Greedy paga la benzina due volte. I polacchi hanno molto da imparare dai moldavi


Un altro paese oltre all'Ucraina (abbiamo parlato dell'Ucraina prima), che è stato favorevolmente riflesso dall'apparizione di "Nord Stream-2", si è rivelato essere la Moldova. Va detto che in futuro può generalmente diventare un esempio per il resto di come condurre le trattative sul gas con Gazprom. Anche se all'inizio sembrava che Chisinau stesse facendo di tutto per disturbarli ed esporre Gazprom al mondo intero come una sanguisuga che cercava di congelare il popolo moldavo.


Circo libero moldavo


Lo sfondo di questi eventi è il seguente. Il 30 settembre è scaduto un contratto a lungo termine del 2008 per la fornitura di gas russo alla Moldova. Per tutto questo tempo, ha ricevuto gas russo al prezzo di $ 158 / mille. cubi. Allo stesso tempo, durante questo periodo il suo operatore ha accumulato un debito con Gazprom di oltre 400 milioni di dollari, che al momento, tenendo conto delle sanzioni, ha già raggiunto i 709 milioni. Inoltre, questa cifra è esclusivamente debito moldavo, la Transnistria deve Gazprom 10 volte di più - più di 7 miliardi Per correttezza, va notato che nei 3 miliardi di metri cubi di gas consumati dalla Moldavia all'anno, Chisinau rappresenta solo 1 miliardo, i restanti 2,1 miliardi sono presi da Tiraspol . I debiti di Tiraspol Gazprom non pretende di ripagare, chiede, di pagare almeno i tuoi 709 milioni, così sono diventati un ostacolo. Chisinau non riconosce il debito. Bene, allora, mi scusi, niente soldi, niente benzina, ci vediamo in tribunale, ha detto Gazprom.

Dopodiché, Chisinau ha dovuto affrontare un vero problema di mancanza di gas in quanto tale e ha chiesto un periodo di grazia di almeno un mese. Miller, un'anima gentile, è andata a incontrarlo e ha prolungato il contratto per un altro mese (fino al 1 novembre), mentre il prezzo è stato fissato a $ 790 / tsd. cubetti, che, vedete, ai prezzi attuali in Europa, è ancora divino (in borsa a quel tempo oscillava intorno ai 1150 dollari). Perché Chisinau, sapendo del contratto in scadenza a settembre, non abbia avviato le trattative in anticipo, non lo so. Ma ha anche smaltito il mese di tregua dato nello stesso modo privo di talento. Il presidente del paese Maia Sandu si è ritirato del tutto dai negoziati, dicono, non è un affare zarista comprare gas. Anche il primo ministro Natalya Gavrilitsa. Due viceprimi ministri di second'ordine furono inviati a Mosca per negoziati. Il prezzo di $ 790 offerto da Gazprom non si adattava loro categoricamente, inoltre non intendevano discutere dei debiti di Moldovgaz. La domanda è congelata. Allo stesso tempo, Mosca non ha politico non ha avanzato alcun requisito, si trattava solo del debito accumulato di 709 milioni e delle modalità del suo servizio (Gazprom ha proposto una ristrutturazione del debito e un piano di rateizzazione di 3 anni per il suo rimborso). Ma, a quanto pare, tali domande erano al di sopra del livello di competenza dei negoziatori moldavi inviati a Mosca. La domanda è di nuovo bloccata.

Nel frattempo, Chisinau cercava freneticamente gas sui mercati esteri (fino a quel giorno l'unico e unico fornitore era Gazprom) e non lo trovava. Arrivò al punto che comprò dalla società polacca di produzione di petrolio e gas PGNiG, l'olandese Vitol e la svizzera DXT Commodities (queste ultime due, in genere, intermediari speculativi), 1 milione di metri cubi di gas ciascuno, al prezzo di $ 1050 a $ 1150 / mille metri cubi. Non sto dicendo nulla che questi volumi siano stati sufficienti per loro per circa 25-26 ore di funzionamento dei loro TPP. Ma perché non gli è piaciuto il prezzo di $ 790? Sa già di evidente autolesionismo. Dopodiché, il 22 ottobre, è stato dichiarato lo stato di emergenza in Moldova, e lei ha chiesto aiuto al Paese più ricco d'Europa, l'Ucraina, prendendo in prestito da lei altri 15 milioni di metri cubi di gas (indebitata, con l'obbligo di dare non soldi, ma gas nel febbraio del prossimo anno) - questo volume è stato sufficiente per loro per altri 5 giorni di attività del TPP, dopo di che il livello di compromesso dei negoziatori moldavi è notevolmente aumentato.

