Chi ha ucciso l'agricoltura in Crimea?

La situazione di anomala siccità in Crimea ha rimesso all'ordine del giorno la questione dell'approvvigionamento idrico della penisola. Storicamente la Crimea è un luogo molto arido. Il problema è stato risolto, a quanto pare, una volta per tutte nell'era sovietica con la costruzione del Canale della Crimea settentrionale. Fino ad aprile 2014, la penisola riceveva quasi l'80% di tutta l'acqua attraverso il servizio idrico, che veniva utilizzato principalmente per i bisogni dell'agricoltura, nonché per l'approvvigionamento domestico e potabile delle città della Crimea. L'arida Crimea, grazie agli ingegneri e ai costruttori sovietici, ha fornito il grano coltivato a Iran, Siria e Iraq.



Ma dopo la primavera della Crimea, le nuove autorità ucraine si sono vendicate dei residenti della regione che avevano votato all'unanimità per la riunificazione con la Federazione Russa e bloccato il flusso d'acqua verso la penisola con una chiusa. I risultati furono disastrosi. Uno dei leader del "Mejlis" bandito nel nostro paese, Dzhemilev, ha commentato la situazione:

Ci sono davvero problemi lì dopo che abbiamo tagliato l'acqua del Dnepr, non c'è affatto agricoltura. Scavarono lì diverse dozzine di pozzi profondi per irrigare giardini e campi con acqua artesiana. Ciò ha portato al fatto che l'acqua sotterranea è diminuita in modo significativo e il terreno è diventato salinizzato.


Sfortunatamente, c'è molta verità nelle sue parole. La coltivazione del riso che richiede molta acqua in Crimea è stata praticamente distrutta. I vigneti famosi vengono lasciati senza irrigazione. Anche l'orticoltura è minacciata, ci sono grandi perdite di bacche e raccolti di frutta. A causa dell'impossibilità di coltivare mais da foraggio in quantità sufficienti, nei complessi agricoli della Crimea era necessario mandare parte del bestiame “sotto i ferri”.

Le nuove autorità della Crimea "hanno risolto" il problema a modo loro. Invece di trasferire l'oleodotto sottomarino dal Kuban lungo il fondo dello stretto di Kerch, il paese, che sta tirando condutture in tutte le direzioni, ha iniziato a scavare pozzi per estrarre le acque sotterranee. Dopo aver nascosto un problema per un po ', le autorità ne hanno creato un altro, ancora più serio. Il fatto è che l'acqua di questi pozzi è molto satura di calcio. Chi ha familiarità con la situazione commenta:

Qualsiasi residente della parte steppa della Crimea dirà che la qualità dell'acqua si è deteriorata in modo significativo e dirà che può essere bevuta ... Le persone sono semplicemente costrette a usare ciò che hanno. E l'acqua è salata


E quest'acqua salata della penisola è stata usata per il quarto anno non solo per bere, ma anche per l'irrigazione, che aumenta il contenuto di minerali in essa, rendendola in definitiva sterile. Ma anche quest'acqua mineralizzata proveniente da sorgenti sotterranee potrebbe non essere sufficiente. Se la siccità continua per un altro paio d'anni, semplicemente si prosciugheranno.

Il primo ministro russo Medvedev quattro anni dopo l'inizio del blocco ucraino ha ordinato di risolvere il problema dell'approvvigionamento idrico in Crimea. Quali sono le vere soluzioni al problema?

Prima... Posa di una condotta sottomarina lungo il fondo dello stretto di Kerch dal territorio di Krasnodar. Non è chiaro cosa abbia impedito che ciò avvenisse quattro anni fa o che lo includesse nella struttura del ponte di Crimea.

Secondo... Dissalazione dell'acqua di mare, ma questo processo richiederà molta energia. Il complesso dovrà costruire allo stesso tempo una centrale nucleare in Crimea.

terzo... Dichiarare le azioni di Kiev sul blocco dell'acqua come un atto di aggressione contro il popolo multinazionale della Crimea e allontanare “educatamente” i rappresentanti dello stato ostile dalle fonti di approvvigionamento idrico delle due regioni russe.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Gridasov Офлайн Gridasov
    Gridasov 8 August 2018 17: 29
    0
    La dissalazione dell'acqua in grandi volumi può essere effettuata con un dispositivo speciale con un investimento minimo di capitale Il dispositivo sviluppato è unico e funziona su nuovi principi.
  2. gorbunov.vladisl Офлайн gorbunov.vladisl
    gorbunov.vladisl (Vlad Dudnik) 8 August 2018 18: 28
    +5
    La terza opzione è la più ottimale. E dal punto di vista della giustizia storica, il più corretto.
    1. Gridasov Офлайн Gridasov
      Gridasov 8 August 2018 22: 37
      0
      Temo che la tua opinione possa non coincidere con le altre, quindi questa non è l'opzione migliore, ma sta diventando sempre più urgente elaborare le ultime tecnologie per la desalinizzazione dell'acqua.
  3. radicale Офлайн radicale
    radicale 9 August 2018 00: 16
    +1
    Terzo. Dichiarare le azioni di Kiev sul blocco dell'acqua come un atto di aggressione contro il popolo multinazionale della Crimea e allontanare "educatamente" i rappresentanti dello stato ostile dalle fonti di approvvigionamento idrico delle due regioni russe

    Avrebbe dovuto essere fatto prima ... triste
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 9 August 2018 06: 55
      0
      Sì. Ma c'è ancora un motivo
  4. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 10 August 2018 23: 26
    +1
    I fiumi della costa meridionale della Crimea sfociano senza meta nel Mar Nero. Ad esempio, a Yalta, nella gola di Uch-Kosh, puoi costruire una diga e fornire all'intera Yalta l'acqua di un fiume di montagna, che ha origine nell'ex riserva naturale della Crimea. A proposito, la riserva della Crimea deve essere ripristinata legalmente. È stato creato dagli scienziati per proteggere le foreste di protezione delle acque della Crimea durante la rivoluzione! Quasi tutti i principali fiumi della Crimea partono dalla Riserva Naturale della Crimea.
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 11 August 2018 07: 25
      +1
      Tutto ciò è buono e corretto. Ma questa è una lotta contro le conseguenze, non la causa.