troll baltico "vladist". Un fascista purosangue, come il suo quasi-stato.
        2. zenion Офлайн zenion
          zenion (zinovy) 2 June 2021 23: 56
          +1
          Не был СССР ярым союзником Германии. Были, только торговые договоры. Но когда Красная Армия вошла в пределы Германии она не делала то, что делали немцы и союзники Хитлера в оккупированной части СССР. Зондеркоманда из Эстонии первой доложила Гиммлеру, что Эстония полностью очищена от евреев. И это в первые две недели. Без помощи эстонцев это не удалось бы сделать. Письмо домой от немецкого солдата. "Когда вели евреев в лес, за колонной бежали эстонцы и кричали отдайте вашу одежду она уже вам не понадобится. Такой жадности я не видел". Евреев убивали колами, трубами и топорами. Один эстонец схватил еврейского ребёнка и разбил ему голову о сруб дома. Это показывали даже по ТВ. Офицеры снимали это на камеры, хоть это было запрещено. Наконец один из высоких офицеров зондеркоманды не выдержал и разогнал этих унтерменшев, варвары, так он назвал эстонцев.
    3. istruttore di trampolino (Bazil Bazil) 29 può 2021 18: 22
      +4
      In generale, l'eroismo è il destino di un esercito debole, quando la mancanza di armi e abilità militari è compensata da questo eroismo.

      Nelle battaglie sull'Oder, un proiettile antiaereo da 40 mm gli strappò la gamba destra, ma continuò a volare anche dopo l'amputazione della gamba sotto il ginocchio.

      https://ru.wikipedia.org/wiki/Рудель_Ганс-Ульрих

      Chiedi se Rudel aveva abbastanza "armi" o "abilità militare".
      1. Vladest Офлайн Vladest
        Vladest (Vladimir) 30 può 2021 00: 04
        -6
        Citazione: Istruttore di zona trampolino
        Chiedi se Rudel aveva abbastanza "armi" o "abilità militare".

        Ho fornito esempi del fatto che in ogni esercito può battere quello che il blog qui viene pubblicato come solo sovietismo
        Giudica la capacità di combattere gli eserciti dalle perdite totali sia del personale che del tappeto. parti.
        L'URSS non ha eguali. Alcuni detenuti sotto i 5 milioni.
        1. isofat Online isofat
          isofat (isofat) 30 può 2021 00: 17
          0
          Vladest... Nonostante i tuoi sforzi per ritrarre i Balts come mascalzoni, sospetto che ci siano molte persone perbene tra loro. risata occhiolino ingannare
          1. Vladest Офлайн Vladest
            Vladest (Vladimir) 30 può 2021 00: 20
            -5
            Citazione: isofat
            Vladiest. Nonostante i tuoi sforzi per smascherare i Balts come mascalzoni

            Hai sbagliato indirizzo. Balts come tutte le persone normali. In Estonia, ad esempio, il livello di omicidi premeditati è tre volte inferiore a quello della Russia. Vento sugli Stati Uniti. Sapere è potere.
            1. isofat Online isofat
              isofat (isofat) 30 può 2021 00: 32
              -2
              Vladest... E ci sono meno sciocchi tra i Baltici di quanto potresti pensare quando inizi una conversazione con te.

              Qualcuno sta provando molto duramente in modo che le persone non vogliano tornare in URSS. sì E direi che ne hanno paura.
              1. Vladest Офлайн Vladest
                Vladest (Vladimir) 30 può 2021 07: 47
                -4
                Citazione: isofat
                tornare in URSS.

                L'URSS è morta. Ciò significa che devi fare un'autopsia e fare una diagnosi. Quindi non c'è posto dove tornare.
                Tutte le persone sono intelligenti se crei le condizioni per la manifestazione di questa mente. Queste condizioni sono state create in Estonia. Essendo un paese molto piccolo di 1,3 milioni di abitanti, nel 550 contava 2019 startup. 42 per 100 persone.



                Mi chiedo come con questo caso con la Federazione Russa?
                1. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
                  George W. Bush - medio (George Bush - media) 30 può 2021 12: 39
                  0
                  Bella la computer grafica, ma il "film" sul Palazzo di Putin è molto meglio. lol

                  L'iscrizione "Gloria al KPSS" parla di tutto. risata
                2. isofat Online isofat
                  isofat (isofat) 30 può 2021 14: 49
                  0
                  Citazione: Vladest
                  L'URSS è morta.

                  Vladest... Non è spaventoso. Alcuni sindacati vengono sciolti, ma compaiono nuovi sindacati, ancora più forti! amiamo
          2. zenion Офлайн zenion
            zenion (zinovy) 2 June 2021 23: 58
            0
            Я с вами согласен. Согласен и с тем, что их нужно искать, в глаза они не бросаются.
        2. istruttore di trampolino (Bazil Bazil) 30 può 2021 05: 33
          +5
          In generale, l'eroismo è il destino di un esercito debole, quando la mancanza di armi e abilità militari è compensata da questo eroismo.

          Ti ho citato e dal mio esempio con Rudel lo ha dimostrato la tua opinione è sbagliata.
          Il resto è tuo: ordinaria spazzatura propagandistica, in questo caso, che copre le suddette sciocchezze.
  2. lavoratore dell'acciaio 29 può 2021 10: 58
    +2
    Ottimo articolo. E non hai bisogno di comporre nulla, descrivi solo la biografia e capisci subito che questi sono degli eroi da seguire. E solo sugli esempi di queste persone - eroi, altri eroi del nostro Grande paese possono crescere!

    in seguito fu amico di Yuri Gagarin, che lo chiamò il suo maestro.

    Questi sono i destini che i nostri registi e sceneggiatori dovrebbero filmare invece di "scolpire" articoli su "speciali malvagi" o "detenuti eroici".

    Abbastanza giusta osservazione! Ora abbiamo anche aggiunto scene di letto nei film. Se lo scout è una ragazza, le informazioni vengono ottenute solo attraverso il letto. I nazisti solo a letto raccontano tutte le informazioni importanti. Per queste persone, anche la "mediocrità" suona come un elogio. Pertanto, se vogliamo educare i patrioti del paese, dobbiamo parlare di più e parlare delle gesta dei nostri nonni e padri. E su qualsiasi non onore da ricordare solo dopo la decisione dei tribunali.
  3. Cyril Online Cyril
    Cyril (Cyril) 30 può 2021 16: 11
    -2
    Bene, questo è un ottimo articolo, senza menzionare i "maledetti occidentalizzatori liberali".
  4. Vladest Офлайн Vladest
    Vladest (Vladimir) 2 June 2021 08: 25
    -4
    Citazione: isofat
    Одни союзы расторгаются, зато возникают новые Союзы, ещё крепче!

    ЕС и объединенный Запад. Путин уже 20 лет бьется как рыба об лед , что бы хоть кусочек отколоть и ни как.
    И очередь на присоединение еще не кончилась.
    Даже Сербия просится в ЕС.
    1. zenion Офлайн zenion
      zenion (zinovy) 3 June 2021 00: 00
      +1
      Так и к Хитлеру все просились. А потом стали его обзывать. Не только обзывать но и пристраиваться к Красной Армии, замаливать грехи. Вспомните начиная с Румынии и до самой Австрии.