"Buran" che potrebbe: la Russia ha avuto una possibilità?




Navetta in russo

Lo shuttle degli Stati Uniti Space Shuttle è stato lanciato per la prima volta nel 1981. La reazione dell'URSS seguì immediatamente, sebbene lo sviluppo della nave riutilizzabile da parte degli americani non fosse un segreto per i sovietici. La festa ha detto: abbiamo bisogno della nostra navetta. Il motivo era la paura che gli americani potessero usare la nave come arma spaziale. In teoria, ovviamente, lo shuttle potrebbe davvero essere utilizzato per lanciare in orbita elementi di sistemi di combattimento spaziale o per rubare veicoli spaziali sovietici. Ma il motivo del suo sviluppo è probabilmente più banale. Questi sono i timori degli specialisti della NASA di rimanere senza lavoro dopo il crollo del programma lunare. Era necessario un nuovo obiettivo: era un veicolo spaziale riutilizzabile. Sulla carta era abbastanza economico, in realtà non lo era. Ma ne parleremo più tardi.

Lo shuttle sovietico è stato visto fin dall'inizio come un potenziale apparato militare. All'inizio volevano fare della navetta una copia dell '"americano", ma poi si è scoperto che non c'era la possibilità di costruire la stessa nave. Uno dei motivi è la mancanza di motori, come quelli che sono stati installati sullo Space Shuttle. Il prodotto sovietico 11D122 era più pesante dell'RS-25 d'oltremare e perdeva in termini di spinta.

A poco a poco, i concetti di Space Shuttle e Buran iniziarono a divergere notevolmente. L'aereo spaziale americano, come sapete, ha ricevuto tre motori a razzo a propellente liquido a propulsione RS-25, che sono tornati sulla Terra insieme alla navicella. I ripetitori laterali della navetta sono schizzati nell'oceano e un enorme serbatoio di carburante è bruciato nell'atmosfera terrestre. In generale, gli americani hanno raggiunto la riusabilità, cosa che il vecchio Elon stesso avrebbe invidiato.


Gli ingegneri sovietici non potevano vantarsi di una cosa del genere. Le suddette difficoltà con i motori, nonché condizioni fondamentalmente diverse per il varo del Buran, hanno portato al fatto che lo shuttle stesso era rimasto senza grandi motori di propulsione: erano situati sul primo e sul secondo stadio del sistema Energia - Buran. In parole povere, sul razzo stesso: erano tutti usa e getta. Allo stesso tempo, la navetta divenne qualcosa di simile alla navicella Soyuz, solo che non era attaccata alla parte superiore del razzo, ma di lato. E, naturalmente, era molto diverso dalla "Union" per peso e dimensioni.

L'URSS, rappresentata da Energia-Buran, ricevette un sistema spaziale-spaziale quasi classico, composto da più stadi, ma con uno spazioplano riutilizzabile. Allo stesso tempo, la navetta non era completamente "nuda": era dotata di motori per le manovre in orbita e di motori a turbogetto per il volo nell'atmosfera terrestre. In teoria, tutti questi sistemi potrebbero essere riutilizzati più di una volta. Ma questo è in teoria. La seconda volta per lanciare "Buran" non era destinata.

Il vantaggio inequivocabile della navetta sovietica rispetto alla navetta americana può essere considerato un grado più elevato di automazione. La navetta ha effettuato il suo unico volo il 15 novembre 1988: senza equipaggio a bordo, utilizzando il computer digitale di bordo "Biser-4". Un altro vantaggio è che nell'ambito del programma l'URSS ha ricevuto non solo una navetta, ma anche un missile super pesante completamente autosufficiente: Energia. Potrebbe essere utilizzato, ad esempio, per missioni lunari o marziane: senza l'utilizzo della stessa nave riutilizzabile. Lo Space Shuttle americano era un tutto unico, "indivisibile". A parte i motori, tutti i suoi elementi principali sono caduti nell'oblio. Nessuno aveva bisogno di un serbatoio di carburante gigante, proprio come i ripetitori laterali, anche se erano riutilizzabili.


