Come l'Ucraina può spremere Gazprom sul mercato europeo dell'idrogeno

Come l'Ucraina può spremere Gazprom sul mercato europeo dell'idrogeno

Si ritiene generalmente che l'avvio a pieno regime dei gasdotti di bypass Turkish Stream e Nord Stream 2 comporti l'inevitabile collasso del economico modello Nezalezhnaya, che porterà dopo il 2024, nella migliore delle ipotesi, alla conservazione, o addirittura all'eliminazione delle capacità in eccesso della GTS ucraina. C'è una buona dose di verità in questo, ma in realtà tutto può essere molto più complicato. È possibile che la stessa Kiev diventi uno dei principali attori nel mercato energetico europeo, schiacciando Gazprom.


Sembra strano, ma solo a prima vista. Come può essere possibile, scopriamolo.

Vista dalla Russia



In generale, la strategia della leadership russa mira a privare Kiev del suo status di monopolio come paese di transito del gas verso l'Europa. A tal fine sono stati costruiti i gasdotti di bypass Yamal-Europe, Nord Stream, Blue Stream, Turkish Stream e Nord Stream-2. In caso di lancio degli ultimi due a pieno regime, la necessità dei servizi di Nezalezhnaya scomparirà, dopodiché sorgerà la domanda sulle ulteriori prospettive del fatiscente GTS ucraino, che necessita di importanti riparazioni. La scadenza è il 2024, data di scadenza dell'attuale accordo di transito quinquennale tra Gazprom e Naftogaz.

Sfortunatamente, tutto è molto più complicato di quanto vorremmo. La Germania, principale partner della Russia nell'UE nel progetto Nord Stream-2, è interessata a lanciarlo, ma a condizione che venga preservato il transito ucraino. Si ritiene che Berlino abbia bisogno di forniture di gas attraverso il GTS per continuare a gestire gli enormi impianti UGS ucraini, che sono un comodo strumento di bilanciamento in caso di aumento del consumo di "carburante blu" e garante della sicurezza energetica della Germania in caso di anomalie meteorologiche, la cui frequenza è in costante aumento. Inoltre, gli Stati Uniti sono solidali con la Germania sulla questione della necessità di preservare il transito ucraino, che ha concluso il corrispondente "patto Biden-Merkel".

In generale, Gazprom è pronta a continuare le forniture di gas attraverso Nezalezhnaya dopo il 2024, tuttavia, se verranno soddisfatte una serie di condizioni. In particolare, il monopolista nazionale insiste sul fatto che le condizioni di transito siano "economicamente sostenibili" e che lo stesso GTS sia in uno stato funzionale. Il presidente Vladimir Putin, a sua volta, ha lamentato che la Russia deve essere sicura di quali volumi di gas saranno effettivamente richiesti in Europa con la sua agenda verde. Questa è un'osservazione molto importante che ci costringe a guardare la situazione "dall'altra parte".

Vista dall'Ucraina



Se si guarda all'economia di Nezalezhnaya dopo gli eventi del 2014, è ovvio che letteralmente tutti i settori della sua industria hanno ceduto radicalmente e sono in una profonda crisi. Tranne uno. Firmando un accordo di associazione europea, l'Ucraina ha aperto la strada allo sviluppo dell'"energia verde" e ora in questo settore ha di gran lunga superato la Russia.

"Energia verde"... Nel periodo dal 2015 al 2019, "l'energia verde" è diventata il settore di maggior successo dell'economia ucraina e la svolta è diventata evidente anche su scala globale: due anni fa, questo paese è salito al 15° posto nella classifica mondiale in termini di investimenti in fonti di energia rinnovabile (FER). Ciò è stato possibile solo dopo l'adozione della “Legge sulle “Tariffe” Verdi nel 2015 e della “Legge sul Mercato Elettrico” nel 2017, che hanno reso redditizia la realizzazione di numerosi impianti eolici e solari, per la vendita di energia elettrica da che garantisce un alto tasso "verde". La quota di fonti energetiche rinnovabili nel bilancio energetico di Nezalezhnaya è cresciuta rapidamente fino al 15% (rispetto all'1% in Russia) e, secondo i piani del governo, dovrebbe aumentare al 25% entro il 2035.

