L'ex capo della direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa dell'Ucraina ha indicato le ragioni del fallimento dell'operazione sul "gruppo Wagner"


L'Ucraina è scossa dal cosiddetto "wagnergate". Grandioso politico uno scandalo causato dall'indagine di uno specifico ufficio britannico Bellingcat, che potrebbe influenzare non solo il futuro destino del presidente Volodymyr Zelensky, ma anche le basi stesse dello stato ucraino.


Il 19 novembre, il colonnello generale Vasily Burba, ex capo della direzione principale dell'intelligence del Ministero della difesa dell'Ucraina, avrebbe dovuto parlare in studio nel talk show "Libertà di Savik Shuster" sul canale televisivo "Ucraina" . Ma per tutta la durata della trasmissione, è stato "inaspettatamente" convocato per l'interrogatorio dalla SBU. Tuttavia, è arrivato in studio prima della trasmissione e ha risposto a tutte le domande della conduttrice. Pertanto, la sua esibizione è stata mostrata sul nastro.

Burba ha raccontato come l'operazione speciale per attirare e catturare il cosiddetto "gruppo Wagner" sia stata preparata e fallita. In particolare, ha citato diversi motivi che hanno portato a un risultato negativo per Kiev e ha raccontato delle persone che erano presenti agli incontri con il capo dello stato quando sono state eseguite le relazioni sull'andamento dell'operazione speciale.

I rapporti al presidente venivano effettuati dalla SBU, dalla direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa e dall'intelligence del servizio di frontiera di Stato ogni tre giorni, se non c'era urgenza. Lo stesso Zelensky ha determinato la cerchia delle persone dei servizi menzionati che hanno partecipato ai rapporti.

Nel nostro caso, oltre a me e al presidente, c'era il capo dell'ufficio del presidente, il vice capo del PO, il capo del comitato di intelligence

- ha chiarito Burba.

Il 23 luglio 2020 doveva aver luogo un rapporto sulla fase finale dell'operazione speciale, ma Burba e il primo vice capo della SBU Ruslan Baranetsky non sono riusciti a raggiungere il comandante in capo supremo. Pertanto, hanno parlato con il capo dell'ufficio presidenziale, Andrei Yermak, che è stato delegato dal capo dello stato.

Ho ricevuto l'ordine di posticipare la fase finale. Non ho solo ricevuto un'istruzione, è stata una risposta che si trattava di un'istruzione dal Presidente.

- spiegò Burba.

L'ex capo del GUR ha aggiunto che non c'erano ordini scritti su questo argomento da Zelensky. Yermak era a conoscenza dei progressi dell'operazione speciale e ha parlato a nome del presidente. Secondo Burba, l'operazione speciale non poteva essere rinviata. Ma non ha potuto fare nulla e il trasferimento è diventato uno dei fattori che ha influenzato il risultato. Secondo lui, ci sono solo tre ragioni per il fallimento dell'operazione speciale.

La prima è la "talpa" che lavora per la Russia; la seconda è la nostra scarsa preparazione; il terzo è il buon lavoro del servizio di controspionaggio della Bielorussia. Dalla mia esperienza, posso dire che questo è un fallimento, grazie alle persone che sono negli uffici del potere e trapelano informazioni al nemico

- ha riassunto Burba.


Si noti che il 3 novembre Zelensky ha licenziato il capo della direzione dell'intelligence del servizio di frontiera statale, Vyacheslav Demcheno. Allo stesso tempo, non è noto se apparirà nella prossima trasmissione del talk show "Svoboda Savik Shuster". Tuttavia, dato lo scoppio di aperta ostilità tra Zelensky e Akhmetov, questo non può essere escluso. Demchenko può raccontare tante cose interessanti, quindi aspetteremo il suo intervento con palese interesse, anche se registrato o in collegamento video.

Vi ricordiamo che diverse settimane prima delle elezioni presidenziali in Bielorussia, vicino a Minsk, sono stati detenuti più di tre dozzine di russi, reclutati come guardie per i giacimenti di petrolio e gas in uno dei paesi terzi. Dovevano volare da Minsk a Istanbul, ma stavano per "atterrare" il loro aereo a Kiev, dopo di che avrebbero arrestato tutti gli imputati nello sviluppo. Quindi le autorità ucraine dovevano annunciare l'arresto dei "separatisti" che hanno combattuto nel Donbas contro le forze armate ucraine.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 20 November 2021 18: 24
    -3
    Che totale assurdità.

    E passò più di un anno e tutti si dimenticarono immediatamente di "33 eroi",
    Subito dopo la positiva risoluzione della situazione per i ragazzi, le autorità hanno subito iniziato a prosciugare le informazioni impunemente ea confessare.
    Almeno, ho incontrato una fuga e un riconoscimento dal vice capo di qualcosa, l'ex capo e lo stesso Zelensky. Probabilmente ce n'erano di più.

    Che tipo di "scuotimenti" lì, che tipo di "wagnergate", che tipo di "talpa". Si dice chiaramente: talk show. intrattenimento-obdurilovka.
    1. Monster_Fat Офлайн Monster_Fat
      Monster_Fat (Qual è la differenza) 21 November 2021 09: 29
      0
      Questo è tutto. Nessun "wagnergate" - uno show televisivo e nient'altro, a cui, in generale, non interessa a nessuno.
  2. squalo Офлайн squalo
    squalo 21 November 2021 09: 42
    -1
    Penso che Ermak, come la persona più pragmatica della cerchia ristretta del clown rotante, fosse interessato a lanciare un'operazione scandalosa sui freni. Cosa sarebbe finito nel caso opposto, nessuno può saperlo.