La Crimea ha bisogno dell'acqua tossica del Dnepr?


Di recente, il problema a lungo termine con l'approvvigionamento idrico della Crimea è stato quasi risolto da solo. Una diga autocostruita, costruita nel 2014 per bloccare le forniture attraverso il Canale della Crimea settentrionale, ha dato una perdita e l'acqua del Dnepr è precipitata verso la seconda diga, che non è stata ancora completata e non è stata ufficialmente accettata per l'operazione. Ancora un po' e la penisola otterrà ciò che vuole contro la volontà delle autorità di Maidan dell'Ucraina. Tuttavia, le autorità della Crimea hanno improvvisamente iniziato a storcere il naso dall'acqua del Dnepr. Cosa c'è di più in questo, civetteria politica o vere paure davanti all'acqua fangosa di Nezalezhnaya?


Ricordiamo che prima del Maidan, la penisola riceveva fino all'85% della sua acqua attraverso il Canale della Crimea settentrionale. Fondamentalmente veniva utilizzato per l'irrigazione, quindi l'interruzione delle forniture nel 2014 ha inferto un duro colpo all'agricoltura della penisola. La risicoltura, per esempio, è stata distrutta come tale. Le autorità regionali hanno cercato di risolvere il problema scavando pozzi artesiani, ma l'estate 2020 anormalmente calda e secca ha dimostrato che questo chiaramente non è sufficiente. Il centro federale ha stanziato ingenti fondi per la costruzione di prese d'acqua, nuove infrastrutture per il trasporto dell'acqua e la riparazione di una fatiscente, nonché per lo sviluppo di progetti per impianti di desalinizzazione. Questo è tutto, ovviamente, molto buono, ma in realtà il problema dell'approvvigionamento idrico in Crimea non sarà risolto presto, ci vorranno diversi anni perché i residenti e gli ospiti della penisola, la regione turistica, tra l'altro, ricevano acqua non per un paio d'ore al giorno, ma per averlo sempre alla spina, freddo e caldo. E poi un dono del cielo: l'acqua stessa bussa sui muri della diga incompiuta. Un colpo "Tochka-U" e ...

Ma no, ovviamente, nessuno in Russia farà nulla del genere. Non siamo egiziani che stanno cercando di lanciare un attacco missilistico su una diga in Etiopia che minaccia di lasciare la terra delle piramidi senza acqua a sufficienza nel Nilo. Le autorità della Crimea riferiscono allegramente che il problema dell'approvvigionamento idrico è già stato praticamente risolto e che non abbiamo più bisogno dell'acqua ucraina. Il deputato della camera bassa del parlamento russo Andriy Kozenko parla generalmente del potenziale pericolo dell'acqua dal Dnepr:

Nel 2014 abbiamo avuto una minaccia molto seria di contaminazione chimica dell'acqua <...> E anche quei sabotatori che stavano pianificando questo sono stati catturati. Non ci si può ancora aspettare nulla di buono in quell'acqua.

É davvero? Forse la verità è che niente di buono potrà fluire verso di noi dal Nezalezhnaya a monte?

Seriamente, ci sono domande sulla qualità dell'acqua nel Dnepr in Ucraina stessa. Secondo il ministro della protezione ambientale e delle risorse naturali Nealezhnaya Roman Abramovsky, al grande fiume russo sta accadendo un vero problema:

Eccesso significativo di antidepressivi nel bacino del Don, Seversky Donets. Bacini del Dnepr, superiore e medio - superando il protocollo "covid" per i prodotti farmaceutici. Grande eccesso di pesticidi, prodotti agrochimici. C'è anche mercurio nei pesci nei bacini di Desna.

Il Dnepr è inquinato dalle emissioni delle imprese industriali per tutta la sua lunghezza, dal sale delle strade, diventa poco profondo, l'acqua inizia a marcire. Il fiume si trasforma gradualmente in una palude, la corrente cade su di esso. Secondo l'Ispezione ambientale statale (SEI) dell'Ucraina, in alcuni luoghi la concentrazione di sostanze pericolose nel Dnepr è 30-40 volte superiore alla norma massima consentita. Secondo previsioni deludenti, entro il 2050 Kiev dovrà iniziare a importare l'acqua stessa. Ha vissuto.

Ciò è dovuto agli scarichi incontrollati di materiali di scarto non trattati. Si tratta sia di sostanze chimiche pericolose che di rifiuti solidi domestici. Quest'ultimo, in particolare, entra nel Dnepr dagli scarichi del sistema fognario di Kiev, che non è dotato di filtri. Insediandosi sul fondo del fiume, i detriti solidi creano banchi dove le temperature aumentano e creano le condizioni ottimali per la crescita delle alghe azzurre. Duemila autolavaggi nella capitale ucraina stanno riversando in maniera incontrollata nelle fognature detersivi di scarto contenenti fosfati, il che non fa che aumentare la crescita delle alghe e porta alla costante fioritura del fiume e alla morte dei pesci. Uno studio sul fiume Dnepr effettuato dal Ministero della protezione dell'ambiente e delle risorse naturali ha mostrato risultati deludenti:

Come risultato dello studio, sono stati identificati 21 inquinanti. Di questi, 19 sono sostanze sintetiche: pesticidi agricoli, prodotti farmaceutici e una sostanza utilizzata in profumeria - muschio sintetico. E anche 2 metalli pesanti: zinco e rame.

