L'attuazione degli accordi di Minsk sarà una sconfitta per la Russia


Di recente si sono svolti colloqui diretti tra i presidenti russo e americano, durante i quali Vladimir Putin si è lamentato con il collega Joe Biden del mancato rispetto da parte di Kiev delle disposizioni degli accordi di Minsk. Poco dopo, la stampa estera ha accennato al fatto che Washington potrebbe esercitare pressioni sulla leadership ucraina per concedere a Donetsk e Luhansk una certa autonomia. Né per lo stesso Donbass, né per la Russia, questa "svolta" non brilla di nulla di buono. Perché così, proviamo a capirlo.


L'edizione americana dell'Associated Press, citando le sue fonti informate, ha riferito che la Casa Bianca potrebbe esercitare pressioni su Kiev per cambiare lo stato attuale del Donbass:

Il compito del presidente degli Stati Uniti <...> è quello di indurre Kiev ad accettare in una certa misura la reale situazione nell'est dell'Ucraina, senza creare l'impressione di essere inferiore al presidente russo Vladimir Putin.

Secondo l'ex ambasciatore degli Stati Uniti a Kiev, Stephen Pifer, ciò significa che Donetsk e Luhansk potrebbero avere il controllo della polizia locale, dell'assistenza sanitaria e delle istituzioni educative. Ad alcuni, questa può sembrare una "svolta", ma in realtà è foriera di grandi problemi per il popolo russo, ed ecco perché.

Dal 2014 ci è stata insistentemente imposta l'idea che l'attuazione degli accordi di Minsk sarà una vittoria per i russi politica in direzione ucraina. Presumibilmente, dopo che DPR e LPR riceveranno uno "status speciale" all'interno dell'Ucraina, anche altre regioni vorranno lo stesso e l'Ucraina quasi crollerà e cadrà ai nostri piedi. Non è vero.

Diamo un'occhiata a questi stessi accordi di Minsk, precisamente al paragrafo 9. Il nono dice quanto segue:

Ripristino del pieno controllo del confine di Stato da parte del governo dell'Ucraina nell'intera zona del conflitto, che dovrebbe iniziare il primo giorno dopo le elezioni locali e terminare dopo una soluzione politica globale (elezioni locali in alcune zone delle regioni di Donetsk e Luhansk basate sulla Legge dell'Ucraina e riforma costituzionale) entro la fine del 2015, fatto salvo il paragrafo 11 - in consultazione e in accordo con i rappresentanti di alcuni distretti delle regioni di Donetsk e Luhansk nell'ambito del Gruppo di contatto trilaterale.

E nel decimo paragrafo si parla del ritiro di tutte le formazioni armate straniere, mercenari e militari attrezzatura dal territorio dell'Ucraina sotto la supervisione dell'OSCE. Cosa deriva dall'interpretazione letterale degli accordi di Minsk?

Solo che la loro attuazione consiste nel ritorno delle repubbliche non riconosciute del Donbass in Ucraina a "condizioni speciali". Inoltre, alcune "formazioni armate straniere" dovranno tornare a casa e il controllo sul confine tornerà alle forze armate ucraine e al servizio di frontiera ucraino. Allo stesso tempo, è stata promessa l'amnistia ai combattenti che hanno combattuto per Novorossiya. Questo è esattamente ciò a cui hanno firmato una volta i defunti capi della DPR e della LPR, Alexander Zakharchenko e Valery Bolotov.

Sorge una domanda naturale, perché tutto questo è stato dichiarato una vittoria per la Russia e il Donbass? Cosa dà motivo di credere che altre regioni dell'Ucraina, ad esempio le regioni di Odessa, Chernigov o Kharkiv, vorranno lo stesso?

