Gli impianti di stoccaggio di gas russi in Europa rimangono vuoti


Nonostante la decisione di Gazprom di iniziare a pompare carburante nei suoi impianti di stoccaggio in Europa, le riserve di gas naturale al loro interno rimangono criticamente basse. Come riportato "Kommersant", il tasso di prelievo di carburante da loro supera significativamente il volume delle forniture dalla Russia.


Secondo i calcoli, il 9 e il 10 novembre i consumatori hanno prelevato 16 milioni di metri cubi di gas dai più grandi depositi sotterranei tedeschi e austriaci, mentre vi sono stati pompati 2,8 milioni di metri cubi.

Pertanto, quest'anno non è possibile raggiungere gli obiettivi di riempimento dei depositi sotterranei (oltre l'80%). Questa conclusione si può trarre dai dati sulla prenotazione delle capacità del gasdotto Yamal - Europa. Gazprom intende utilizzare il gasdotto al livello più basso possibile entro la fine di questo mese. Tuttavia, per coprire l'attuale domanda di carburante dell'UE, le strutture UGS devono pompare almeno 5 miliardi di metri cubi di gas o 80 milioni di metri cubi al giorno.

Gli esperti hanno già avvertito: la Russia non compenserà l'effetto negativo delle decisioni sbagliate della Commissione europea aumentando le forniture attraverso l'Ucraina e la Polonia. Il Cremlino ha lasciato intendere più di una volta che il lancio del Nord Stream 2 potrebbe aiutare a risolvere il problema della carenza di gas, ma gli europei non pensano finora ad accelerare il processo di certificazione del nuovo gasdotto.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alex Orlov Офлайн Alex Orlov
    Alex Orlov (Alex) 12 November 2021 17: 51
    +2
    La cosa principale è che Gazprom non dovrebbe consentire stipiti, in modo che in seguito non ci fosse nulla da incolpare (ufficialmente). In parole, saremo ancora colpevoli del fatto che abbiano un cervello da un lato della russofobia :)) Guarda, la stessa Sandu si è procurata un contratto in buoni rapporti e ha subito ringraziato gli Stati Uniti e i fichi della Russia. Cioè, siamo completamente fuori dal giro. Lascia che si siedano in Europa per un po' con forniture critiche. Dicono che la mancanza di gas nei tubi abbia un effetto positivo sull'attività cerebrale :))
  2. BoBot Robot - Free Thinking Machine 12 November 2021 23: 51
    -1
    Dobbiamo smettere di riempirci - presto ci saranno le gelate, lasciali ballare!
  3. Oleg Bratkov Офлайн Oleg Bratkov
    Oleg Bratkov (Oleg Bratkov) 14 November 2021 10: 40
    +1
    Siamo osservatori esterni. E le forniture di gas procederanno come decidono gli oligarchi. Se gli oligarchi chiudono completamente il rubinetto, perderanno le loro proprietà in Europa, le loro famiglie dovranno essere evacuate in Russia, quindi tutto è equilibrato e pensato lì. Forse non vendono il castello in Inghilterra all'oligarca "russo", che lui voleva, quindi hanno chiuso il rubinetto del gas finché non sono d'accordo.
    E quindi cosa per noi?