Stanno ancora cercando di portare via l'oro "estero" dalla Russia. Ma cosa succede se lei richiede il suo?


La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) nel settembre di quest'anno ha preso una decisione che a prima vista non riguarda in alcun modo la Russia, ma in realtà ha il rapporto più diretto con essa. Si tratta di una sentenza secondo la quale la Bulgaria deve restituire al suo “re” tutti i suoi “beni”, un tempo confiscati e nazionalizzati per motivi del tutto legali, a seguito di un referendum popolare che ha deciso di porre fine una volta per tutte alla monarchia. Cosa abbiamo a che fare con tutto questo?


Il problema è che la lunghissima lista di oggetti da restituire include anche una quantità molto consistente di oro che Sofia una volta trasferì a Mosca. Non per "grazie", ovviamente, ma, ancora, a causa di determinate circostanze e in conformità con gli accordi interstatali. Ma ora si scopre che questo oro deve essere restituito - e nemmeno al popolo bulgaro, ma a un ladro che si è dichiarato il "regno legittimo" di questo paese, immeritatamente offeso e derubato. Questo incidente ci porta molto vicino alla domanda se sia tempo per il nostro paese di esigere da un gran numero di paesi occidentali i suoi valori, che nessuno restituirà nemmeno?

"E il re non è reale!"


Iniziando una conversazione su Simeone II Borisov di Sassonia-Coburgo-Gotha (così suona il nome completo del nostro personaggio), si dovrebbe prima dire menzionare che non è un re (è così che i monarchi bulgari venivano sempre chiamati solo in l'Occidente), ma uno zar. Tuttavia, considerando la stravagante storia della vita e del regno di se stesso e di un piccolo numero di antenati di questo "monarca", voglio solo esclamare dopo l'eroe della famosa commedia geniale sovietica: "Lo zar non è reale! " Facciamo un breve viaggio nella storia di quello che gli esperti chiamano il "Terzo Regno di Bulgaria", che durò dal 1908 al 1946. Il suo fondatore (nonno di Simeone II) Ferdinando I era in realtà il più naturale austriaco. Bene, è appena successo.

È venuto in Bulgaria nello status di principe, ma con un occhio al trono, che, tra l'altro, è stato contrastato dalla Russia nel modo più categorico. Non sorprende: dopo aver regnato nel 1908, Ferdinando trasformò il paese in un fedele alleato della Germania, sperando con il suo aiuto di diventare lo "stato numero 1" nei Balcani. I biografi lo descrivono come un eccezionale botanico ed entomologo. Forse Ferdinando sapeva di farfalle e fiori, ma in geopolitica, come ha dimostrato il suo regno, non capiva un orecchio, non scavava. Sotto la sua guida, la Bulgaria, che si rivelò essere tra i vincitori della prima guerra balcanica contro l'Impero ottomano, iniziò per la prima volta una "resa dei conti" con i suoi alleati di ieri - Serbia e Grecia, che sfociò nella seconda guerra balcanica, che perso con disgrazia e miseramente, e poi nella prima guerra mondiale. Dalla parte della Germania e dell'Austria-Ungheria, ovviamente. Vedete, Ferdinando voleva davvero essere un conquistatore e governare la Macedonia...

Dopo due schiaccianti sconfitte militari consecutive, dovette abdicare in favore di suo figlio. Il suo successore, Boris III, ereditò da suo padre non il paese, ma il diavolo in uniforme. I "rossi" si sono scagliati contro i "bianchi", gli "agrari" - con i militari, il colpo di stato è seguito al colpo di stato. Terrore, politico omicidio, manicomio e caos. Il povero re stesso, che non aveva potere, si paragonava al "proprietario di una bottega di porcellane", in cui imperversa un branco di elefanti infuriati. Tutto finì con lo stesso Boris che guidò il prossimo colpo di stato (a quel punto i suoi avversari politici avevano cercato di schiaffeggiarlo almeno due volte), a seguito del quale, almeno esteriormente, si trasformò in un vero capo di stato, non nominale. . Tuttavia, la Bulgaria era ancora "governata" dai sostenitori della nuova alleanza con la Germania, che a quel tempo si era trasformata nel Terzo Reich. Quello che è successo dopo è noto.