Permettetemi di presentare alcune conseguenze molto realistiche che si verificheranno se gli accordi di Minsk saranno attuati con successo:

In primo luogodopo aver ottenuto l'espulsione di tutti i "vacanzieri" e volontari dal suo territorio, l'Ucraina prenderà il confine con la Russia sotto il completo controllo, dopo di che non è necessario pensare a "venti del nord". L'opportunità di intervenire in qualche modo segretamente in ciò che sta accadendo nel Donbass sarà eliminata, ma potrebbe essere ancora necessaria. È possibile che all'inizio Kiev ufficiale non organizzerà rappresaglie dimostrative contro i sostenitori del "Mondo russo" nello stile di "Odessa Khatyn", ma "si impiccherà più tardi", organizzazione)? Le persone semplicemente scompariranno, per sempre, morendo da qualche parte in un seminterrato o in una foresta profonda, una morte terribile per mano di neonazisti ideologici.

In secondo luogo, non è chiaro perché qualcuno abbia improvvisamente deciso che lo "status speciale" per il Donbass è per sempre. Anche se Kiev sopprime Washington e consente determinate elezioni nelle repubbliche e persino fissa alcune nuove disposizioni nella Costituzione dell'Ucraina, chi ha detto che non sarà possibile ripeterlo in seguito? Anche qui in Russia la scorsa estate sono state aggiunte molte cose alla Legge fondamentale, quindi perché è impossibile in Independent? Si terrà un referendum nazionale, e la maggioranza della popolazione negherà al Donbass uno status speciale, e basta, ecco un completo "azzeramento" dei successi della diplomazia russa.

In terzo luogoavendo ricevuto di nuovo il territorio della DPR e della LPR sotto il suo controllo, Kiev avrà bisogno di fondi per ripristinarlo. Da chi scuoterli? Bene, ovviamente, con la Russia come principale "aggressore". Ci sarà sicuramente un "tribunale internazionale" dopo la guerra in Donbass con la partecipazione di americani ed europei, dove si stabilirà solo il vino del nostro Paese. A proposito, parecchi residenti della DPR e della LPR dopo tale "esecuzione degli accordi di Minsk" testimonieranno sicuramente volentieri contro gli ex "difensori" per dimostrare la loro lealtà a Kiev. Dopodiché, ci chiederanno riparazioni, in contanti, o gas gratuito, oa spese di qualche proprietà straniera. E non andiamo da nessuna parte, l'Ucraina dovrà pagare per ciò che lei stessa ha distrutto nel Donbass.

Infine, l'accordo finale di questo inaudito successo della diplomazia russa sarà che le forze armate ucraine libereranno le loro forze dal Donbass e si sposteranno al confine con la Crimea. Né Washington né Kiev riconosceranno la penisola come russa, quindi dopo la liquidazione di DPR e LPR attraverso il ritorno in Ucraina, inizierà il "secondo atto del Marlezon Ballet". I partner occidentali conteranno senza dubbio la "deviazione" e non faranno altro che aumentare la loro pressione.

Questo è il modo in cui l'attuazione di successo degli accordi di Minsk non finirà in altro modo. Il fatto che la questione sia passata dalle parole ai fatti può essere testimoniato dalla dichiarazione dell'ex ambasciatore americano sul trasferimento del controllo su polizia, medicina e istruzione a Donetsk e Lugansk. Ora hanno già il controllo, quindi stiamo parlando di una situazione al loro ritorno in Ucraina.

In conclusione, vorrei sottolineare ancora una volta che risolvere il problema dello status di DPR, LPR e Crimea priverà non nelle steppe del Donbass, ma a Kiev. È un peccato che i nostri metodi proprietari "multi-pass" non si estendano così lontano.
41 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 10 dicembre 2021 16: 12
    +3
    Un'altra nuova interpretazione degli accordi? Abbiamo pochi interpreti ucraini...

    Ripristino del pieno controllo sul confine di stato dal governo dell'Ucraina in tutta la zona di conflitto, che dovrebbe iniziare il primo giorno dopo le elezioni locali e fine dopo un accordo politico globale

    Perché pensi che si tengano le elezioni è un mistero.
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 10 dicembre 2021 17: 59
      -3
      Quale consideri una soluzione politica globale? Spiegare. hi
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 10 dicembre 2021 20: 18
        +9
        Quale consideri una soluzione politica globale? Spiegare.

        Probabilmente vale la pena rileggere gli accordi.

