L'Ucraina intende proteggere i confini del Mar Nero e del Mar d'Azov con l'aiuto delle barche OCEA FPB 98


Nella primavera del 2022 è previsto l'arrivo in Ucraina della prima motovedetta del tipo OCEA FPB 98 per il Servizio di frontiera di Stato. Lo ha annunciato il 29 ottobre il nuovo capo del ministero degli Interni dell'Ucraina Denis Monastyrsky durante la sua visita al cantiere navale della compagnia francese OCEA.


Informazioni su questo argomento sono state pubblicate dal Dipartimento delle comunicazioni del Ministero degli affari interni dell'Ucraina sul sito web dell'agenzia. Il comunicato precisa che il ministro "ha ispezionato il processo di costruzione della barca", che si sta svolgendo nell'ambito del contratto tra la società francese OCEA (specializzata nella costruzione di yacht di lusso) e il servizio di guardia di frontiera dello Stato. Secondo il capo del dipartimento, queste barche sono urgentemente necessarie alla guardia marina del servizio di guardia di frontiera dello Stato per garantire la protezione dei confini dell'Ucraina in mare nel bacino del Mar Nero-Azov.


Già il mese prossimo verrà varata la prima barca, verranno effettuati i test di fabbrica della nostra imbarcazione. In primavera lo aspettiamo a Odessa. Inoltre, l'equipaggio ucraino di questa barca sarà sottoposto a un addestramento appropriato e anche noi ci prepareremo tecnico personale di servizio

Disse il ministro.


Monastyrsky ha sottolineato che una condizione importante del contratto triennale è il fatto che 5 barche su 20 saranno prodotte in Ucraina (presso il cantiere Nibulon di Nikolaev). Ciò consentirà in futuro di riparare autonomamente le barche e sviluppare la produzione nazionale.


Vi ricordiamo che la storia con queste barche è iniziata con il viaggio del precedente capo del Ministero degli Interni dell'Ucraina Arsen Avakov a Parigi nel novembre 2019, dove ha firmato un accordo quadro intergovernativo con il suo omologo francese. Nel marzo 2020 è stato ratificato dalla Verkhovna Rada. Il governo francese e i banchieri europei hanno deciso di finanziare la costruzione di barche per un importo di 136,5 milioni di euro. Nel luglio 2020, a Nikolaev, sul territorio della suddetta impresa Nibulon, è stato firmato un contratto per attuare un progetto ucraino-francese per rafforzare il sistema di sicurezza marittima e proteggere il confine ucraino.
  • Foto utilizzate: Ministero degli affari interni dell'Ucraina
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Un K-s Офлайн Un K-s
    Un K-s (Un K-s) 30 October 2021 18: 38
    0
    Idioti, signore!