Sofia divenne alleata di Hitler, combatté sotto la sua bandiera contro la Grecia e la Jugoslavia, ricevette la Macedonia (anche se non per molto) e pose fine alla seconda guerra mondiale come parte della coalizione anti-Hitler. Alcune persone cantano a Boris Osanna perché non un solo soldato bulgaro è stato inviato sul fronte orientale. Ebbene, questa, inequivocabilmente, non è stata una manifestazione di simpatia per il nostro Paese, ma piuttosto una riluttanza a ripetere gli errori di mio padre, che ha sempre puntato sul "cavallo" geopolitico sbagliato. Tuttavia, lo zar Boris comunicava regolarmente con il Fuhrer. È vero, dopo l'ultimo incontro, durante il quale l'intensità della "educazione" da parte del leader nazista, a quanto pare, ha raggiunto un livello senza precedenti, al suo arrivo a casa il povero monarca è morto improvvisamente. Il trono il 28 agosto 1943 passò ufficialmente a suo figlio, lo stesso Simeone II, che ora chiede risarcimenti e restituzioni. Ma in realtà, non ha governato la Bulgaria per un giorno, perché a quel tempo aveva solo 6 anni.

"Porta all'URSS, o almeno dai soldi!"


Il potere supremo nel Paese spettava (secondo la Costituzione) al Consiglio di Reggenza, che fu completamente disperso dai comunisti che salirono al potere poco dopo senza problemi. Successivamente (nel 1946), si tenne in Bulgaria un referendum sull'ulteriore struttura statale, in cui la maggioranza assoluta dei cittadini (95.6%) espresse la propria opinione nel senso che non avevano bisogno di re per niente. Né Simeone, né alcuno dei membri della casa regnante furono toccati da nessuno: partirono prima in Egitto, da lì in Spagna. Fu lì che Simeone, ormai maggiorenne, si proclamò “il sovrano di tutta la Bulgaria”. Nonostante il fatto che nel 1955 regnassero i modi più modesti, nessuno lo abbatté. Hanno agitato la mano e si sono dimenticati. Il regno è il regno, ma devi mangiare qualcosa. Simeone ha studiato legge in Spagna, militare - negli Stati Uniti (secondo alcune fonti, è cittadino di questo particolare paese), ascetizzato nel campo degli affari - fino al 1991 è scoppiato.

L'URSS è crollata, la Bulgaria ancora una volta "ha cambiato scarpe in un salto", precipitandosi tra le braccia dei "partner occidentali". Fu allora che venne per Simeone "l'ora migliore". È vero, non è tornato al trono, ma è stato il capo del governo di Sofia dal 2001 al 2005. Per una strana coincidenza, fu in quel momento che fu adottata la legge sulla restituzione dei beni reali. Che coincidenza ... È vero, quindi sono state restituite solo terre e tenute. Ora l'ex monarca vuole porre la sua zampa, non meno di 22 tonnellate d'oro e cinquanta tonnellate d'argento, che la sua famiglia avrebbe illegalmente "spremuto" a tempo debito "maledetti comunisti". L'unico problema è che questo oro "è volato via" nell'URSS molto tempo fa e ora appartiene al suo successore legale: la Russia.

Qui, infatti, arriviamo all'essenza stessa della questione. Vale a dire - per scoprire come tonnellate di metalli preziosi sono state trasferite in Unione Sovietica. Pensi che siano stati portati via da Sofia nel 1945 dall'Armata Rossa o dall'NKVD? E qui non c'è niente del genere. Gli stessi bulgari portarono alla perdita delle proprie riserve auree, e molto più tardi. Nel dopoguerra, risanando il Paese (che, diciamocelo, non soffrì tanto durante le sue battaglie), e cercando di creare le basi di un socialismo economia, le nuove autorità bulgare non hanno pensato a niente di meglio che raccogliere quanti prestiti... dai paesi occidentali! Lì, devo dire, hanno reagito a questo, per usare un eufemismo, impulso non molto ragionevole con grande comprensione - Deutsche Bank, Bank Commercial du Nord-Paris, Oiro Bank ha prestato Sofia per circa cinque anni - dal 1955 al 1960, un colossale importo per lei a $ 135 milioni. Inoltre, per tutto questo tempo la Bulgaria ha accumulato debiti con l'URSS.