Le aziende agricole che coltivano terreni arabili lungo le rive con l'aiuto di pesticidi e fertilizzanti chimici, così come i costruttori che stanno costruendo insediamenti di cottage per l'"élite" ucraina in speciali zone protette, contribuiscono alla distruzione del grande fiume. A proposito, negli ultimi 25 anni di "indipendenza" dovuta a cattiva gestione e corruzione, il paese ha perso circa un centinaio di fiumi, e il resto è in uno stato di degrado, riempito in media del 70% della norma. Bene, la ciliegina sulla torta è, ovviamente, la presenza di radionuclidi nell'acqua del Dnepr causata dalle conseguenze del disastro di radiazioni di lunga data nella centrale nucleare di Chernobyl.

Quindi, la domanda è: questa acqua è necessaria in Crimea? La risposta suggerisce se stessa, ovviamente no. Ahimè, tutto è un po' più complicato di quanto vorremmo. L'Ucraina scarica l'acqua del Dnepr direttamente nel Mar d'Azov, desalinizzandola contemporaneamente e portando all'inquinamento di tutto quanto sopra. E tutte queste sostanze nocive, oltre al nostro desiderio con te, finiscono sulla costa della Crimea e nella regione di Rostov. Per questo motivo la questione dell'acqua per la penisola è molto più ampia di quanto sembri a prima vista. Il problema chiave è la "tossicità" dello stesso stato ucraino, che avvelena se stesso e tutto ciò che lo circonda. Pertanto, non puoi cavartela con impianti di desalinizzazione e bacini idrografici. Questo paese ha bisogno di guarigione.
17 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 8 June 2021 17: 50
    -9
    DI! KKK è solo un piccolo accenno all'aspetto dell'acqua, quindi già gli antidepressivi inquinano l'acqua e i protocolli antiquati ...
    È subito evidente che i fan del gruppo di Leningrado e della cospirazione di Kovidov si stavano preparando.

    Rollback forti e forti per la desalinizzazione dell'acqua ...
    1. Papà Офлайн Papà
      Papà (Yaroslav) 9 June 2021 13: 15
      +1
      Non so di questa merda, ma il limo radioattivo è stato sollevato quando il fondo del fiume si è approfondito nel ChEZ ... E ci sono così tanti isotopi attivi che la mamma non piange. Pindyk entrerà anche nello stomaco.
  2. Errore digitale Офлайн Errore digitale
    Errore digitale (Eugene) 8 June 2021 17: 56
    +2
    La Crimea ha bisogno dell'acqua tossica del Dnepr?

    Queste non sono tossine, ma "molecole di libertà" hanno fatto breccia nella Crimea "totalitaria" lol

    Cosa c'è di più in questo, civetteria politica o?

    Buona domanda. Ed ecco una possibile risposta:

    Il centro federale ha stanziato enormi fondi per la costruzione ... il problema dell'approvvigionamento idrico in Crimea non sarà risolto presto, ci vorranno diversi anni
    Il deputato della camera bassa del parlamento russo Andriy Kozenko parla generalmente del potenziale pericolo dell'acqua dal Dnepr

    Ed ecco il possibile beneficiario finale sorriso

    Secondo il ministro della protezione dell'ambiente e delle risorse naturali dell'indipendente Roman Abramovsky

    E naturalmente gli crediamo -

    Noi russi non ci illudiamo a vicenda
    risata
  3. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 8 June 2021 18: 55
    -3
    Chi è su cosa planetario, e il tuo umile servitore dalla vita. 1973, dopo che la squadra di costruzione è volata a Gurzuf. C'era una casa privata, c'era dell'acqua nel water e nel rubinetto, ma c'erano ragazze della squadra RRT (Riga) sulla spiaggia sul campo da pallavolo.
    Hanno davvero messo tutti su una sinistra ...
    1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) 9 June 2021 16: 39
      +1
      PS: non ho sentito parlare ucraino da nessuna parte in città

  4. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) 8 June 2021 19: 17
    +4
    Il punto non è nemmeno che l'Ucraina si è lasciata andare e alla fine ha distrutto tutto, tutto ciò che era faticosamente conquistato (a volte anche con il sangue), tranne la posa di mattoni e la saldatura. Qui non è fatale come l'Ucraina, ma la Russia si è mostrata non nel migliore dei modi.

    Il fatto è che confidare nella rabbia irrazionale verso la Russia (a causa di ... odio soprattutto feroce basato sul ripensamento ... dimostrato a se stesso per decenni, ... il completo fallimento dell'Ucraina, più precisamente per la consapevolezza del proprio personale crollare come uno stato di "economico e laborioso") è semplicemente impossibile.