Come puoi vedere, di conseguenza, gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica hanno costruito diversi sistemi spaziali. Ognuno di loro aveva i suoi vantaggi e svantaggi.

Vantaggi del sistema Energia-Buran sullo Space Shuttle:

- Grado di automazione più elevato;
- Insieme allo sviluppo della nave, l'URSS ha ricevuto un veicolo di lancio universale unico.

Svantaggi:

- Il sistema Energia-Buran era meno riutilizzabile dello Space Shuttle.

"Buran 2.0"

Il programma Energia-Buran è stato chiuso nel 1993. In effetti, non è mai stato completato. In generale, Buran non era un argomento così diffuso per la speculazione nei media come i progetti spaziali russi degli anni '90 - 2000. O i programmi sovietici degli anni '60. Ciò è in parte dovuto al fatto che il costo colossale del programma non avrebbe consentito l'attuazione di qualcosa di simile nella pratica negli anni '90, quando il futuro dell'industria spaziale domestica era in bilico (ora, a proposito, il la situazione non è molto migliore).

Ricordiamo che gli Stati Uniti non hanno mai ricevuto un'astronave economica: negli anni 2000 il prezzo del lancio dello Space Shuttle è salito a ben 420 milioni di dollari. In confronto, il lancio di Falcon 9 è ora stimato a $ 62 milioni. Presumibilmente, se l'Unione Sovietica / Russia avesse riportato in auge il programma "Buran", un avvio sarebbe costato molto meno. E comunque costa molto di più del lancio di un lanciatore usa e getta. Quasi nessuno.


Ci sono diverse ragioni per questo. In primo luogo, sia lo Space Shuttle che Buran furono creati durante la Guerra Fredda, quando nessuno contava i soldi spesi per la competizione geopolitica nello spazio. E l'URSS, inoltre, vedeva la sua nave come un complesso militare, il che mette quasi sempre fine all'efficienza. In ogni caso, se parliamo dell'applicazione in ambito civile. In secondo luogo, il lancio di supporti super pesanti in quanto tali non è economico di default a causa di tecnico complessità e costo elevato di tali sistemi. Anche il costo iniziale è relativamente economico si stima che il superpesante Falcon Heavy raggiunga i 120 milioni di dollari, che è quasi il doppio del prezzo del lancio del Falcon 9. Ma non ci sono quasi ordini per il nuovo "super-pesante": i razzi medio-pesanti affrontano con successo la parte del leone degli ordini commerciali.


In effetti, un razzo potente come il Falcon Heavy o Energia è ora necessario solo per le singole missioni. “I missili superpesanti non vengono lanciati da 30 anni, l'intera economia, tutti i produttori militari, l'intera industria dei satelliti è ora affilata per un carico non superiore a 30 tonnellate. Pertanto, non vi è alcun carico degno per il nuovo razzo ". - osserva il famoso divulgatore della scienza Vitaly Egorov. È improbabile che la presenza di una "Energia" funzionante in Russia possa influenzare il mercato. Piuttosto, sarebbe la famigerata "valigia senza manico".

Pertanto, non preoccuparti per le tecnologie perdute di "Energia - Buran". La navetta in sé non è necessaria ora. E indipendentemente dal suo destino, il razzo Energia difficilmente potrebbe trovare applicazione nella Russia moderna, che ha Soyuz e protoni affidabili ed economici. E in futuro potrebbe apparire Soyuz-5, che può essere considerata la reincarnazione russa dello Zenit sovietico-ucraino. E, naturalmente, la longanimità "Angara".

Un razzo, la cui potenza sarà paragonabile a quella di Energia, sarà necessario solo se la Russia ha intenzione di inviare seriamente i suoi cosmonauti sulla Luna o su Marte. A causa di una serie di circostanze, principalmente di natura economica, ciò non dovrebbe essere previsto nel prossimo futuro.
  • Autore:
  • Foto utilizzate: https://www.roscosmos.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.