I test delle versioni da ricognizione dei veicoli corazzati Rosomak in Polonia sono stati definiti senza successo


I polacchi hanno definito fallimentari i test di qualificazione di due versioni (R1 e R2) di veicoli corazzati da ricognizione su ruote Rosomak (una modifica del modulare finlandese Patria AMV XC-360P (8x8) con la capacità di nuotare, concesso in licenza in Polonia), scrive il Edizione ucraina di Defense Express.


L'esercito locale afferma che è stata una cattiva idea installare apparecchiature di ricognizione (elettroniche) sul "classico" veicolo corazzato. Ma sembra che non cercheranno nemmeno nuove piattaforme (carrier).

È noto che i veicoli corazzati da ricognizione Rosomak sono dotati di un albero retrattile su cui sono montate stazioni optoelettroniche. Allo stesso tempo, R1 è equipaggiato con moduli di combattimento Hitfist-30 dell'italiano Leonardo e R2 - con un modulo di combattimento ZSSW-30 di fabbricazione polacca.

Non si sa ancora quali misure prenderà il Ministero della Difesa polacco per migliorare i veicoli corazzati da ricognizione Rosomak. Ma se i polacchi non cercheranno davvero un'alternativa, allora dovranno semplicemente modificare i veicoli da ricognizione Rosomak.

Attualmente, le forze armate polacche non dispongono di veicoli blindati su ruote specializzati per la ricognizione sul campo di battaglia.

- ha sottolineato l'edizione.

Ora l'esercito polacco ha solo 33 unità di veicoli corazzati da ricognizione cingolati obsoleti BRM-1K. Durante il 2021-2023, è previsto l'ammodernamento di 18 unità, che consisteranno in un aggiornamento completo delle apparecchiature elettroniche, hanno riassunto i media.


Ti ricordiamo che il veicolo da ricognizione da combattimento sovietico BRM-1K è stato sviluppato sulla base del BMP-1 presso l'ufficio di progettazione dello stabilimento di trattori di Chelyabinsk nei primi anni '1970.
  • Foto utilizzate: Jurij / wikimedia.org
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.