Mentre gli americani rimproverano il "gas russo sporco", il petrolio russo "inonda" il mercato statunitense US


Gli Stati Uniti hanno dimostrato ancora una volta di essere un paese con due pesi e due misure. Le autorità americane proibiscono in modo aggressivo agli europei di acquistare "il gas più sporco del mondo", naturalmente russo, mentre chiudono un occhio sul fatto che la Russia è diventata il secondo esportatore di prodotti petroliferi poco raffinati sul loro mercato, francamente, non il materie prime più rispettose dell'ambiente. Qual è il lato sbagliato di questa ipocrisia tipica dell'"egemone"?


Il neo-segretario all'Energia degli Stati Uniti Jennifer Granholm è "contento" delle prossime rivelazioni riguardanti il ​​gasdotto Nord Stream 2:

Trasporta il gas naturale più "sporco" sulla Terra senza alcuna sicurezza per le emissioni di metano. Questo è un male per il nostro clima.

È interessante notare che "il nostro clima" è specifico, americano o planetario? In relazione a ciò, presumibilmente proveniente dal gasdotto russo-tedesco, il funzionario ha suggerito di considerare l'introduzione di nuove sanzioni contro di esso. Quanto sono giustificati gli attacchi al Nord Stream 2? Forse, beh, lui, per combattere il riscaldamento globale, e ascoltare le parole del Segretario all'Energia degli Stati Uniti? Eh no...

Per prima cosa, vediamo chi è Jennifer Granholm e quanto è competente per parlare di queste cose. Questa signora non ha nulla a che fare con l'energia, essendo avvocato e politologo per formazione. Ha costruito una carriera nell'ufficio dell'avvocato e poi, attraverso il Partito Democratico, è diventata la prima governatrice donna del Michigan. In questa importante regione automobilistica degli Stati Uniti, è diventata famosa come lobbista attiva per gli interessi dell'industria. L'elezione del presidente Joe Biden ha aperto la strada all'ambizioso funzionario alle più alte sfere del potere nel paese. In generale, si tratta di un carrierista professionista, che sfrutta i temi dell'ecologia e del femminismo, il cui linguaggio si volgerà per dire tutto ciò che le viene richiesto. E lei ha detto palese sciocchezze.

Il gas naturale è uno dei combustibili più rispettosi dell'ambiente, poiché la sua combustione non genera emissioni nocive solide nell'atmosfera. Durante la sua estrazione e il successivo trasporto ai consumatori, il più moderno della tecnologia... Secondo esperti indipendenti, Nord Stream 2 ha un'impronta di carbonio per kWh quasi quattro volte inferiore rispetto al GNL americano. Se il ministro Granholm fosse stato completamente onesto, avrebbe ammesso che questo gas naturale liquefatto proveniente dagli Stati Uniti è uno dei più dannosi per l'ambiente per il nostro pianeta.

In primo luogo, ci sono enormi rivendicazioni sulla tecnologia della sua estrazione dallo scisto mediante fratturazione idraulica. Durante il fracking, le acque sotterranee sono contaminate da sostanze chimiche tossiche contenute in una speciale soluzione di gel pompata nel serbatoio sotterraneo.

In secondo luogo, per le peculiarità della tecnologia di produzione, tale gas presenta una maggiore quantità di impurità rispetto al gas naturale fornito da Gazprom tramite gasdotti.

In terzo luogo, il danno ambientale è causato anche dal trasporto di gas americano ai consumatori. Innanzitutto, deve essere pompato attraverso un tubo fino alla costa del Golfo del Messico, dove deve essere sottoposto a una procedura di liquefazione, e si spreca energia e si perde gas. Quindi il GNL deve essere trasportato in cisterne attraverso l'oceano e queste enormi navi, ovviamente, non sono a vela e a remi. Al terminale di ricezione, il GNL deve ancora essere rigassificato, convertito allo stato liquido e quindi pompato al cliente attraverso il gasdotto. Quindi considera quanta energia viene spesa, quanto gas inevitabilmente "fugge" e quale sarà l'impronta di carbonio cumulativa del gas americano.

Per Dio, il Segretario all'Energia degli Stati Uniti Granholm farebbe meglio a tacere su questo argomento. Ma no, Washington vuole vietare agli europei di acquistare "gas sporco russo", ma imporre il proprio GNL. Un particolare cinismo risiede nel fatto che allo stesso tempo gli Stati Uniti aumentano costantemente le importazioni di prodotti petroliferi russi non più rispettosi dell'ambiente per le proprie esigenze.

