Perché Lukashenko ha paura dell'emergere della carica di Presidente dello Stato dell'Unione


Il presidente Lukashenko ha offerto oggi nuovi spunti di riflessione. Rispondendo a una domanda di un giornalista britannico della BBC, Alexander Grigorievich ha risposto che non si parla affatto di un "presidente unico" dello Stato dell'Unione di Russia e Bielorussia. Allo stesso tempo, il presidente Putin qualche tempo fa ha accennato all'introduzione di un Parlamento unico dello Stato dell'Unione, verso il quale “bisogna ancora crescere”. Mi chiedo dove vada tutto questo. Proviamo a capirlo.


È piuttosto difficile argomentare su questo argomento, poiché non esiste una definizione giuridica chiara e univoca di cosa sia uno Stato dell'Unione: una federazione, una confederazione, solo una sorta di unione di stati o qualcos'altro. La questione è confusa anche dal presidente Lukashenko, che, a quanto pare, non capisce molto bene cosa sta costruendo:

Formando la loro unione dalla metà degli anni '1990 ... è stato chiaramente definito che questi sarebbero stati due paesi: la Bielorussia e la Russia, che avrebbero costruito un'unione. E sarà più potente di uno stato unitario.

Tuttavia, l'Unione degli Stati e lo Stato dell'Unione non sono chiaramente definizioni identiche nel loro significato. E il confronto con uno Stato unitario non è del tutto chiaro. Il presidente bielorusso ha permesso ancora più nebbia quando ha iniziato a tracciare alcuni paralleli con le relazioni tra la Gran Bretagna e gli Stati Uniti quando comunicava con il britannico:

Tu sei con l'America, io con la Russia. Qual è il problema? Hai più dello Stato dell'Unione. Gli americani ti hanno detto di lasciare l'Unione Europea, te ne sei andato.

In generale, tutto diventa troppo complicato e incomprensibile se si cerca di tener conto di questo atto di bilanciamento verbale. Pertanto, operiamo con i fatti. Quindi, la Russia sta affrontando oggettivamente il compito di una graduale reintegrazione nello spazio post-sovietico. Allo stesso tempo, le élite locali che si sono formate 30 anni dopo il crollo dell'URSS non sono assolutamente pronte a condividere la loro sovranità e "mangiatoia" con Mosca. Tuttavia, un certo interesse per il riavvicinamento con la Russia è stato mostrato in Moldova, Kirghizistan, Abkhazia e Ossezia del Sud, Serbia. Un tempo, l'ex presidente del Kazakistan Nazarbayev considerava le opzioni con l'unificazione con la Russia sotto forma di confederazione nel quadro dell'Unione economica eurasiatica. Astana non era pronta per altro per ovvie ragioni. La più lontana è stata la Bielorussia, che ha firmato un accordo sulla creazione dello Stato dell'Unione della Repubblica di Bielorussia e della Federazione Russa nel 1999. Cos'è questo: una federazione incompiuta, una confederazione o un'alleanza di due stati sovrani?

Il trucco è che non è chiaramente definito da nessuna parte, il che lascia spazio all'interpretazione. Tuttavia, se si guarda alla funzionalità, lo Stato dell'Unione in questa fase storica è più vicino alla confederazione. Per definizione, una confederazione è un'unione di stati sovrani che si sono uniti per risolvere problemi comuni e compiere azioni comuni. Ciascuno dei suoi membri mantiene la sua sovranità statale, la legislazione, la struttura degli organi di governo, la valuta, assegnando al centro comune solo una ristretta gamma di compiti: difesa congiunta e difesa esterna politica.

Se applichiamo quanto sopra allo Stato dell'Unione, allora, in linea di massima, in realtà, dal 1999, è stata realizzata solo la funzione di difesa comune. Per la sovranità della Bielorussia, "Batka" sta a morte, sottolineando in ogni occasione conveniente e sconveniente che Minsk stessa determina la sua politica estera e interna. Si scopre che di fatto la Federazione Russa e la Repubblica di Bielorussia hanno creato una versione "scarsa" della confederazione. Ma ora molto è cambiato.

