I piani annunciati dalla Germania caricheranno il Nord Stream 2 del 100%


L'Europa attende con orrore l'arrivo dell'inverno. Cosa le porterà? La popolazione, spaventata dalla tv, isola frettolosamente gli appartamenti, si prepara alla vita in condizioni di povertà energetica, e rabbrividisce ogni volta che un postino bussa alla loro porta con le bollette di luce e gas. Possiamo tranquillamente presumere che il lavoro degli psichiatri e degli operatori di pompe funebri europei questo inverno aumenterà chiaramente. La curva dei suicidi e delle persone congelate nelle proprie case cresce parallelamente alle quotazioni sugli hub europei del gas. La colpa di questo, ovviamente, è del cattivo-Putin, che li ha lasciati tutti senza gas. Questo è ciò che dice la TV europea. E cosa dice lo stesso Putin?


Il primo tubo del Nord Stream 2 è riempito di gas. E se domani il regolatore tedesco darà il permesso per la fornitura, dopodomani inizierà la fornitura: 17,5 miliardi di metri cubi di gas.

Non ho niente da aggiungere qui. Solo Vladimir Vladimirovich si è leggermente sbagliato nelle cifre: non 17,5 miliardi di metri cubi, ma 27,5 miliardi, questa è la capacità di una linea di SP-2, due linee in totale - 55 miliardi di metri cubi / anno. Entrambe le linee di SP-2 sono già state saldate e sono in attesa del permesso di entrare in funzione, che soddisferà immediatamente la fame europea di gas ed energia e farà abbassare i prezzi del gas esistenti (al momento in cui scriviamo, le quotazioni sull'hub olandese TTF sono ballare intorno al segno $ 1085 / tcm). Ma sembra che gli europei, rappresentati dai loro organi di regolamentazione e vigilanza, siano abbastanza contenti di questo stato di cose. Almeno, chiaramente non hanno fretta di certificare il tubo già costruito e pronto all'uso. Proprio l'altro giorno, il regolatore tedesco responsabile di questo processo ha sospeso la sua certificazione, chiedendo alla società russo-tedesca Nord Stream 2 AG di riorganizzare l'azienda. Secondo il rapporto del regolatore, la filiale tedesca della società per azioni di diritto svizzero non gestisce i beni e le risorse umane della società. Ai sensi del diritto tedesco, tale controllata non può essere certificata come operatore di gasdotti. Per una decisione positiva da parte dell'Agenzia federale di rete tedesca, Nord Stream 2 AG deve trasferire i relativi beni a una società registrata nella Repubblica federale di Germania.

Hai ricevuto qualcosa di quanto sopra? Traduco in una lingua pubblica per persone che sono lontane dal linguaggio burocratico dei truffatori europei. Il regolatore tedesco, e questa è la Federal Grid Agency, ha sospeso la certificazione di SP-2, chiedendo che Nord Stream 2 AG, che ha giurisdizione svizzera, creasse anche una propria figlia nella giurisdizione tedesca per gestire la parte del gasdotto che si trova in acque territoriali tedesche.

Spiego come questo può minacciarci. Problemi puramente legali, ciò non influirà sul periodo di certificazione, soprattutto perché il Ministero tedesco dell'Industria e dell'Energia ha già adempiuto alla sua parte del protocollo per la certificazione del gasdotto in anticipo rispetto al previsto - il 26 ottobre. Riconoscendo che il gasdotto non viola alcuna norma ambientale e di altra natura prescritta nella Repubblica federale di Germania, e autorizzandolo tecnico funzionamento, riducendo così il periodo di certificazione di 2 mesi. Per chi se lo fosse dimenticato, vorrei ricordare che l'intera procedura di certificazione potrebbe richiedere fino a 9 mesi. Il conto alla rovescia è iniziato l'8 settembre, quando la Federal Grid Agency ha finalmente accettato la domanda NS-2AG (era rimasta lì per 2,5 mesi prima, dal 20 giugno, dal momento in cui Gazprom ha chiesto la registrazione di NS-2AG come "indipendente" gestore della rete di trasporto”). Dall'8 settembre è iniziato il conto alla rovescia di 4 mesi, assegnato al regolatore tedesco per l'esame di questa domanda. Inoltre, questa decisione doveva essere approvata dal Consiglio dei ministri della Repubblica federale di Germania nella persona del Ministero dell'industria e dell'energia, al quale, secondo la legge tedesca, venivano concessi altri 2 mesi per questo (e furono proprio questi 2 mesi che il Consiglio dei ministri tedesco ci aveva già salvato). Successivamente, il documento dovrebbe andare a Bruxelles, dove i funzionari della Commissione europea possono parlare di questo problema per altri 2 o 3 mesi (almeno 2 mesi e il 3° mese come riserva). In totale, nel rispetto dell'intera procedura, il lancio ufficiale dell'SP-2 potrebbe avvenire solo l'8 giugno 2022, quando l'inverno in Europa è già finito. Ora questo periodo si è spostato a sinistra di 2 mesi, fino all'8 aprile. Onestamente - il rafano non è più dolce! Come gli europei trascorreranno l'inverno in inverno, solo Dio lo sa.

