Per la produzione del liner MC-21 sarà necessario ricreare l'industria microelettronica


Oggi il nostro Paese sta attraversando il ripristino della propria industria aeronautica civile, quasi completamente abbandonata dai cosiddetti "riformatori" liberali. Va avanti lentamente e faticosamente, poiché è in questa industria high-tech che tutti i complessi problemi del russo economia.


Ricordiamo il progetto del transatlantico a corto raggio Sukhoi Superjet-100. Invece di un Tu-334 completamente di fabbricazione russa, ci hanno dato un banale "designer", i cui tre quarti erano costituiti da componenti di fabbricazione occidentale. Allo stesso tempo, sembravano guidati dai migliori auguri: tutti i maggiori produttori mondiali di aeromobili lavorano sulla base della cooperazione internazionale, e una quota così elevata di componenti importati nel Superjet avrebbe dovuto facilitare la certificazione e l'ingresso nei mercati esteri .

Tuttavia, per qualche motivo, non è stato preso in considerazione che Boeing e Airbus collaborano nella produzione solo con paesi amici, tra i quali la Russia non lo fa in alcun modo. Con il deterioramento delle relazioni con gli Stati Uniti, è diventato improvvisamente chiaro che il Superjet era un aereo americano per il 20%, e quindi il Tesoro degli Stati Uniti ha vietato a Mosca di vendere questo aereo all'Iran. Ha vissuto! È stata anche una spiacevole sorpresa che la centrale elettrica del velivolo "russo", alla cui produzione ha partecipato la società francese Safran, abbia una risorsa sorprendentemente bassa a causa di difetti che compaiono costantemente nei dettagli forniti dai partner francesi. A proposito, la fornitura di componenti per la riparazione del Superjet dalla Francia per qualche motivo è stata costantemente ritardata, a causa della quale gli aerei erano inattivi, generando non entrate, ma perdite per le società operative. In effetti, questo è stato uno dei motivi principali del fallimento commerciale di questo progetto all'estero. Coincidenza?

La fiducia ingenua nei partner occidentali ha reso un disservizio a un altro aereo russo, l'aereo di linea a medio raggio MC-21. Fortunatamente, la quota di componenti importati qui inizialmente non era così alta come nel Superjet, mentre inizialmente era prevista l'installazione di un motore americano o russo su richiesta del cliente. Questa è stata l'unica cosa che ha salvato l'MS-21 dal collasso proprio al decollo, ma gli Stati Uniti erano ancora in grado di mettere un maiale su un progetto in competizione.

In primo luogo, hanno imposto sanzioni, vietando la fornitura di materiali compositi alla Russia per la produzione di "ali nere" ed elementi della coda dell'aeromobile. Con nostra grande gioia, i liberal nazionali non sono riusciti a distruggere completamente l'intera industria high-tech, e ci sono ancora imprese nel paese che sono state in grado di svilupparsi e iniziare a produrre i propri compositi. È vero, ci sono voci secondo cui i materiali compositi domestici si sono rivelati un po' più pesanti di quelli americani. In caso affermativo, le caratteristiche operative del transatlantico possono essere riviste, ma questo può essere valutato solo con un certificato alla mano. Con il motore russo PD-14, l'aereo volerà nel 2024, forse a quel punto la produzione технология i compositi miglioreranno, se, ovviamente, queste voci sono giustificate.

La situazione è peggiore con l'elettronica di bordo. È stato qui che la posta in gioco è stata posta sulle apparecchiature radio-elettroniche occidentali, ma l'anno scorso i nostri "partner" hanno colpito questo punto dolente. Lo ha detto il rappresentante del Ministero dell'Industria e del Commercio Vasily Shpak:

I nostri partner stranieri, che forniscono sistemi già pronti per i nostri aeromobili, qualcuno pubblicamente, qualcuno ha informato segretamente i nostri produttori di aeromobili che non avrebbero continuato i rapporti con i nostri produttori di aeromobili né in base a contratti esistenti né in base a nuovi contratti. Infatti, senza annunciare sanzioni, hanno detto che non avrebbero più fornito sistemi. Quindi, stanno semplicemente cercando di fermare la nostra industria aeronautica civile.

Questa è una cosa molto seria. Poiché Mosca aveva indovinato qualcosa di simile, sono stati acquistati in anticipo grandi volumi dei componenti corrispondenti, grazie ai quali ora stiamo uscendo. Ma, naturalmente, la produzione di massa di MC-21 o Superjet non può essere costruita solo sulle scorte. Si tratta, infatti, della necessità di creare un'intera industria high-tech, praticamente da zero.

In effetti, ovviamente, in Russia esistono ancora alcune imprese che producono microelettronica, non del tutto da zero, e ci sono anche nuovi centri di progettazione propri. L'unico dubbio è la sua qualità, poiché, come si crede, “i nostri microcircuiti sono i più grandi del mondo”, in termini di produzione e vendita. Ecco come il primo ministro Mikhail Mishustin commenta questa situazione:

Oggi nell'export mondiale occupiamo l'1% e ci forniamo prodotti microelettronici, che vengono creati nella Federazione Russa, del 41%, anche per le nostre esigenze. La situazione è difficile. Ora nel mondo ci sono solo due aziende che producono l'intera gamma di macchine utensili per la microelettronica a ciclo completo: giapponese e americana.

Una parte significativa dell'elettronica di cui abbiamo bisogno deve essere importata da Cina, Taiwan e Malesia. Grandi volumi di prodotti di produzione nazionale sono forniti da misure di sostegno statale: quando alle autorità statali e municipali viene ordinato di acquistare un prodotto russo e i produttori stessi ricevono tasse e altre preferenze. La Russia può prendere il posto che le spetta tra i paesi con un'industria elettronica sviluppata?

