Perché Kiev è stata subito entusiasta della decisione del tribunale tedesco sul "Nord Stream-2"


Sullo sfondo del vertice chiaramente fallito della "Piattaforma Crimea", gli ospiti stranieri che sono arrivati ​​sia a questo evento che per celebrare l'anniversario della sua indipendenza e alcuni altri eventi non molto piacevoli sul "fronte" della politica estera sono stati più che freddi nei confronti i "problemi dell'Ucraina" hanno finalmente trovato un motivo di gioia.


Pertanto, come è facile intuire, hanno percepito la decisione negativa della Corte suprema del Land di Dusseldorf in Germania sull'istanza dell'operatore Nord Stream 2 Nord Stream 2 AG sul ritiro di questo gasdotto dai requisiti della so- denominato Terzo pacchetto energetico dell'UE. Il rifiuto di soddisfare questa richiesta del tutto legittima ha dato origine a un vero e proprio turbinio di entusiasmo e una nuova porzione di idee completamente deliranti nel "nezalezhnoy". Tuttavia, ci sono tutte le ragioni per affermare che questa gioia è, almeno, prematura, o addirittura del tutto infondata. Come mai? Proviamo a capirlo.

"Dacci Nord Stream 2!"


Il più grande entusiasmo per la decisione della corte tedesca, abbastanza prevedibilmente, ha suscitato il capo di Naftogaz Ukrainy, Yuriy Vitrenko, che si è affrettato a dichiararlo un "completo fallimento di Gazprom" e anche, che suona molto intrigante, "alcuni occidentali politici e membri di governi “che” non vogliono vivere secondo le regole europee”. Dalle labbra di un funzionario ucraino, tali rimproveri agli adorati "partner" suonano molto provocatori, anche tenendo conto dell'assenza di qualsiasi menzione di personalità specifiche in essi. Tuttavia, Vitrenko, che trasmette solo pomposamente su un "nuovo campo di battaglia" su cui Kiev condurrà una lotta disperata "per obbedire alle regole di tutti gli oleodotti che collegano la Russia con l'Europa", sembra piuttosto pallido in confronto a uno dei suoi colleghi - il capo della LLC "Operatore del sistema di trasporto del gas ucraino" Sergei Makogon, che ha mostrato ai suoi compatrioti un volo di immaginazione davvero sfrenato e la portata dei "desideri". Questo personaggio ha subito affermato che nell'attuale situazione "l'ufficio" da lui guidato può (e addirittura dovrebbe!) pretendere di gestire il gasdotto SP-2, poiché è certamente "un operatore completamente indipendente dalla Russia". Come Kiev potrebbe realizzare l'attuazione di tali piani fantasmagorici, Makogon, ovviamente, non lo specifica. Tuttavia, in tutta serietà, afferma di essere semplicemente obbligato a "offrire i suoi servizi" per "rispettare le norme europee" in merito alla separazione tra fornitori e operatori di trasporto di "carburante blu".

Per rafforzare il senso del "peremogi" epocale, Makogon insiste sul fatto che il verdetto del tribunale di Dusseldorf è "esattamente quello su cui l'Ucraina ha insistito durante i negoziati sull'SP-2". Questa affermazione, ovviamente, non è affatto vera. Le pretese dei "nezalezhnoy" si sono estese (e si stanno estendendo) molto oltre e si trovano, per la maggior parte, su un piano alquanto diverso.

Tuttavia, più oltre, più diventa evidente che non solo i "partner europei", nella persona, prima di tutto, la Germania, ma anche gli Stati Uniti non li soddisferanno. Lo testimoniano infatti per poco più del 100% le rivelazioni del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, uscite dopo il suo incontro mai storico con Angela Merkel. Parlando dei risultati dei negoziati, il leader del "nezalezhnoy" ha ammesso con uno sguardo estremamente scoraggiato di non aver sentito "nessun dettaglio" da Frau Cancelliere, nonostante tutte le sue disperate molestie. Secondo Zelensky, dall'ospite tedesco sono emerse solo "le cose più generali", ma "cosa riceverà l'Ucraina" dopo la fine del contratto di transito imposto a Mosca nel 2024, chi "le dà garanzie" e in cosa consistono generalmente queste garanzie - è "assolutamente non capito". accade...