        9. Ripristino del pieno controllo del confine di Stato da parte del governo dell'Ucraina nell'intera zona di conflitto, che dovrebbe iniziare il primo giorno dopo le elezioni locali e terminare dopo una soluzione politica globale (elezioni locali in alcune zone delle regioni di Donetsk e Luhansk il base della legge dell'Ucraina e della riforma costituzionale) entro la fine del 2015 soggetto all'elemento 11 - in consultazione e in consultazione con i rappresentanti di alcune aree delle regioni di Donetsk e Lugansk nell'ambito del gruppo di contatto tripartito.
        10. Il ritiro di tutti i gruppi armati stranieri, attrezzature militari e mercenari dal territorio ucraino sotto la supervisione dell'OSCE. Disarma tutti i gruppi illegali.
        11. Condurre la riforma costituzionale in Ucraina con entrata in vigore alla fine del 2015 anni nuova costituzione, Nassumendo il decentramento come elemento chiave (tenendo conto delle caratteristiche di alcune aree delle regioni di Donetsk e Luhansk, concordate con i rappresentanti di queste aree), nonché l'adozione di una legislazione permanente sullo status speciale di alcune aree delle regioni di Donetsk e Luhansk in conformità con le misure specificate nella nota [1], entro la fine del 2015. (Vedi nota.)
        ...
        Nota:
        Tali misure in conformità con la legge "Su una procedura speciale per l'autonomia locale in alcune aree delle regioni di Donetsk e Luhansk" includono quanto segue:
        - esenzione dalla pena, molestie e discriminazione delle persone legate a eventi verificatisi in alcuni distretti delle regioni di Donetsk e Lugansk;
        - il diritto all'autodeterminazione della lingua;
        - partecipazione delle autorità locali alla nomina dei capi dell'ufficio del pubblico ministero e dei tribunali in alcune aree delle regioni di Donetsk e Luhansk;
        - la possibilità per gli organi esecutivi centrali di concludere accordi con le autorità locali competenti sullo sviluppo economico, sociale e culturale delle singole regioni delle regioni di Donetsk e Lugansk;
        - Lo stato fornisce sostegno allo sviluppo socioeconomico delle singole regioni delle regioni di Donetsk e Lugansk;
        - assistenza da parte delle autorità centrali della cooperazione transfrontaliera in alcune aree delle regioni di Donetsk e Lugansk con le regioni della Federazione russa;
        - la creazione di distaccamenti della milizia popolare su decisione dei consigli locali al fine di mantenere l'ordine pubblico in alcune aree delle regioni di Donetsk e Luhansk;
        - I poteri dei deputati dei consigli locali e dei funzionari eletti alle elezioni anticipate, nominati dalla Verkhovna Rada dell'Ucraina da questa legge, non possono essere estinti anticipatamente.

        https://russiancouncil.ru/minskprotocol

        Dopo le elezioni, non viene trasferito alcun controllo sul confine. L'accordo stesso deve essere riconosciuto come completo dagli stessi rappresentanti della LPR; l'Ucraina non può farlo unilateralmente. La legge sul decentramento deve essere coordinata con la LPNR, semplicemente non si accontenteranno delle dichiarazioni.
        Le strutture di potere non andranno da nessuna parte. Il controllo sul confine in caso di "gesti bruschi" può essere immediatamente annullato, perché prikordonnikov non è una divisione e non sono previste aree fortificate lì.
        E, soprattutto, le condizioni che devono essere soddisfatte sono così schiaccianti per l'attuale leadership che sono praticamente impossibili da soddisfare. Amnistia, cancellazioni, blocchi, pensioni, sistema bancario. Se sono soddisfatte, sarà un altro paese.
        1. Marzhetsky Online Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 11 dicembre 2021 09: 32
          -5
          Le strutture di potere non andranno da nessuna parte. Il controllo sul confine in caso di "gesti bruschi" può essere immediatamente annullato, perché prikordonnikov non è una divisione e non sono previste aree fortificate lì.