Secondo i dati dello stesso Dipartimento dell'Energia statunitense, il nostro Paese è diventato il secondo esportatore di “oro nero”, spingendo al terzo posto il suo principale alleato mediorientale, l'Arabia Saudita. Nonostante il regime di sanzioni, nel 2020 il volume delle esportazioni di petrolio dalla Russia è salito ai massimi dal 2011. A marzo 2021, questa cifra era di 22,938 milioni di barili, davanti solo al vicino Canada, che ha fornito 139,869 milioni di barili di petrolio e prodotti da esso.

Perché ci stiamo concentrando sul cinismo di Washington? Perché esportiamo principalmente non petrolio greggio, ma prodotti scuri della sua bassa lavorazione: olio combustibile ad alto contenuto di zolfo. Nelle raffinerie americane, affilate per la lavorazione del petrolio venezuelano pesante, le materie prime russe di bassa qualità vengono mescolate con petrolio locale leggero e ulteriormente lavorate. L'eccedenza di olio combustibile a basso costo nel nostro paese è spiegata dalle specificità della struttura tecnologica obsoleta delle raffinerie domestiche. Si può facilmente immaginare quale sia l'"impronta di carbonio" finale di un olio combustibile ad alto contenuto di zolfo. Tuttavia, per qualche motivo, ciò non impedisce alle società statunitensi di acquistarlo.

Doppio standard americano in tutto il suo splendore.
13 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 30 può 2021 11: 10
    0
    Il surplus di olio combustibile a buon mercato nel nostro paese è spiegato dalle specificità della struttura tecnologica obsoleta delle raffinerie nazionali.

    La questione, a mio avviso, è piuttosto controversa. La raffinazione del petrolio in Russia difficilmente può essere definita obsoleta; viene costantemente modernizzata. Ecco la situazione per il 2016:

    La profondità della raffinazione del petrolio in Russia è del 74%, in Europa - 85%, negli Stati Uniti - 96%.

    https://neftegaz.ru/analisis/petroleum/328610-glubina-pererabotki-nefti-v-rossii-evrope-i-ssha/

    Dal rapporto del vice primo ministro (per lungo tempo ex ministro dell'Energia della Russia) Alexander Novak al presidente della Federazione Russa Putin, ne consegue che il tasso di profondità di raffinazione del petrolio nel 2020 è stato dell'84,4%, che supera il stesso indicatore del 2019.
    Secondo i risultati di nove mesi del 2020, la profondità di raffinazione presso la raffineria di Mosca è stata dell'85,8% e presso la raffineria di Omsk - 94,6%.

    https://magazine.neftegaz.ru/ (полная ссылка длинная).

    Piuttosto, la questione è diversa, è più facile e più redditizio per la Russia vendere olio combustibile negli Stati Uniti che preoccuparsene, e gli americani hanno bisogno di materie prime. È lungo e costoso ricostruire fabbriche per altre materie prime, e loro stessi tagliano forniture alternative con sanzioni contro il Venezuela
    1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) 30 può 2021 13: 15
      -1
      Per quanto riguarda il gas e la competenza della signora di fascia alta, tutto è corretto.
      Informazioni sull'olio combustibile:

      L'olio combustibile viene utilizzato come combustibile per caldaie a vapore, impianti di caldaie e forni industriali, per la produzione di olio combustibile navale, combustibile pesante per motori diesel con testa a croce e combustibile per bunker. La resa in olio combustibile è di circa il 50% in peso, in base all'olio originale

      Ci sono marchi M-40 e M-100.
      Il termine "olio combustibile ad alto contenuto di grani" non esiste.
    2. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 31 può 2021 06: 47
      +1
      Piuttosto, la questione è diversa, è più facile e più redditizio per la Russia vendere olio combustibile negli Stati Uniti che preoccuparsene, e gli americani hanno bisogno di materie prime. È lungo e costoso ricostruire fabbriche per altre materie prime, e loro stessi tagliano forniture alternative con sanzioni contro il Venezuela

      Nell'ambito di questa logica, è più facile ed economico continuare a impegnarsi nell'esportazione di materie prime, in fichi per preoccuparsi di qualche tipo di produzione lì.
      A proposito, sull'olio combustibile ad alto contenuto di zolfo è stato scritto in un contesto diverso.
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 31 può 2021 11: 09
        +1
        Nell'ambito di questa logica, è più facile ed economico continuare a impegnarsi nell'esportazione di materie prime, in fichi per preoccuparsi di qualche tipo di produzione lì.

