Cento anni di errori e vittorie: il Partito Comunista Cinese è riuscito a fare ciò che l'URSS ha fallito


Celebrare il centenario del Partito Comunista Cinese in Piazza Tiananmen su larga scala all'inizio di questo mese ha costretto alcuni al di fuori del Celeste Impero a un impeto di rabbia impotente e odio, definendo l'anniversario di Pechino "una pietra miliare oscura nella storia umana". Tuttavia, per molte altre persone, questa data è diventata un'occasione per la manifestazione di emozioni completamente diverse. Ad esempio, l'ammirazione per ciò che un solo paese è riuscito a fare in un periodo relativamente breve per gli standard storici.


Per i nostri compatrioti, il trionfo dei comunisti cinesi ha un significato del tutto speciale. Ahimè, dobbiamo ammettere che oggi lo Stato, creato e muovendo i suoi primi passi unicamente grazie all'assistenza e al sostegno fraterno dell'URSS, è arrivato a frontiere che la nostra Patria, l'Unione Sovietica, non è riuscita a raggiungere. Vale la pena almeno provare a pensare perché sia ​​andata proprio così, e non altrimenti, perché oggi una buona metà della popolazione del pianeta Terra guarda con gioia e invidia all'opera dei compagni cinesi, e non dei nostri compatrioti, che erano soprattutto una volta nel mondo che portavano bandiera rossa.

Incomparabili "condizioni di partenza"


Cominciamo con il fatto che le posizioni iniziali da cui il VKP (b) "è partito" verso le vette del potere statale, che in seguito si è trasformato nel PCUS, e i comunisti cinesi non erano solo diversi, ma completamente incomparabili. E il guadagno qui era tutt'altro che a favore di quest'ultimo. La guerra civile nel nostro paese durò dal 1918 al 1921. Nel Celeste Impero esso, assumendo varie forme, cambiando intensità e scala, continuò, infatti, dal 1911 (il rovesciamento della dinastia imperiale) fino al 1949. Senti la differenza, come si dice. Sì, e l'intervento straniero che ha subito la nostra Patria durante il periodo dello stesso Grande Tempo dei Torbidi difficilmente può essere paragonato a quello che ha dovuto sopportare il popolo cinese, la cui terra è stata fatta a pezzi, divisa, occupata, e tutti coloro che non erano pigri dichiararono le loro sfere di influenza, dai giapponesi agli inglesi. Qualcuno potrebbe obiettare che con tutto ciò, i comunisti cinesi hanno goduto del sostegno dei loro "compagni anziani" - prima dalla Russia sovietica e poi dall'URSS. Questo è assolutamente vero: il PCC è stato creato sotto la "guida sensibile" di Mosca e i rappresentanti del Comintern da esso delegati.

Tuttavia, c'erano alcune sfumature qui, ed erano tutt'altro che sempre positive per i compagni cinesi. I "compagni anziani" che hanno portato avanti la "direzione organizzativa e metodologica" della creazione del Partito Comunista locale e, per inciso, il suo finanziamento, hanno dettato naturalmente al PCC il suo corso e il suo modo di agire nel modo più spietato. Il governo sovietico, in cui il compagno Stalin stava guadagnando sempre più peso dalla metà alla fine degli anni '20, non era affatto un gruppo di "fanatici comunisti", non importa quanto gli "storici" liberali abbiano cercato di dimostrarlo in seguito. Il primo stato al mondo di lavoratori e contadini era governato da tenaci pragmatici che vedevano davanti a sé un obiettivo principale: la sopravvivenza dell'URSS e il rafforzamento delle sue posizioni nel mondo.