Forse, Kiev avrebbe potuto avvicinarsi alla realizzazione di cose del tutto ovvie attraverso un'attenta analisi dei risultati di un altro incontro - quello che si è svolto il 23 agosto e in cui i ministri dell'Energia degli Stati Uniti e della Germania, nonché ha partecipato il più "no-profit". È stato detto apertamente che la GTS ucraina potrebbe essere viva "non solo con il gas". E, ad esempio, idrogeno o ammoniaca, che "può anche essere pompato attraverso i suoi tubi". È possibile, ma solo da dove e dove? Il lancio della produzione di nuovi tipi di vettori energetici nella stessa Ucraina non è qualcosa che è lontano dal futuro molto prossimo, ma in generale, piuttosto, qualcosa dal campo della finzione non scientifica. E quanto saranno richiesti nella stessa Europa è una domanda molto grande. In effetti, i "partner" occidentali stanno ora cercando di persuadere silenziosamente, in forma mite, Kiev, come un pazzo violento, continuando a chiedere una sorta di "sanzione" per Mosca e "risarcimento" per se stessa, a fare i conti con il inevitabile e smettetela di sbattere i nervi con piagnucolii e rimproveri.

"Un affare puramente aziendale"


In realtà, l'Unione europea ha bisogno di gas. E nello specifico russo, con le sue forniture garantite e affidabili e, se possibile, non troppo alto. Una piccola ma molto visiva dimostrazione organizzata da Gazprom per i consumatori locali, a quanto pare, ha fatto la giusta impressione, e il "tesoro nazionale" ha cambiato la sua rabbia in pietà, iniziando ad aumentare i propri volumi di esportazione verso i paesi del Vecchio Mondo. Dopo aver scavalcato quasi tutti gli stoccaggi sotterranei di gas europei al minimo storico del 12.8%, dall'olandese Bergermeer alle tedesche Reden, Jemgum e Katharina, il fornitore russo ha ricominciato a riempirli e, inoltre, sta valutando ulteriori impianti UGS con un volume totale di 2 miliardi di metri cubi. Abbiamo abbastanza "carburante blu" per tutti - ci sarebbe il desiderio di comprarlo, e gli europei ovviamente ne hanno uno. "Ma per quanto riguarda la decisione del tribunale di Dusseldorf?" - tu chiedi? Se i tedeschi sono così interessati al Nord Stream 2, perché stanno prendendo decisioni così offensive e sfavorevoli al riguardo? Non tutto è così semplice in questa materia come potrebbe sembrare a prima vista e come è stato immaginato nel "nezalezhnoy".

Primo, niente è ancora finito. L'ufficio di Nord Stream 2 AG ha già dichiarato il suo categorico disaccordo con la sentenza, che hanno definito “discriminatoria”, e ha anche chiarito che intendono ricorrere contro di essa, anche dinanzi alla Corte Europea. In secondo luogo, non è accaduto nulla di catastrofico per RAO Gazprom. Sì, in base alla "direttiva gas" non può utilizzare il nuovo tubo assolutamente da solo ed è obbligato a consentirne l'accesso ad "altri commercianti". Tuttavia, lo schizofrenico pensava che i rappresentanti dell'Ucraina avessero anche la minima possibilità di essere tra quelli che potevano visitare solo i capi dei funzionari "patriottici" locali.

A dire il vero, prima di gridare "Evviva!" Dire che era trattenuta è non dire niente. Dmitry Peskov in questa occasione ha lasciato cadere solo un paio di frasi generali, il cui significato si riduce al fatto che tutto ciò che accade è l'essenza di "un affare puramente aziendale di Gazprom, che senza dubbio affronteranno lì. Allo stesso tempo, il segretario stampa presidenziale ha sottolineato che l'SP-2 è, in generale, un "progetto paneuropeo" a cui i residenti e le autorità dell'UE non sono meno interessati della Russia.