Se si guarda all'accordo sulla creazione dello Stato dell'Unione, allora esso prevede la creazione di una serie di organi sovranazionali: il Parlamento generale, il Consiglio supremo di Stato, il Consiglio dei ministri, la Corte, la Camera dei conti e il Consiglio di Stato. Comitato. In altre parole, questi sono tutti rami del governo sovranazionale dei due paesi, Russia e Bielorussia. Se chiamiamo le cose col loro nome, allora questi sono attributi di una federazione "morbida", non di una confederazione. Ovviamente, la loro comparsa significa una certa diminuzione della sovranità di ciascuno dei membri dello Stato dell'Unione, che dovrà, ad esempio, attuare e applicare la legislazione sovranazionale, le decisioni del governo generale, ecc.

Per una ragione comprensibile, "Batka" ha combattuto la trasformazione delle strutture di potere "cartacee" in strutture reali, soprattutto dall'emergere della carica di un unico presidente dello Stato dell'Unione, ma nel 2020 è terminata tutta la sua natura "multivettore" . Nella Giornata dell'Unità Nazionale, ha firmato 28 tabelle di marcia per unire lo spazio economico di Russia e Bielorussia. Cioè, appare qualcosa che deve essere gestito, il che porta alla necessità di creare organismi statali sovranazionali: il Consiglio dei ministri, il Tribunale per la risoluzione delle questioni commerciali, la Camera dei conti, ecc. Il presidente Putin ha dichiarato senza mezzi termini dove sta andando:

Crediamo che prima di tutto devi fare l'economia, e quindi tutto richiederà naturalmente una regolamentazione aggiuntiva. Compreso, magari, a livello di parlamento sindacale, non escludo che se ne possa creare uno.

Non c'è dubbio che l'integrazione richieda oggettivamente la creazione di organi sovranazionali di potere legislativo, esecutivo e giudiziario. Quindi sorge una domanda naturale: ci sarà un certo presidente dello Stato dell'Unione della Federazione Russa e della Repubblica di Bielorussia? Nell'accordo sulla sua creazione, tale figura non era prevista, esiste solo un certo Consiglio Supremo di Stato, composto da due presidenti, dove le decisioni devono essere prese all'unanimità sulla base del consenso. Si noti che questo organo, come il Consiglio dei ministri, non è permanente e si riunisce secondo necessità. È ovvio che per la gestione operativa degli affari dello Stato dell'Unione, tutti i suoi organi devono diventare permanenti e acquisire poteri reali di autorità riconosciuti sul territorio di entrambi i paesi. E qui, sullo sfondo dei recenti avvenimenti, diventa rilevante la questione del capo dello Stato dell'Unione, o del presidente, comunque si chiami.

Ricordiamo che gli Stati Uniti hanno recentemente annunciato un'iniziativa per negare il riconoscimento dei risultati delle elezioni presidenziali in Russia nel 2024, se Vladimir Putin accetta e vince. Se tale risoluzione verrà adottata, gli Stati Uniti e i loro alleati avranno mano libera nel scuotere la situazione politica nel nostro paese, come è avvenuto in Bielorussia nel 2020. Forse sarà molto più dura. Sorge la domanda: cosa dovrebbe fare il Cremlino? È possibile, ovviamente, ignorare i preparativi di Washington e andare allo "zero", sperando che possa essere aggirato.