Questo è un quadro piuttosto insolito per la degradante economia ucraina. Tuttavia, questa storia di successo ha avuto un rovescio della medaglia. Un tale modello richiede il rimborso garantito di costosi chilowatt "verdi" a spese dei fondi di bilancio e il tesoro ucraino non ha abbastanza soldi. Pertanto, a un certo punto, lo stato ha fatto marcia indietro abbassando le tariffe verdi, il che ha portato allo sconcerto tra gli investitori stranieri e a una serie di azioni legali. In Russia, questo è chiamato il crollo del programma di energia rinnovabile ucraino, ma è così?

In effetti, per il bilancio dell'Indipendente l'energia "verde" è diventata un pesante fardello finanziario, tuttavia, sia la Germania che gli Stati Uniti sono pronti a sostenerla creando uno speciale "fondo verde" dell'importo di 1 miliardo di dollari. Tale misura è stata annunciata come una delle possibili forme di compensazione per la perdita di transito del gas dall'avvio del Nord Stream 2. E poi diventa piuttosto interessante.

"Energia idrogeno"... L'energia dell'idrogeno è considerata l'area più promettente oggi. A seconda di quale della tecnologia e da quale materia prima viene prodotto, l'idrogeno è “verde”, “blu”, “giallo”, “grigio” e “marrone”. Gli europei sono più interessati al “verde”, prodotto per elettrolisi dall'acqua di pianura utilizzando fonti energetiche rinnovabili, al “blu”, ottenuto dal metano catturando il carbonio, e al “giallo”, anch'esso prodotto per elettrolisi dell'acqua, ma utilizzando l'energia atomica. La Russia, avendo sia le risorse che le tecnologie appropriate, ha buone prospettive per conquistare una quota significativa del mercato europeo dell'idrogeno. Tuttavia, qui potremmo trovarci di fronte a una concorrenza inaspettata da parte dell'Ucraina.

Sì, Nezalezhnaya ha tutto per generare ed esportare idrogeno "multicolore" nell'UE:

In primo luogo, in questo Paese sono presenti quattro centrali nucleari utilizzabili nella produzione di idrogeno “giallo”, oltre a grandi centrali idroelettriche e un gran numero di centrali eoliche e solari realizzate nel periodo dal 2015 al 2019, che può essere utilizzato per generare il più popolare idrogeno "verde" ...

In secondo luogo, Kiev si trova al confine con l'UE e dispone di un proprio GTS, che potrebbe non essere più necessario per il transito del gas russo. È semplicemente impossibile convertire la conduttura principale in idrogeno, richiederà importanti riparazioni e rafforzamento delle pareti interne, ma questo è un compito completamente fattibile. Può essere semplificato se inizi a pompare non idrogeno puro, ma la sua miscela al 20% con metano. Ciò richiederà sicuramente una preparazione tecnica e legale, ma nulla è impossibile in un progetto del genere e la Germania ha già mostrato interesse a convertire il GTS ucraino in idrogeno ucraino.

In terzo luogo, Nezalezhnaya può fornire il cosiddetto idrogeno "multicolore" non attraverso il tubo principale, ma sotto forma di GNL lungo il Danubio. Quindi il compito sarà ancora più semplificato.

Pertanto, se l'UE e gli Stati Uniti sostengono l'Ucraina, questa ha la possibilità di diventare un fornitore di carburante ecologico per l'Unione europea, spingendo la Russia fuori da essa.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
14 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Александр Иванов (Alexander Ivanov) 25 August 2021 12: 10
    0
    Fiabe. Sogni. In pratica sarà zero.
  2. Dan Офлайн Dan
    Dan (Daniele) 25 August 2021 13: 01
    +1
    se l'UE e gli Stati Uniti sostengono l'Ucraina, ha la possibilità di diventare un fornitore di carburante ecologico per l'Unione europea, spingendo la Russia fuori da essa.