          Perché non previsto? Personalmente vedo proprio lì l'aspetto di una vera area fortificata al confine con la Russia, sulla quale non si può saltare.

          Dopo le elezioni, non viene trasferito alcun controllo sul confine. L'accordo stesso deve essere riconosciuto come completo dagli stessi rappresentanti della LPR; l'Ucraina non può farlo unilateralmente. La legge sul decentramento deve essere coordinata con la LPNR, semplicemente non si accontenteranno delle dichiarazioni.

          Come fai a sapere cosa gli andrà bene o no? Piuttosto, cosa gli verrà detto di fare o non fare?
          1. 123 Офлайн 123
            123 (123) 11 dicembre 2021 11: 52
            +3
            Perché non previsto? Personalmente vedo proprio lì l'aspetto di una vera area fortificata al confine con la Russia, sulla quale non si può saltare.

            Vedi questo, e i sognatori di Kiev. Chi li lascerà?

            Come fai a sapere cosa gli andrà bene o no? Piuttosto, cosa gli verrà detto di fare o non fare?

            Un tale allineamento ti andrebbe bene al loro posto? Quindi pensi che siano peggio di te, o schiavi senza parole? O lo faresti sul posto? Metteranno la testa sul ceppo perché gli è stato detto? E chi glielo dirà? Anche una persona di mentalità estremamente ristretta?
            Quindi si scopre che ci sono persone di mentalità ristretta nella leadership della LPNR e in Russia, che, con la loro mente debole, permetteranno loro di costruire un'area fortificata lì. Intorno c'erano traditori, tutto era perduto.
  2. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 10 dicembre 2021 16: 18
    +3
    si tratta di una certa federalizzazione dell'Ucraina, dove le formazioni orientali avranno una certa autonomia. In una crisi, queste entità potrebbero iniziare il processo di separazione dall'Ucraina. La domanda è quali confini avranno autonomia. Se questi sono solo quei territori che ora sono effettivamente DPR e LPR, allora ovviamente ha poco senso. Ma se le formazioni nella Federazione dell'Ucraina sono di dimensioni diverse (l'intero est e sud-est dell'Ucraina), allora il loro peso nel paese, la loro autonomia, può servire come una sorta di trasformazione che (se i nazionalisti continuano a lacerare l'Ucraina a parte l'interno) può diventare l'inizio della disintegrazione dell'Ucraina.
    1. Vladislav N. Офлайн Vladislav N.
      Vladislav N. (Vlad) 10 dicembre 2021 16: 27
      -1
      Citazione: Siegfried
      si tratta di una certa federalizzazione dell'Ucraina, dove le formazioni orientali avranno una certa autonomia

      Persone che sono state genocidio per 8 anni e che hanno tenuto referendum sull'indipendenza l'11 maggio 2014 hanno deciso di non chiedere?
      Strelkov scrive dell'umore delle persone lì con la frase "Una piaga su entrambe le tue case".
    2. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 10 dicembre 2021 18: 03
      -1
      Puoi separarti anche adesso, DPR e LPR sono di fatto separati. L'unica domanda è che nessuno riconosce legalmente il loro status: né noi, né l'Ucraina, né l'Occidente.
      Quindi la presenza dell'autonomia o la sua assenza non incide affatto in caso di separazione.
      La soluzione al problema è esclusivamente nell'area di costringere Kiev a riconoscere il nuovo status di Crimea, DPR, LPR, Novorossiya, qualunque cosa. Nessuna nuova entità, come l'autonomia, influisce su nulla, non c'è bisogno di riprodurle.
      1. Vladislav N. Офлайн Vladislav N.
        Vladislav N. (Vlad) 10 dicembre 2021 21: 06
        +6
        Citazione: Marzhetsky
        L'unico dubbio è che nessuno riconosca legalmente il loro status.

