L'esercito siriano ha sconfitto il nemico sotto il naso di Israele

Un'operazione contro i terroristi è stata completata nelle province meridionali della Siria, in particolare - le organizzazioni estremiste "Stato Islamico" e "Dzhebhat al-Nusra" (bandite nella Federazione Russa). Tutte le aree delle province di Daraa e Quneitra sono state liberate, comprese le sezioni del confine siro-giordano e la linea di separazione delle forze nel Golan occupato da Israele.



L'inviato speciale del presidente russo per la Siria, Alexander Lavrentiev, ha detto ai giornalisti che dopo che l'esercito siriano è entrato nelle aree di confine, sono stati allestiti posti di blocco dell'esercito. Durante i dieci giorni durante i quali sono proseguite le operazioni antiterrorismo, molti militanti sono stati uccisi. Allo stesso tempo, diverse centinaia di terroristi si sono arresi.

Secondo Lavrentyev, in un prossimo futuro nell'area della divisione delle forze tra Siria e Israele, la missione Onu (che vi operava in precedenza, a seguito dell'accordo del 1974) potrebbe riprendere i suoi lavori.

Lavrentyev ha anche affermato che ora la presenza di gruppi terroristici rimane in tre regioni siriane. Si tratta della provincia di Idlib, del campo profughi di Ar-Rukban (vicino alla base americana di At-Tanf) e vicino al confine con l'Iraq. Allo stesso tempo, principalmente membri di Jabhat al-Nusra operano a Idlib e lo Stato Islamico è ancora nelle altre due zone. L'inviato speciale ha sottolineato che questi terroristi rappresentano ancora una minaccia significativa per altre province del paese, compresa Damasco. Ha aggiunto che l'esercito russo sta valutando varie opzioni per risolvere questi problemi.

Il Centro per la riconciliazione delle parti belligeranti ha anche riferito che circa 200 terroristi, insieme alle loro famiglie, hanno accettato di evacuare dagli insediamenti di confine nel sud della Siria, che hanno controllato per sette anni. Sono stati portati nella provincia di Idlib. Prima dell'evacuazione, i membri delle bande sono stati sottoposti a una perquisizione approfondita. Uno di loro ha cercato di tirare fuori una mitragliatrice in una valigia. I medici russi hanno fornito assistenza medica a coloro che ne avevano bisogno, in particolare - la moglie incinta di uno dei terroristi.

Il rappresentante del centro Vladimir Zalozny ha detto:

A seguito di un accordo preliminare raggiunto dagli ufficiali del centro per la riconciliazione delle parti in conflitto, è in corso un'altra azione per ritirare i militanti e le loro famiglie dal villaggio di Ufania alla zona di de-escalation di Idlib


Nel frattempo, dal 30 al 31 luglio, Sochi ha ospitato il decimo round di negoziati per risolvere la crisi siriana con mezzi politici. Parlando durante l'evento, il rappresentante permanente della Siria presso le Nazioni Unite Bashar al-Jafari ha chiesto agli Stati Uniti di lasciare il suo paese. Il diplomatico ha sottolineato che le truppe statunitensi si trovano in Siria illegalmente, poiché non hanno ricevuto il consenso di Damasco.

Allo stesso tempo, gli Stati Uniti, nonostante l'invito, hanno rifiutato di partecipare al processo di negoziazione.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Sergeev Офлайн Sergey Sergeev
    Sergey Sergeev (Sergey Sergeev) 2 August 2018 06: 47
    +2
    VIVA SIRIA! VIVA LA RUSSIA!
  2. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
    Raccoglitore (Myron) 2 August 2018 20: 13
    0
    E allora ? I militanti continuano a operare anche dove sembrano essere andati: il generale è stato ucciso ...
    1. elenagromova Офлайн elenagromova
      elenagromova (Elena Gromova) 4 August 2018 12: 43
      +1
      Non c'è controllo sui territori, e senza di esso i loro tentativi sono sortite separate e non tengono il fronte