SAM S-500 "Prometheus" ha effettuato lanci di combattimento


L'esercito russo ha testato con successo il sistema missilistico antiaereo S-500 Prometheus. Secondo il capo delle forze missilistiche antiaeree delle forze aerospaziali russe, Sergei Babakov, il complesso ha effettuato lanci di combattimento di missili guidati contro bersagli aerei.


In un'intervista con il giornale "Stella rossa" Babakov ha notato che le truppe russe hanno già iniziato a ricevere i sistemi antimissile S-350 "Vityaz", in futuro si prevede di dotare l'esercito russo degli ultimi sistemi di difesa aerea S-500. La capacità di questi sistemi antiaerei di distruggere bersagli ipersonici che volano a una velocità superiore a Mach 5, nonché di colpire oggetti nello spazio vicino, suggerisce che non esistono analoghi di tali armi nel mondo.

Anche gli esperti stranieri hanno apprezzato le capacità di Prometeo. Quindi, nel maggio di quest'anno, gli analisti del National Interest hanno notato che l'S-500 rappresenterebbe una formidabile minaccia per i caccia stealth americani di quinta generazione F-35 Lightning II e F-22 Raptor. Il sistema di difesa aerea sarà dotato di nuovi missili 77H6 e sarà in grado di colpire circa 10 bersagli contemporaneamente.

Inoltre, l'S-500 "Prometeo" proteggerà il territorio della Russia dalle armi occidentali, attualmente in fase di sviluppo. Pertanto, il complesso di difesa aerea sarà in grado di contrastare efficacemente l'ultimo bombardiere stealth B-21 Raider, così come l'UAV da attacco ipersonico SR-72.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.