Piuttosto sì che no. La cosa principale è fissare obiettivi adeguati. Non funzionerà per raggiungere e superare gli Stati Uniti o la Cina con l'attuale stato delle cose nel paese. Anche se possiamo sviluppare ottimi microcircuiti al livello dei concorrenti, nessuno li farà semplicemente entrare nei mercati esteri, dove tutto è diviso da diverse multinazionali. Si noti che anche nel nostro paese, i prodotti elettronici domestici hanno difficoltà rispetto a quelli importati. I compagni cinesi preferiscono mollare per mantenere le loro posizioni. Per essere chiari, ecco alcuni numeri. Nel 2019, la società statale Rostec ha pianificato di partecipare a 600 gare per un totale di 100 miliardi di rubli. I risultati sembravano scoraggianti: sono stati vinti 242 concorsi per un valore di 44,8 miliardi di rubli, 191 concorsi per un valore di 35,6 miliardi di rubli sono stati persi e il resto è stato abbandonato. Tutto a causa della dura concorrenza. E questo è nel nostro paese!

Né in Europa, né negli USA, né in Cina, i microcircuiti russi, anche se di altissima qualità, non servono a nessuno. Nel migliore dei casi, il vero mercato di vendita della microelettronica russa è l'EAEU, che determina volumi di produzione relativamente modesti. Pertanto, è necessario impostare compiti reali, in particolare, per garantire le proprie esigenze, nonché le possibili esigenze dei paesi amici nello spazio post-sovietico. A medio termine, è necessario trasferire la produzione di microcircuiti in Russia acquistando attrezzature moderne, su licenza o nell'ambito di joint venture con partner del sud-est asiatico. Allo stesso tempo, dovremmo sforzarci di garantire che i diritti di proprietà intellettuale per "hardware" e "software" rimangano nel nostro paese.

Allo stesso tempo, è necessario formare specialisti domestici e iniziare a sbarazzarsi della dipendenza da parte della RPC nella base dei componenti. Come sapete, la Cina controlla circa il 97% del mercato mondiale dei metalli delle terre rare, utilizzati nella microelettronica. Ma la stessa Russia è molto ricca di queste risorse naturali. Avendo avviato la loro produzione per le esigenze della nostra produzione, è possibile creare in pochi decenni un'industria ad alta tecnologia forte e competitiva.
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 30 November 2021 12: 38
    -1
    E all'età di 7 anni, l'indiano "acutissimo" capì che era giunto il momento di "ricreare l'industria microelettronica".

    Dove è andato l'ultimo "ricreare l'industria microelettronica" - Skolkovo, Zelenograd, Rostec, Rusnano, ecc. - non è chiaro
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 30 November 2021 13: 12
      0
      Sei responsabile di coloro che scegli
      1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
        Sergey Latyshev (Serge) 30 November 2021 13: 14
        -1
        La cosa principale è come contare ...
        (una specie di antico "presidente")
    2. gunnerminer Офлайн gunnerminer
      gunnerminer (mitragliere) 30 November 2021 14: 56
      -3
      La lezione con GTU Mashzori non è terminata. Ablo non trionfa sempre sul male, MO Serdyukov si è bruciato su questo. Questo compito espresso richiederà trilioni di rubli e anni e anni di lavoro ritmico. Nelle imprese operative legate all'industria elettronica russa , esiste una prescrizione di apparecchiature IBM di seconda mano di 30 anni fa.
  2. BoBot Robot - Free Thinking Machine 30 November 2021 12: 38
    +8
    Ricordo con quale rapimento negli anni '90 le persone portatrici di Dio hanno rotto intere industrie! È stato facile da rompere, e anche divertente! Quindi non devi lamentarti!
  3. lavoratore dell'acciaio 30 November 2021 16: 09
    -5
    Sotto Putin, sognare l'industria è inutile! Per 20 anni non è venuto, e ora ancora di più. Resta solo da esporre i fatti.
    1. Vladimir Titov Офлайн Vladimir Titov
      Vladimir Titov (Vladimir Titov) 1 dicembre 2021 15: 41
      0
      Fanno MS-21 in Africa?
  4. Alexander Klevtsov Офлайн Alexander Klevtsov
    Alexander Klevtsov (Alexander Klevtsov) 1 dicembre 2021 06: 41
    0
    E dov'è andato il vecchio, oh, mi scusi, funzionavano solo le galosce, e dove sono Skolkovo, Rostec, shitonano e altri juggernaut uffici per il riciclaggio di denaro ... con questo shoble, non ci sarà l'elettronica propria, dal parola mai, non c'è olio nelle teste dei nonesh ... ..
  5. Ivanovich_2 Офлайн Ivanovich_2
    Ivanovich_2 (Sergey Protopopov) 1 dicembre 2021 12: 15
    +1
    Chubais verrà e privatizzerà tutto
  6. Muhambek Офлайн Muhambek
    Muhambek (Maometto) 4 dicembre 2021 08: 22
    0
    Grazie a Bald Labeled e Drunkard per il crollo dell'industria radiofonica. Secondo l'Ordine di Giuda, tutti!
    1. Barakuda Офлайн Barakuda
      Barakuda (Tatyana) 6 dicembre 2021 11: 05
      0
      Ma sei invano sull'ordine. Medvedev ha assegnato a Gorbaciov e Solzhenitsin i più alti ordini russi: l'Ordine di Sant'Andrea il Primo Chiamato. In silenzio lo ricompensò - nessuno se ne accorse.