Inoltre, la Commissione Europea non può vietare ufficialmente la certificazione di NS-2AG, dal momento che l'Agenzia Federale di Rete Tedesca non è direttamente subordinata ad essa, ma dovrebbe solo prendere in considerazione la loro opinione (o forse no). Tuttavia, Bruxelles ha il diritto di intentare una causa contro la Germania per violazione dell'accordo se il regolatore tedesco si discosta troppo dai requisiti della CE. E la Commissione europea ritiene che questo problema non possa essere risolto senza la disaggregazione dell'SP-2.

Certificato: Unbundling (inglese) - divisione della proprietà. Questo è il processo attraverso il quale un'azienda viene privata di parte della sua proprietà in conformità con la legge. Questo di solito viene fatto per rompere i monopoli. Le imprese verticalmente integrate sono costrette a condividere i diritti di proprietà per garantire la concorrenza nel mercato.

Nel nostro caso, il monopolista (Gazprom) è tenuto a dividere il trasporto e lo stoccaggio del suo gas naturale in entità giuridiche separate (cioè, di fatto, trasferire i diritti di proprietà), lasciando solo la sua produzione (grazie a Dio, la sua distribuzione, cioè il la vendita al consumatore finale è già trattata dalla parte tedesca). La direttiva sul gas del terzo pacchetto energetico dell'UE richiede che gli operatori delle reti di trasporto siano separati dalle società produttrici di gas. E la Corte Suprema del Land di Dusseldorf, con la sua decisione del 25 agosto, non ha rimosso NS-2AG dalle norme del Terzo Pacchetto Energia, spingendo così Gazprom nel letto di Procuste dell'UE.

Ma non ci sono compiti che Gazprom non possa risolvere. Ora, per aggirare le fionde del Terzo Pacchetto Energia, dovrà spostare il punto di trasferimento dei diritti sul gas trasportato dalle 12 miglia in esclusiva tedesca economico zone (ZEE) in una zona economica franca, trasferendo così i diritti di trasporto della Repubblica federale di Germania (guarda com'è tutto semplice - non hanno nulla contro Kostya Saprykin, mi dispiace, contro Lesha Miller!). E il secondo passo per adempiere alle norme del Terzo Pacchetto Energia sarà il trasferimento di metà del tubo da parte del monopolista a un fornitore alternativo, come richiesto dalla CE. Lascia che sia Rosneft (Igor Sechin ha già annunciato la cifra per il possibile volume di gas da fornire - 10 miliardi di metri cubi). Questa opzione andrà bene per i signori della CE? Se non sei soddisfatto, possiamo aggiungere Novatek (mi dispiace, non ci sono altri fornitori di gas sul territorio della Federazione Russa e il tubo, come sai, ha origine nella Federazione Russa). Ma prima, per non preoccuparsi dei punti di trasmissione, Nord Stream 2AG (scriviamo NS-2AG, capiamo Gazprom) ha presentato una domanda all'Agenzia federale tedesca per la certificazione dell'omonimo gasdotto per conto di un operatore. I tedeschi stanno ancora pensando. Ma la loro ultima decisione di trasferire la giurisdizione NS-2AG dalla Svizzera alla Germania suggerisce che la sua certificazione come operatore di rete di trasporto indipendente, come sta cercando Gazprom, è del tutto possibile, tuttavia, una soluzione positiva a questo problema non piacerà affatto a Rosneft e Igor Sechin personalmente (ha già alzato le labbra per 10 miliardi di metri cubi), ma questo è ...

