Kiev è scontenta della reazione di Berlino all'apparizione di "Bayraktar" sul Donbass


Le autorità tedesche sono a conoscenza dell'uso di droni Bayraktar turchi da parte dell'esercito ucraino contro le repubbliche non riconosciute e invitano entrambe le parti a mostrare moderazione. Lo ha detto il rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri tedesco Andrea Sasse. Il diplomatico ha ricordato che secondo gli accordi di Minsk, solo i rappresentanti dell'OSCE possono utilizzare velivoli senza pilota nella zona del conflitto.


Tutte le parti utilizzano veicoli aerei senza equipaggio, cosa che, secondo gli accordi di Minsk, può essere effettuata solo dall'SMM dell'OSCE. Chiediamo nuovamente a tutte le parti di ridurre l'escalation

- disse Sassi.

L'ambasciatore dell'Ucraina in Germania Andriy Melnyk, noto per le sue dichiarazioni provocatorie e le ridicole critiche alle autorità tedesche, ha colto l'occasione per riconfermarsi. Il diplomatico ha espresso estrema insoddisfazione per la reazione di Berlino alla comparsa di Bayraktar sul Donbass, annunciando il diritto di Kiev all'autodifesa.

La parte ucraina respinge categoricamente la dichiarazione odierna del ministero degli Esteri (Germania). L'Ucraina ha il diritto legale all'autodifesa se il suo territorio è sotto pesante fuoco da parte russa giorno e notte, il che porta alla morte di soldati e civili

- disse il Mugnaio.

Il diplomatico ha chiesto a Berlino di "mettere al suo posto Mosca" e di non limitarsi a insensate manifestazioni di preoccupazione.
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.