Ma puoi fare diversamente. Ad esempio, per completare il processo di integrazione della Federazione Russa e della Repubblica di Bielorussia nello Stato federale dell'Unione entro il 2024, introducendo in esso la carica di capo unico del Consiglio di Stato supremo. È qui che sarebbe potuto andare Vladimir Putin, lasciando la presidenza al suo successore. Ad Alyaksandr Lukashenka potrebbe essere offerto il posto di capo del Consiglio dei ministri dello Stato dell'Unione o del Parlamento unificato. Non l'opzione peggiore, anzi, molto ragionevole. Avendo creato una federazione "morbida" della Federazione Russa e della Repubblica di Bielorussia, si può passare alla costruzione di una confederazione con i paesi a noi più vicini nello spazio post-sovietico sulla base dell'Unione economica eurasiatica.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
28 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Online Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 24 November 2021 08: 40
    0
    È questa opzione che disarmerà gli americani: cosa possono avere contro il nuovo stato? E poi l'Ucraina o il Kirghizistan si uniranno, e qui di nuovo un nuovo stato ...
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 24 November 2021 08: 41
      0
      Ucraina, se non altro lungo la riva sinistra e lungo il Mar Nero ...
      1. Bulanov Online Bulanov
        Bulanov (Vladimir) 24 November 2021 08: 42
        +2
        Ebbene sì, e la banca giusta pagherà i debiti al FMI.
      2. pischak Офлайн pischak
        pischak 24 November 2021 18: 01
        0
        Odessa sulla riva destra! sentire
        1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 25 November 2021 12: 47
          +1
          Quindi lungo il Mar Nero sorriso
          1. pischak Офлайн pischak
            pischak 25 November 2021 16: 05
            0
            hi E l'infrastruttura adiacente a questa "striscia del Mar Nero" è legata all'ex Wild Field, storica Novorossia!
            Ekaterinoslav si trova anche su entrambe le sponde del Dnepr, in parte nell'ex provincia di Kherson-industria mineraria e metallurgica Krivoy Rog (parte della Repubblica DKR-Donetsk-Kryvyi Rih, poi ceduta da Lenin all'SSR ucraino), con le sue cave di minerale di ferro e miniere, e Fiume Giallo con miniere di uranio, Nikopol e Manganet con riserve di minerali di ferro-manganese, dopotutto anche sulla riva destra del Dnepr! sì
            1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
              Marzhetsky (Sergey) 25 November 2021 16: 21
              +1
              Ebbene, per fascia del Mar Nero intendevo le regioni della Novorossia storica, comprese, anche se si trovano sulla riva destra.
              A mio avviso, la soluzione sta nella frammentazione dell'Ucraina in regioni con status e destini diversi, poiché la Russia non può digerirlo completamente ora. Ci sono opzioni:
              1) Nuova Russia alla Russia come nuovo distretto federale, Piccola Russia è un protettorato della Russia, formalmente indipendente, ZU è un protettorato dei suoi vicini europei.
              2) La Rive Gauche, il Polo della Regione del Mar Nero, va nella Federazione Russa come un nuovo distretto, mentre l'Ucraina indipendente rimane sulla Rive Droite, informalmente assorbita dai suoi vicini europei (indesiderabile).
              3) La Rive Gauche e la regione del Mar Nero rimangono formalmente indipendenti, come protettorato della Russia. La sponda destra rimane sotto il controllo congiunto della Federazione Russa e dell'Europa. Questa è una soluzione di compromesso.
              ... sono possibili anche altre opzioni.
  2. Dukhskrepny Офлайн Dukhskrepny
    Dukhskrepny (VA) 24 November 2021 09: 39
    -2
    Lukashenko per la presidenza dello Stato dell'Unione
    1. Alexndr P Офлайн Alexndr P
      Alexndr P (Alexander) 25 November 2021 11: 18
      +1
      Lukashenko per la presidenza dello Stato dell'Unione

      lascia che questo selyuk governi la tua fattoria, Uasya. Puoi nominarlo come capo della tua cooperativa di garage - ha proprio la posizione lì
  3. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 24 November 2021 12: 54
    +2
    la cosa principale è unire lo spazio con una valuta comune: il rublo. Sciogliere la Bielorussia in Russia, in modo che anche alle Olimpiadi non possa esibirsi da sola non è un'opzione. Non saranno d'accordo con questo. Ma qualcosa come l'UE, con un parlamento, un bilancio generale separato (pur mantenendo i bilanci nazionali) può funzionare. Per la Bielorussia, questa è solo una favola, perché La Russia ha un avanzo di bilancio e quasi un trilione di dollari di riserve. L'espansione della zona del rublo consentirà di spendere di più senza il rischio di inflazione. I fondi del bilancio generale saranno spesi per progetti dello stato sindacale, il che di fatto significherà infusioni multimiliardari nell'economia bielorussa.
    E quando tutti vedranno quanto rapidamente si sta sviluppando la Bielorussia nello stato sindacale, molti altri vorranno andarci anche loro ..
  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 24 November 2021 12: 58
    -1
    Riformare lo stato sindacale in uno, porta alla perdita dello status internazionale e ridurrà la Bielorussia al livello di numerose repubbliche della Federazione Russa. Ciò è tanto più doloroso per la formazione statale di un membro delle Nazioni Unite e, fino a poco tempo fa, aveva lo status di una formazione statale che possedeva armi nucleari e i mezzi per la loro consegna.
    Qualsiasi declassamento è sempre percepito dolorosamente e in questo caso colpisce i sentimenti nazionali della classe dirigente e della popolazione, che né Alexander Grigorievich né la leadership della Federazione Russa possono ignorare, e anche i partner occidentali si affretteranno.
    Pertanto, qualsiasi discorso sulla fusione e sulla creazione di un unico stato è provocatorio.
    L'essenza dello stato di unione è nell'integrazione politica, economica, sociale, militare, pur mantenendo lo status internazionale e l'indipendenza di ciascuno, per analogia con l'UE - non ce n'è altro.
    L'ostacolo più importante a un vero e proprio processo di integrazione è la transizione verso una moneta unica e un meccanismo per l'emissione di banconote comuni. Decideranno questo problema - il resto seguirà. Non decideranno che si può dimenticare un singolo stato una volta per tutte. Sarà un bene se in futuro rimarranno alleati.
    1. Alexndr P Офлайн Alexndr P
      Alexndr P (Alexander) 25 November 2021 11: 19
      -1
      Pertanto, qualsiasi discorso sulla fusione e sulla creazione di un unico stato è provocatorio.