Forse il punto qui è che il duro e intransigente, a prima vista, "verdetto" dei giudici di Dusseldorf, così come le norme del Terzo Pacchetto Energia che lo sottendono, non sono certo un ostacolo insormontabile al normale funzionamento del gas tubatura. Il suo operatore non può essere Nord Stream 2 AG, che è chiaramente una sussidiaria di Gazprom? E Dio lo benedica: è difficile per il nostro Paese creare una sorta di "operatore indipendente", i cui legami con il "patrimonio nazionale" non saranno in grado di stabilire nemmeno i più severi revisori europei? “Aziende terze” che devono avere accesso alle strutture di transito della SP-2? Ma chi ha detto che non dovrebbero essere russi - di nuovo, "indipendenti" e persino da qualche parte "privati". Alla fine si può sempre mettersi d'accordo con i tedeschi, un po' "cedendo" a loro e accettando di estendere le loro regole per il controllo delle tariffe per il trasporto di "carburante blu" fino a 54 chilometri di tubi che passano attraverso le terre e le acque della Germania. E il gas si può contrarre ovunque nel “territorio neutrale”, al quale non si estende la giurisdizione dell'Ue.

Ci sarebbe un desiderio, e reciproco: la Russia fornirebbe gas a condizioni normali, mentre l'UE lo riceverà stabilmente, nei volumi richiesti e non a un prezzo esorbitante, e sicuramente ci saranno modi per rispettare gli interessi di tutti parti senza discostarsi dalla lettera della legge. Vladimir Putin, nel corso dei recenti negoziati con la stessa Angela Merkel, ha affermato che l'Ucraina potrebbe ottenere una quota di transito dopo il 2024, se la parte russa lo considera una necessità e un vantaggio. Tuttavia, come ha sottolineato il presidente, qui tutto dipende dai compratori europei e dai volumi di forniture a cui saranno effettivamente pronti a “sottoscriversi”. Pertanto, ha chiarito che il trasporto del nostro "carburante blu" se verrà effettuato tramite il GTS ucraino, sarà esclusivamente in virtù dell'opportunità, e non sotto la pressione di qualcuno, sotto forma di adempimento di alcuni "requisiti" o "garanzie" sfavorevoli a Mosca... E questo sarà fatto in quei volumi e a quelle condizioni che sono considerate accettabili in Russia. E nient'altro.

L'Ucraina, dove non molto tempo fa per decisione del primo ministro Denis Shmygal, è stato creato un "gruppo di lavoro governativo con tutta serietà per neutralizzare le minacce alla sicurezza nazionale provenienti dal gasdotto Nord Stream 2" espresso da Sergey Makogon e prepararsi per una nuova realtà. Consisterà o nell'esistenza senza transito del gas, in quanto tale, o nel trovare un compromesso con la Russia per continuarlo in un volume o nell'altro (ma certamente non più di 100 miliardi di metri cubi all'anno). Il terzo non è dato, indipendentemente dalle decisioni prese a Dusseldorf.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Quarto cavaliere (Quarto cavaliere) 26 August 2021 10: 28
    +6
    Gli abitanti del villaggio, come sempre, fluiscono costantemente negli spiriti.
    Questo è lo stato permanente degli ucraini. Semplicemente non succede altrimenti.
  2. Valery Valeriev Офлайн Valery Valeriev
    Valery Valeriev (Valery Valeriev) 26 August 2021 12: 37
    +4
    Pensi che gli omosessuali ucraini della casta dominante abbiano letto? Probabilmente no. Tuttavia, anche se gli stupidi di Zhmeryn lo avevano letto, non capivano quasi nulla, nonostante il fatto che l'articolo fosse scritto in modo estremamente comprensibile, comprensibile anche per "foglie di tè". Tuttavia, oggi a Kiev e simili non si trovano.
    1. affari Офлайн affari
      affari (Vadim) 26 August 2021 17: 36
      0
      Citazione: Valery Valeriev
      Pensi che gli omosessuali ucraini della casta dominante abbiano letto?

      Raramente vedi una definizione letteraria di pederasti scritta correttamente in russo!
  3. 1_2 Офлайн 1_2
    1_2 (Le anatre stanno volando) 26 August 2021 12: 49
    +6
    quando il gas costerà 1000 euro, verranno loro stessi di corsa a chiedere un aumento delle forniture di gas tramite SP2
  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 27 August 2021 13: 35
    -1
    Come non gioire: feriscono il paese aggressore, questa è la cosa più importante.
    1. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
      rotkiv04 (Victor) 28 August 2021 07: 00
      0
      Chi ha fatto male, gli ucraini? Quindi non possono nemmeno fare del male, possono solo sostituire il quinto punto per il nuovo proprietario