L'indipendenza energetica dell'Europa da parte della Russia crescerà. Più precisamente, il suo gas


E nel frattempo, mentre il tribunale e il caso, nel mondo si verificano eventi straordinari. Il 27 ottobre, il futuro possibile cancelliere federale della Germania, Olaf Scholz, parlando a una riunione congiunta dei sindacati dei lavoratori delle industrie chimiche, minerarie ed energetiche, ha annunciato i piani dell'Associazione federale delle industrie tedesche (BDI) per aumentare il gas generazione di energia da 2030 Gigawatt a 31 GigaWatt entro il 43. Anche per un mostro energetico come la Repubblica federale di Germania, questo è un enorme balzo in avanti. Allo stesso tempo, per questi scopi BDI prevede di spendere una cifra astronomica di 10 miliardi di euro in 890 anni. Per fare chiarezza sull'ordine dei numeri, dirò che ora la Germania consuma 50-60 miliardi solo di gas russo (senza contare 20-25 miliardi di gas prodotto in Olanda, di cui il 90% va al fabbisogno dello stesso energia). Quindi, se i piani BDI si avvereranno, saranno necessari ulteriori 20-25 miliardi di metri cubi di gas all'anno per le esigenze della generazione di energia a gas. Indovina chi può fornirli?

Non dimenticare di aggiungere a questi 25 miliardi di metri cubi di 20 miliardi di metri cubi di produzione di gas olandese uscita dal mercato a causa dell'improvvisa fine dello sfruttamento nell'estate del 2022 del giacimento di gas di Groningen. Il governo olandese ha deciso di fare questo passo non affatto per una buona vita, ma di fronte alla minaccia di un'inondazione imminente. Il fatto è che l'85% della loro terra si trova sotto il livello del mare e lo sfruttamento del giacimento dagli anni '60 del secolo scorso ha portato al cedimento di formazioni impoverite e ad un aumento dell'attività sismica, e nessuno in Olanda sorride giorno per andare in fondo al mare, cioè .e. è banale scomparire dalla faccia della Terra. Di conseguenza, entro il 2030, solo sul mercato tedesco del gas appariranno altri 50 miliardi di metri cubi di gas, che non c'è nessun altro che Gazprom per rifornire. E qual è la capacità dell'SP-2? 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno. Quelli. Considera che i tedeschi hanno già fornito il 100% del carico. E tutto questo nel quadro della "transizione verde" con cui il vecchio Joe si precipita. Non troverai nemmeno un difetto! I tedeschi si stanno allontanando dal carbone e dall'atomo, preferendo il gas in previsione dell'inizio della brillante era decarbonizzata cara a Biden.

Allo stesso tempo, Zelenskiy, un altro bambino adottivo di Biden, sta facendo una meravigliosa mossa da cavaliere, offrendo all'Europa le sue strutture UGS per superare i picchi di consumo invernali e Putin uno sconto del 50% sulle tariffe. La mossa è assolutamente corretta e ragionevole, dato che gli stoccaggi di gas sotterranei ucraini sono pieni solo a metà (18,8 miliardi di metri cubi di gas sui 31,2 miliardi massimi possibili) e occorrono 4,8 miliardi di metri cubi di gas tampone solo per mantenere la pressione in loro. Perché i miliardi europei non sono stati così ammortizzatori? Altrimenti, l'Ucraina non sopravviverà a questo inverno, non ci sarà abbastanza gas: senza serranda, l'Ucraina ha solo 5 miliardi di metri cubi a sua disposizione, i restanti 6 miliardi appartengono a residenti stranieri e altri 3 miliardi sono una riserva. Adesso tocca a Putin, e penso che possa anche approfittare di questa offerta. Certo, dopo la normalizzazione delle relazioni ucraino-russo.

