Perché non dovresti essere incoraggiato dal riconoscimento bielorusso della Crimea?


Il giorno prima, i media nazionali sono esplosi trionfalmente con l'annuncio che il presidente Lukashenko aveva finalmente riconosciuto la Crimea come russa. Ma è davvero così, e che tipo di riconoscimento da Minsk ha bisogno il nostro Paese?


In una recente intervista, il presidente bielorusso ha rilasciato una serie di dichiarazioni estremamente importanti. Innanzitutto, ha promesso che in caso di guerra con l'Ucraina, dove Kiev è l'aggressore, Minsk sarà dalla parte di Mosca:

Se la Russia sta affrontando l'aggressione dell'Ucraina, saremo strettamente legati - economicamente, legalmente, politicamente - con la Russia.

In secondo luogo, Alexander Grigorievich ha finalmente chiamato la Crimea russa:

Abbiamo capito tutti che la Crimea è di fatto la Crimea russa. Dopo il referendum e de jure, la Crimea è diventata russa.

Inoltre, il presidente Lukashenko ha annunciato il suo desiderio di visitare la penisola, in particolare la città eroica di Sebastopoli. Tutto questo suona, ovviamente, fantastico, perché in Russia i media e la comunità di Internet hanno risollevato il morale, considerando le parole "Old Man" un riconoscimento tanto atteso della Crimea. Sfortunatamente, la situazione è un po' più complicata di quanto sembri a prima vista.

Innanzitutto va detto che esistono diverse forme di riconoscimento internazionale: de jure, de facto e ad hoc. Questa procedura riguarda la questione del riconoscimento ufficiale degli Stati, ma potrebbe estendersi all'unione di nuove parti ad essi, come nel caso della riunificazione della Crimea con la Federazione Russa. Allora cosa abbiamo oggi?

Il presidente Lukashenko ha affermato verbalmente in un'intervista con il giornalista Kiselev che la Crimea è de facto e de jure russa. È vero, ma la dichiarazione orale di Alexander Grigorievich non è un documento legale ufficiale preparato dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Bielorussia e firmato dal Presidente. Pertanto, è troppo presto per parlare del riconoscimento de jure della Crimea da parte della Bielorussia come de jure russo. Sì, la visita del presidente Lukashenko a Sebastopoli senza ottenere un visto dall'Ucraina è seria, ma Alexander Grigorievich non ha specificato se volerà lì come presidente o come turista e privato durante una vacanza di breve durata.

Quanto al riconoscimento di fatto, poi, a differenza di quello giuridico, non è né completo né definitivo. È del tutto possibile concludere relazioni commerciali bilaterali, ad esempio, sull'apertura delle comunicazioni aeree tra la Bielorussia e la Crimea, senza riconoscimento ufficiale. A proposito, la dichiarazione di "Batka" può successivamente essere considerata un riconoscimento ad hoc, cioè temporaneo, una tantum, forzato, fatto per risolvere questioni bilaterali problematiche strettamente definite tra gli stati.

Cosa ci dà motivo di dubitare dell'invariabile coerenza, invincibilità e fermezza morale della posizione del presidente bielorusso?

Ecco perché dubitiamo che la posizione dello stesso presidente Lukashenko sia poco invidiabile. Non è riconosciuto come legittimo capo di stato né in Occidente né all'opposizione nel suo stesso Paese. Ecco come ne parlò uno degli oppositori categorici di Batka, l'oppositore filo-occidentale ed emigrante politico Pavel Latushko:

La domanda è in quale veste abbia fatto questa dichiarazione, o meglio, chi lo considera la dirigenza ucraina. La posizione delle forze democratiche della Bielorussia: Lukashenko non è il presidente e tutte le sue dichiarazioni e decisioni dovrebbero essere considerate legalmente nulle.