      quindi, continueremo a vivere a spese dei moscoviti e a torcere i loro manichini (c) cagando sotto la porta e arrestando i manager di Gazprom, 30 chvkashniki e molto altro
  5. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 24 November 2021 13: 35
    +1
    Citazione: Jacques Sekavar
    Pertanto, qualsiasi discorso sulla fusione e sulla creazione di un unico stato è provocatorio.
    L'essenza dello stato di unione è nell'integrazione politica, economica, sociale, militare, pur mantenendo lo status internazionale e l'indipendenza di ciascuno, per analogia con l'UE - non ce n'è altro.

    Di cosa stai parlando. Direttamente provocatorio?
    E cos'è lo Stato dell'Unione? Dai una definizione.
  6. pischak Офлайн pischak
    pischak 24 November 2021 19: 03
    +1
    Considerando la questione della "delega di poteri" nello Stato dell'Unione sollevata nell'articolo, penso che sia necessario tenere conto del fatto che Alexander Grigorievich è, di fatto, lo stesso dipendente, consensualmente, "galley rower" nel suo RB, come Vladimir Vladimirovich nel suo in RF! Sebbene la Costituzione dia loro, in quanto presidenti, il pieno diritto di determinare la politica estera dei loro stati...
    E nella "squadra della cambusa" Lukashenka "ordinano la melodia", ma non è lui che "la detta (come amano assicurarci i curatori occidentali" delle democrazie, bollando indiscriminatamente AGL "l'ultimo dittatore d'Europa")"!
    No, beh, "al pubblico" Ma papà si esibisce sempre da solista, ritrae una specie di semplice - "dall'aratro", "autoritarismo collettivo del capofattoria" - quale ha, levigato da decenni, l'originale (dal 1994 come Presidente della Repubblica di Bielorussia) "l'immagine del popolo"! richiesta
    Ma dietro le quinte, non "on camera", come fanno "le persone che entrano" (e lo si vede dagli "occhi colpevoli" di Rygorych, nessuna "formidabile spavalderia" può nasconderlo...), in un modo completamente diverso , molto anche "collegialmente", c'è "comunicazione" nel "cerchio interno" e si prendono decisioni concettuali ...
    Pertanto, tutti questi "problemi rappresentativi" dell'SG e "sistemarsi" con "sfere di interessi commerciali" quasi completamente "senza maschera sociale", "capitalisti" borghesi-feudali post-sovietici della Repubblica di Bielorussia e della Federazione Russa) dovrà essere complessamente "comandante" (e non solo soddisfare le ambizioni personali dell'AHL e del VVP - "chi dare, prendere quale posto, piace o non piace, ha paura - non ha paura" e le desiderate "garanzie di sicurezza personale"! )" in modo che il "processo vada" e tutto "era sull'unguento" ...
    IMHO, non mi impongo! hi
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 25 November 2021 12: 36
      +1
      Sì, il fattore di influenza dei circoli oligarchici non può essere ignorato.
      Gli oligarchi russi sono oggettivamente più forti e interessati ad assorbire i pesci più piccoli.
      Tuttavia, le "élite" bielorusse sono ora in grado di contrattare pesantemente?
      1. pischak Офлайн pischak
        pischak 25 November 2021 15: 40
        +1
        Citazione: Marzhetsky
        Sì, il fattore di influenza dei circoli oligarchici non può essere ignorato.
        Gli oligarchi russi sono oggettivamente più forti e interessati ad assorbire i pesci più piccoli.
        Tuttavia, le "élite" bielorusse sono ora in grado di contrattare pesantemente?