C'era un motivo per essere contenti per i nostri non fratelli polacchi. È diventata nota una formula secondo la quale pagano a Gazprom il gas aggressivo e maleodorante ricevuto attraverso il gasdotto Yamal-UE. Per chi se lo fosse dimenticato, vi ricordo che inizialmente era legato al 100% al paniere dell'olio. Ma questa situazione non si addiceva ai polacchi che, attraverso l'arbitrato di Stoccolma, nel marzo 2020 hanno messo a punto una nuova formula, collegandola ai prezzi di cambio spot. Inoltre, hanno anche ottenuto in tribunale una revisione retroattiva del prezzo dal 1 novembre 2014 ai sensi del contratto Yamal del 1996, secondo il quale il tribunale ha ordinato a Gazprom di pagare alla parte polacca una sanzione pari a 1,5 miliardi di dollari. , ma nascondeva un reato. E ora, dopo 1,5 anni, è stato vendicato. Già quest'anno i polacchi, secondo la causa vinta, sono costretti ad acquistare il suo gas puzzolente da Gazprom, puntando non sui prezzi del petrolio, che nei primi tre trimestri di quest'anno penzolavano stupidamente intorno ai 65-75 dollari/bar, ma su prezzi al galoppo sulle borse europee del gas... E sono stati costretti a farlo perché i prezzi del GNL americano erano ancora più alti, importando costantemente oltre 2 milioni di metri cubi/mese di gasdotto russo durante il 3° e 900° trimestre, che corrisponde, secondo la dogana russa, al livello massimo di forniture appaltate.

Ora, grazie a Boris Martsinkevich, sappiamo con quale formula gli orgogliosi polacchi furono costretti a farlo. In base al contratto Yamal in scadenza a dicembre 2022, secondo la decisione dell'arbitrato di Stoccolma, pagheranno Gazprom per il suo fetido gas secondo una formula dove l'87% dei prezzi è ancorato agli hub europei del gas e solo il 13% al paniere del petrolio . Poiché il prezzo attuale viene rivisto su base trimestrale, tenendo conto dei prezzi dei 3 trimestri precedenti, finora i polacchi devono pagare circa 500-550 dollari per mille. metri cubi (è solo che i picchi di ottobre non sono ancora stati inclusi nel calcolo, quando i prezzi hanno sfondato il tetto dei 1200 dollari, e ad agosto il prezzo era ancora intorno ai 600). Ma già nel prossimo trimestre, i polacchi avranno un prezzo di $ 850/mila metri cubi. E lo sanno, e il signor Mayevsky, il presidente della compagnia petrolifera e del gas polacca PGNiG, ha già iniziato la sua solita canzone sull'esorbitante riduzione dei prezzi. Il cattivo Miller ha appena alzato le spalle, e quali lamentele ci possono essere contro di noi? Tutte le pretese in tribunale! E il tribunale ha già preso la sua decisione. E i polacchi possono solo incolpare se stessi. I polacchi piangono, maledicono Gazprom, ma nel prossimo trimestre dovranno pagare al furfante Miller 850 dollari per ogni mille metri cubi del suo fetido gas, battendosi tutta la differenza che Gazprom ha pagato loro a titolo di risarcimento dalla sentenza del tribunale durante questo stagione invernale di riscaldamento. Solo il lancio dell'SP-2 può alleviare il loro destino abbassando i prezzi sugli hub del gas, ma i polacchi si oppongono caparbiamente, ricordandomi i topi che piangevano, iniettavano, ma continuavano a mangiare il cactus.
13 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Panikovski Офлайн Panikovski
    Panikovski (Mikhail Samuelevich Panikovsky) 25 November 2021 20: 44
    +1
    Chi è contrario? Vuoi il gas? li ho. Risolvi il problema con il tuo bastardo di Bruxelles e ottieni ciò di cui hai bisogno, paga solo in tempo.
  2. NikolayN Офлайн NikolayN
    NikolayN (Nicholas) 25 November 2021 20: 52
    +4
    Propongo di guardare le cose con sobrietà. La Merkel ha affermato che la Germania sta collegando la sp2 al transito continuo attraverso l'Ucraina. Quelli. è necessario dimenticare sp2 nell'ambiente informativo per un po'. Per fare le cose, per risolvere i problemi, ma non per forzarli. Il nodo dovrà essere tagliato in 24. Un accordo di transito non dovrebbe essere concluso in nessun caso. Non vorranno eseguire sp2. Bene, non hai bisogno di principi più importanti. Abbastanza soldi dal gas, che sarà fornito all'Europa senza gtsu e cn2. Faranno il loro lavoro: meno benzina, prezzi più alti, più soldi.
    Inoltre, il contratto con U deve essere risolto una settimana prima della scadenza del periodo di validità. Forza maggiore: U è in guerra con la Russia.
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 25 November 2021 23: 18
      +1
      La cosa divertente è che questo è esattamente ciò che Biden vuole: c'è meno gas, i prezzi sono più alti, dopodiché si eguaglieranno con il verde brillante e lo renderanno incontrastato, poiché non ci saranno più soldi per l'esplorazione e la produzione di fonti energetiche fossili, ma ne parleremo più avanti. testo, uscirà tra 2 giorni, chiamato Twilight of Europe
      1. squalo Офлайн squalo
        squalo 26 November 2021 08: 52
        +2
        Anche supponendo che i prezzi per la generazione di verde e gas diventino uguali, l'imprevedibilità delle energie rinnovabili rimane. Qui, la situazione è piuttosto diversa: il ricatto dei propri interessi, che per qualche ragione Gazprom sta facendo da molto tempo. Anche se perché era? - È ancora in corso! Perché dobbiamo rifornire l'UE di "gas extra" ora? Perché promettere? Innanzitutto, devi interrompere contemporaneamente il transito attraverso Durkaina e viene pagato fino al 2024, ha senso perdere denaro? È chiaro che il gas viene tolto al transito lì, nel quadro di un virtuale contrario, ma ha senso punirsi?

