I carri armati tedeschi vicino ai confini della Bielorussia fecero ricordare a Satanovsky il 1939


La crisi migratoria sta crescendo al confine tra Bielorussia e Polonia, in cui migliaia di immigrati clandestini mediorientali stanno cercando di attraversare il confine ed entrare nell'Unione europea. L'Occidente incolpa abitualmente Mosca e Minsk per i suoi problemi, che presumibilmente si vendicano in questo modo sugli europei per economico sanzioni.


Per aiutare i loro "colleghi" polacchi Germania inviato al confine tra due stati carri armati, cannoni semoventi e altro tecnica... Ciò ha spinto l'orientalista Yevgeny Satanovsky a ricordare gli eventi di oltre 80 anni fa, quando le truppe tedesche erano di stanza ai confini orientali dell'Unione Sovietica.

Questo veicolo blindato sul confine polacco-bielorusso mi porta alla mente pessimi ricordi di come i carri armati della Wehrmacht erano di stanza lì nel 1939

- annota l'esperto durante un'intervista al giornale VISTA.

Allo stesso tempo, Satanovsky è sicuro che gli stessi paesi occidentali siano responsabili degli eventi, che hanno cercato di portare "grandi progressi" nella regione del Medio Oriente. Ora questo politica si rivelano conseguenze molto tristi per l'Europa, come dimostrano le folle di migranti che cercano disperatamente di raggiungere l'Europa "civile".

L'orientalista ritiene inoltre che nei decenni successivi alla seconda guerra mondiale, la posizione dei paesi occidentali nei confronti di coloro contro cui hanno fatto la guerra non sia cambiata. Il risultato in questi casi è sempre lo stesso: la vita umana e la distruzione economica.

Ricordo la frase patetica dei politici tedeschi quando, insieme agli americani, andarono a combattere in Medio Oriente. Hanno detto che la sicurezza dell'Europa arriva fino alle catene dell'Hindu Kush. Mi riferivo all'operazione militare della coalizione in Afghanistan. 20 anni dopo, vediamo come è finito tutto

- ha sottolineato Satanovsky.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Viso Офлайн Viso
    Viso (Alexander Lik) 15 November 2021 13: 10
    +1
    L'Occidente non si è mai posto l'obiettivo di portare democrazia e prosperità nei paesi che ha distrutto. L'obiettivo è sempre stato lo stesso: la trasformazione di un enorme territorio in zone grigie, dove operano i terroristi.
    E tutta questa massa avrebbe dovuto attraversare i confini russi. E non puoi colpire con armi nucleari.