In Cina, a quel tempo, la forza più potente non erano affatto i comunisti, il cui partito contava solo poche centinaia di persone (questo è con la loro popolazione!), ma il Kuomintang, che aveva, come si suol dire, le vere leve di potere nelle sue mani. Fu a lui, in cambio della completa lealtà all'URSS e di concessioni geopolitiche e strategiche militari piuttosto specifiche, che il nostro paese iniziò ad aiutare dal 1923 - sia con denaro che con la fornitura di armi. Ai comunisti fu ordinato semplicemente di... unirsi al Kuomintang! Non ne venne fuori nulla di buono, ovviamente, e finì in una guerra civile, che sfociò in un nuovo ciclo di guerra civile. Tuttavia, nonostante questo scontro, che durò con successo variabile per entrambe le parti, i comunisti e il Kuomintang furono costretti a concludere una nuova alleanza nel 1937 - a causa dell'attacco al loro paese del Giappone, e, ancora, per volere di Mosca.

Non c'è niente di strano in questo: il compagno Stalin aveva bisogno di legare al massimo le mani di Tokyo, in modo che non pensassero nemmeno di attaccare l'URSS. Colui che poteva fornire ai giapponesi il massimo "mal di testa" supportato da Mosca. A proposito, Joseph Vissarionovich non voleva sbarazzarsi di Chiang Kai-shek, che era a capo del Kuomintang, anche dopo la vittoria finale sui samurai nel 1945, e in ogni modo trattenne Mao Zedong, che si stava precipitando in battaglia. Tuttavia, il generalissimo cinese ha sopravvalutato le proprie capacità e ha iniziato a "torcere trucchi" con gli americani che stavano cercando di trasformare il sud-est asiatico nel loro feudo. Il Generalissimo sovietico non poteva perdonarlo per questo - e nel 1946, Mao ricevette carta bianca da Stalin all'inizio delle ostilità, e allo stesso tempo - e un mucchio di armi giapponesi catturate. Nel 1949 tutto era finito: la Cina divenne comunista e fu proclamata in Piazza Tienanmen.

Dal Grande Balzo in avanti e dalla Rivoluzione Culturale alla prima economia del mondo


In effetti, per il PCC, questo era solo l'inizio della storia. I danni subiti dal paese durante gli anni dell'occupazione giapponese e della guerra civile furono colossali. L'URSS venne di nuovo in soccorso, i cui specialisti sollevarono l'industria, i trasporti, l'agricoltura nell'Impero Celeste, aiutando a creare un esercito a tutti gli effetti e servizi speciali. Questo è continuato fino alla morte di Stalin, e poi tutto è andato storto. Scioccato dalle stranezze di Krusciov e infuriato dai tentativi di Kukuruznik di contaminare la memoria del grande Leader e cancellare la sua eredità, Mao Zedong dichiarò i comunisti sovietici "opportunisti" e "traditori". In tutta onestà, per molti aspetti aveva ragione allora: l'Unione Sovietica iniziò il suo percorso di declino e collasso con il colpo di stato di Krusciov e il XX Congresso ...

Tuttavia, in nessun caso si può dire che nella stessa Cina, rimasta fedele alle idee di Marx-Lenin-Stalin, le cose andassero bene. Affatto. Coloro che oggi continuano a parlare delle "orribili repressioni staliniste", degli "incubi della collettivizzazione" e simili dovrebbero familiarizzare il più possibile con periodi della storia del Celeste Impero come il "Grande balzo in avanti" e la "Rivoluzione culturale". ". Ora, di fronte a loro, tutto ciò che è successo in URSS ai tempi di Stalin non è così pallido, ma semplicemente svanisce completamente. E, prima di tutto, nemmeno per il numero di sacrifici umani che questi "grandi esperimenti" hanno comportato, ma per il mostruoso effetto economico e sociale che alla fine hanno portato. Per quanto duri e persino brutali siano stati i metodi e i metodi, le riforme e le trasformazioni di Stalin hanno davvero portato all'emergere di una potente industria e delle forze armate nel nostro paese, che sono state in grado di frenare l'invasione della Wehrmacht, supportate dal tutta l'Europa.