In effetti, se il "Maidan bielorusso n. 2" si svolge comunque e ha successo, le dichiarazioni piuttosto vaghe di Alexander Grigorievich sulla Crimea saranno immediatamente sconfessate da Minsk, così come le "road map" da lui firmate sulla creazione di lo Stato dell'Unione. Il problema è che il crollo del cosiddetto "politica multi-vettore ”è troppo strettamente legato alla persona del presidente Lukashenko. Vale la pena rimuoverlo dal tabellone, in qualsiasi modo, e la situazione cambierà rapidamente drasticamente in peggio per la Russia.

È possibile in qualche modo lavorare in anticipo? Si, puoi.

Prima di tutto, Minsk deve riconoscere ufficialmente la Crimea come regione russa firmando un documento corrispondente ai protocolli diplomatici. La Bielorussia dovrà aprire il suo consolato nella penisola, stabilire collegamenti aerei e iniziare a lavorare direttamente con la Crimea.

Forse ancora più importante sarà risolvere il problema di garantire la stabilità politica nella stessa Bielorussia. L'unica vera possibilità per la Russia di mantenere questo Paese nell'orbita della sua influenza “dopo Lukashenka” è farlo in modo controllato e nell'ambito di un unico campo giuridico. In Bielorussia, è necessario attuare una riforma costituzionale, dopo la quale "Batka" dovrebbe lasciare la presidenza del presidente della Repubblica di Bielorussia, lasciando al suo posto un successore tra i confidenti. Lui stesso, come, per inciso, e il suo collega Vladimir Putin nel 2024, sarà consigliabile passare a posizioni di primo piano nello Stato dell'Unione di Russia e Bielorussia, che dovrebbe finalmente passare da "carta" al presente, con organi di governo che hanno poteri reali. Ciò contribuirà a ridurre il livello di tensione nelle società bielorusse e russe e a rafforzare la stabilità.

A proposito, oltre agli auguri, la creazione di una base militare russa sul territorio della Bielorussia aiuterebbe a rafforzarla, per ogni evenienza, per prevenire Maidan.
14 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Rosa 123 Floyd 328 Офлайн Rosa 123 Floyd 328
    Rosa 123 Floyd 328 (Fluido Rosa) 3 dicembre 2021 08: 47
    -9
    Chiunque, sottolineo, qualsiasi prossimo presidente o primo ministro della Bielorussia, sarà semplicemente obbligato a cancellare, sconfessare le dichiarazioni del cittadino Lukashenka. Perché I bielorussi non voteranno per nessuno se non "anti-Lukashenko in tutto". Per qualche ragione, nessuno degli "analyteg" russi tiene conto delle preferenze degli stessi abitanti della Bielorussia. E loro, dopo il sostegno di Putin al cittadino Lukashenko, sono anti-Putin.
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 3 dicembre 2021 09: 35
      +3
      Citazione: Pink 123 Floyd 328
      Chiunque, sottolineo, qualsiasi prossimo presidente o primo ministro della Bielorussia, sarà semplicemente obbligato a cancellare, sconfessare le dichiarazioni del cittadino Lukashenka.

      Ad essere onesti, non mi interessano gli hobbisti ucraini o bielorussi. Mi interessano solo gli interessi del mio paese, la Russia.
      Questo tuo Latushko non è nessuno per me, e non c'è modo di chiamarlo, di prestargli molta attenzione e onore con citazioni dettagliate. Tè, non Karl Marx.
      E gli "analitici" russi in questa materia sono semplicemente realisti, a differenza di te.
  2. Marzhetsky Online Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 3 dicembre 2021 10: 03
    +4
    Citazione: Pink 123 Floyd 328
    Qualsiasi, sottolineo, qualsiasi prossimo presidente, o primo ministro della Bielorussia, sarà semplicemente obbligato a cancellare, sconfessare le dichiarazioni del cittadino Lukashenka. Perché I bielorussi non voteranno per nessuno se non "anti-Lukashenko in tutto". Per qualche ragione, nessuno degli "analyteg" russi tiene conto delle preferenze degli stessi abitanti della Bielorussia. E loro, dopo il sostegno di Putin al cittadino Lukashenka, sono anti-Putin.

