L'aereo di linea con passeggeri è stato costretto a cambiare direzione a causa di un aereo da ricognizione statunitense sul Mar Nero


Il 3 dicembre, un aereo di linea in volo da Tel Aviv a Mosca è stato costretto a cambiare direzione per evitare un pericoloso riavvicinamento con un aereo da ricognizione aereo di uno dei paesi della NATO sulle acque internazionali (neutre) del Mar Nero.


Questo è stato annunciato il 4 dicembre "Interfax", citando una fonte dei servizi di controllo del traffico aereo.

L'informatore ha riferito all'agenzia che alla vigilia sulle acque del Mar Nero, uno dei due aerei da ricognizione avvistati "si è mosso in modo irregolare", attraversando le rotte aeree civili esistenti, compromettendo la sicurezza del volo. Ad un certo punto, "l'ospite curioso ma non invitato" si è avvicinato all'aereo passeggeri Airbus, che stava effettuando la rotta sopra descritta.

L'equipaggio ha segnalato l'allarme su un approccio pericoloso. La distanza verticale tra i piani era inferiore a 20 metri. I controllori hanno dato il comando all'aereo civile di scendere di 500 metri e prendere uno scaglione più sicuro

- chiarisce l'informatore, aggiungendo che il velivolo da ricognizione non ha risposto alle richieste da terra.

Allo stesso tempo, non è stato spiegato a quale compagnia aerea appartenesse l'aereo passeggeri, quale modello specifico fosse e quante persone (passeggeri e membri dell'equipaggio) erano a bordo. Inoltre, non è stato detto nulla sul marchio e sull'affiliazione dell'aereo da ricognizione militare, che ha effettuato un pericoloso riavvicinamento, ovviamente cercando di nascondere la sua presenza alle stazioni radar russe, nascondendosi dietro un tabellone civile con passeggeri.

Vi ricordiamo che il 3 dicembre i caccia russi Su-27 e Su-30 hanno preso il volo sulle acque del Mar Nero per incontrare e scortare un paio di aerei da ricognizione americani. Il primo è stato identificato come l'aereo da ricognizione elettronica strategica Boeing RC-135V Rivet Joint della US Air Force, assegnato al 55th Air Wing (Offatt AFB, Nebraska) del 38th Reconnaissance Squadron (numero di scafo 63-9792, nominativo OLIVE92), che è decollato dalla base aerea Navi sull'isola di Creta (Grecia). Il secondo si è rivelato essere un aereo sperimentale multifunzionale da ricognizione e designazione bersaglio Bombardier Challenger 650 Artemis delle forze di terra statunitensi (numero di coda N488CR, nominativo BRIO68), che è temporaneamente basato presso l'aeroporto Mikhail Kogalniceanu vicino alla città di Constanta in Romania e vola ai confini russi e bielorussi, e anche frequentemente "naviga nello spazio aereo della Georgia.
  • Foto utilizzata: United States Air Force / wikimedia.org
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 4 dicembre 2021 16: 08
    +4
    Atterra e fustiga sulla piazza del bastardo.
    1. akarfoxhound Офлайн akarfoxhound
      akarfoxhound 4 dicembre 2021 16: 28
      +5
      I Banderziani che "meno" sei fondamentalmente in disaccordo con la tua proposta! Sono a disagio quando i loro padroni vengono sconfitti! Umanisti... risata
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 4 dicembre 2021 18: 25
        +2
        I Banderziani che "meno" sei fondamentalmente in disaccordo con la tua proposta! Sono a disagio quando i loro padroni vengono sconfitti! Umanisti...

        Sopravviverò. sì La loro opinione mi è infinitamente cara strizzò l'occhio
        hi
  2. Bulanov Online Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 4 dicembre 2021 17: 48
    +2
    Ricordo che gli ucraini avevano già abbattuto un aereo da Israele alla Russia sul Mar Nero sotto Kuchma. Ora i membri della NATO hanno deciso di continuare questa tradizione?
  3. Vladimir Vladimirovich Vorontsov 5 dicembre 2021 08: 34
    0
    Gli Stati Uniti inviano navi da guerra nel Mar Nero per fornire "spedizione gratuita"
    e dell'aviazione militare per fornire "aeromobili liberi" ...