Il risultato è stata la firma il 29 ottobre a San Pietroburgo di un nuovo contratto quinquennale per la fornitura di gas russo alla Moldova a una formula di prezzo adatta a entrambe le parti. Secondo esso, Chisinau già dal 5 novembre ha iniziato a ricevere gas russo al prezzo di $ 1 / tsd. cubi. Il prezzo dell'accordo sarà rivisto trimestralmente, tenendo conto del costo del paniere del petrolio (450% del prezzo) e del prezzo del gas in borsa (un altro 30% del prezzo) per i 70 trimestri precedenti. Chisinau ha tutte le ragioni per credere che questo prezzo diminuirà solo (e accadrà quando verrà lanciato l'SP-3). Da parte moldava, l'accordo è stato firmato dal vice primo ministro Andrei Spinu e dal capo del Moldavgaz Vadim Cheban, da parte russa dal presidente del consiglio di amministrazione di Gazprom PJSC Alexey Miller. Per quanto riguarda il debito di "Moldovagaz", la sua revisione indipendente sarà effettuata nel 2.

Sulla base di questo audit, verrà determinato l'importo e avremo nuove trattative per determinare le modalità e i tempi del pagamento di questo debito. È importante per i cittadini e le imprese che dal 1° novembre garantiamo forniture di gas in volumi sufficienti a un prezzo almeno due volte inferiore all'attuale prezzo di mercato. Le attività non si fermeranno e le case saranno più calde

- il servizio moldavo di Radio Liberty (organizzazione riconosciuta come agente straniero nella Federazione Russa) cita il vice primo ministro.

Con questo, la crisi del gas moldava è stata risolta con successo. Allo stesso tempo, Gazprom ha dimostrato "zero politici", si trattava esclusivamente di affari, sebbene Chisinau fosse coperta dalla Transnistria come scudo, dove il gas non può essere fornito in altro modo: né attraverso l'Ucraina né attraverso la Moldova. Allo stesso tempo, è degna di nota la reazione dei non fratelli ucraini, che, dimostrando al mondo intero il livello della loro ignoranza e incompetenza, ovvero il grado di danno cerebrale (o cosa hanno al suo posto) da parte dei rifiuti acidi dei media locali, mi hanno raccontato con i loro occhi azzurri come Sandu sia stato messo sul culo a Gazprom comprando gas dagli europei e costringendo Miller a firmare un accordo a condizioni sfavorevoli per lui, per non perdere per sé un acquirente così vantaggioso, che è Chisinau con i suoi sfortunati miliardi di consumi di gas. Oh, l'ho piantato, quindi l'ho piantato! Ho comprato 1 milione di carburante da astuti polacchi a $ 1150 / mille. metri cubi, che le sono bastati per diverse ore di funzionamento della centrale termica della capitale, dopodiché è andata a sguazzare ai piedi di Zelensky, pregandolo per altri 15 milioni, e poi solo perché ci fosse abbastanza tempo per essere d'accordo con Gazprom sulla fornitura di gas per altri 5 anni. Mi sono asciugato il naso, quindi l'ho asciugato. Allo stesso tempo, l'accordo è stato firmato sui termini del pagamento del debito di 709 milioni di dollari, non ci saranno soldi - non ci sarà nemmeno il gas.

Ma non importa quanto siano astuti i moldavi, sono ancora lontani dai polacchi. Questi ragazzi hanno superato tutti, dimostrando cinismo verso l'alto e incoerenza.

Come si è frustata ancora una volta la vedova di un sottufficiale polacco


Il 28 ottobre, la compagnia petrolifera e del gas polacca PGNiG ha chiesto a Gazprom di rivedere al ribasso il prezzo al quale riceve il gas russo.

Di recente, abbiamo assistito a un aumento senza precedenti dei prezzi del gas naturale nel mercato all'ingrosso europeo. Questa situazione di emergenza dà luogo a una revisione delle condizioni di prezzo con cui acquistiamo il gas nell'ambito del contratto Yamal. A nostro avviso, ci sono opportunità per ridurre il prezzo del gas fornito a PGNiG

- ha affermato il presidente di PGNiG Pavel Maevsky.

