La possibile risposta della Russia alle nuove sanzioni farà ricredere gli Stati Uniti


Washington sta sostanzialmente studiando la possibilità di adottare nuove restrizioni alle sanzioni contro Mosca se il Cremlino decidesse di invadere l'Ucraina con mezzi militari. Tuttavia, in pratica, tali misure possono portare a conseguenze imprevedibili per gli alleati americani, scrive il New York Times.


Le nuove sanzioni dovrebbero includere la restrizione del lavoro di SWIFT, il blocco delle attività delle grandi banche russe, il Fondo per gli investimenti diretti e colpire anche l'attività delle società energetiche.

Sullo sfondo della più grande crisi energetica in Europa da decenni, le sanzioni statunitensi contro Gazprom, Rosneft e altri operatori di mercato potrebbero colpire seriamente gli stessi europei, che dovranno inevitabilmente far fronte all'aumento dei prezzi dei combustibili fossili. La forte dipendenza dell'UE dalle risorse energetiche russe diventerà un "asso nella manica" per Mosca.

In caso di tali passi dall'Occidente, il Cremlino potrebbe ridurre le forniture di gas all'UE

- Credi nel NYT.

Questo scenario è svantaggioso per gli Stati Uniti, poiché mette in pericolo la sicurezza dei suoi più stretti alleati.

Allo stesso tempo, è improbabile che disconnettere la Russia dalla SWIFT sia una misura efficace per frenare l'aggressione di Mosca contro l'Ucraina, sottolinea il quotidiano, ricordando che privare l'Iran dell'accesso al sistema di pagamento internazionale non ha cambiato il politica di paese.

Il New York Times ricorda che tutte le sanzioni precedentemente imposte contro la Russia si sono rivelate assolutamente inefficaci: la Crimea, com'era, e rimane parte della Federazione Russa, il conflitto in Donbass non è stato risolto, e il Cremlino continua a rafforzare la sua posizioni in altre parti del mondo.
12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladislav N. Офлайн Vladislav N.
    Vladislav N. (Vlad) 9 dicembre 2021 11: 28
    -3
    ͟В͟о͟з͟m͟o͟zh͟n͟y͟y͟ La risposta della Russia alle nuove sanzioni farà tornare in sé gli Stati Uniti

    Nah, se possibile, allora non lo sarà: le minacce di divorare un pacchetto di metronidazolo tricomoniasi non possono essere curate, per curarle devono essere prese per via orale, e non una stella con un mucchio persistente per iniziare.
  2. gunnerminer Офлайн gunnerminer
    gunnerminer (mitragliere) 9 dicembre 2021 12: 08
    -6
    Sullo sfondo della più grande crisi energetica in Europa da decenni, le sanzioni statunitensi contro Gazprom, Rosneft e altri operatori di mercato potrebbero colpire seriamente gli stessi europei, che dovranno inevitabilmente far fronte all'aumento dei prezzi dei combustibili fossili. La forte dipendenza dell'UE dalle risorse energetiche russe diventerà un "asso nella manica" per Mosca.

    E ancora, gli Stati Uniti beneficiano dell'indebolimento dell'euro.
  3. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 9 dicembre 2021 12: 39
    -7
    Le sanzioni annunciate sono le più gravi e interesseranno tutti i monopoli naturali: il reddito nel mercato interno è limitato dalla regolamentazione tariffaria e il mercato interno stesso è incomparabile con quello esterno sia in volume che in termini di potere d'acquisto, e quindi il leone la quota viene ricevuta nel mercato estero. Limiteranno il dollaro, aspetteranno restrizioni simili e l'euro. I conti delle persone giuridiche non sarebbero stati arrestati.
    Qualunque cosa accada, e la Federazione Russa continuerà ad adempiere ai suoi obblighi contrattuali, Putin mantiene la sua parola. È un'altra cosa se si rifiutano di fornire. Ebbene, come si suol dire, se i costi dei torrenti settentrionali sono già stati ripagati, non è chiaro come.
    Rimborsare la perdita per l'UE non è un problema, il mondo è pieno di fornitori di petrolio e gas, è una questione di tempo e denaro. Ma il rifiuto di fornire dalla Federazione Russa colpirà duramente il bilancio e non ci sarà praticamente nulla per compensare le perdite: non è possibile trasformare i gasdotti orientati all'UE verso la RPC. A spese della NWF, puoi resistere per un anno, e poi forse migliorerà.
    1. Franky Stein Офлайн Franky Stein
      Franky Stein (Franky Stein) 10 dicembre 2021 14: 09
      0
      Per cominciare, dovranno eliminare tutte le restrizioni su Venezuela e Iran, investire miliardi nei loro settori energetici, allungare migliaia di chilometri di gasdotti e rifornire dozzine di impianti di GNL. Anche decenni di progetti di costruzione shock nello spirito della prima URSS non saranno sufficienti per questo. E nel caso del gas, ci sono seri motivi per ritenere che sia, in linea di principio, impossibile sostituire completamente la base di risorse della Siberia. Quasi nessuno correrebbe un rischio simile. Il ventesimo secolo d'oro delle risorse gratuite è alle spalle. Ci attende l'era delle risorse costose e di una dura lotta per esse.
  4. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 9 dicembre 2021 12: 54
    -9
    La possibile risposta della Russia alle nuove sanzioni farà ricredere gli Stati Uniti

