Mosca ha tracciato una linea rossa per la NATO in Ucraina


L'ingresso di Kiev nel blocco nordatlantico è uno scenario inaccettabile per Mosca. Lo ha affermato il rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. Il diplomatico ha notato che i paesi della NATO hanno già iniziato lo sviluppo militare del territorio dell'Ucraina, che a sua volta rappresenta una minaccia immediata per la Russia.


L'ingresso dell'Ucraina nella NATO per noi, di cui ne parliamo da tempo, è una linea rossa. Il desiderio di trasformarla (Ucraina) in un trampolino di lancio per il confronto con la Russia è carica di gravi conseguenze negative

- ha avvertito Zakharova.

In precedenza, il presidente russo Vladimir Putin ha chiesto agli obblighi legali dell'Alleanza del Nord Atlantico di non espandersi a est. Il capo del Cremlino ha incaricato il ministero degli Esteri di ottenere dalla NATO garanzie di sicurezza affidabili ea lungo termine.

Allo stesso tempo, Putin ha sottolineato che in ogni caso la Russia dovrà adottare una serie di misure tecnico-militari di protezione, poiché le infrastrutture del blocco occidentale si sono già avvicinate ai confini russi.

La minaccia ai nostri confini occidentali sta crescendo. Basta guardare quanto l'infrastruttura militare della NATO si è avvicinata ai confini russi. Questo è più che serio per noi

- ha detto il presidente.
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa della Federazione Russa
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 2 dicembre 2021 21: 03
    +2
    Qualsiasi accordo non ha valore se non è sostenuto dalla forza - militare, politica, economica e dalla determinazione ad applicarla.
    Questa determinazione non è visibile nella Federazione Russa: l'iniziativa è completamente dalla parte dell'"Occidente" e la Federazione Russa si è messa sulla difensiva.
    Che differenza fa per la Federazione Russa quando l'Ucraina viene ammessa alla NATO o la NATO "padroneggia" il territorio dell'Ucraina, ma come ha detto Vladimir Putin, è quest'ultimo che sta accadendo, e qual è la reazione della Federazione Russa a questo ?
    Parlano del dispiegamento di radar e lanciatori in Polonia e Romania, e nel frattempo la NATO è già in Ucraina e nelle formazioni dello stato baltico, e la distanza da Tallinn a San Pietroburgo è inferiore che da Kharkov a Mosca e Silenzio! Tutta l'attenzione su Ucraina e Bielorussia.
    1. Igor Berg Офлайн Igor Berg
      Igor Berg (Igor Berg) 2 dicembre 2021 21: 32
      +2
      E quanto è bello per tutti questi intrighi militari dell'Occidente nascondere i fallimenti e non il desiderio di elevare davvero il tenore di vita dei normali lavoratori, della gente comune.
    2. Alexey Davydov (Alex) 2 dicembre 2021 22: 42
      +1
      RF è andato sulla difensiva

      Per difenderti, devi prendere una linea e tenerla. Le linee segnate dalle nostre "linee rosse" tracciate di recente, ci arrendiamo facilmente al nemico. Che tipo di difesa è questa? È un circo!
  2. Alexey Davydov (Alex) 2 dicembre 2021 22: 35
    +1
    Forse è abbastanza per intrattenere tutti con gli schizzi? Forse è ora di fare qualcosa di più serio?
  3. Alexey Davydov (Alex) 2 dicembre 2021 22: 50
    -1
    In precedenza, il presidente russo Vladimir Putin ha chiesto agli obblighi legali dell'Alleanza del Nord Atlantico di non espandersi a est.

    ... La NATO ha urgentemente portato questi obblighi, formalizzati in conformità con i requisiti della legislazione della Federazione Russa ...

    Il capo del Cremlino incarica la Farnesina di ottenere dalla NATO garanzie di sicurezza affidabili e di lungo periodo

    Lavrov ora ha bisogno di armarsi in qualche modo per parlare alla pari con la NATO. Qualcosa per portare con te un'arma, o qualcosa...
  4. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 3 dicembre 2021 01: 52
    0
    Qui Putin ha semplicemente delineato la sua posizione prima dei colloqui con Biden. In modo che si prepari in anticipo al semplice fatto che questo problema non viene discusso e non ci saranno concessioni per questo.
    1. Alexey Davydov (Alex) 3 dicembre 2021 02: 33
      -1
      Lo sviluppo militare del territorio dell'Ucraina da parte della NATO e degli Stati Uniti non è una concessione ... suppongo.
      Davvero - i razzi ci stanno volando addosso da lì? No. Va bene.
      La concessione è quando volano
  5. bratchanin3 Офлайн bratchanin3
    bratchanin3 (Gennady) 3 dicembre 2021 09: 14
    +2
    Perché non dire in russo semplice che l'intera infrastruttura della NATO sul territorio non ferroviario sarà distrutta.
  6. Rosa 123 Floyd 328 Офлайн Rosa 123 Floyd 328
    Rosa 123 Floyd 328 (Fluido Rosa) 3 dicembre 2021 11: 00
    -4
    L'Ucraina, tuttavia, non ha mai attaccato la Russia come nessun altro Paese europeo negli ultimi 76 anni. È possibile immaginare che l'esercito ucraino tenterà di invadere il territorio della Russia o dal territorio dell'Ucraina comincerà a bombardare Voronezh o Mosca sotto l'influenza di droghe molto pesanti. Chi sta cercando di prendere seriamente in considerazione questa minaccia lo sa bene, ma per dovere si finge degli idioti.
    Non poteva che nascere l'idea che 14 paesi, tra cui l'Ucraina, che 30 anni fa facevano parte dell'URSS, dove erano inclusi con la forza, sono ora sfera di interessi esclusivi della Russia e Putin ha personalmente dei diritti speciali su questi paesi in un mal di testa. Nessuno di questi paesi riconosce tali diritti speciali da parte della Russia e di Putin personalmente.
    Quali sono le linee rosse di Putin? Queste sono alcune norme che Putin ha inventato e sta cercando di imporre al mondo intero contro la sua volontà. Così i talebani costringono le donne contro la loro volontà a mettersi delle borse in testa e le trasformano in creature mute e impotenti. Quindi i criminali impongono ai ladri "concetti" in cui il furto è considerato la norma e una vita onesta - un segno di inferiorità e inferiorità.

    A giudicare da quali paesi hanno riconosciuto la Crimea, si può giudicare chi è pronto a prendere sul serio le "linee rosse" di Putin e fare i conti con loro. Questi sono: Afghanistan, Venezuela, Cuba, Nicaragua, Siria, Sudan e Corea del Nord.
    Poiché tutte queste linee rosse sono un prodotto del cervello di Vladimir Putin, scompariranno dopo lo smantellamento del Putinismo. La cosa principale è che fino a quel momento non si trasformano in fiumi di sangue. Vero, non dipinto...
    1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
      Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 4 dicembre 2021 13: 48
      +2
      La Società cinese per i diritti umani ha scritto che dal 1945 al 2015 gli SShasoviti hanno organizzato 207 guerre e sono intervenuti senza contare negli affari interni di altre entità statali.
      Hanno versato fiumi di sangue e causato danni materiali a molte istituzioni statali in tutto il mondo con il sostegno incondizionato dei loro vassalli.
      Tale è lo “standard” della “democrazia” occidentale.
  7. Il commento è stato cancellato