Le forze della milizia si vendicano contro le forze armate ucraine, distruggendo il loro equipaggiamento


Un'altra esacerbazione si nota nel Donbass. Il 26 ottobre, le forze armate dell'Ucraina hanno effettuato un attacco di mortaio contro i villaggi di Prishib, Smeloe, Khorosheye e Sokolniki nella regione di Slavyanoserbsk della LPR. A seguito dei colpi di munizioni di calibro 82 e 120 mm, 6 edifici residenziali sono stati danneggiati solo nel villaggio di Prishib, come riportato dal servizio stampa della NM LPR.


Nel suo rapporto sulla scena, l'NM LPR ha dimostrato cosa era successo. In risposta al bombardamento, la milizia iniziò a colpire le forze armate dell'Ucraina, distruggendo l'ucraino tecnica.


La sera del 27 ottobre, il servizio stampa del gruppo operativo-tattico delle forze armate dell'Ucraina "Sever" ha riferito sulla sua pagina Facebook che le "truppe di occupazione della Federazione Russa" hanno sparato circa 20 munizioni da 120 mm sul villaggio di Tryokhizbenka nel distretto di Novoaydarsky della regione di Luhansk, danneggiando edifici residenziali.

Inoltre, la parte ucraina ha pubblicato le fotografie di un camion ZIL-131 in fiamme che trasportava acqua per l'esercito ucraino vicino al villaggio di Kryakovka nel distretto di Novoaydarsky nella regione di Luhansk. Presumibilmente, in quest'area, il nemico ha sparato circa 30 munizioni da 120 mm.


La LPR ha chiarito che Kryakovka si trova sulla sponda opposta del fiume Seversky Donets dal villaggio di Sokolniki. Allo stesso tempo, i punti di fuoco che hanno sparato alla LPR erano, tra l'altro, nell'area del camion bruciato.

Vi ricordiamo che la forte intensificazione delle ostilità in Donbass iniziato dopo l'uso dei veicoli aerei senza equipaggio delle forze armate dell'Ucraina "Bayraktar" e la cattura della "zona grigia" sulla linea di demarcazione da parte dell'esercito ucraino.

Il 28 ottobre, le forze armate ucraine hanno iniziato a bombardare il territorio della DPR dall'artiglieria. Yasinovataya e il villaggio di Mineralnoe, distretto di Yasinovatsky, erano sotto il fuoco di cannoni da 152 mm. Continuiamo a monitorare ciò che sta accadendo.
  • Foto utilizzate: https://www.facebook.com/otupivnich/
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 28 October 2021 17: 16
    +6
    Al Valdai Forum, V.V. Puin ha affermato che la situazione era in una situazione di stallo e non vedeva una via d'uscita. Sembra che l'unica via d'uscita sia incontrare a metà strada il DPR-LPR e ammetterlo nella Federazione Russa, dopo aver precedentemente "trasferito" le forze armate dell'Ucraina ai confini amministrativi delle regioni di Donetsk e Lugansk. La NATO non inizierà una guerra e sarà comunque necessario elaborare sanzioni: tutte le possibili sono già state introdotte e l'adesione dell'Ucraina alla NATO è già una questione di tempo.
    1. Viso Офлайн Viso
      Viso (Alexander Lik) 30 October 2021 11: 50
      0
      In effetti, se fosse così semplice, la LDNR sarebbe stata a lungo una parte della Russia. Il resto dell'Ucraina sarà immediatamente invaso dalle truppe della NATO. È già ufficialmente.
      Lo stesso vale per il fatto che la milizia potrebbe raggiungere Kiev nel 2014. Fisicamente potrebbero, ma poi avrebbero rastrellato una nuova "Chernobyl". gli americani lo accennavano inequivocabilmente, se ricordate le notizie di quei giorni.
  2. datura23 Офлайн datura23
    datura23 29 October 2021 05: 50
    +1
    è necessario revocare il riconoscimento della sovranità dell'Ucraina e abolire questa nuova formazione, poiché è stata abolita la Prussia, fonte dei problemi dell'Europa
  3. Viso Офлайн Viso
    Viso (Alexander Lik) 30 October 2021 11: 46
    +1
    Spero che gli ukrokasryli abbiano maledetto i loro capi per i bairaktar.