    - Accidenti, personalmente non sarei affatto sorpreso se presto la stessa Gazprom (attraverso il governo russo) si rivolgesse agli americani con una richiesta di "assistere al lancio dell'SP-2" ... - Non c'è nessun altro a cui rivolgersi spero che ...
    - Accidenti... - qualunque cosa si possa dire - la situazione paradossale è ovvia...
    - Il futuro di Gazprom (Russia) nelle relazioni con l'Europa occidentale (UE) oggi dipende interamente dall'SP-2 ... - E oggi l'Europa occidentale (UE) controlla il lancio del gasdotto SP-2 ... - quindi l'UE controlla anche Gazprom .. - E l'Europa occidentale (UE) oggi è controllata dagli americani ... - I.e. gli americani hanno anche il controllo su Gazprom...
    - Qui - "in linea retta" e Gazprom - gli americani devono presentare la loro "petizione".; aggirando l'Europa occidentale (UE) ... - quindi sarà più accurato ...
    - La Cina ci ha superato bene, ci ha buttato via (a quanto pare gli Stati Uniti gli hanno promesso di organizzare le Olimpiadi - anche se sono ancora quei "promettitori") ...
    - Molto probabilmente, Gazprom inizierà a dividere le forniture di gas all'UE a metà con gli americani (gli Stati Uniti non accetteranno uno più piccolo) ... - Bene, c'è un altro scroccone di Gazprom (oltre alla Germania) ... - Gazprom dovrà anche prendere una quota degli americani "... - non ci sono troppi" proprietari "per una pipa russa ...
  5. oderih Офлайн oderih
    oderih (Alex) 9 dicembre 2021 13: 57
    +2
    I russi non si ammalano mai di cancro, è presente tra i plebei Vau-ucraini.
  6. Alsur Офлайн Alsur
    Alsur (Alex) 9 dicembre 2021 13: 57
    +4
    Citazione: Jacques Sekavar
    Le sanzioni annunciate sono le più gravi e interesseranno tutti i monopoli naturali: il reddito nel mercato interno è limitato dalla regolamentazione tariffaria e il mercato interno stesso è incomparabile con quello esterno sia in volume che in termini di potere d'acquisto, e quindi il leone la quota viene ricevuta nel mercato estero. Limiteranno il dollaro, aspetteranno restrizioni simili e l'euro. I conti delle persone giuridiche non sarebbero stati arrestati.
    Qualunque cosa accada, e la Federazione Russa continuerà ad adempiere ai suoi obblighi contrattuali, Putin mantiene la sua parola. È un'altra cosa se si rifiutano di fornire. Ebbene, come si suol dire, se i costi dei torrenti settentrionali sono già stati ripagati, non è chiaro come.
    Rimborsare la perdita per l'UE non è un problema, il mondo è pieno di fornitori di petrolio e gas, è una questione di tempo e denaro. Ma il rifiuto di fornire dalla Federazione Russa colpirà duramente il bilancio e non ci sarà praticamente nulla per compensare le perdite: non è possibile trasformare i gasdotti orientati all'UE verso la RPC. A spese della NWF, puoi resistere per un anno, e poi forse migliorerà.

    Quanto sei interessante. Ci sono molti fornitori, sostituire la Russia non è affatto un problema, è già ridicolo. E ci sono pochi acquirenti, è un grosso problema sostituire l'UE. È come una visione del mondo in bianco e nero. Ma la vita è più interessante. In effetti, non è facile sostituire la Russia e, allo stesso tempo, non è facile fornire gas al sud-est asiatico. Ma d'altra parte, in SEA Klondike, la popolazione nei paesi è grande, il bisogno di energia è grande, c'è una prospettiva.
  7. oderih Офлайн oderih
    oderih (Alex) 9 dicembre 2021 14: 01
    +1
    Strangoleremo uno per uno, cominceremo da questo, manderemo il nonno di Biden al ranch.
  8. Viso Офлайн Viso
    Viso (Alexander Lik) 9 dicembre 2021 16: 14
    0
    La Russia ha urgente bisogno di costruire il Power of Siberia-2 e aumentare la produzione di GNL. A un certo punto, gli Stati Uniti reindirizzeranno bruscamente i propri vettori di gas dall'Asia all'Europa. La Cina resterà senza energia, la Russia senza acquirenti di gas in Europa. Non puoi tirare.
  9. zloybond Офлайн zloybond
    zloybond (lupo della steppa) 9 dicembre 2021 19: 28
    +1
    È semplicemente impossibile disabilitare questo sistema a causa di un'interruzione nel sistema di notifica del pagamento. Non c'è conferma del pagamento - ad esempio, non c'è spedizione di gas in Europa o petrolio negli Stati Uniti. E la Russia farà lo scemo per molto tempo, dicendo che non sa nulla della ricezione di denaro e non crediamo a una notifica telefonica. Loro lo sanno molto bene. Pertanto, l'autore deve buttare un po' fuori dalla sua testa questo argomento poco interessante e scrivere di qualcos'altro, o prima capirlo e poi scrivere.
  10. Termit1309 Офлайн Termit1309
    Termit1309 (Alexander) 10 dicembre 2021 11: 24
    +1
    Citazione: Jacques Sekavar
    I gasdotti orientati all'UE nella RPC non possono essere trasformati

    È molto divertente dare consigli ai russi senza sapere cosa sta succedendo in Russia. Girati e questo ingenuo giovane straniero è strettamente coinvolto.
  11. av58 Офлайн av58
    av58 (Andrew) 12 dicembre 2021 15: 23
    0
    Perché dare ai nostri amici giurati motivi di accusa contro la Russia? Non c'è bisogno di rifiutare forniture di energia, basta rifiutare di accettare pagamenti in dollari americani, euro, sterline inglesi e in generale nelle valute di paesi che hanno imposto sanzioni economiche alla Russia. È possibile estendere la stessa controsanzione anche alle compagnie aeree straniere e al transito di merci attraverso il territorio russo. Ci sono beni e servizi, ma come pagheranno? Solo in oro.