        Come diceva Lenin: "meno è meglio"! Mantenere il prezzo più basso del GNL è più che sufficiente! E la cosa principale non è tanta energia, ma anche la chimica del gas: fertilizzanti, PVC ...
      2. andrey ivanov_2 (Andrej Ivanov) 26 November 2021 09: 47
        0
        Significativamente, i prezzi saranno uguali ai prezzi liquefatti in quei territori d'Europa dove non ci sono contratti a lungo termine. Abbiamo SP-1, Turpotok ... Lascia che sia la stessa Associazione Federale dell'Industria Tedesca a pensare ai piani dell'Associazione Federale dell'Industria Tedesca. Vogliono il gas: lascia che sfondano l'SP-2
      3. NikolayN Офлайн NikolayN
        NikolayN (Nicholas) 26 November 2021 10: 20
        +3
        Abbasseremo i prezzi del gas in modo significativo in qualsiasi momento. Più di 250 green ci andranno bene. E verrà scelto il momento giusto. E non importa se acquisteranno gas da noi in questo momento o no, se lanceranno sp2 o meno. È importante che sentano e capiscano che sono nel culo. E le auto tedesche non possono più competere con le auto cinesi, che sono uguali in termini di qualità, ma ad un prezzo tre volte più economico. Già ora la qualità è vicina. Tedesco, anche più di 200mila BMW. non passerà: i marketer ci stanno provando. I progetti sono geniali, ma i tecnologi sanno il fatto loro: il silumin e tutti i tipi di immondizia vengono utilizzati al meglio.
        L'Europa resterà a un punto morto, e per riconquistare la sua posizione sarà necessario mettersi in ginocchio e lavorare per 10 anni per riportare la situazione.
      4. Boriz Офлайн Boriz
        Boriz (borizia) 27 November 2021 15: 18
        +2
        ...dopo di che si equalizzeranno con il verde brillante...