Nel tempo, ha raggiunto un importo astronomico di 3 miliardi di leva. Occorreva, se non rimborsare i prestiti, almeno estinguere gli enormi interessi che "montavano" su di essi. Ma non c'era niente da fare. Nella primavera del 1960, l'allora capo della Bulgaria, Todor Zhivkov, si precipitò per un altro "aiuto finanziario" ai tedeschi, chiedendo loro proprio per questo scopo $ 50 milioni. Tuttavia, Bonn ha detto che non potevano dare più di 2 milioni. Era un crollo, il paese era sull'orlo del default. Disperato, il povero Zhivkov si precipitò a Mosca e cadde ai piedi di Krusciov: "Portalo in URSS!" Ebbene sì, quindi era possibile "saltare via" almeno una parte dei debiti, e il resto della "repubblica fraterna" appena acquisita avrebbe in qualche modo aiutato a distribuire. Ma il Maizemaker, che stava per distruggere l'Unione, non aveva affatto bisogno di un simile "regalo" ... Tuttavia, è stata trovata una soluzione.

Quindi chi deve a chi?


L'Unione Sovietica non l'ha presa in alcun modo, ma ha riacquistato (al tasso della Borsa di Londra) per 123 milioni di dollari le riserve auree della Bulgaria, con le quali, tra l'altro, hanno dovuto armeggiare molto - il i lingotti venivano trasportati a Novosibirsk per la raffinazione, cioè per portarli agli standard degli scambi mondiali di metalli preziosi. Un dettaglio molto caratteristico: al momento della conclusione dell'accordo, tutto l'oro era già (su richiesta di Sofia) in deposito presso la Banca di Stato dell'URSS. In linea di principio, avrebbero potuto prenderlo per niente, a scapito dei vecchi debiti e di quelli futuri. Ma hanno pagato onestamente ea prezzi mondiali. Inoltre, il flusso di sussidi finanziari e, cosa più importante, risorse energetiche estremamente economiche hanno continuato ad andare in Bulgaria e oltre, sostenendo la sua sfortunata economia, che per qualche ragione non può essere costruita lì né sotto il socialismo né sotto il capitalismo attuale.

A quanto sopra vanno aggiunti altri punti. Dopo la fine della seconda guerra mondiale, in base agli accordi firmati nel 1947 alla Conferenza di pace di Parigi, la Bulgaria fu obbligata, in quanto alleata della Germania hitleriana, a pagare un risarcimento di 8 milioni di dollari entro 70 anni. Tuttavia, queste sono solo sciocchezze rispetto ai miliardi di dollari che la Grecia, incoraggiata molto attivamente dagli inglesi, voleva strappare a Sofia! E io l'avrei fregato, fidatevi - se l'URSS non fosse intervenuta, intervenendo per i "fratelli". Di che tipo di "debiti" della Russia verso la Bulgaria in generale possiamo parlare dopo che il sangue russo è stato versato per secoli per la sua libertà, indipendenza e stato? Dopo tutto quello che questo Paese ha ricevuto dal nostro durante il periodo di adesione al Consiglio di Mutua Assistenza Economica? No, davvero, chi deve chi a chi è una domanda molto importante. Certamente non noi a loro. E che i bulgari si occupino dei loro "re" e dei loro appetiti esorbitanti. Vuoi l'oro? Possono prendere in prestito nell'UE o nella NATO - ora sono inclusi lì.