        Hai letto o guardato i numeri? Più il 10% oltre i 6 anni. È la produzione che si impegna, in questo caso particolare, ad investire nell'ammodernamento delle attrezzature e nello sviluppo del settore. La profondità della raffinazione del petrolio sta crescendo, quasi pari a quella dell'UE. Sono anche indietro in questo senso?
        Nell'ambito della tua logica, puoi scambiare solo i prodotti delle funzioni vitali del corpo. Quindi la profondità della lavorazione dei prodotti agricoli sarà piena, per così dire, un ciclo completo. È vero, questa è una materia prima per i fertilizzanti ...
        Significativamente, gli stessi americani non sono affatto contrari al commercio di petrolio e gas, ma il loro prezzo non è interessante, ma non possiamo vergognarci.
        Gli americani hanno attrezzature di lavorazione inattive, i russi hanno materie prime a basso liquido, infatti, scarti di produzione. La domanda di olio combustibile sta gradualmente diminuendo. Le navi e tutti i tipi di locali caldaie vengono convertiti ad altri tipi di carburante più rispettosi dell'ambiente e devono essere investiti denaro decente in attrezzature per la lavorazione dell'olio combustibile. In generale, questo è vantaggioso per entrambe le parti.

        A proposito, sull'olio combustibile ad alto contenuto di zolfo è stato scritto in un contesto diverso.

        A proposito, non ho scritto nulla su "alto zolfo", né alcun contesto. richiesta
  2. Anchonsha Офлайн Anchonsha
    Anchonsha (Anchonsha) 30 può 2021 17: 48
    +1
    In una parola, i Merikan sono semplicemente cinici e sono preparati per ingannare il concetto stesso di Russia, per essere visti come un ignorante, un ignorante che non ha modi scientifici e tecnici per lavorare come fanno in Occidente. Allo stesso tempo, non esitano a gridare a tutto il mondo su una cattiva Russia, anche se sanno che molti paesi pensano il contrario di noi. Quindi si scopre che loro stessi acquistano dalla Federazione Russa gli stessi prodotti che forniamo in Europa: il gas GNL (soprattutto negli ultimi anni a causa di scatti di freddo) e il nostro petrolio di qualità non proprio elevata. È un peccato che non trasformiamo in frazioni (le frazioni necessarie avrebbero potuto essere tenute per noi stessi, ma il metano puro dovrebbe essere fornito tramite un gasdotto in Europa
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 31 può 2021 06: 57
      0
      È un peccato che non trasformiamo in frazioni (le frazioni necessarie avrebbero potuto essere tenute per noi, ma il metano puro dovrebbe essere fornito tramite un gasdotto verso l'Europa

      Qui hai già ricevuto risposta nei commenti.

      Piuttosto, la questione è diversa, è più facile e più redditizio per la Russia vendere olio combustibile negli Stati Uniti che preoccuparsene, e gli americani hanno bisogno di materie prime.

      È più facile e più redditizio in questo modo. Ma è vero, anche questo ha una sua logica hi
  3. lavoratore dell'acciaio 30 può 2021 18: 58
    -1
    Il petrolio russo "inonda" il mercato statunitense

    E ciò che la "colonia" può ancora. Ci sanzionano e noi diamo loro olio. I "servi" non hanno il diritto di offendersi con i loro padroni! Per questo, abbiamo raddoppiato i prezzi per tutto: metallo, legno, soprattutto.

    materie prime russe di bassa qualità vengono mescolate con olio locale leggero e ulteriormente lavorate

    Con le nostre ultime forze, creiamo posti di lavoro per loro, non lasciamo che la produzione si pieghi. Si tratta probabilmente di 25 milioni di posti di lavoro, Putin intendeva gli Stati Uniti. E poi abbiamo creduto che stesse parlando della Russia.
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 31 può 2021 11: 34
      +2
      E ciò che la "colonia" può ancora. Ci sanzionano e noi diamo loro olio. I "servi" non hanno il diritto di offendersi con i loro padroni! Per questo, abbiamo raddoppiato i prezzi per tutto: metallo, legno, soprattutto.

      Certo, questo malefico Putin ha alzato i prezzi soprattutto per noi, lì è tutto diverso. sorriso
      Ecco i prezzi del rame per gli ultimi 6 mesi (https://www.nasdaq.com):


      Ecco un po' di benzina:


      Ecco i prezzi per un albero "soprattutto":


      Tu non hai capito? Questa è l'inflazione. I prezzi stanno aumentando in tutto il mondo. Sono stati stampati troppi involucri di caramelle, principalmente da USA, UE, Cina.
      Ma gli schiavi poco istruiti continueranno a lamentarsi del malvagio Putin e urleranno: Grudinin per il regno, Platoshkin ci salverà compagno
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 31 può 2021 00: 28
    0
    Il denaro non puzza. Cosa non comprare a buon mercato?
    Questo è onnipresente, ad esempio dalla Federazione Russa all'Ucraina, e i loro ucraini nella Federazione Russa sono gli stessi ...

    e poi scrivi con orgoglio: "compila", anche se "22,938" contro "139,869" è il 15 percento del totale ...
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 31 può 2021 06: 49
      0
      Citazione: Sergey Latyshev
      e poi scrivi con orgoglio: "compila", anche se "22,938" contro "139,869" è il 15 percento del totale ...

