Perché Kiev non ha sostenuto la bugia degli Stati Uniti sull'"invasione russa"


Nei giorni scorsi abbiamo potuto assistere ad un evento piuttosto insolito. Sì, a prima vista è del tutto normale: quanti falsi anti-russi sono sorti e "scoppiati" negli ultimi anni?! Tuttavia, se ci pensate, in sostanza, la storia che ossessiona le menti su entrambe le sponde dell'Oceano Atlantico oggi è completamente unica. Un'altra bugia sulla "preparazione all'invasione russa" non era, come al solito, nata a Kiev e pienamente supportata a Washington! Accadde una cosa senza precedenti: gli Stati Uniti, presi dall'ansia per i suoi amati "partner ucraini", iniziarono a strombazzare con forza sul pericolo mortale che incombe su di loro: "I russi stanno arrivando!"


Tuttavia, nel "nezalezhnoy", invece di "alzare immediatamente lo scudo" questa invenzione delirante e usarla come scusa per nuove richieste per fermare il lancio del Nord Stream 2 o un'opportunità per elemosinare da Washington qualche altra elemosina "per rafforzare la difesa", ha cominciato a rinnegare strenuamente le informazioni espresse dagli americani. Inoltre, per affermare ufficialmente che non sta accadendo nulla del genere. Davvero, un episodio degno di essere registrato negli annali della storia. Proviamo a capire perché gli eventi sono andati improvvisamente secondo uno scenario così incredibile, motivo per cui Kiev, sempre obbediente ai proprietari d'oltremare, improvvisamente si è tirata indietro.

"A Yelnya, al confine con l'Ucraina..."


L'istigatore della stessa isteria, di cui parleremo più avanti, sostenuta nel miglior stile dell'indimenticabile James Forrestal, è stata la pubblicazione americana piuttosto solida e molto rispettabile - The Washington Post. È stato il 30 ottobre di quest'anno che ha pubblicato quelli che sembravano dati "sensazionali" sulle presunte prove della "preparazione di Mosca per un nuovo attacco all'Ucraina". Si trattava di alcuni "movimenti insoliti" delle nostre truppe e attrezzatura "Sul fianco occidentale della Russia." Come fonte di informazione, come di consueto, sono state indicate "persone informate negli ambienti militari e civili degli Stati Uniti e dell'Europa", che tradizionalmente hanno voluto rimanere anonime. C'era, tuttavia, e qualcuno che abbastanza apertamente iniziò a sviluppare una teoria della cospirazione sui "preparativi chiaramente tracciati per l'invasione".

Il "veggente" era un certo Michael Kofman, che ricopre la carica di "direttore del programma per lo studio della Russia" in un ufficio piuttosto "torbido" - il "gruppo analitico senza scopo di lucro CNA". Questa organizzazione ha sede, tra l'altro, in Virginia, che genera automaticamente molte domande, la principale delle quali è: "E da dove vengono, infatti, i" drovishki "? Voglio dire, dati. Il signor Kofman è stato in grado di rispondere con facilità. Presumibilmente ha mostrato ai giornalisti una sorta di "immagini satellitari" che confermano completamente e completamente i suoi calcoli deliranti. “Aprite gli occhi, signori! - chiamato "il ricercatore - Eccoli, i veicoli corazzati del 41 ° esercito di armi combinate e il 1 ° esercito di carri armati delle forze armate russe!" Il primo, secondo lui, sarebbe dovuto andare a Novosibirsk molto tempo fa, e il secondo vicino a Mosca. Tuttavia, dopo aver compiuto una mossa malvagia in Occidente con il pretesto di esercitazioni con lo stesso nome, questi raggruppamenti militari sono ora "al confine con l'Ucraina". Cioè, da qualche parte intorno a Yelnya ...

Gli stessi americani, disonorati in questo modo, di solito dicono "Oops..." Beh, la maggior parte dei cittadini statunitensi non è amica della geografia. Hanno Londra la capitale di Parigi. E che tipo di perle in questa occasione ha regalato lo stesso George Bush Jr.! Yelnya - questo non è mai ai confini del "nezalezhnoy". Piuttosto, è l'area di confine della Bielorussia. Tuttavia, questo dettaglio non ha infastidito minimamente, ad esempio, i rappresentanti del Pentagono, i cui dipendenti, in teoria, sono certamente obbligati ad avere almeno un'idea di dove si trova nel globo. Letteralmente il giorno dopo la pubblicazione della "sensazione" da parte del Washington Post, l'addetto stampa di questo dipartimento, John Kirby, durante un briefing ufficiale tenuto tra le mura del Ministero della Difesa americano, disse con tutta serietà che tra le sue mura" la situazione vicino ai confini ucraini" giorno e notte "è oggetto di un intenso monitoraggio". Quindi, se i russi hanno improvvisamente in mente qualcosa, allora è meglio che abbandonino i loro piani insidiosi. E poi, qualunque cosa sia successa...