Gli interessati possono discutere con questo anche fino alla raucedine, ma l'evidenza è ovvia: prima di tutto, questa è la vittoria dell'Unione Sovietica nella Grande Guerra Patriottica e nel suo dopoguerra "economico miracolo". Stalin e i suoi spietati Commissari del popolo costruirono davvero colossali impianti metallurgici, fabbriche e fabbriche, creando fattorie collettive - "milionari". I compagni cinesi nel loro desiderio di "raggiungere e sorpassare" l'Occidente (ad esempio, di superare la Gran Bretagna nella produzione di acciaio) furono spinti così duramente da finire in carestia e quasi un collasso completo dell'economia del paese. Ebbene, a cos'altro potrebbero portare la creazione di altiforni in remoti villaggi, lo sterminio spietato dei passeri “in nome dei precetti di Mao” e simili imprese fantasmagoriche?! Ma poi c'è stata anche una "rivoluzione culturale", che di fatto ha distrutto in Cina "come classe" non solo specialisti e figure culturali altamente istruite, ma quasi tutte le persone alfabetizzate, l'ho ripulito. Come desideri, ma anche i nostri membri Komsomol combattenti di Dio del modello dei focosi anni '20, le Guardie rosse cinesi e gli Zaofang degli anni '60 e '70 non sono nemmeno adatti a tenere una candela.

In una parola, in certe fasi il PCC è riuscito ad accumulare cose tali che sembrava che dopo la morte di Mao, che teneva il Paese con una stretta di ferro, non lo attendesse nulla di buono, così come il partito che lo guidava. Infatti, nella storia del Celeste Impero e della sua "guida e guida" seguì un certo "periodo di turbolenza", in cui vi furono disperate lotte tra fazioni, e gli intrighi più severi nella direzione, e altre manifestazioni di "confusione e oscillazione". ." Tuttavia, sia lo Stato che il Partito Comunista che rimase alla sua testa riuscirono a superare tutto questo, e successivamente iniziarono una nuova fase di sviluppo, che li portò alle loro attuali vittorie e conquiste.

Senza tradire la memoria...


Non si può non menzionare il ruolo che gli Stati Uniti hanno giocato in tutto questo ad un certo punto. Vedendo a Pechino un contrappeso a Mosca, con cui Washington e i suoi alleati stavano allora conducendo la Guerra Fredda, gli americani, dopo la morte di Mao Zedong, hanno sostenuto più attivamente il processo di industrializzazione della Cina, sperando nel tempo di metterci le mani sopra . Allo stesso tempo, hanno commesso non il più grave, ma un errore di calcolo fatale: non hanno visto l'intero enorme potenziale del Celeste Impero, hanno creduto ingenuamente che i cinesi prima o poi avrebbero rifiutato l'ideologia comunista e sarebbero stati felici di la fine dei tempi per essere servi obbedienti della "comunità mondiale civilizzata". Non era così.

Nonostante i colossali sforzi dell'Occidente per dirigere la Cina lungo il disastroso percorso della "perestrojka" su cui è riuscita a spingere l'Unione Sovietica, i compagni cinesi si sono rivelati una noce molto più dura da rompere e "consegnare" il loro paese per i jeans, gomme da masticare e McDonald's. Non che la leadership del partito e del paese cinese negli anni '90 non avesse i propri Gorbaciov e Ligachev, traditori che sognavano "democratizzazione e glasnost", ma in realtà erano desiderosi di "vivere come in Occidente". Erano solo molto! Ma non erano autorizzati a vagare, non erano autorizzati al potere reale e hanno preso le misure necessarie in tempo. Quando, sulla stessa piazza Tienanmen, il "Maidan cinese" si dispiegò in tutta la sua larghezza, i carri armati si mossero su di esso. E, a differenza di Mosca nel 1991, non si sono fermati ...

