I servizi di intelligence statunitensi hanno respinto la versione della creazione di COVID-19 come arma biologica


Il 29 ottobre, il Bureau of the Director of National Intelligence (DNI) degli Stati Uniti ha declassificato e pubblicato una nuova versione dell'analisi dell'origine del COVID-19 sul sito web dell'agenzia federale. Secondo gli specialisti dell'intelligence americana, potrebbero non essere mai in grado di capire le origini del pericoloso coronavirus.


Il documento afferma che gli esperti si stanno orientando verso l'origine naturale del COVID-19. Inoltre, ci sono due versioni di come è nata la pandemia. Secondo il primo, a causa del contatto umano con un animale infetto (si è verificata una mutazione naturale del virus durante la trasmissione), e secondo il secondo, a causa di una fuga di laboratorio in Cina. Entrambe le versioni sono considerate ugualmente plausibili.

Allo stesso tempo, hanno respinto la versione secondo cui il coronavirus è stato creato come arma biologica, ad es. Nessuno ha sviluppato specificamente il COVID-19. Gli esperti non possono giungere a una decisione definitiva e univoca, poiché le loro opinioni divergono e non hanno accesso all'Istituto di virologia di Wuhan. Tuttavia, gli analisti americani hanno promesso di riconsiderare le loro scoperte se emergeranno nuove prove.

Vi ricordiamo che il primo focolaio ufficiale di COVID-19 è avvenuto alla fine del 2019 nella provincia di Wuhan (RPC). L'origine del coronavirus solleva ancora domande da parte dell'OMS e dei funzionari dell'intelligence statunitense. Allo stesso tempo, Washington ha più volte cercato di incolpare Pechino dell'incidente.

Gli americani hanno pubblicato la loro precedente analisi su questo argomento alla fine di agosto di quest'anno, ma non c'è ancora chiarezza. I cinesi, ovviamente, con palese disapprovazione di tali tentativi, sospettando che gli americani stiano cercando di "annerire il Celeste Impero".
  • Foto utilizzate: https://pxhere.com/
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Potapov Офлайн Potapov
    Potapov (Valeria) 30 October 2021 15: 34
    +3
    Certo, lo hanno negato ... Lo sviluppo e la diffusione delle infezioni sono effettuati da un altro dipartimento ... I biolaboratori statunitensi in tutto il mondo non sono una favola dei russi malvagi ... Il rifiuto di monitorare l'attuazione del biologico americano convenzione sulle armi è un'altra conferma della realtà dell'aggressione degli Stati Uniti contro tutta l'umanità. ..
  2. turista Офлайн turista
    turista (turista) 30 October 2021 18: 41
    0
    https://www.1tv.ru/news/2020-01-23/379336-v_kitae_vlasti_zakryli_gorod_uhan_na_karantin_iz_za_virusa
    1° canale, non qualche blogger.
    video dal 23.01.2020/XNUMX/XNUMX.
    citazioni:

    nella stessa Cina - Wuhan e altre tre città in quarantena. Vittime già 18

    (ben diciotto! persone!)

    664 persone nell'elenco dei casi.

    (seicentosessanta! malati)

    Gli scatti delle città bloccate ricordano i thriller di Hollywood. Controllo totale e misure di emergenza. La città di Wuhan, il centro della provincia di Hubei, ospita 11 milioni di persone. Quasi tutti restano a casa, la metropoli è morta.

    Secondo la decisione delle autorità, i treni non circolano a Wuhan, gli aerei non volano, questo è stato fatto per prevenire la diffusione del virus. Wuhan è in realtà sotto assedio.

    L'11 milionesima città è stata messa in quarantena dalle autorità cinesi. È stata chiusa nemmeno per 600 casi e 18 morti, ma anche quando non è stato così, perché prendere una decisione e chiudere una città di 11 milioni non sono cinque minuti, ma almeno giorni, cioè. queste misure sono state discusse quando i numeri erano ancora più bassi.
    misure abbastanza ordinarie, lo fanno sempre tutti, nessun sospetto.
  3. NikolayN Офлайн NikolayN
    NikolayN (Nicholas) 31 October 2021 08: 50
    0
    Quando si è scoperto che anche gli americani erano coinvolti in questo, le conclusioni sono state tratte di conseguenza. Anno risolto! Non posso fare niente. C'è vita su Marte...