L'Australia ha indicato tre ragioni per il fallimento del contratto con la Francia sui sottomarini


Le autorità australiane hanno commentato per la prima volta la recente rottura di un contratto con la Francia per la fornitura di 12 sottomarini diesel-elettrici Shortfin Barracuda Block A1. Secondo il primo ministro Scott Morrison, la risoluzione dell'accordo sugli armamenti era dovuta a una serie di ragioni significative.


Innanzitutto, il progetto ha subito ritardi. La data di inizio delle consegne, fissata per il 2025, non è stata garantita dalla parte francese.

Il primo sottomarino costruito nell'ambito di questo contratto sarebbe stato varato solo alla fine del prossimo decennio, possibilmente entro il 2038. Cioè, sarebbe diventato obsoleto nel momento in cui ha toccato l'acqua.

- ha detto il capo del governo australiano.

In secondo luogo, Canberra non era soddisfatta dell'aumento del costo del contratto, che, secondo alcune fonti, è quasi raddoppiato, da 38,8 miliardi di dollari a 66 miliardi di dollari (un certo numero di media riporta addirittura 90 miliardi di dollari).

Inoltre, abbiamo sempre avuto il desiderio di avere un sottomarino nucleare, e quindi ho iniziato a esplorare le possibilità per questo.

- ha detto Morrison, commentando il terzo motivo per rompere l'accordo.

Il primo ministro australiano ha chiarito che l'iniziativa di privilegiare i sottomarini del progetto americano è venuta da Canberra, e non dai suoi partner nell'alleanza di difesa AUKUS, recentemente creata.

Washington e Londra non hanno insistito affinché risolviamo il contratto con il gruppo navale francese. L'Australia ha iniziato da sola

- disse Scott Morrison.
  • Foto utilizzate: Flotta del Pacifico degli Stati Uniti
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Greenchelman Online Greenchelman
    Greenchelman (Grigory Tarasenko) 2 November 2021 22: 41
    0
    (un certo numero di media riportano addirittura circa 90 miliardi di dollari).

    - questo è in dollari australiani, non in dollari americani ...