        hi Sergei, infatti, non tutte le "élite" bielorusse hanno fatto i conti con l'"integrazione" nello Stato dell'Unione, infine, che non è più solo una redditizia (per le autorità bielorusse) "formalità di dovere", questa non corrispondono alle loro aspirazioni occidentali (che per il momento, come Yanyk e Azirov, LAS e i suoi "associati" mascherano con la parola "multi-vettore", cercando di "andare alla deriva verso l'Occidente" in modo antirusso, ma a le spese della "Russia fraterna", così com'è, "tranquillamente", hanno fatto tutto l'ukrovlast fino a quando gli "integratori europei incontrastati" Yanik e Azirov hanno cercato di forzare questa "transizione" anti-russa occidentalizzata "e hanno completamente strappato ukRuina" dal tavolo, "creando tutti i presupposti con le loro spericolate azioni di "integrazione europea" e provocando un riuscito "colpo di stato di "euromaid"!) ...
        Funzionari e politici bielorussi (come i loro omologhi ucraini nell'ottobre 2013-gennaio-febbraio 2014) hanno "agitato-vibrato" molto nell'agosto-settembre 2020 e alcuni "sbrigati" hanno persino "fatto false partenze con le scarpe sopra" - hanno "corse davanti alla locomotiva", nel calcolo per essere il primo a prendere "monete d'argento" dai burattinai d'oltremare ...
        Solo un sostegno inequivocabile (e non il noioso "masticare il moccio olimpico", dicono, "si dissolverà da solo, abbiamo obblighi di transito del gas verso l'Europa e le Olimpiadi di Sochi, la calma è solo calma", come lo era durante il Kiev " Euromaidan"...) di Mosca, attiva intransigenza del militante Butler (per nulla ambivalente, per il resto della sua vita "spezzato dal carcere", imponente "proFesor" bitorzoluto Yanyk-Leopold, caduto privo di sensi anche da un pomodoro marcio gettato contro di lui ...) e incapacità di negoziare ("andato alla negazione" dall'atteggiamento nei confronti dei più stretti collaboratori di Lukashenka che sono pronti a "negoziare") il marginale "governo Maidan (dei cialtroni che rosicchiano tra loro", "zmagars", quasi "intellettuali-padroni di pensiero" come lo sciocco dispettoso russofobo" Nobel Sveta-scrittore"...)" li hanno fermati dalla "resa" del loro "patron" alla mercé dei criminali "Maidan" e delle code fedeli a filiale di Minsk (o anche alle vicine Varsavia e Vilnius) dell'"ameropospatsiya" per buonissimi "sfiziosi dolcetti"!
        Stupidi leader occidentali, cercando di spaventare, hanno anche spronato e rifiutato le "sanzioni personali", si sono trasformate in una "responsabilità", la loro stessa "risorsa" latente nella massima leadership della Repubblica di Bielorussia (scommettendo su inutili shtetl fannulloni - stupido "intellettuali" rumorosi dall'"opposizione bianca" ) ... e servitelo bene! wassat
        Perché, lo stesso "Padre" bielorusso, non importa quanto la sua "lucanomica" sia alimentata da prestiti irrecuperabili russi, guarda ancora all'Occidente con speranza e non si stanca di "dare segnali" lì come "Io appartengo, beh, portami nella tua cerchia, non rifiutare "?!
        Anche in un'intervista con un giornalista britannico, questo si manifesta chiaramente, dietro tutti gli "equivoci" evasivi di Lukashenka?! sorriso
        Vladimir Putin e i suoi compagni d'armi dovranno ancora "spremere e spremere" verso lo Stato dell'Unione, ostinatamente "piegando la loro linea" del Padre bielorusso e del suo Gabinetto!
        Chesslovo, Sergei, sarò sinceramente sorpreso se tutto sarà risolto "come se fosse scritto" con l'SG della Federazione Russa e della Repubblica di Bielorussia; se non c'è persona, non c'è problema "con chi poi Vladimir Putin dovrebbe negoziare, se, infatti, tutto è "legato" al "rifiutato dall'Occidente", convenzionalmente "filo-russo", occidentalista AG Lukashenko, e senza di lui tutto cambia "schema" in un "politico" bielorusso quasi completamente occidentalizzato ??!)!
  7. Bonifacius Офлайн Bonifacius
    Bonifacius (Alex) 25 November 2021 02: 13
    -1
    ... Allo stesso tempo, il presidente Putin qualche tempo fa ha accennato all'introduzione di un parlamento unico dello Stato dell'Unione ...