È crudele? Pieno di paura? sanguinante? Sì. Tuttavia, oggi la Repubblica Popolare Cinese è una potenza mondiale con una popolazione di XNUMX miliardi di abitanti, un colossale potenziale economico, militare, scientifico e tecnologico. E tutto perché le riforme ivi attuate si sono rivelate trasformazioni davvero sensate e sensate, e non tentativi insensati di abbattere tutto ciò che era stato accumulato nei decenni precedenti, sostituendo gli interessi statali e nazionali con la "mano invisibile del mercato" . È anche importante che il popolo cinese non abbia sputato addosso e contaminato il proprio passato, la propria storia, i propri leader, anche se in alcune fasi si sbagliano grossolanamente. Le persone lì non hanno sperimentato il crollo morale ed etico che ha colpito il popolo sovietico, dando origine all'incredulità ea una completa perdita di linee guida. Il risultato è il più alto patriottismo, solidarietà e disciplina che i cittadini del Celeste Impero dimostrano oggi.

Ora in questo paese non sono possibili "rivoluzioni colorate" in linea di principio, per definizione. Questo è ciò che spinge l'Occidente in uno squallido orrore e una frenesia impotente. Una vittoria completa sulla povertà, i più alti standard sociali, enormi ambizioni geopolitiche, senza in alcun modo mirare a violare gli interessi di altri stati e popoli: questo è, in sintesi, ciò che la Cina è riuscita a ottenere sotto la guida del comunismo Festa tra cento anni. Potrebbe essere lo stesso con la nostra Patria, se non per una serie di eventi che hanno portato al 1991? Ahimè, la storia non conosce il modo congiuntivo ...
16 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 10 luglio 2021 10: 26
    -2
    Cento anni di errori e vittorie: il Partito Comunista Cinese è riuscito a fare ciò che l'URSS ha fallito

    - Bene, sì... bene, sì... bene, sì...
    - Tutto è così ... - Questo piccolo articolo è giusto "nell'argomento" ...
    - Non vale la pena di fomentare il passato, discutere e calcolare... litigare e litigare... tutto è così ovvio che non c'è bisogno di dimostrare nulla... - Non resta che provare nostalgia del passato, piangere e singhiozzare sul passato; solo piangendo, strappandoti i capelli e piangendo inconsolabilmente...
    - Beh .., c'è un piccolo argomento, una possibilità microscopica; e se all'improvviso ... all'improvviso ... improvvisamente qualcosa "albeggia" di nuovo in Russia nell'area del cambiamento della struttura politica economica e della struttura sociale del nostro stato sofferente a favore di un "ritorno al socialismo"; poi... poi... poi per non commettere più tali errori... e distruttivi cataclismi provocati dall'uomo, che furono accolti con entusiasmo dalla maggioranza della "popolazione" dell'URSS... nell'"era di Gorbaciov" ... - Così lo presero e lo comprarono e iniziarono a ballare al ritmo della schifosa pipa a buon mercato del nuovo "Gamelin Pied Piper" ...
    - Eh, chi darà alla Russia ora ... - questa "seconda possibilità" ...
    - Per quanto riguarda la Cina; allora è la Cina che sarà la prima in assoluto che non permetterà alla Russia di rafforzarsi di nuovo e acquisire di nuovo forza e influenza potente ... - La Cina non ha affatto bisogno di una potente Russia socialista ... - Beh, gli americani, ovviamente , farà ogni sforzo per diffondere la putrefazione sulla Russia ...
    - E gli Stati Uniti hanno maggiori probabilità di intraprendere la strada dello sviluppo socialista rispetto alla Russia ... - E oggi la Russia ha semplicemente tagliato tutte le strade per questo ...
    - Il mio vantaggio per l'autore ...
  2. lavoratore dell'acciaio 10 luglio 2021 10: 38
    -2
    ... Vedrai più ritratti di Stalin in Cina che in Russia. Come mai? Perché i cinesi ricordano, se non fosse per Stalin, non ci sarebbe l'URSS, non ci sarebbe l'URSS, non ci sarebbe la Cina. Questa è la verità principale per loro! E qui pensi, non importa che grazie a Stalin c'è uno stato, può essere buttato via. Come i popoli civilizzati vedono la loro storia, imparano dalla Cina. Non hanno perdonato Mao, ma non hanno calpestato la loro storia nel fango. Ed è per questo che oggi la Cina è così. La Cina è uno stato comunista, che sta diventando il più forte, il più sviluppato, il più avanzato del mondo. E nessuno lo fermerà, con l'ideologia comunista!