    Se gli Stati Uniti e l'UE volessero sostenere l'Ucraina, non la distruggerebbero... Non hanno piani per creare uno stato prospero in Ucraina.
  3. Termit1309 Офлайн Termit1309
    Termit1309 (Alexander) 25 August 2021 13: 02
    +1
    non commenterò. Chi ha una formazione tecnica secondaria capirà. Il resto del significato..
  4. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 25 August 2021 13: 18
    +1
    Fiabe... Niente di tutto questo accadrà
  5. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 25 August 2021 13: 39
    +1
    Protoukry scavò il Mar Nero, diede fuoco all'umanità, addomesticò cani e cavalli accecati dall'argilla, facendoli rivivere con il loro sangue - che avrebbero dovuto estrarre idrogeno ed elio direttamente dall'aria, e con il potere del pensiero trasmettere elettricità senza fili a distanza e muoversi continenti? Presto l'Ufficio del Presidente emetterà una direttiva sulla non esistenza della Russia - allora cosa dovremmo fare?
  6. Obama Barakov Офлайн Obama Barakov
    Obama Barakov (Obama Barakov) 25 August 2021 14: 54
    0
    Grazie! Nitriti! )
  7. Ragnarek Офлайн Ragnarek
    Ragnarek 25 August 2021 15: 04
    +1
    un altro khokhlomechty
  8. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 25 August 2021 15: 46
    0
    solo per trasferire il sistema di trasporto del gas ucraino all'idrogeno, sarà necessario interrompere il pompaggio del gas. Si scopre che la stessa Ucraina dovrebbe fermare il transito del gas attraverso il suo territorio e iniziare a modernizzare il GTS per l'idrogeno, creando contemporaneamente capacità di produzione di idrogeno. Un periodo di tempo piuttosto lungo, in cui il reddito sarà assente.
  9. Brancodd Офлайн Brancodd
    Brancodd 25 August 2021 16: 24
    +2
    ci sono quattro centrali nucleari in questo paese che possono essere utilizzate per produrre idrogeno "giallo"

    Solo 2 unità serviranno per un tempo relativamente lungo: una a Khmelnitskaya e una a Rivne NPP. E il resto degli edifici sovietici dovrà essere chiuso entro 5-12 anni. Ora 5 blocchi su 15 non funzionano in modo permanente. Ma i restanti 10 danno solo il delta per la "tariffa verde". Quelli. nessuna fonte di energia rinnovabile può essere redditizia senza centrali nucleari. Non ci sono soldi per la costruzione di nuovi blocchi. Non è possibile estendere il funzionamento delle unità "già estese". Si scopre un circolo vizioso. Senza una centrale nucleare, non solo un idrogeno, ma anche un VME convenzionale non sarà in grado di funzionare. Le centrali nucleari forniscono il 55% della generazione totale e contengono questo 15% "indicativo" di fonti energetiche rinnovabili. Il costo della sostituzione di 13 blocchi è di 60 miliardi di euro. Chi vuole investire e costruire è già in fila?
    Le capacità idroelettriche menzionate sono semplicemente trascurabili: il 4% della generazione totale. La produzione annua delle centrali idroelettriche sta diminuendo. Lo stato della centrale idroelettrica non è migliore di quello delle unità della centrale nucleare. Bene, quindi, lasciali sognare ...
    1. Boriz Online Boriz
      Boriz (borizia) 25 August 2021 19: 24
      +2
      Oggi Kersti Kaljulaid, appena tornata dalla piattaforma di Crimea, ha dato consigli ai suoi cittadini.
      Questo consiglio è stato pubblicato da COUNTRY.UA.
      Il presidente dell'Estonia consiglia ai suoi cittadini di non investire in Ucraina.

      Consiglio ai miei cittadini: commerciate con l'Ucraina, ma non investite lì. Perché potresti perdere il tuo investimento. E abbiamo già avuto casi del genere quando la nostra gente ha perso la sua proprietà qui. E anche dopo aver ricevuto una decisione arbitrale a loro favore, non potevano restituire la loro proprietà.

