Kiev delusa dalla decisione di Berlino su Nord Stream 2


La parte ucraina è estremamente delusa dalla decisione delle autorità tedesche sul gasdotto Nord Stream-2. A Kiev, l'hanno definita una presa in giro uniforme delle regole dell'Unione europea. Lo ha annunciato durante un convegno a Bruxelles dal titolo: "Nord Stream-2": Nessuna certificazione senza conformità?"


Vitrenko ritiene che il regolatore tedesco non possa prendere una decisione che sarebbe sfavorevole per altri paesi dell'UE. ma suspense il processo di certificazione del suddetto gasdotto in Germania ha permesso a PJSC Gazprom di creare una società controllata in questo paese, che, secondo lui, sarà responsabile solo di una piccola sezione del gasdotto sul territorio della Germania. L'Ucraina è categoricamente contraria a un tale sviluppo degli eventi.

Non ha senso certificare solo l'ultimo miglio, questa è una presa in giro delle regole UE, e speriamo che questo non accada

Ha detto.

Vitrenko ha affermato che dopo la decisione del regolatore tedesco, la Commissione europea svolgerà il ruolo principale.

Ci aspettiamo che la Commissione europea abbia una posizione molto forte per applicare le regole dell'UE all'intero gasdotto, e non solo a questo, ma a tutti i gasdotti che collegano la RF e l'UE.

Ha sottolineato.

Il funzionario ucraino ha aggiunto che Nord Stream 2 non è conforme alle norme UE. Pertanto, il gasdotto non ha bisogno di essere certificato. Insiste sulla piena e rigorosa adesione al Terzo Pacchetto Energia. Ma il gasdotto può essere realizzato in conformità con la legislazione europea.

Rendiamo compatibile il Nord Stream 2

- ha spiegato.

Vitrenko sostiene che Mosca continua a usare il gas come leva. Pertanto, l'Occidente deve applicare ulteriori restrizioni contro la Federazione Russa. Ha citato la Serbia e la Moldova come esempi. Apparentemente i russi vogliono aiutare alcuni serbi politici vincere le elezioni, quindi forniscono sconti non di mercato. Allo stesso tempo, i russi vogliono punire i politici moldavi per le loro aspirazioni europee e filoamericane, chiedendo l'immediato rimborso del debito da Chisinau e aumentando seriamente il prezzo delle materie prime.

Ha notato che la Russia adempie ai suoi obblighi solo con contratti a lungo termine, dimenticando che PJSC Gazprom semplicemente non ne ha altri. Allo stesso tempo, ha rimproverato a PJSC Gazprom il fatto che la società russa ha ridotto di tre volte le forniture al mercato spot, nonostante l'aumento della domanda di "carburante blu" in Europa.
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 5 dicembre 2021 18: 00
    +5
    Il terzo pacchetto energia nella versione 2019 è completamente contrario alla legislazione dell'UE sulla protezione degli investimenti. Ed è del tutto possibile che verrà cancellato.
  2. Alex Orlov Офлайн Alex Orlov
    Alex Orlov (Alex) 5 dicembre 2021 20: 02
    +1
    - Cosa suggerisce, signor Vitrenko?
    - È necessario nominare l'Ucraina come operatore indipendente dell'SP-2. Bene, stiamo solo gridando per la libertà economica dell'Europa? Tali soldi galleggiano da ...
    L'Ucraina, da mendicante fastidioso, sta gradualmente diventando un mendicante con un temperino. E non chiede più, ma pretende.