    Semplicemente non hai rinunciato all'illusione di vivere presumibilmente in un paese democratico dove qualcosa dipende da te. Questo non è vero.
    Vivi in ​​un paese autoritario dove sono gli altri a decidere tutto, e nessuno si preoccupa molto della tua opinione, e più t..et, prima ti svegli in un paese totalitario.
    Può sembrare sgradevole, ma è una dura verità nella vita. hi
    1. Rosa 123 Floyd 328 Офлайн Rosa 123 Floyd 328
      Rosa 123 Floyd 328 (Fluido Rosa) 3 dicembre 2021 11: 08
      -7
      Sì, mi sbagliavo un po'. Pensavo che l'autore dell'articolo fosse solo un altro propagandista, ma si è rivelato essere un normale tutore.
      1. Marzhetsky Online Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) 3 dicembre 2021 11: 44
        +2
        Cos'è esattamente la maleducazione? Non ti piace la spiacevole verità?
        Ma non mi piacciono le persone che vogliono allontanare la Bielorussia dalla Russia, come hanno già fatto con l'Ucraina. Ora cosa?
        Per quanto riguarda la "tenuta", non sono affatto un fan di V. Putin. Al contrario, credo che il mio Paese non sia sulla buona strada. Avrei una breve conversazione con te. Non sono mai un liberale o un tolstoiano hi
      2. ZAV69 Офлайн ZAV69
        ZAV69 (Zhukov AV) 3 dicembre 2021 12: 50
        +1
        Tu, caro, ti sbagliavi lì. Credi ingenuamente che la democrazia esista. Forse esisteva allora, ai tempi di Socrate. E anche allora, navryatli.
        E ora c'è manipolazione nei media e nelle azioni dei servizi speciali e dell'esercito.
  3. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 3 dicembre 2021 13: 35
    0
    Il miglior segno del riconoscimento della Crimea russa da parte della Bielorussia sarebbe l'apertura di una banca bielorussa in Crimea, in opposizione a Sberru e VTB.
    1. Alexander K_2 Офлайн Alexander K_2
      Alexander K_2 (Alexander K) 4 dicembre 2021 20: 58
      0
      Con i soldi della Federazione Russa, Lukashenko aprirà una banca anche all'inferno!
  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 3 dicembre 2021 13: 45
    +2
    Perché non dovresti essere rassicurato dal riconoscimento bielorusso della Crimea - perché questo riconoscimento non esisteva prima e non esiste oggi. Per Lukashenka, questa è una buona carta vincente nel gioco politico con l'UE, e il flirt diplomatico sotto copertura di oggi, i massicci disordini sociali in Bielorussia, la politica multi-vettore "sia tua che nostra" mettono il riconoscimento della provincia di Crimea sotto un grande, grande domanda in futuro.
  5. Alexndr P Офлайн Alexndr P
    Alexndr P (Alexander) 3 dicembre 2021 15: 36
    -3
    Alexander Grigorievich non ha specificato se volerà lì come presidente o come turista e privato durante una breve vacanza.

    che incantevole assurdità wassat
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 4 dicembre 2021 07: 55
      +1
      Che commento senza senso
  6. Calce Офлайн Calce
    Calce (Lime) 3 dicembre 2021 19: 00
    -2
    L'autore è l'Intrigan.
  7. Alexander K_2 Офлайн Alexander K_2
    Alexander K_2 (Alexander K) 4 dicembre 2021 20: 56
    +1
    Di cosa parla l'articolo? La Federazione Russa ha davvero bisogno del riconoscimento di Lukashenko?
    1. Faccia da poker Офлайн Faccia da poker
      Faccia da poker (Cyril) 6 dicembre 2021 00: 08
      +1
      Esattamente. Il "riconoscimento" di Lukashenka è solo un argomento per i giornalisti, infatti non importa più, diciamo, del colore di alcune normali mutandine alcoliche.