Aliyev definisce il corridoio di Zangezur inevitabile per l'Armenia


Dopo la fine della guerra nel Nagorno-Karabakh, l'Azerbaigian non abbandona i piani per creare il corridoio Zangezur che attraversa il territorio della regione di Syunik dell'Armenia e collega l'exclave di Nakhichevan (Nakhchivan è il nome azero) con il resto dell'Azerbaigian.


Domenica 30 maggio, il leader azero ha ricevuto il ministro turco dei Trasporti e delle Infrastrutture Adil Karaismayiloglu. Durante la conversazione, tra l'altro, si è discusso dei progetti di trasporto nella regione, la cui importanza è aumentata ancora di più a causa della guerra nella NKR. Un posto speciale, secondo Aliyev, spetta alla già operativa ferrovia Baku-Tbilisi-Kars, che ha saldamente collegato l'Oriente con l'Occidente.

Un altro importante progetto per l'Azerbaigian è il corridoio Zangezur, il cui nome è già stato fissato a livello internazionale.

La parte armena sta già analizzando correttamente le questioni relative all'inevitabilità di questo corridoio ... Questo è in discussione nell'ambito del gruppo di lavoro a livello dei vice primi ministri di Azerbaigian, Russia, Armenia e ci sono buoni risultati

- ha osservato Ilham Aliyev.

Il presidente ha sottolineato che una parte significativa della ferrovia Nakhchivan è già funzionante. Allo stesso tempo, una parte fondamentale del corridoio di Zangezur dovrebbe essere costruita sul territorio armeno.

Sono sicuro che nei prossimi due, forse due anni e mezzo, questa ferrovia sarà pienamente operativa e il collegamento tra Ankara e Baku sarà ulteriormente rafforzato.

- ha detto Aliyev.
  • Foto usate: Ministero della Difesa dell'Azerbaigian
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Kostyara Офлайн Kostyara
    Kostyara 31 può 2021 10: 40
    -4
    Aliyev ha smesso di avere paura del tutto ...
    Non sono atterrati da molto tempo, a quanto pare ?!
    1. Bakht Офлайн Bakht
      Bakht (Bakhtiyar) 31 può 2021 11: 17
      -3
      come riportato in piazza Smolenskaya, all'ordine del giorno c'è la ricostruzione postbellica e l'instaurazione di una vita pacifica, il compito principale è sbloccare tutti i trasporti e i collegamenti economici della regione... Come ha affermato Sergei Lavrov in un incontro con il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev il 10 maggio, il Caucaso meridionale è "un nodo di trasporto potenzialmente molto serio, che avrà un significato ben oltre il quadro regionale".

      Ilham Aliyev ha preferito risolvere la questione con il corridoio di Zangezur non direttamente con Yerevan, ma con Mosca. In un'intervista alla televisione dell'Azerbaigian del 10 maggio, il presidente lo ha spiegato con il fatto che "le ferrovie armene appartengono alla Russia".

      https://iz.ru/1162298/ekaterina-postnikova/logistichno-lavrov-zaiavil-o-potentciale-transportnogo-khaba-v-zakavkaze

      Lavrov ha completamente smesso di avere paura ...
      Non sono atterrati da molto tempo, a quanto pare ?!
    2. Il commento è stato cancellato
  2. Petr Vladimirovich (Peter) 31 può 2021 11: 01
    +1
    ha la costruzione della ferrovia Baku-Tbilisi-Kars