Qui è necessaria una spiegazione. Il contratto a lungo termine della Polonia per la fornitura di gas russo da parte del dipartimento di Alexey Miller scade alla fine del 2022. Questo è lo stesso contratto Yamal di cui parla l'illustre signor Mayevsky. È stato firmato nel 1996 (26 settembre) tra la compagnia petrolifera e del gas statale polacca PGNiG e l'esportazione russa Gazprom per la fornitura di 10,2 miliardi di metri cubi di gas all'anno alla Polonia attraverso il gasdotto Yamal-EU (ma non meno di 8,7 miliardi di metri cubi/anno) a prezzo fisso, la cui revisione contrattuale era possibile non più di una volta ogni 3 anni. Allo stesso tempo, la parte polacca ha ripetutamente affermato che tale prezzo non è adatto e che non intende rinnovare il contratto dopo il 2022. 10 anni fa, Miller è già andato a incontrare i polacchi e nel 2012 Gazprom e PGNiG hanno firmato un accordo aggiuntivo a questo contratto, modificando i termini del prezzo. Di conseguenza, il prezzo del gas russo è diminuito di oltre il 10%. Ma questo non andava bene agli avidi polacchi, e nel 2020 hanno intentato una causa con l'arbitrato di Stoccolma per rivedere la formula del prezzo fisso, cercando di sbarazzarsi dei prezzi del petrolio e attaccarsi al gas negli hub europei del gas. E l'hanno vinto. Come affermato all'epoca dalla parte polacca vincitrice, "il tribunale ha reso possibile un collegamento più diretto tra la formula dei prezzi e i prezzi del gas sui mercati europei, il che porterebbe a un miglioramento significativo del contesto imprenditoriale". E questo ha davvero portato a questo. Ma non per molto.

Poi, a marzo 2020, l'arbitrato di Stoccolma non si è fermato qui ed è andato anche oltre, decidendo a favore di PGNiG anche su una revisione retroattiva del prezzo dal 1° novembre 2014, obbligando Gazprom a pagare alla società polacca 1,5 miliardi di dollari in eccesso. Gazprom ha pagato la differenza, ma ha nutrito rancore. E ora, dopo 1,5 anni, è stato vendicato. Già quest'anno i polacchi, secondo la causa vinta, sono costretti ad acquistare il suo gas puzzolente da Gazprom, puntando non sui prezzi del petrolio, che nei primi tre trimestri di quest'anno penzolavano stupidamente intorno ai 65-75 dollari/bar, ma sui prezzi galoppanti sulle borse europee del gas... E sono stati costretti a farlo perché i prezzi del GNL americano erano ancora più alti, importando costantemente oltre 2 milioni di metri cubi/mese di gasdotto russo durante il 3° e 900° trimestre, che, secondo la dogana russa, corrisponde al livello massimo di forniture appaltate. Secondo la stessa Gazprom, nel gennaio-agosto 2021 ha aumentato la fornitura del suo prodotto in Polonia del 12% (rapporto PJSC per 8 mesi). La consegna è stata effettuata ad un prezzo che si forma al 30% dei prezzi del petrolio e al 70% dei prezzi stabiliti negli hub europei del gas per i precedenti 3 trimestri. In questo caso, il prezzo viene rivisto su base trimestrale. Ora è $ 790 / mille per la Polonia. cubi. In effetti, tutto ciò che non viene fatto è per il meglio! Ma al signor Mayevsky, a quanto pare, non piace tale felicità, e fa nuovamente appello alla coscienza di Gazprom con richieste di revisione del prezzo. Davvero, l'arroganza dei polacchi non ha confini!

Non avete ancora dimenticato che nell'anno del coronavirus 2020, a causa di un calo dell'attività commerciale e di un inverno caldo, con le strutture UGS europee piene (in previsione di problemi con la firma del prossimo accordo di transito del gas tra Russia e Ucraina) , il prezzo del gas sugli swap europei è sceso al minimo storico e ha oscillato intorno ai 65-80 dollari/mille. cubi. Naturalmente la Polonia ne ha solo beneficiato, le quotazioni del gas in borsa si sono rivelate inferiori al prezzo, che è stato calcolato secondo la formula legata al paniere del petrolio. Pan Mayevsky si sfregò le mani e Gazprom subì perdite. I polacchi pensavano che sarebbe stato sempre così. Ma la musica non durò a lungo. Ed ora, a distanza di un anno, assistiamo a un rally europeo dei prezzi del gas, che hanno già sfondato il tetto dei 1200 dollari per mille metri cubi, aggiornando contemporaneamente il loro massimo storico, e rischiano davvero di non fermarsi a questo se l'inverno è rigido , e il Nord Stream-2 fino all'arrivo di Babbo Natale non verrà mai lanciato. Guardando questo, i polacchi dimostrano un'estrema incoerenza, chiedendo un'altra revisione del prezzo.