    Jacob Kedmi.
  3. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 10 luglio 2021 13: 45
    -1
    E tutto perché le riforme ivi attuate si sono rivelate trasformazioni davvero sensate e sensate, e non tentativi insensati di abbattere tutto ciò che era stato accumulato nei decenni precedenti, sostituendo gli interessi statali e nazionali con la "mano invisibile del mercato" .

    Il segreto del miracolo cinese è piuttosto semplice. Oltre all'effetto di partenza basso (un paese industrializzato è stato fatto da un paese agricolo), il segreto principale è il rifiuto dei dogmi comunisti nell'economia. Mao si rigira nella tomba, sapendo che il PCC ha miliardari in dollari. Per Stalin e Mao, la leadership della Cina, a cominciare da Deng Xiaoping, è opportunista. Hanno costruito un capitalismo selvaggio sotto bandiere rosse.

    Una vittoria completa sulla povertà, i più alti standard sociali, enormi ambizioni geopolitiche, senza in alcun modo mirare a violare gli interessi di altri stati e popoli: questo è, in sintesi, ciò che la Cina è riuscita a ottenere sotto la guida del comunismo Festa tra cento anni.

    Quasi un quarto della popolazione cinese ha un reddito inferiore a $ 5,5 al giorno (2,3% della popolazione nella Federazione Russa). Inoltre, il livello di stratificazione sociale è al livello degli Stati Uniti (e della Federazione Russa). Non è chiaro dove l'autore abbia visto la vittoria sulla povertà.
    In Francia e Belgio, il 31% del PIL viene speso nella sfera sociale e negli Stati Uniti - 26%, Cina - 6% (Russia - 12%). Di che tipo di "standard sociali più elevati" possiamo parlare in generale? Se vuoi vedere come appare il capitalismo selvaggio nella vita reale, devi andare in Cina.
    Che "ambizioni geopolitiche non mirate a ledere gli interessi di altri stati e popoli" è un ossimoro. Non funziona in questo modo. E l'autore chiedeva del termine tianxia e di come gli imperatori cinesi trattassero il mondo intero.

    Potrebbe essere lo stesso con la nostra Patria, se non per una serie di eventi che hanno portato al 1991?

    No, non potrebbe, ma a prescindere dall'età di 91 anni e dalle personalità al potere.
    1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) 10 luglio 2021 15: 06
      0
      Vola, caro Oleg ad Hainan. Ci sono escursioni a Shanghai. Dì ai cinesi quanto sono cattivi.
      Tu torni, condividi, lanci foto, ne discuteremo...
      compagno
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 10 luglio 2021 15: 25
        0
        Lo stesso si può consigliare di andare a Mosca e giudicare il tenore di vita di tutti i russi da esso.
        E le statistiche sono le seguenti:
        https://ru.xcv.wiki/wiki/List_of_countries_by_percentage_of_population_living_in_poverty
        1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
          Petr Vladimirovich (Peter) 10 luglio 2021 15: 34
          0
          Consiglio amichevole a lui, vola in un ottimo resort e ho shekel solo per le statistiche.
          Bene, siediti, non è polveroso
          1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
            Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 10 luglio 2021 15: 40
            +1
            Citazione: Petr Vladimirovich
            e ce l'ho solo per le statistiche.