    No, il commercio ei politici diranno sempre il contrario. Non ingannerai, non venderai. Non puoi imbrogliare, non puoi decollare ... Questo sarà parzialmente trascurato dalla popolazione principale gravemente impoverita della Russia. Ma!

    Ma non puoi comprare qualcosa, dall'uva alle pompe da pozzo dall'Ucraina. Questo è mortale. E il fatto che quasi subito bevano o si mettano in bocca da mangiare ... questo vale in primo luogo. È meglio riesportarlo direttamente in Georgia. A proposito, questo vale anche per lei.

    Emissioni troppo velenose da ... svidomismo fallimentare

  5. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 8 June 2021 23: 06
    +2
    Gli impianti di trattamento delle acque reflue sono in grado di fare miracoli, sarebbero oggetto di lavoro
    1. Boriz Online Boriz
      Boriz (borizia) 9 June 2021 02: 20
      0
      Durante le "riforme" Suprun ha completamente distrutto la supervisione sanitaria ed epidemiologica dell'Ucraina. Chi ti farà pulire l'acqua?
  6. Boriz Online Boriz
    Boriz (borizia) 9 June 2021 02: 22
    +2
    L'Ucraina scarica l'acqua del Dnepr direttamente nel Mar d'Azov

    Come se la cava? Trasporto zero?
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 9 June 2021 08: 01
      -2
      Nel canale Severokrymsky, da quale fiume viene prelevata l'acqua?
      1. Radziminsky Victor Офлайн Radziminsky Victor
        Radziminsky Victor (Radziminsky Victor) 9 June 2021 08: 43
        +4
        Seryozha - con calma. Diamo un'occhiata insieme alla mappa.
        Dnieper - sfocia nel Mar Nero.
        Un saluto agli studenti di classe C in geografia - dagli studenti di classe C.
      2. Igor Pavlovich Офлайн Igor Pavlovich
        Igor Pavlovich (Igor Pavlovich) 9 June 2021 09: 33
        -1
        Sergey, guarda la fine del canale a Zeleny Yar sulla mappa e non disonorare te stesso a tal punto in una frenesia patriottica ...
  7. Radziminsky Victor Офлайн Radziminsky Victor
    Radziminsky Victor (Radziminsky Victor) 9 June 2021 07: 50
    +3
    Se l'Ucraina decide, per soldi, di fornire acqua Dnepr alla Crimea, sarà necessaria
    garantisce che l'acqua non venga INTENZIONALMENTE AVVELENATA da sostanze chimiche velenose.
    In linea di principio, le autorità ucraine non possono fornire tali garanzie.
    Ciò significa che la Russia rifiuterà, nell'interesse della sicurezza, di acquistare acqua di Dnepr dall'Ucraina.

    Forse, in caso di "perdite" incontrollate, la Russia dovrà costruire una diga protettiva.
    Le autorità russe sono obbligate a proteggere i propri cittadini dal sabotaggio e dal terrorismo.
    1. antibi0tikk Офлайн antibi0tikk
      antibi0tikk (Sergey) 9 June 2021 09: 09
      +2
      Duc e io pensiamo di sì, non abbiamo davvero più costruttori dopo il ponte di Crimea? Non possiamo dominare un'altra diga sul NOSTRO territorio? Bene, allora tutto è semplice: un accordo con gli ucraini sulla fornitura di acqua di una certa qualità con un tale livello di inquinamento accettabile; fare analisi dell'acqua PRIMA della diga; se tutto va bene, lascia che fluisca ulteriormente; se ci sono stipiti, allora blocca la tua diga. Bene, o metti le strutture di trattamento necessarie.
  8. Kuramori Reika Офлайн Kuramori Reika
    Kuramori Reika (Kuramori Reika) 9 June 2021 15: 32
    +3
    Le persone che vivono nella regione di Nikolaev parlano anche in comunicazione del forte palude dei fiumi e dell'acqua marcia. Non sono sicuro che valga la pena lasciare un concentrato così avvelenato dei Nezalezhnaya sul loro territorio. Lascia che questo veleno rimanga con la popolazione che ha avvelenato questo stesso fiume con la sua tradizione popolare di furto.
  9. Cyril Офлайн Cyril
    Cyril (Cyril) 9 June 2021 16: 15
    -3
    Cioè, si scopre. L'Ucraina non ha genocidato i poveri di Crimea tagliando l'acqua, ma li ha salvati da avvelenamenti di massa su scala dell'intera penisola?
  10. TRP Офлайн TRP
    TRP (Telex) 9 June 2021 17: 25
    +2
    L'Ucraina non appartiene a se stessa. È governato da Washington, con l'aiuto di un intermediario - x conta con ione e cento c. Pompano più soldi possibile dalla "piazza", mentre inquinano il territorio, i serbatoi ...
    Triste ovviamente.