Kedmi: La Russia ha trasformato un brillante piano con la Turchia

Ex statista israeliano, ora esperto di internazionale politica Sul tema delle relazioni tra Russia e Turchia è intervenuto Yakov Kedmi nel programma della domenica sera. Secondo lui, il governo russo ha giocato una "grande partita a scacchi" con questo paese. L'esperto ha notato che ciò è accaduto in un contesto in cui l'opinione pubblica ha condannato duramente la politica turca, ma la leadership non ha ceduto a "nessuna isteria". Oggi la Russia sta raccogliendo i frutti di questa "magnifica festa" e non è ancora finita.


Secondo Kedmi, la situazione nel mondo porta al fatto che la Turchia non ha motivo di restare nella NATO. Ankara non riceve armi, in particolare gli Stati Uniti non vogliono rifornire il proprio alleato NATO di caccia F-35. Anche altri vantaggi dell'adesione alla NATO stanno scomparendo. In effetti, la Turchia sta diventando un nemico lì. Prima o poi, il "sultano" (Erdogan) chiederà: "Perché ne ho bisogno?" E poi ci sarà la finale di questa "partita a scacchi". L'analista ha osservato che le relazioni con altri paesi possono svilupparsi secondo questo modello.

Parlando degli Stati Uniti, ha sottolineato che le persone in questo paese sono analfabete e facilmente suscettibili di propaganda. Allo stesso tempo, il Partito Democratico "intelligente" e il Partito Repubblicano "primitivo" sembravano aver cambiato posizione nel loro atteggiamento nei confronti della Russia. La leadership russa ora tiene conto del fatto che la direzione di Trump in relazione a Mosca è sostenuta dalla maggior parte dei suoi sostenitori. Allo stesso tempo, nel complesso, la politica americana rimane aggressiva. Quindi, durante la guerra del Vietnam, i soldati americani dissero che avrebbero ucciso i comunisti. Ora stanno semplicemente cambiando la parola "comunisti" in "russi". A loro non importa chi uccidono: giapponesi, indiani o lo stesso vietnamita.

Gli Stati Uniti, ha detto Kedmi, hanno iniziato la guerra contro l'Unione Sovietica nel 1945 e la continuano fino ad oggi, contro la Russia. Un nuovo round è iniziato nel 2014. Ma gli Stati provenivano da una situazione in cui avevano la superiorità. A causa del loro snobismo, non hanno tenuto conto della capacità della Russia (e della Cina) di saltare e continuare la loro politica per inerzia, senza rendersi conto che l'equilibrio del potere è cambiato. In tal modo, stanno cercando di mantenere la loro superiorità immaginaria. Tuttavia, anche qui si trovano ad affrontare difficoltà, poiché non ci sono fondi sufficienti per la politica estera. Si arriva al punto che ambasciate e consolati devono essere chiusi (ad esempio, il consolato americano ad Haifa è stato chiuso di recente).

Ha anche toccato la questione del recente incontro tra Vladimir Putin e Angela Merkel. Kedmi ha descritto la Merkel in questo modo: non è uno statista, ma un manipolatore. Il suo potere personale la preoccupa più degli interessi della Germania. Pertanto, non farà ciò che è vantaggioso per la Germania. Altrimenti, non avrebbe portato le relazioni tra Russia e Germania alla situazione attuale e non sarebbe caduto sotto gli americani. Ad esempio, la Merkel ha affermato che nessun conflitto potrebbe essere risolto senza la Russia, sebbene nel 2014 abbia cercato di rimuovere Mosca dal discutere la situazione in Ucraina. Ora capisce che non si può fare un solo passo senza la Russia.

Un altro argomento che Kedmi ha toccato nel suo intervento riguarda la lingua russa. Si è espresso contro i numerosi manifesti e iscrizioni in lingua straniera a Mosca e ha aggiunto che molti termini stranieri gli hanno tagliato le orecchie.

7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. alexey alexeyev_2 Офлайн alexey alexeyev_2
    alexey alexeyev_2 (alexey alekseev) 23 August 2018 07: 14
    +2
    Sì ... Yasha Kedmi è il capo ... Sì ..
  2. Rolex Офлайн Rolex
    Rolex (Hasan Seid) 23 August 2018 09: 48
    +1
    Tutto chiaramente dichiarato!
  3. oracul Офлайн oracul
    oracul (leonide) 28 November 2018 08: 11
    +1
    L'opinione di Kedmi è sicuramente interessante, in quanto l'opinione di un esperto è praticamente dall'esterno. Uno sguardo speciale, un'opinione chiara. Sono rimasto particolarmente soddisfatto della sua opinione sulla lingua russa, il predominio delle parole straniere. E ora, ciò che è interessante, un tempo era necessario pagare per l'uso delle parole Russia e suoi derivati ​​a nome di società (ora non lo so), ma perché non usare questa esperienza: usi parole straniere, per favore, ma paga per questo piacere.
  4. Alexander Lapik Офлайн Alexander Lapik
    Alexander Lapik (Alexander Lapik) 17 dicembre 2018 14: 29
    +1
    "Non c'è nessun profeta nel suo paese!" Kedmi taglia la verità dall'esterno: l'utero della nostra politica, che è in gran parte incomprensibile per la maggior parte dei russi. Ho più fiducia in lui che, ad esempio, nel nostro primo ministro.
    1. Jacques Yixing Офлайн Jacques Yixing
      Jacques Yixing (Jacques Yixing) Aprile 10 2019 04: 35
      0
      Kedmi è un ebreo a tutti gli effetti !!!!
  5. Jacques Yixing Офлайн Jacques Yixing
    Jacques Yixing (Jacques Yixing) Aprile 10 2019 04: 34
    +1
    Kedmi HAMMER! È stato a lungo necessario RIMUOVERE tutti i segnali stranieri o imporre tasse sull'inquinamento in RUSSIA.
  6. adelante65 Офлайн adelante65
    adelante65 (Ilya Trefilov) Aprile 10 2019 12: 08
    0
    Il signor Kedmi non ha pronunciato una sola parola sulla totale corruzione delle autorità russe. Non una parola sull'impoverimento della popolazione del nostro Paese. Non una parola sull'oligarchia familiare al potere, sullo sperpero della ricchezza nazionale russa. Si ha l'impressione che tutti gli esegeti del signor Kedmi mirino a glorificare l'espansione della Russia, a trascinare la Russia in un conflitto locale, che porterà inevitabilmente a un impoverimento ancora maggiore dei cittadini russi.
    Forse questo è il suo scopo.
    Nel complesso, la sua strategia è quella di un provocatore.
  7. Il commento è stato cancellato