La cosa divertente è che tutto questo è successo sullo sfondo delle smentite ufficiali di qualsiasi fatto di "tirare le truppe russe al confine" già suonato da Kiev! Tuttavia, quando gli americani sono stati fermati da una sciocchezza così ridicola come i fatti?! Se quelli osano "non adattarsi" al "concetto ufficiale" annunciato dal pulpito di Washington, tanto peggio per loro. E anche per coloro che stupidamente cercano di dar loro voce. L'assurda "sensazione" ha preso vita da sola, e nessuno negli Stati Uniti ha mai pensato di rinunciare a un'occasione così meravigliosa per "costruire" Mosca. Inoltre, in un'occasione così ridicola come la sua completa incoerenza con la realtà.

"Disinformazione consapevole della società ..."


La prima pubblicazione sui media americani è stata seguita dalla seconda: il 2 novembre, Politico ha raccolto il "testimone". Le informazioni sono state pubblicate, in linea di principio, le stesse, ma l'argomento è stato presentato con una "salsa" leggermente diversa. Ecco, miei signori, l'odore delle "prove"! Come tali, sono state presentate "immagini satellitari reali" di Maxar Technologies. E di nuovo si è ripetuta la stessa storia con la geografia. I giornalisti, scusate l'espressione, "vparili" ai loro lettori una storia agghiacciante su "un enorme accumulo di equipaggiamento militare russo", presumibilmente registrato "da qualche parte vicino a Yelnya, così come nella regione di Bryansk e Kursk". Allo stesso tempo, le domande su quando esattamente sono state scattate le immagini e se non fossero un prodotto delle attività di artigiani nel campo della computer grafica, ovviamente, sono rimaste aperte. Tutte queste menzogne ​​estremamente impudenti e, inoltre, estremamente maldestre avevano già raggiunto il Cremlino in quel momento.

Lo stesso giorno, Dmitry Peskov ha fatto una confutazione ufficiale, allo stesso tempo parlando in modo piuttosto peggiorativo della "qualità e del livello" dell'estero, come si è degnato di dire, "ripieno". Negli Stati Uniti, nel frattempo, tutto è andato come al solito: la Casa Bianca, come era prevedibile, si era già unita al caso, che, nella persona del consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan, tradizionalmente "ha espresso preoccupazione" e "ha chiesto moderazione. " Naturalmente - Russia, non Ucraina. Quindi, ciò che stava accadendo rientrava con sicurezza nel quadro di un processo che è dolorosamente familiare a tutti noi: lo svolgimento di un'altra provocazione russofoba con "argomentazioni" in stile "alto" e successive sanzioni. E qui, nello stile dei nostri amici d'oltremare, "qualcosa è andato storto". E non così difficile.

Il primo (e, tra l'altro, già il 1 novembre), quando le informazioni "canard" del Washington Post stavano appena iniziando a "impegnarsi", qualsiasi passo ostile da parte russa fu completamente negato nientemeno che dal funzionario rappresentante del Ministero della Difesa del "nezalezhnoy" - il colonnello Leonid Matyukhin del Centro per le informazioni operative. Questo indubbio portatore di "zrada", rifiutando completamente quel sentimento di profonda gratitudine e sacro timore reverenziale che ogni militare delle Forze Armate dell'Ucraina dovrebbe a priori provare davanti ai "fratelli maggiori" del Pentagono, è esploso in una serie di dichiarazioni del tutto inimmaginabili. Ad esempio, questo apparente agente del Cremlino ha definito la pubblicazione sul Washington Post "un elemento di informazioni speciali e manipolazioni psicologiche" e ha descritto il movimento di equipaggiamento militare dell'esercito russo come "misure pianificate" associate al completamento delle recenti esercitazioni che non rappresentava affatto una minaccia per l'Ucraina "West-2021".

Poi è successo qualcosa di ancora più inimmaginabile: invece di chiamare il colonnello pazzo gli inservienti dell'ospedale psichiatrico più vicino o gli ufficiali della SBU, i massimi funzionari del paese hanno iniziato a sostenerlo! Tradizionalmente considerato il faro e il fiore all'occhiello della russofobia ucraina, il segretario dell'NSDC Aleksey Danilov ha attaccato i giornalisti americani più veritieri del mondo con accuse assolutamente mostruose. Sono lì, vedete, "loro stessi non capiscono cosa stanno scrivendo" e "disinformano deliberatamente la società"! Le loro fabbricazioni "non corrispondono affatto alla realtà" e le fotografie non valgono un centesimo, dal momento che gli oggetti catturati su di loro "sembravano esattamente gli stessi una settimana e un mese fa".