    Costruito tanto tempo fa e funzionante
  3. Hayer31 Офлайн Hayer31
    Hayer31 (Kashchei) 31 può 2021 12: 40
    -1
    Aliyev è già chiaro, ma la posizione della Russia non mi è chiara ??
    1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
      Solo un gatto (Bayun) 31 può 2021 21: 08
      0
      così come gli ucraini, la posizione dell'Europa e della Russia? risata
  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 31 può 2021 13: 44
    0
    Aliyev ha ragionevolmente detto: corridoio Zangezur in cambio di Lachin. Non saranno d'accordo, una nuova guerra è inevitabile.
    1. Bakht Офлайн Bakht
      Bakht (Bakhtiyar) 31 può 2021 15: 04
      0
      Vedo che tutto qui sta cambiando da qualcosa. Lachin a Zangezur. Dal Donbass alla Crimea. Biden e Putin stanno cambiando qualcosa.
      Nessuno cambierà nulla e non lo farà. Questo è fuori discussione. Le arterie di trasporto devono essere sbloccate. Lavrov lo ripete già da cinque anni. Il corridoio Lachin opera sotto il controllo delle forze di pace russe. Il corridoio Zangezur opererà anche sotto il controllo delle forze di pace russe.
      E non è ancora prevista una nuova guerra.
      1. Petr Vladimirovich (Peter) 31 può 2021 18: 04
        0
        Anche il corridoio di Zangezur opererà sotto il controllo delle forze di pace russe
        perché è così difficile? Ci sono guardie di frontiera russe sulla riva sinistra dell'Araks lungo questa ferrovia a binario unico ora smantellata.
        1. Bakht Офлайн Bakht
          Bakht (Bakhtiyar) 31 può 2021 19: 27
          0
          Questo il testo ufficiale dell'accordo firmato.

          Dichiarazione trilaterale su un completo cessate il fuoco e tutte le ostilità nella zona del conflitto del Nagorno-Karabakh.

          9. Tutti i collegamenti economici e di trasporto nella regione sono sbloccati. L'Armenia garantisce la sicurezza dei collegamenti di trasporto tra le regioni occidentali dell'Azerbaigian e la Repubblica autonoma di Nakhichevan al fine di organizzare il movimento senza ostacoli di cittadini, veicoli e merci in entrambe le direzioni. Il controllo sulle comunicazioni di trasporto viene effettuato dagli organi del servizio di frontiera dell'FSB della Russia. Previo accordo delle parti, sarà assicurata la costruzione di nuove comunicazioni di trasporto che collegheranno la Repubblica autonoma di Nakhichevan con le regioni occidentali dell'Azerbaigian.

          Forse sono guardie di frontiera, forse peacekeeper, ma il fatto è che sono militari russi.

          Ed ecco cosa succede a terra

          L'Armenia assegna la terra all'FSB della Russia a Meghri, dove si terrà il corridoio di Zangezur
          Il 27 maggio, il governo armeno ha preso una decisione sull'assegnazione dei terreni. La questione non è stata discussa, riferisce Sputnik-Armenia.

          La motivazione della decisione afferma che "secondo la dichiarazione trilaterale del 9 novembre, è diventato necessario rafforzare i confini sudorientali dell'Armenia".

          Va ricordato che una ferrovia e una strada passeranno per Meghri, che collegherà l'Azerbaigian continentale con Nakhchivan. Il riferimento al documento del 9 novembre indica che Yerevan ha compiuto un passo verso l'attuazione di uno dei punti di questo accordo, che implica la creazione del corridoio di Zangezur.

          Per quanto riguarda le terre di Kafan e Tekhe, saranno dispiegate anche le guardie di frontiera del Servizio di sicurezza federale della Russia, che contribuiranno a rafforzare il confine armeno.

          Il mio primo post era indirizzato a un certo @Kostyara @. Con una certa dose di sarcasmo. Non Aliyev "vuole la guerra e ha smesso di avere paura". Questa è la richiesta di Lavrov di sbloccare le comunicazioni. Bene, è, ovviamente, vantaggioso per l'Azerbaigian.

          A proposito, qui si parla molto dell'espansione della Turchia nel Mar Caspio e poi in Asia centrale. Mi chiedo perché il ministero degli Esteri russo sostenga così fortemente "l'espansione della Turchia"? Nessuno vuole spiegare perché Lavrov "ha sedotto le rive"?