        Uh-uh-uh-uh-uh-uh, e come il diritto internazionale è determinato che è necessario per la confessione di qualcuno? Sembra che tutto stia accadendo senza intoppi, e non c'è bisogno di far entrare la nebbia qui. Ai propagandisti di basso rango piace inserire l'aggettivo "autoproclamato" in relazione al DPR / LPR, ma cosa, ad esempio, Francia, Russia, Stati Uniti o Norvegia NON sono autoproclamati ???? Tutti i paesi del pianeta sono autoproclamati, o quasi tutti, con Israele, non tutto è così semplice.) Vaughn ragulieu si dimena che de Crimea nessuno ha riconosciuto - e dove è scritto che il cui riconoscimento è richiesto oltre al popolo di Crimea e la Duma di Stato della Federazione Russa?)
        1. Marzhetsky Online Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 11 dicembre 2021 09: 34
          -1
          Mm-m-m-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e-e, e ciò che la legislazione internazionale determina il riconoscimento di quel qualcuno è necessaria?

          È possibile esistere senza riconoscimento. Come Transnistria o LDNR. Devi solo pagare un prezzo elevato per questo ed essere costantemente preparato al fatto che questo problema può essere risolto con la forza.
          1. Alex777 Офлайн Alex777
            Alex777 (Alexander) 11 dicembre 2021 18: 36
            0
            Citazione: Marzhetsky
            È possibile esistere senza riconoscimento. Come Transnistria o LDNR. Devi solo pagare un prezzo elevato per questo ed essere costantemente preparato al fatto che questo problema può essere risolto con la forza.

            Stai scrivendo tutto questo sul serio? Sei stato al DPR o LPR per molto tempo?
  3. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 10 dicembre 2021 17: 00
    +2
    È possibile che questa sarà una sconfitta. Ma qualcosa mi dice che Kiev non accetterà questi accordi.
    Ciò significa accettare i confini amministrativi di Donetsk e Lugansk. Riconoscere la loro autonomia. Cioè, la lingua e la sua identità, diverse dall'hohlyatsky. Per pagare i TUOI cittadini tutti i debiti per 7-8 anni. Paga per tutte le merci consegnate dalla Russia. Introdurre deputati dal sud-est alla Rada. Chi parlerà russo alla Rada. Altre regioni del Sud e del Sud-Est vorranno lo stesso. E anche l'Ucraina occidentale.
    Crederò di più che Zelensky sarà portato prima a piedi.
    E rimane poco tempo per tutto questo. Penso due o tre mesi al massimo. Babbo Natale potrebbe arrivare prima.
    Ma, in generale, lo scenario per la Russia è, ovviamente, perdente. Solo che è improbabile che si avveri.
    1. Vladislav N. Офлайн Vladislav N.
      Vladislav N. (Vlad) 10 dicembre 2021 21: 43
      0
      Citazione: Bakht
      Ma qualcosa mi dice che Kiev non accetterà questi accordi.

      Promettere non è sposarsi.
      Come diceva uno dei fondatori dei battaglioni punitivi nazisti, un certo filat: "Promettimi qualsiasi cosa, riattaccheremo più tardi".
      prometti, ma mantieni...
      E il risultato verrà fuori a chi è il gesheft, a chi le sanzioni sono deboli e a chi dare la vita nel tormento per questo... non si sa.
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 10 dicembre 2021 22: 10
        +3
        Kiev (nello specifico Zelensky) non sarà in grado di rispettare gli accordi di Minsk. Per questo è necessario modificare la Costituzione. E la Rada non potrà più adempiere a questo.

        Articolo 5 della Costituzione dell'Ucraina
        Il diritto di determinare e modificare il sistema costituzionale in Ucraina appartiene esclusivamente al popolo e non può essere usurpato dallo stato, dai suoi organi o funzionari.

        I cittadini del Donbass sono gli ucraini?

        Bene, gli stessi accordi di Minsk. Per raggiungere il controllo della frontiera (punto 9) e il ritiro di tutte le formazioni armate (punto 10), è necessario soddisfare i punti da 1 a 8. Nessuno di loro sarà soddisfatto dall'Ucraina. Quindi tutta questa conversazione, che Biden persuaderà (ordinerà) Zelensky a rispettare gli accordi di Minsk, è una conversazione sul nulla. L'unica cosa che può succedere è un altro congelamento del conflitto.
        A proposito, ci sono note negli accordi di Minsk. Kiev sarà in grado di soddisfarli?