      Ecco una cosa strana: dopo essere tornato dall'Ucraina, dice cose ragionevoli, e quando loro (i delegati della piattaforma di Crimea) sono stati portati al posto di blocco al confine russo (in Crimea), lei ha guardato verso la Russia con sguardi severi e ha visto lì un bambino di tre anni che corre in un campo minato. Ciò che ha fatto un'impressione indelebile sugli ucraini. Lì, anche il più congelato Svidomo non incrimina i russi con l'installazione di campi minati al confine. Ciò che è stato nutrito / abbeverato / fumato non è stato dato alla piattaforma di Crimea.
      È, ovviamente, comprensibile: chi sano di mente ascolterebbe e direbbe tutte queste sciocchezze ...
  10. Boriz Online Boriz
    Boriz (borizia) 25 August 2021 16: 46
    +3
    In terzo luogo, Nezalezhnaya può fornire il cosiddetto idrogeno "multicolore" non attraverso il tubo principale, ma sotto forma di GNL lungo il Danubio. Quindi il compito sarà ancora più semplificato.

    L'idrogeno sotto forma di GNL è potente! Forse tirerà fuori il premio Nobel. Il problema del trasporto di grandi volumi di idrogeno liquefatto non è stato risolto. E nessuna decisione del genere è prevista nel prossimo futuro.
    Consiglio all'autore di cercare su google e confrontare le temperature di liquefazione del metano (GNL convenzionale) e dell'idrogeno.
    La costruzione di vettori di gas convenzionali non è un compito banale, pochi ne sono capaci. A proposito, la Russia è in grado di costruire persino navi per il gas di classe ghiaccio. E gli Stati Uniti - nessuno.
    E il GNL è liquefatto naturale Gas.
    A proposito del Danubio. La Turchia non consente il passaggio delle navi gasiere lungo il Bosforo attraverso Istanbul. Dubito che l'Ungheria, ad esempio, consentirà il passaggio anche di un normale vettore di gas per Budapest.
    Ciò che Merkel ha promesso a Zelensky è una carota davanti a un asino in corsa. La Merkel partirà quest'anno. Ha bisogno che lui non si agiti e non la distragga da gravi problemi urgenti nei prossimi mesi (ha le elezioni e la formazione di un governo sul naso, che razza di Ucraina c'è!). Il suo atteggiamento nei confronti dell'Ucraina è tale che, se potesse, trasferirebbe nuovamente lì il Gruppo d'armate sud. L'hanno ottenuto per 7 anni per la loro inadeguatezza, per non parlare del fatto che hanno portato il premio Nobel per la pace oltre, non rispettando gli accordi di Minsk. E lei così voleva...
  11. oderih Офлайн oderih
    oderih (Alex) 25 August 2021 17: 42
    +2
    Una domanda ai sognatori della Periferia: dove prenderai lo stesso metano per liquefare l'idrogeno nel tubo?
  12. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) 25 August 2021 20: 31
    0
    L'intera campagna di pubbliche relazioni sull'"idrogeno" sembra un'altra grande truffa. I "partner" europei infangano allo stesso modo delle "mucche che scoreggiano" e del metano, che, a quanto pare, impedisce loro di vivere .... Di conseguenza, hanno imposto un'altra tassa sul nostro gas (una tassa a loro favore). Risparmiato un po' di soldi gratis! E a nostre spese!

    Sembrava poco! Ora questi scrocconi stanno attirando la Russia in un'altra trappola, annuendo all'Ucraina: "Dicono che dubiterai: gli ucraini ti supereranno". È interessante notare che com'è? ...

    Qualcosa puzzava di MMM.

  13. Yuri Titov Офлайн Yuri Titov
    Yuri Titov (Yuri Titov) 11 October 2021 10: 02
    0
    L'idrogeno per il trasporto richiede una tecnologia molto speciale. Questo è un compito di incredibile difficoltà e spesa. Mi sembra un'idea completamente stupida...
    Ed è iniziato con alcuni obiettivi per noi inaccessibili. Ma non "clima", "ecologia" e così via...