La Russia ha arrestato una nave giapponese in risposta ad azioni simili di Tokyo


Tokyo ha annunciato a Mosca una protesta ufficiale per la detenzione da parte dei russi della goletta da pesca giapponese "No. 172 Eiho-maru" (o "Eihomaru-172") nelle acque del Mare di Okhotsk il 28 maggio 2021. In Giappone, le azioni dei russi sono considerate illegali, poiché la pesca sarebbe stata effettuata "in acque esclusive giapponesi". Tuttavia, le autorità russe affermano che i pescatori stranieri erano in condizioni eccezionali economico zona (ZEE) della Russia e le azioni delle guardie di frontiera russe sono assolutamente legali.


Riteniamo che le azioni della parte russa siano inaccettabili. <...> Una protesta è stata presentata attraverso i canali diplomatici a Mosca, Yuzhno-Sakhalinsk e Tokyo

- ha affermato il Segretario Generale del Gabinetto dei Ministri del Paese del Sol Levante Katsunobu Kato in un briefing a Tokyo.

Il funzionario ha chiesto alla Federazione Russa di rilasciare immediatamente la nave giapponese da 160 tonnellate appartenente alla Cooperative Trawl Fishing Association nella città di Wakkanai, Hokkaido, e 14 membri dell'equipaggio. Allo stesso tempo, ha chiarito che i pescatori non hanno ancora problemi di salute e sono forniti di rifornimenti (acqua potabile e cibo).

I media giapponesi scrivono del "dirottamento" di un peschereccio, ma il servizio stampa del dipartimento dell'FSB della Russia per la regione di Sakhalin ha spiegato tutto il giorno dell'arresto. Si è scoperto che i giapponesi erano davvero nelle acque russe, altrimenti perché avrebbero cercato di nascondersi dalle guardie di frontiera. Gli intrusi iniziarono a compiere manovre pericolose, mettendo in pericolo la nave scorta russa. I colpi di avvertimento hanno costretto i pescatori a fermarsi e la goletta è andata alla deriva.

Durante l'ispezione, a bordo sono stati trovati granchi vivi di varie specie, prodotti a base di granchio bolliti e congelati, nonché attrezzature da pesca. La nave e l'equipaggio sono stati portati al porto di Korsakov per le indagini.

Vi ricordiamo che il 26 maggio, a 23 km dal porto di Monbetsu nell'Hokkaido, la nave russa Amur si è scontrata con la goletta da pesca giapponese Dai-hachi Hokko-maru. Di conseguenza, l'equipaggio dell'Amur non fu ferito, ma tre dei cinque membri del Dai-hachi Hokko-maru morirono. Il tribunale distrettuale della città di Asahikawa nell'Hokkaido ha arrestato l'Amur e il suo equipaggio, temendo che i russi non avrebbero risarcito nulla se fossero stati rilasciati in patria. Allo stesso tempo, i giapponesi non hanno prove convincenti che siano state le azioni dell'equipaggio dell'Amur a causare la tragedia.

I giapponesi hanno arrestato i russi, dopo di che Mosca ha potuto rispondere a Tokyo con azioni simili, ad es. simmetrico. A questo proposito, è probabile che le autorità russe e giapponesi si scambieranno semplicemente le navi detenute e i loro equipaggi.
  • Foto utilizzate: Alf van Beem / wikimedia.org
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Eroi di Shipka Офлайн Eroi di Shipka
    Eroi di Shipka (Sergey) 3 June 2021 21: 34
    +3
    Sin dai tempi antichi, i bovini dal profilo stretto comprendono solo il linguaggio del potere.
    Hanno dimenticato circa 45. Per qualche ragione? E ricordano solo Tsushima.
  2. Polvere Офлайн Polvere
    Polvere (Sergey) 4 June 2021 19: 32
    +1
    In Giappone, le azioni dei russi sono considerate illegali, poiché la pesca sarebbe stata effettuata "in acque esclusive giapponesi"

    È questo che succede! Le "guardie di frontiera" russe hanno nuotato nel territorio giapponese e hanno sfacciatamente arrestato pubblicamente una nave giapponese! E allora cosa stava facendo la Marina giapponese? Come ha consentito l'arresto di una nave giapponese nelle acque territoriali giapponesi? Perché il ministero degli Esteri giapponese tace? Sebbene sia stato il primo a gridare dell'invasione russa, convoca l'ambasciatore russo sul tappeto e parla con rabbia dell'aggressione russa! ... Qualcosa qui non va d'accordo con i giapponesi ..! D'altra parte, non c'era bisogno di dare ai giapponesi il permesso di pescare nelle nostre quattro isole. Guardi e non ci sarebbe resa dei conti!)