      No, beh, hai trovato qualcuno con cui confrontarti. Dal Canada oscilla attraverso il tubo e tutto il resto è guidato da petroliere. In termini di petroliere, abbiamo anche superato i sauditi.
  5. gorenina91 Online gorenina91
    gorenina91 (Irina) 31 può 2021 04: 32
    -1
    Perché esportiamo principalmente non petrolio greggio, ma prodotti scuri della sua bassa lavorazione: olio combustibile ad alta grana. Nelle raffinerie americane, affilate per la lavorazione del petrolio venezuelano pesante, le materie prime russe di bassa qualità vengono mescolate con petrolio locale leggero e ulteriormente lavorate.

    - Ha... - E cosa... - abbiamo già "amicizia a parte" con il Venezuela, o cosa???
    - Ecco... ecco... è molto difficile capire e capire qualcosa... - cosa sta succedendo e quale scopo viene generalmente perseguito...
    - È in qualche modo strano percepire il fatto che affermi la fornitura di "catrame russo" (oh, beh ... - olio combustibile, ovviamente) agli Stati Uniti ... - E cosa impedisce alla Russia di fornire olio combustibile venezuelano (per quali "raffinerie di petrolio americane sono affilate")? ?? - Cosa si ferma??? - Ebbene, la Russia ha comprato (in parole povere) dal Venezuela e... e... e ha venduto gli Stati Uniti e tutti sono contenti... - Allora qual è il problema ??? - Personalmente, non lo so...
    1. Forse abbiamo bisogno di supportare la nostra raffineria di petrolio russa e fornire il nostro olio combustibile russo??? - Beh, forse... - Anche se sarebbe più redditizio vendere olio combustibile venezuelano agli americani in Russia. ; come inviare tutto questo dalla Russia ... - Ma, tuttavia, il tuo produttore russo deve essere richiesto;
    2. Il Venezuela non dovrebbe essere dato solo per fare soldi (questo è se la Russia inizia a vendere il petrolio del Venezuela agli Stati Uniti) ... - e il Venezuela può diventare "orgoglioso", immediatamente "storcere il naso" e iniziare a cercare di comportarsi con la Russia "a parità di condizioni"... - E lì, anche prima del prossimo colpo di stato in Venezuela... non lontano... - Gli stessi americani organizzeranno questo colpo di Stato.;
    3. Quindi, la Russia non consente alla Cina di espandersi ampiamente in Venezuela... - Dopotutto, avviare la Russia a commerciare petrolio venezuelano con gli Stati Uniti; allora... allora... allora una Cina più agile, intraprendente e arrogante semplicemente estrometterà la Russia dal Venezuela... -Sì...- prenderà e rimpiazzerà la Russia e inizierà essa stessa a vendere petrolio venezuelano a secchiate (il stessi USA) ... - Hahah (scherzo) ...
    - Quindi la Russia è semplicemente costretta a mantenere il Venezuela in un "corpo nero" come... come... come gli Stati Uniti mantengono il Canada nello stesso "corpo nero"... - Anche gli Stati Uniti non acquistano petrolio pesante da Canada; che potrebbe essere proprio l'ideale per le raffinerie americane ... - Ma dopotutto, il Canada può diventare "orgoglioso" e iniziare a comportarsi "alla pari" con gli Stati Uniti ...
    - Oggi si scopre una "palla da cocktail" così oleosa ... - vai a capirlo ... - Hahah ...
  6. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 31 può 2021 06: 41
    -1
    Citazione: Petr Vladimirovich
    olio combustibile a grana alta

    L'errore di battitura è, ovviamente, acido.
    Hai sentito la soddisfazione dell'autoaffermazione? Se noti un errore di battitura, indicalo nella forma corretta?

    Per quanto riguarda il gas e la competenza della signora di fascia alta, tutto è corretto.

    Veramente? Quindi, tutta la comunità di esperti e le agenzie di analisi credono che sia sbagliato, ma un certo Pyotr Vladimirovich ha visitato tutto il mondo, ha visto tutto e ora dice che la signora ha ragione.
    Vaughn come. Bene, ok, giusto così giusto. hi
  7. SemVale Офлайн SemVale
    SemVale (Valle) 4 June 2021 22: 54
    -3
    Perciò buona fortuna. Lascia che lo riempiano di poltiglia sotterranea, se non c'è nient'altro.
    Anche Cina e India da tempo inondano tutti di chip, TV, lavatrici, computer, tablet...
    Non capisco l'entusiasmo per il vantaggio della fusione della materia prima.