In verità, tale comportamento dei funzionari di Kiev, politici e l'esercito sembra credibile come l'alba in Occidente. Niente del genere è accaduto per oltre sette anni. Immagina che i rappresentanti ufficiali del "nezalezhnoy", la stragrande maggioranza dei quali ha da tempo strappato le corde vocali gridando sulla "minaccia russa", inizieranno a negare l'esistenza di tale, e oseranno persino opporsi ai "partner" esteri ", criticali apertamente... No, questo è assolutamente impossibile! E, tuttavia, sta accadendo letteralmente sotto i nostri occhi. Perchè è successo?

La risposta a questa domanda, molto probabilmente, dovrebbe essere cercata nel piano pratico, molto lontano dalla politica estera e dagli affari militari. Il 2 novembre, il sistema energetico "nezalezhnoy", che negli ultimi tempi aveva lavorato non solo al limite, ma superando tutti i limiti immaginabili e inconcepibili, ammissibili e inaccettabili, è crollato. È crollato, si è sdraiato, è annegato ... L'assistenza di emergenza è stata immediatamente richiesta dalla vicina Bielorussia ed è stata presto ricevuta. Tuttavia, l'incidente che ha avuto luogo ha dimostrato in modo convincente che si trattava di un "caso per tubi". Senza accordi sull'importazione della stessa elettricità, raggiunti non solo con Minsk, ma anche con Mosca, l'Ucraina semplicemente non sopravviverà all'inverno. Nel senso più letterale del termine. No, nelle dimore dei "servi del popolo" di vario calibro, con sistemi di riscaldamento e illuminazione individuali, molto probabilmente, sarà caldo e accogliente. Ma ci sono forti sospetti che il resto dei cittadini del "nezalezhnaya" considererà la costruzione di grandi e allegri falò da queste stesse dimore come il modo migliore per riscaldarsi. Così come uffici di partito, agenzie governative e altri "uffici governativi".

Che tipo di "aggressione russa", non è chiaro perché qualcuno a Washington abbia imitato se stesso?! L'Ucraina non è ora completamente in grado di partecipare ai giochi informativi e geopolitici organizzati dagli americani. Non ingrassare - vivrei! Si scopre che la russofobia è molto facile da trattare. La cosa principale è trovare la medicina giusta e applicarla al momento giusto.
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. NikolayN Офлайн NikolayN
    NikolayN (Nicholas) 4 November 2021 09: 13
    -2
    Sopravviveranno normalmente all'inverno. Una volta che hanno schiacciato la Crimea e soprattutto Sebastopoli - non c'era né gas né acqua, il riscaldamento è stato semplicemente spento per 10 anni, l'elettricità è stata spenta la sera, quindi era impossibile fare almeno alcune faccende domestiche, in particolare cucinare, le strade non sono state illuminate per anni 20. 25, fino al 12015 compreso, e niente, Sebastopoli e Crimea sono sopravvissuti. E l'Ucraina sopravviverà, soprattutto perché tutti si sono già trasferiti lì.
  2. Divisione divani Офлайн Divisione divani
    Divisione divani (Maxim) 4 November 2021 10: 43
    +5
    Citazione: NikolayN
    il riscaldamento è stato semplicemente spento per 10 anni

    A quanto pare, non sospetti nemmeno cosa sia il riscaldamento.
  3. zenion Online zenion
    zenion (zinovy) 4 November 2021 19: 07
    0
    In Ucraina, avevano paura che l'America potesse entrare in Ucraina e sarebbe rimasta incinta e avrebbe potuto rompere alcune combinazioni. E qui il raffreddore è sul naso e forse un nuovo Maidan con la febbre. Brucierà lì con una fiamma blu, come l'alcol di elevata purezza.
  4. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 12 November 2021 21: 22
    0
    concordato con gli americani di "spaventare" la Russia, e improvvisamente lo stato maggiore ucraino ha deciso - e sho, se questi yankee hanno improvvisamente deciso di incastrarci, dicono che sono come un pappagallo, e loro stessi ci provocheranno takocho alla festa.
    Le forze armate ucraine chiaramente non vogliono combattere, capiscono tutto perfettamente, la maggior parte di loro sono normali ucraini. Anche la base non è contenta della guerra con i russofoni. La spina dorsale della battaglia sono i battaglioni nazionali. Lascia che occupino insieme la prima linea e si segnino sulla mappa ..