Cosa succede quando il prezzo dello swap è basso, ci concentriamo su di esso e quando è alto, ci concentriamo sul petrolio? Non funziona così! Hai già deciso, signori sono bravi, sei intelligente o bella? I tedeschi sono intelligenti, ottengono il gas puzzolente russo al prezzo di $ 280 / tcm, e prima gli costava ancora meno - $ 240, il prezzo crescerà lentamente, perché è legato al 100% al paniere del petrolio, e il petrolio non dimostra una volatilità così elevata, solo ora, avendo superato gli 80 $/bar. Gli austriaci, che hanno firmato un contratto di gas con Gazprom nel 2018 fino al 2040, hanno un prezzo simile. Anche l'Ungheria, che ha recentemente firmato un contratto di 15 anni con Gazprom fino al 2036, ha un prezzo accettabile - circa $ 350 / tsd. metri cubi (è legato solo per il 30% agli scambi gas). Anche i moldavi hanno contrattato da Miller per 5 anni un prezzo di 450 dollari/mille. metri cubi, con un andamento decrescente in quanto ancorato per il 50% al prezzo del petrolio. E pagherai $ 790, rischiando quest'inverno di recuperare tutte le spese di Gazprom, che ha sostenuto con la decisione del tribunale di Stoccolma. E così sarà! E se siluri la certificazione SP-2, allora paghi ancora di più. Perché stupido e avido paga due volte!

Secondo Gazprom, da ottobre 2020 ad aprile 2021, la Polonia ha importato 5 miliardi di metri cubi di gas russo. Gli indicatori di questo ottobre mostrano che le forniture di gas russo sono in eccesso e in inverno PGNiG non avrà fonti alternative che possano sostituire il gas russo. Pertanto, in questa stagione di riscaldamento, i costi del gas in Polonia possono ammontare ad almeno $ 3,95 miliardi e il pagamento in eccesso, rispetto al prezzo con un piolo del petrolio, è di $ 2,55 miliardi. ). Amen!
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 9 November 2021 08: 02
    +1
    Un altro paese oltre all'Ucraina (di cui abbiamo parlato prima), che è stato favorevolmente colpito dalla comparsa di Nord Stream 2, è stata la Moldova.

    Stream-2 non ha nulla a che fare con questo. È in Moldavia non ha influito affatto.

    I debiti di Tiraspol Gazprom non pretende di ripagare, chiede, di pagare almeno i tuoi 709 milioni, così sono diventati un ostacolo. Chisinau non riconosce il debito.

    Questo non è vero. L'importo del debito si accumula dal 2006. I moldavi non hanno mai detto di "non riconoscere" il debito. Lo riconobbero, gli chiesero solo: "Tanta acqua è passata sotto i ponti nel Dniester dal 2006, sediamoci a tavola, facciamo contare una volta i nostri commercialisti-revisori dei conti e vediamo se davvero dobbiamo così tanti soldi in 15 anni. "

    Perché Chisinau, conoscendo il contratto in scadenza a settembre, non abbia avviato le trattative in anticipo, non lo so. Ma ha anche smaltito il mese di tregua dato nello stesso modo privo di talento. Il presidente Maia Sandu si è ritirato del tutto dalle trattative, dicono, non è affare zarista comprare il gas. Anche il primo ministro Natalya Gavrilitsa. Due vicepremier di second'ordine sono stati inviati a Mosca per trattative

    L'autore prima fa una domanda, e poi lui stesso risponde, dicendo: "Non lo so". Questo è un sintomo molto inquietante.

    La formula per il calcolo del gas nell'opus è presentata in modo impreciso. In realtà, è tale che i moldavi pagheranno di più per il gas in estate che in inverno (c'è una tale possibilità).

    Uno dei vice primi ministri (negoziatori con la Russia sul gas) Vlad Kulminsky si è dimesso "di sua spontanea volontà" il 06 novembre, essendo stato vice primo ministro per esattamente 3 (tre) mesi. Probabilmente, si è reso conto che a luglio, dopo aver ricevuto i pagamenti per il gas, gli stessi moldavi potevano sollevarlo su un forcone. E così ... fino a luglio, altri 8 mesi ... durante questo periodo, l'"elokhtorat" dimenticherà chi gli ha messo la "pinza del gas" sul collo.
    1. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 9 November 2021 08: 53
      +1
      Circo libero moldavo.
      Miller, un'anima gentile, gli andò incontro e prolungò il contratto per un altro mese (fino al 1 novembre); il prezzo è stato fissato a $ 790/migliaia. cubi;
      Chisinau già dal 1 novembre ha iniziato a ricevere il gas russo a un prezzo $ 450/mille. cubi.