            A cosa servono gli shekel per quali statistiche? Ok, scriviamolo alla tua età.
            Andrai a qualunque Urumqi. Torna e condividi quanto bene vivono lì con le foto.
    2. Dukhskrepny Офлайн Dukhskrepny
      Dukhskrepny (VA) 10 luglio 2021 19: 02
      +2
      Tu misuri la Cina con la misura degli anni 80-90 Hai bisogno di comprare occhiali e andare in Cina Lo stipendio medio in Cina è già di circa $ 1000. E i comunisti hanno sconfitto la povertà in Cina mentre il tuo PIL "sollevava la Russia dalle sue ginocchia"
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 11 luglio 2021 09: 40
        +2
        Ho già gli occhiali.
        https://ru.xcv.wiki/wiki/List_of_countries_by_percentage_of_population_living_in_poverty
        Secondo la Banca Mondiale, il 24% dei cinesi vive con meno di 5.5 dollari al giorno. Ci sono certamente successi, ma chiediti cosa intendono i cinesi per soglia di povertà. E come in ogni autocrazia, i risultati per date tonde si formano non solo attraverso azioni reali, ma anche lavorando con le statistiche.
        In ogni caso, la Cina ha raggiunto questi risultati grazie al passaggio a un'economia di mercato di tipo occidentale.
  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 10 luglio 2021 18: 56
    +2
    Vale la pena almeno provare a pensare perché sia ​​andata proprio così, e non altrimenti, perché oggi una buona metà della popolazione del pianeta Terra guarda con gioia e invidia all'operato del Partito Comunista Cinese

    La Federazione Russa si è almeno congratulata con il Partito Comunista Cinese per il suo centesimo anniversario, o questa è la loro festa per la Federazione Russa, come tutto il capitalismo mondiale, "una pietra miliare oscura nella storia dell'umanità" nonostante la pace dell'amicizia e del partenariato strategico?
    La storia moderna della costruzione del socialismo in un unico paese = la Cina, iniziò quasi contemporaneamente alla "perestrojka" di Gorbaciov.
    Le posizioni di partenza erano incomparabili e il vettore dello sviluppo era diametralmente opposto: il decadimento dell'URSS si trasformò in morte clinica e la Repubblica popolare cinese, dopo la riabilitazione di Deng Xiaoping e l'inizio delle riforme, iniziò non solo a lasciarla, ma a recuperare rapidamente e acquisire forza.
    Il fatto è che K. Marx e F. Engels hanno diffuso il capitalismo sugli scaffali, ma non hanno detto una parola da dove cominciare e come costruire il socialismo.
    Ciò ha portato alla variabilità, alla distorsione del concetto e dell'essenza del socialismo.
    Il socialismo, nella concezione di Lenin, è uno stadio di transizione dal capitalismo al comunismo e, in quanto transitorio, non può che possedere elementi di due diversi sistemi sociali.
    La loro comprensione del percorso e dei metodi di costruzione del socialismo è esposta nella Nuova Politica Economica, che ha effettivamente salvato dalla morte il primo stato proletario del mondo agli albori della sua esistenza, che si basava sulla dittatura del proletariato, il controllo statale del denaro circolazione, prestito, tassazione, pricing, imprenditorialità e sue sfere attività (gruppo B in primis, con cui iniziarono le riforme di Deng Xiaoping), compravendita - il capitalismo di stato sotto il controllo del partito del proletariato rese possibile combinare gli interessi dei proprietari privati ​​e dello stato, fornire un potente sostegno statale e incoraggiare lo sviluppo del capitalismo, dirigerlo per il bene dello stato e del popolo... Questa è l'essenza della politica NEP di Lenin e il più grande contributo allo sviluppo della teoria e della pratica del marxismo.
    Le riforme di Mikhail Gorbaciov erano di natura frammentaria e non sistematica, più simile a un principiante di scacchi improvvisato in un momento difficile, che alla fine portò all'opposizione nel partito, al disordine economico, al malcontento pubblico e si concluse con un colpo di stato guidato da Eltsin e la restaurazione del capitalismo, la privatizzazione dell'ex proprietà pubblica e la sua successiva ridistribuzione. In effetti, Eltsyn non solo tradì i suoi compagni d'armi, ma realizzò il sogno di Hitler: distrusse l'URSS, perdendo circa 20 milioni di russi, il che è paragonabile alle perdite dell'URSS nella Grande Guerra Patriottica. I meriti dell'uomo sotto la cui guida l'URSS è diventata il paese più alfabetizzato del mondo, ha portato avanti l'industrializzazione e l'economia è arrivata al secondo posto nel mondo, ha resistito e ha vinto la guerra contro la non resa dei conti fascista, dalla lampadina Ilch alle centrali nucleari e ai voli spaziali - sono stati sostituiti dai meriti di uno dei suoi marescialli. Hanno eretto un enorme centro per il leader del colpo di stato del 1991 nella sua tenuta, i cui dipendenti stanno cercando di far passare il nero per bianco, non senza assistenza esterna. Una distorsione così spudorata e una distorsione della storia. In Cina, le storie sono incomparabilmente migliori, ed è comprensibile il motivo.
  5. Dukhskrepny Офлайн Dukhskrepny
    Dukhskrepny (VA) 10 luglio 2021 19: 05
    +3
    Dalla dichiarazione congiunta di Mao Zedong e Enver Hoxha "Nel compleanno di I. V. Stalin" del 21.12.1964 dicembre XNUMX:

    le azioni criminali di Krusciov e dei suoi scagnozzi avranno conseguenze a lungo termine, porteranno alla degenerazione e quindi alla distruzione dell'URSS e del PCUS ...
  6. Sergey Demin_2 Офлайн Sergey Demin_2
    Sergey Demin_2 (Sergey Demin) 10 luglio 2021 20: 09
    0
    Il Partito Comunista Cinese è stato in grado di fare ciò che l'URSS ha fallito

    un giornalista incompetente è subito visibile, studia meglio la storia prima di scrivere questo
    La svolta della Cina è associata alle tecnologie occidentali, al denaro e al mercato occidentale per le merci cinesi, e questo è diventato possibile dopo che gli occhi ristretti sono diventati nostri nemici negli anni '70 e '80, è stato sotto questo che l'attacco all'isola di Damansky era necessario per mostrare il Americani che sono loro, solo un'isteria antisovietica una volta, i nostri "fratelli" cinesi hanno consegnato il maggior numero di armi ai mujaheddin, ripeto più americani.
    senza l'occidente sono a zero anche adesso, tagliano la fornitura di microcircuiti, chiudono i mercati e basta
  7. lavoratore dell'acciaio 10 luglio 2021 20: 24
    +2
    Caro. Ci sono 4 di noi qui che hanno una visione ravvicinata dell'evento nella nostra storia. Perché allora non ci sosteniamo a vicenda? È così che il paese è stato rovinato, perché le persone oneste con le opinioni giuste hanno deciso che non era compito loro sostenersi a vicenda. E zaputintsy, a questo proposito, sono più amichevoli. In generale, siete tutti un plus da parte mia, per i pensieri giusti.
  8. Vladest Офлайн Vladest
    Vladest (Vladimir) 10 luglio 2021 20: 31
    +1
    I cinesi possono imparare dagli errori degli altri. Cosa non si può dire dell'URSS e del suo successore, la Federazione Russa.
  9. Nikolay Malyugin Офлайн Nikolay Malyugin
    Nikolay Malyugin (Nikolay Malyugin) 12 luglio 2021 06: 25
    +1
    Non so cosa accadrebbe alla popolazione di 1,5 miliardi di persone in un altro paese. Probabilmente, come in India, la differenza tra URSS e Cina è che in URSS tutto lo sviluppo è venuto dall'alto. La Cina, non solo ha dato parte del potere alle classi inferiori, ma ha anche condiviso con loro il suo destino. Certo, ci sono persone molto ricche in Cina. Ma c'è un rigido registro di proprietà statale. E per questa violazione di questo è punito nella misura massima consentita dalle leggi cinesi.
  10. istruttore di trampolino (Bazil Bazil) 13 luglio 2021 05: 39
    0
    A mio parere, è generalmente errato confrontare l'URSS e la RPC, poiché sono quantità incomparabili.
    Ci sono troppe differenze iniziali, il percorso storico è troppo diverso.
    Quindi questo è tutto: versare da vuoto a vuoto.