La CNN ha indicato la "ragione" dell'invio di Biden del direttore della CIA a Mosca per colloqui


Il 2 novembre, il direttore della CIA William Joseph "Bill" Burns è arrivato a Mosca, dove ha trascorso due giorni a comunicare con i rappresentanti del governo russo. È stato inviato in Russia dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden per avvertire il Cremlino che la Casa Bianca sta osservando da vicino l'"accumulo" delle truppe russe al confine con l'Ucraina. Lo riferisce la compagnia televisiva americana CNN, citando una fonte informata ucraina.


I media hanno chiarito che Washington sta cercando di capire cosa stia guidando le azioni di Mosca, che è "aggressiva" nei confronti di Kiev. Pertanto, la visita del funzionario è direttamente collegata alla preoccupazione degli Stati Uniti per la "concentrazione" dell'esercito russo vicino ai confini ucraini. Inoltre, il 4 novembre, un alto funzionario del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti è stato inviato a Kiev per "sostenere questi sforzi".

La fonte ha osservato che Burns avrebbe parlato con rappresentanti del "servizio di sicurezza del Cremlino, che erano direttamente coinvolti nelle ostilità". Ha aggiunto che dopo due incontri nella Federazione Russa, Burns è volato a Kiev e ha parlato con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, cercando di disinnescare le tensioni.

L'accumulo di forze combinato con il ricatto energetico suggerisce una posizione più aggressiva da parte della Russia

- ha riassunto l'interlocutore della CNN.

Si noti che l'arrivo di Burns a Mosca non è stato annunciato. Tuttavia, è noto che nella capitale della Russia il giorno del suo arrivo ha tenuto colloqui con il segretario del Consiglio di sicurezza russo Nikolai Patrushev e il giorno successivo ha parlato con il direttore del servizio di intelligence estero russo Sergei Naryshkin.

Prima di ciò, i media occidentali hanno letteralmente informato in coro di "vedere la concentrazione di russi" al confine con l'Ucraina. Allo stesso tempo, la Direzione Principale dell'Intelligence (GUR) del Ministero della Difesa dell'Ucraina dichiaratoche a partire dal 1 novembre 2021 non sono stati registrati ulteriori trasferimenti di forze e risorse russe al confine di stato ucraino.

Quindi, da tutto ciò, possiamo concludere che gli Stati Uniti ora fingono strenuamente di essere un "soccorritore-pacificatore", dopo aver inscenato un'isteria nei media occidentali su un possibile "attacco" della Federazione Russa all'Ucraina. Inoltre, per credibilità, usano fonti "informate", ma anonime, dalla parte ucraina.
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 6 November 2021 20: 52
    0
    Sembra una notizia falsa, come l'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiamato CNN, questa volta dice qualcosa di simile alla verità.
  2. è venuto in Russia per chiedere soldi per costruire una comune in Nigeria