      Secondo me l'autore non conosce o non capisce il significato delle parole "circo libero"... I moldavi si sono riposati, nel risultato finale abbattendo il prezzo da $ 790 a $ 450, hanno ottenuto un audit (che può trascinarsi all'infinito) e quindi hanno posticipato il pagamento del loro debito.
    2. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 9 November 2021 09: 03
      -1
      Stream-2 non ha nulla a che fare con questo. Non ha affatto influenzato la Moldova.

      Come non ha influito se la Moldova si rivela presto l'unico destinatario del gas lungo la rotta ucraina. Tutto il resto lo riceverà o tramite il TP, o tramite la joint venture, magari anche tramite la Yamal-EU

      Questo non è vero. L'importo del debito si accumula dal 2006. I moldavi non hanno mai detto di "non riconoscere" il debito. Lo riconobbero, gli chiesero solo: "Tanta acqua è passata sotto i ponti nel Dniester dal 2006, sediamoci a tavola, facciamo contare una volta i nostri commercialisti-revisori dei conti e vediamo se davvero dobbiamo così tanti soldi in 15 anni. "

      Errore di nuovo! Il debito per il 1991-2010 è stato chiuso al 100% trasferendo la rete di distribuzione moldava alla proprietà di Gazprom. 450 milioni sono apparsi nel 2011-12 durante il regno della recitazione. Il presidente Marian Lupu, si trascina da allora, gli interessi presto eguaglieranno il corpo del debito

      che gli ha messo una "pinza a gas" sul collo.

      Un buon morsetto costa $ 450, confrontalo con quello ucraino a $ 850
      1. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 9 November 2021 09: 31
        -2
        se la Moldavia arriverà presto sarà l'unico destinatario del gas lungo la rotta ucraina.

        Parole chiave - "se la Moldova arriva presto". Non credere alle tue speculazioni.
        "Gazprom ha aumentato il transito giornaliero verso l'UE attraverso l'Ucraina del 54%", - la notizia di ieri. Pertanto, "La Moldova non sarà presto l'unico destinatario del gas ..."
        E ricorda la Transnistria: riceve anche il gas "attraverso la rotta ucraina".
        1. astronauta Офлайн astronauta
          astronauta (San Sanych) 10 November 2021 01: 29
          -1
          Gazprom non ha prenotato capacità di transito aggiuntiva attraverso la Polonia e l'Ucraina per mercoledì

          https://www.interfax.ru/business/802095
          Salta più in alto sul trampolino)))
  2. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 9 November 2021 08: 35
    0
    Greedy paga la benzina due volte.

    - Un timido e compiacente - paga sempre per tutti in una volta (e per l'avido, e per l'arrogante e per tutti gli altri - omerito e "rude") ...
  3. zloybond Офлайн zloybond
    zloybond (lupo della steppa) 13 November 2021 21: 53
    -1
    Situazione strana. Inflazione mondiale. I polacchi urlano che stanno pagando più del dovuto, i moldavi credono anche che tutto stia diventando più costoso. L'Unione europea sta urlando per l'aumento dei prezzi e gli Stati Uniti stanno urlando per l'inflazione. Tutto sta diventando più costoso e ROSREESTR oggi e nel Territorio di Krasnodar è riuscito a diventare famoso per il ribasso su larga scala di tutte le terre. cioè due volte!!! Ad Anapa e nella regione di Anapa oggi c'è quasi una rivoluzione. È stata effettuata una valutazione generale del terreno. sullo sfondo dell'inflazione generale e dell'aumento dei prezzi, Rosreestr ha raddoppiato il costo di tutti i terreni negli insediamenti costieri. E poi le autorità regionali stanno cercando di far passare una legge che limiti il ​​diritto dei proprietari a disporre integralmente dei terreni e allo stesso tempo dia il diritto di sequestrare questi terreni alla popolazione, ma già scontati. Si prepara il terreno per il sequestro dei beni ai cittadini. La gente è scesa in piazza. Il sindaco di Anapa gira per i villaggi e racconta storie alla popolazione, ingannando i cittadini. La gente scrive lettere al presidente. I miei amici sono così scioccati da ciò che sta accadendo.