Ma per la Russia, a partire dalle prossime richieste estorsive, è giunto il momento di occuparsi del ritorno della sua ricchezza aurea, che "si stabilì" in tutto il mondo molte volte e ordini di grandezza più di quelle briciole che furono onestamente acquistate da Sofia nel 1960 . Dov'è l'oro russo, letteralmente esportato dal paese in un flusso dopo lo scoppio della prima guerra mondiale? Secondo alcuni rapporti, due carri sono partiti per lo stoccaggio in Norvegia - circa 5 tonnellate di monete e lingotti. La Gran Bretagna ha ricevuto $ 50 miliardi di "metallo spregevole" in pagamento per ordini militari. E allora? Niente armi e munizioni, niente soldi, ovviamente. Gli Stati Uniti esattamente allo stesso modo hanno preso una moneta d'oro per 23 miliardi di biglietti verdi. E con esattamente lo stesso risultato. Gli Yankees, a proposito, possono essere ricordati non ancora completamente pagati per l'acquisto dell'Alaska russa. C'è chi pensa che Washington ci "appese" (tenendo conto dell'inflazione) tre miliardi di spot pubblicitari nella sua stessa valuta. Quando lo restituiremo?!

I cechi ei giapponesi “profittavano” in abbondanza del famoso “oro di Kolchak”, che di fatto era di proprietà della Russia. Tokyo ha messo le sue zampe su grandi valori, che, in linea di principio, riconosce: semplicemente non torneranno. È tempo che Praga stabilisca un conteggio considerevole - e anche tenendo conto del fatto che il nostro oro è andato non solo alla creazione di Legia-Bank, ma, inoltre, per rafforzare e sviluppare l'industria militare locale, con l'aiuto della cui prodotti che gli invasori nazisti uccisero i russi dal 1941 al 1945. Da questi - per fregare al massimo, tenendo conto di tutti i coefficienti concepibili e inconcepibili! Chi altro abbiamo lì? Oh sì - i francesi. Qui avremo una lunga conversazione con loro.

Noi, come successori legali, abbiamo pagato non solo i debiti sovietici, ma anche i debiti zaristi. Ma se ci guardi, Parigi dovrebbe pagare. Fu lì che, dopo la sconfitta della Germania nella prima guerra mondiale, c'erano più di 90 tonnellate di oro russo, trasferite dai bolscevichi a Berlino dopo la conclusione della "Pace di Brest". Trofei, lo sai... Almeno la metà di essi deve essere restituita dai francesi in conformità con gli accordi raggiunti in seguito con l'URSS. Ma non hanno fretta. Come, per inciso, non vogliono separarsi dai lingotti d'oro per un importo di $ 25 miliardi, che sono finiti nella Bank de France nel 1914.

Questo elenco potrebbe continuare all'infinito - e non solo per quanto riguarda l'oro, ma anche per quanto riguarda la terra, gli immobili e molto altro. Il fatto che quasi tutto il mondo debba alla Russia non è un'esagerazione, ma un dato di fatto. E fino a quando non inizieremo a chiedere le nostre, per di più testardamente e persistentemente, assurde rivendicazioni materiali da mascalzoni come lo "zar" Simeone II saranno periodicamente presentate a Mosca.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
17 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. BoBot Robot - Free Thinking Machine 20 September 2021 11: 28
    -7
    oro per te? bottino per te? E in faccia vuoi?
  2. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 20 September 2021 14: 55
    -8
    Soluzioni legali. Tutto quanto. Per tutti i tribunali.
    Nello studio!
    Altrimenti - pace eterna anatroccolo. Anche titolo onorifico.
    1. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
      Capitano Stoner (Capitano Stoner) 20 September 2021 19: 37
      -5
      Duke [djuːk] sostantivo
      duca, granduca, principe
      (granduca, principe)
      Duca, Duca

      La lettera "c" è superflua, poliglotta.
  3. Alexander K_2 Офлайн Alexander K_2
    Alexander K_2 (Alexander K) 20 September 2021 15: 00
    +5
    Come è la Russia per l'oro della Bulgaria? Il denaro è stato pagato e speso, il re o lo zar deve chiedere alla leadership della Bulgaria: dove sono i soldi e come verranno restituiti?
    1. faiver Офлайн faiver
      faiver (Andrew) 20 September 2021 17: 11
      +4
      I bulgari devono presentare un biglietto al loro re per Ekaterinburg e appuntare una cartolina sul biglietto con l'immagine della casa del mercante Ipatiev ...
  4. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 20 September 2021 17: 12
    +2
    Caro Alexander!
    Con grande piacere aggiungo l'articolo
    Cordiali saluti, P.V
    compagno
  5. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
    Capitano Stoner (Capitano Stoner) 20 September 2021 19: 33
    -6


    Voglio solo esclamare dopo l'eroe della famosa commedia geniale sovietica: "Lo zar non è reale!"