    Il presidente Putin non balbetta, ma parla.
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 25 November 2021 09: 51
      +1
      Guarda il bazar
      1. Alexndr P Офлайн Alexndr P
        Alexndr P (Alexander) 25 November 2021 11: 20
        -2
        Guarda il bazar

        sei un "giornalista" molto arrogante
        E infatti, balbetti e ti chiedi sui fondi di caffè in quasi tutti i tuoi articoli - e Putin fa le stesse cose.
        1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 25 November 2021 12: 33
          +1
          Le virgolette non sono appropriate. Sono un bravo giornalista proprio perché faccio bene il mio lavoro. Non sono obbligato a lodare nessuno qui, quello che vedo è quello che scrivo. Ci sono abbastanza lacchè senza di me.
          E Putin, sì, fa affari...
          1. Alexndr P Офлайн Alexndr P
            Alexndr P (Alexander) 25 November 2021 12: 36
            -2
            Sono un bravo giornalista proprio perché faccio bene il mio lavoro.

            Bene, eccolo qui, per così dire, senza opzioni allora, dal momento che la pensi così risata
            in una fabbrica o nel disboscamento, porteresti maggiori benefici allo stato. e ci sarebbe più senso da parte tua, così come meno acqua su Internet
            1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
              Marzhetsky (Sergey) 25 November 2021 12: 38
              +1
              Giusto. E non solo io. E impari a scrivere correttamente il tuo nome, poi parli di giornalismo.
              1. Alexndr P Офлайн Alexndr P
                Alexndr P (Alexander) 25 November 2021 12: 38
                -1
                risata ok ok
                1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
                  Marzhetsky (Sergey) 25 November 2021 12: 39
                  +1
                  Allora ok
  8. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 25 November 2021 14: 27
    +1
    Ha tutta la sua vita e tutti i suoi valori sotto il culo: questa è la sedia del presidente. E all'improvviso, nello stato sindacale, non sarà lui, ma una specie di Tikhanovskaya, o Babaryko, o qualche altro suo grande amico.
  9. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 25 November 2021 15: 47
    +1
    Citazione: pishchak
    Vladimir Putin e i suoi compagni d'armi dovranno ancora "spremere e spremere" verso lo Stato dell'Unione, ostinatamente "piegando la loro linea" del Padre bielorusso e del suo Gabinetto!
    [b] Chesslovo, Sergei, sarò sinceramente sorpreso se tutto sarà sistemato "come se fosse scritto" con il Servizio di sicurezza dello Stato della Federazione Russa e della Repubblica di Bielorussia, anche le "élite" bielorusse non lo vogliono ( non importa come fiutano con i servizi speciali occidentali ed eliminano il loro "rappresentante chiave" , dopotutto, "se non c'è persona, non c'è problema", con chi poi Vladimir Putin negozierà, se, in effetti, tutto è " legato" al "rifiutato dall'Occidente", condizionatamente "filo-russo" Westernoid AG Lukashenko, e senza di lui stanno cambiando tutti i "layout" nel "politico" bielorusso quasi completamente occidentalizzato ??!)!

    Capisco a cosa stai guidando. Penso che il Vecchio sia protetto come la pupilla dei suoi occhi. Altrimenti, gli sciocchi se ne stanno seduti a Creme. Completamente sciocco.
    Ma lo stesso Padre deve capire che è troppo scomodo per tutti: sia per l'Occidente che per le sue élite filo-occidentali. La sua unica salvezza è l'integrazione reale e il passaggio ad un livello superiore, insieme a Putin, nella dirigenza dello SGRFRB. Lascia invece un successore. Altrimenti, si moltiplicheranno davvero per zero.
    Anche il nostro PIL dovrebbe fare questo.
    1. pischak Офлайн pischak
      pischak 25 November 2021 16: 22
      0
      hi Sono completamente d'accordo con te, Sergey! sì
  10. S CON Офлайн S CON
    S CON (N S) 25 November 2021 23: 41
    0
    Luke vuole regnare personalmente? bene, lascia che governi la sua fattoria collettiva, ma con i suoi soldi, ma non li ha, nonostante i sussidi ricevuti dalla Russia di 130 miliardi, il debito della Repubblica di Bielorussia è già di 42 miliardi, il che significa che Luka dovrà fuggire dai creditori o unirsi alla Federazione Russa