Perché la Russia ha vietato gli OGM

Oggi ci sono pochi argomenti che provocano una protesta pubblica come gli OGM. Riguarda la mancanza di informazioni affidabili con un numero enorme di miti e congetture sugli organismi geneticamente modificati. Allora cosa sono gli OGM e con cosa vengono mangiati? E perché gli OGM sono vietati nel nostro paese, ma consentiti negli Stati considerati più sviluppati della Russia?




Gli OGM sono organismi viventi modificati dall'introduzione di un gene estraneo, così come quelli che hanno acquisito nuove proprietà durante la modifica del loro genoma. Gli alimenti geneticamente modificati possono essere suddivisi in 3 gruppi:

1) Contenenti ingredienti geneticamente modificati come soia o mais. È noto che il 90% dei semi di soia del pianeta sono OGM.

2) Prodotti da organismi GM trasformati: fiocchi di mais, patatine, latte di soia, ecc.

3) Frutta e verdura GM che mangiamo acquistandole in un negozio o al mercato.

Gli OGM stanno generando valutazioni polarizzanti. È noto per certo che in medicina, con l'aiuto dei batteri OGM, sono già state salvate milioni di vite, grazie alla produzione di insulina per i pazienti con diabete. Ma nel campo dell'agricoltura, tutto non è così semplice. L'uso di colture OGM è vantaggioso per le grandi aziende agricole, poiché il costo di produzione è ridotto del 20%. Tuttavia, sono state anche notate le conseguenze negative della crescita di piante transgeniche sotto forma di comparsa di super alghe resistenti alle sostanze chimiche, nonché una diminuzione estremamente pericolosa del numero di api nelle regioni di coltivazione di OGM. La situazione è aggravata dall'apparente riluttanza degli sviluppatori di OGM a pubblicare dati completi sulle possibili conseguenze negative della loro coltivazione con riferimento ai segreti commerciali.

Una moratoria sulla coltivazione di piante transgeniche è stata introdotta in Russia più di due anni fa. Inoltre, l'importazione di semi transgenici e l'allevamento di animali transgenici sono vietati. Tuttavia, è consentita la sperimentazione con OGM in appezzamenti sperimentali e ricerche. Nonostante ciò, ogni giorno mangiamo prodotti OGM nel pane, nei dolciumi e nei prodotti a base di carne, a cui si aggiungono derivati ​​della soia, del mais e del riso geneticamente modificati. In Russia, la famosa Monsanto vende i suoi prodotti con il marchio Bayer. Ma questa è tutt'altro che l'unica azienda, Syngenta, Pioneer Hi-Bred e BASF fanno lo stesso, e lo fanno tutti legalmente. Inoltre, i prodotti GM vengono consumati non solo dai russi stessi, ma anche dal bestiame. Trecento nomi commerciali di mangimi GM per bestiame sono ufficialmente registrati nel nostro paese. Anche i vitelli piccoli vengono talvolta nutriti con latte di soia GM.

In Russia, ci sono laboratori domestici in cui vengono sviluppate colture GM per giardini resistenti a parassiti, sostanze chimiche e virus e hanno una maggiore durata. Tecnologia per il loro sviluppo "gentilmente fornito" dalle corporazioni americane. Scienziati russi, spesso con sostegno finanziario dall'estero, stanno sviluppando tabacco transgenico, colza, patate e girasoli. Il membro corrispondente della RAS Vladimir Kuznetsov ritiene che lo sviluppo di biotecnologie competitive nel nostro paese sia una delle priorità dello sviluppo scientifico e tecnologico della Russia:

Per raggiungere questo obiettivo, è necessario aumentare in modo significativo i finanziamenti governativi per la ricerca fondamentale per creare organismi transgenici commerciabili che siano sicuri per l'uomo e l'ambiente.


Tuttavia, tali attività dovrebbero svolgersi esclusivamente sotto il controllo statale e con il coinvolgimento del pubblico. L'organizzazione "Russia senza OGM" ha fatto appello al capo dello stato con la richiesta di rendere il processo decisionale aperto e trasparente dal punto di vista informativo, creare un organismo speciale che controlli l'uso degli OGM e introdurre un registro completo degli alimenti OGM e dei mangimi per animali.

Gli esperti osservano che le società occidentali sono estremamente scontente della moratoria sulla coltivazione di prodotti OGM in Russia introdotta due anni fa. Il grande business mette sempre in primo piano non la salute dei consumatori, non eventuali danni ambientali, ma solo il suo profitto, misurato in miliardi di dollari. La Russia dovrebbe riaprire il suo mercato per gli OGM occidentali sotto la pressione dei lobbisti? No certo che no. Il potenziale di modificazione genetica è enorme, ma anche i rischi sono elevati. In primo luogo, devono sottoporsi a molti anni di ricerca indipendente, che insieme valuteranno tutti gli aspetti ambientali, medici e economico aspetti di questo problema.
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. voyaka uh-repa Офлайн voyaka uh-repa
    voyaka uh-repa (Alessio) 13 August 2018 18: 49
    +2
    Confronta un ortaggio OGM che non richiede pesticidi con un ortaggio che è stato annaffiato con pesticidi e poi inviato al mercato. I pesticidi sono decisamente cancerogeni.
    Veleni molto gravi. Penetrano nel terreno e da lì nell'acqua.
    OGM?
  2. Maxim Sidorov Офлайн Maxim Sidorov
    Maxim Sidorov (Maxim Sidorov) 14 August 2018 08: 01
    +1
    È proprio grazie a tali leggi che Monsanta guadagna a nostre spese. E con leggi simili stanno cercando di guidarci nel Medioevo e di impregnare l'ideologia fascista, perché diplomati adeguati in biologia-genetica fluiranno all'estero e avremo oscurantisti come Klesov e Saveliev.
  3. Julia Ostanina Офлайн Julia Ostanina
    Julia Ostanina (Julia Ostanina) 15 August 2018 05: 02
    +1
    Il nocciolo della questione è che la ricerca sugli OGM è stata, è e sarà condotta da centri di ricerca sia pubblici che privati. Esistono enormi meta-analisi che non trovano nulla di dannoso negli OGM. Inoltre, il controllo dei prodotti OGM è già fuori scala, a differenza dei prodotti coltivati ​​tradizionalmente, che possono essere più dannosi a causa di fertilizzanti e altri pesticidi che i prodotti OGM non richiedono. Non ci sono rischi maggiori rispetto ai prodotti coltivati ​​tradizionalmente.
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 15 August 2018 13: 22
      +1
      Nessuno dice che si dovrebbe rinunciare agli OGM. Abbiamo bisogno di molti anni di ricerca completa sotto il controllo dello Stato. Questo è il caso in cui è meglio giocare sul sicuro.