    L'autore ha chiaramente violato le regole di citazione. Probabilmente, non è affatto nell'argomento di cosa sia.
  6. bario Офлайн bario
    bario 20 September 2021 20: 55
    +3
    sentimento - I leader russi sono sempre stati e sono - FUCKERS! Dopotutto, non c'era bisogno di pagare i debiti per Lend Lease, ma era necessario ricordare a tutti l'oro rubato! 45 g dal Giappone è stato necessario raccogliere l'oro della Russia con alte percentuali!
    1. Kedrovich Офлайн Kedrovich
      Kedrovich (Alexa980) 22 September 2021 05: 01
      0
      A proposito, cosa è successo all'oro che è stato spedito per Lend-Lease, ma quei convogli sono stati allagati dai tedeschi? Trovato?
      1. faiver Офлайн faiver
        faiver (Andrew) 22 September 2021 06: 27
        -1
        Durante la guerra, non pagavano Lend-Lease, figuriamoci in oro, pagavano le cosiddette "consegne dirette", l'oro dell'incrociatore britannico veniva raccolto durante l'era sovietica, era diviso a metà con il Britanni, se la memoria mi serve...
  7. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 20 September 2021 20: 55
    +1
    Non dirlo ai nostri zoccoli! Prendi solo gas da sotto la coda!
  8. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
    Capitano Stoner (Capitano Stoner) 20 September 2021 21: 45
    0
    Si tratta di un verdetto secondo il quale La Bulgaria deve restituire al suo "re" tutti i suoi "beni", che un tempo furono confiscati e nazionalizzati per motivi del tutto legali, a seguito dei risultati di un referendum popolare, che decise una volta per tutte...



    Non sono un avvocato, ma capisco che, dal punto di vista giuridico, le pretese dello zar-re bulgaro equivalgono ai gemiti del dottor Shpak. E Simeone ha pretese sulla Bulgaria, e la Russia non è affatto in affari qui, quindi ho letto io stesso l'opera secondo lo schema "due parole in tre paragrafi".
  9. Anchonsha Офлайн Anchonsha
    Anchonsha (Anchonsha) 21 September 2021 11: 44
    +1
    C'è un detto: farai il bene, che dopo un po' ti tornerà nel male, e anche nel modo più vile. Con la buona natura russa, è ora di smettere di comunicare con il mondo oggi. Guarda come ci arriva la nostra gentilezza dai nostri fratelli nei paesi dell'ex Comecon, e ancor di più dai paesi che facevano parte dell'URSS.
  10. zz810 Офлайн zz810
    zz810 (zz810) 21 September 2021 19: 26
    +2
    più facile da "sbattere"
  11. NikolayN Офлайн NikolayN
    NikolayN (Nicholas) 21 September 2021 19: 34
    +1
    O qualcosa non è finito, o è distorto. La Bulgaria deve tornare dal re, anche se lo fa. Se hai speso, lascia che guadagnino ora.
  12. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 21 September 2021 20: 28
    -1
    Ebbene, non appena la Federazione Russa restituisce tutto l'oro rubato da ogni sorta di ceco bianco e altri e restituisce i servizi resi a tutta la Bulgaria e altri (e questi sono ordini che non sono redditizi per la RSFSR, come lo zucchero cubano e il come, e le imprese costruite a spese della RSFSR all'estero), poi parleremo. ...
  13. Eroi di Shipka Офлайн Eroi di Shipka
    Eroi di Shipka (Sergey) 21 September 2021 21: 49
    +1
    È un peccato che tu non possa giurare, saranno banditi.