        Quando arriverà questo momento felice? Nessuno ha contato i prezzi reali dell'elettricità da fonti energetiche rinnovabili. Inoltre, ora è impossibile contarli lungo tutto il percorso.
        Chi dirà quanto costerà il rame (e altre materie prime) quando il tema delle FER verrà lanciato seriamente? Quanto durerà questa materia prima? Secondo alcuni rapporti il ​​litio durerà 25 anni, e poi? Anche le riserve di rame non sono illimitate.
        Come si può calcolare il costo del riciclaggio delle apparecchiature per l'energia rinnovabile se non è disponibile la tecnologia? Beh, la gente non ci ha pensato! Questa è una cosa insolita per loro, pensare... La vita utile delle fonti di energia rinnovabile è breve (a differenza delle centrali nucleari, delle centrali idroelettriche, delle centrali elettriche distrettuali statali e altre).
        Già ora il problema dell'utilizzo delle turbine eoliche si è posto in piena crescita. Ci sono turbine eoliche che hanno servito il loro tempo, ce ne sono anche molte. E nessuno sa cosa farne. Si sono offerti di seppellirlo. E poi cosa fare con queste terre? In alcuni paesi, è già stato legalmente vietato seppellirli. E allora?
        Le batterie al litio ad alta potenza non possono essere completamente scaricate prima dello smaltimento. Pertanto, nel processo di taglio, a volte esplodono. E il riciclaggio stesso è complicato e non rispettoso dell'ambiente.
        Dopotutto, questo deve essere calcolato e incluso nel costo dell'energia.
        Non puoi essere come i nostri non fratelli. Sono felici che la centrale nucleare sia molto economica. Ma il costo di solito include il costo di costruzione e il costo dell'interruzione del funzionamento di una centrale nucleare dopo la fine della sua vita utile, compreso lo smantellamento, la decontaminazione, lo smaltimento. La fine di una centrale nucleare non è meno emorroidi della costruzione. Poche persone sono capaci di questo.
        E i non fratelli non si preoccupano di questo. La costruzione ha portato sulle sue spalle la malvagia URSS, ciò che può essere considerato. E cercano di non pensare allo smantellamento della centrale nucleare. Si rallegrano solo dell'elettricità "economica". E appendono un altro problema ai loro discendenti.
        Ma questi non sono fratelli, e il resto dovrebbe essere più intelligente. Ma i “verdi” non vogliono sforzarsi. A loro piace vivere nello stile dei non fratelli: oggi cavalcheremo e domani l'erba non crescerà.
        E i problemi sono già alle calcagna. E nessuno conosce le dimensioni di questi problemi. Semplicemente non sono stati contati. Lì, dopotutto, non sanno cosa sia la Commissione statale per la pianificazione, la gestione pianificata dell'economia. La cosa principale per loro è vendere qui e ora.
        Quindi, il prossimo futuro prevedibile è il gas (e altri idrocarburi) con il passaggio a nuove generazioni di centrali nucleari. In più, il "quadrato verde" di Rosatom.
        1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
          Volkonsky (Vladimir) 27 November 2021 15: 22
          +1
          e perché i verdi sono migliori dei non fratelli? entrambi non sono andati a scuola! non c'è il cervello per definizione
          1. Boriz Офлайн Boriz
            Boriz (borizia) 27 November 2021 15: 25
            +1
            Ma poi siamo andati. Dobbiamo pensare a come dovrebbero vivere i nostri figli/nipoti.
            Questo voglio dire che il costo dell'elettricità dal gas difficilmente raggiungerà presto il verde.
      5. NikolayN Офлайн NikolayN
        NikolayN (Nicholas) 28 dicembre 2021 20: 46
        0
        Nulla impedirà di abbassare artificialmente i prezzi delle raffinerie di gas, se necessario. Ma molto probabilmente, il costo del gas stesso diminuirà al diminuire del suo consumo. Concorrenza naturale. E la produzione di automobili potrebbe spostarsi dalla Germania e dalla Francia alla Cina se si dovessero strappare dazi elevati e sanzioni per l'impronta di carbonio nelle materie prime.
  3. S CON Офлайн S CON
    S CON (N S) 25 November 2021 23: 18
    +2
    è ora di rivedere i prezzi per i gan, è necessario aumentare a 700 almeno
  4. Valeria Mukharev Офлайн Valeria Mukharev
    Valeria Mukharev (valery mukharev) 26 November 2021 07: 07
    +1
    SP-2 ha bisogno di prendere la fanciulla di neve come una figlia. Babbo Natale aiuterà.
  5. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 27 November 2021 17: 30
    +1
    Il cattivo Miller ha appena alzato le spalle, e quali lamentele ci possono essere contro di noi?

    Gazprom non ha espresso la reazione del cattivo Miller. Ufficialmente, questa lettera non ha ricevuto risposta.
    Ma sono sicuro che il "cattivo" ha raccolto i suoi stretti collaboratori e, davanti a un bicchiere di qualcosa di poco noioso, hanno letto questa lettera, assaporando separatamente alcuni passaggi eccezionali, e ridendo tutta la sera.