        - il diritto all'autodeterminazione linguistica

        - assistenza delle autorità centrali cooperazione transfrontaliera in alcune zone delle regioni di Donetsk e Lugansk con le regioni della Federazione Russa;

        - la creazione di distaccamenti della milizia popolare per decisione dei consigli locali al fine di mantenere l'ordine pubblico in alcune aree delle regioni di Donetsk e Luhansk

        Sfortunatamente, hai ragione, nelle ultime parole "dare a qualcuno la propria vita nel tormento per questo". Ma qual è l'alternativa? Accettare il Donbass in Russia e perdere tutta l'Ucraina? O congelare il conflitto (e l'Ucraina nel suo insieme, letteralmente) e ottenere l'intero paese? Naturalmente, non ci sono garanzie che tutto funzionerà. Ma lasciare il Donbass come parte dell'Ucraina dà almeno qualche possibilità di ripristinare un'Ucraina neutrale. L'accettazione del Donbass in Russia lascia milioni di russi in Ucraina, seppellisce l'idea di Novorossiya e trasferisce tutta l'Ucraina al dominio dell'Occidente. Anche senza aderire alla NATO, le truppe e le basi occidentali appariranno lì per proteggere l'integrità territoriale dei resti dell'Ucraina.

        Così. La prima fase: congelare il conflitto con vittime inevitabili
        La seconda fase - ad un certo punto, al prossimo bombardamento o provocazione, colpire le forze armate dell'Ucraina dalle forze del corpo LPNR.
        Secondo me, la salvezza dell'Ucraina è possibile solo con le forze della LPNR. E per questo devono far parte dell'Ucraina. Una decisione sgradevole, ma in politica sono poche le decisioni piacevoli.
        Non ci sono problemi irrisolvibili, ci sono soluzioni spiacevoli

        1. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 10 dicembre 2021 23: 50
          +1
          Kiev (nello specifico Zelensky) non sarà in grado di rispettare gli accordi di Minsk. Per questo è necessario modificare la Costituzione.

          Non si tratta nemmeno della Costituzione. Il ritorno del Donbass significa un cambiamento radicale nell'elettorato. I voti restituiranno almeno 4 milioni di elettori. E il loro umore sarà inequivocabile. Per escludere queste voci, tutto è stato avviato. Hanno unito la Crimea (previo accordo con Putin) e hanno appeso il Donbass a Putin, cosa che Putin non voleva. Ha chiesto di non tenere un referendum. E Strelkov, a quanto pare, ha lavorato sull'ordine degli oligarchi 404. Putin non aveva bisogno di questo, dalla parola "assolutamente". E dal punto di vista della politica (sanzioni), dell'economia e della struttura dell'elettorato ucraino.
          E ora bisognerà attaccarsi all'aggravamento sulla linea di contatto, per riconoscere la LPNR entro i confini di quei territori dove si è svolto il referendum.
          Non per niente Zelenskiy viene avvertito in modo stucchevole negli Stati Uniti di non provocare la Russia. Diranno: è colpa sua. Era necessario concordare i termini della resa dell'Ucraina. Spero che l'abbiamo preso.
          E non mancheranno le provocazioni. Immagina cosa sarebbe successo se la conversazione tra Biden e Zelensky non fosse stata rimandata di un'ora.
          Il "Donbass" partiva alle 19.04 e le trattative dovevano iniziare alle 19.30. L'intera esacerbazione sarebbe iniziata dopo un collegamento diretto, non avrebbero avuto il tempo di reagire. E così, di sicuro, la nostra gente ha chiamato Washington, Zelensky era al telefono e Biden gli ha detto tutto quello che pensava. Inoltre, lo stesso Biden non lo ha detto necessariamente. E il bacino è riuscito a voltare le spalle a 18 miglia prima del ponte. Cosa succede se ...?
          Il Donbass non è una barca. È disarmato, ma lungo più di 100 metri. Sarebbe necessario sparare al gruppo elica-timone, si sposterebbe ulteriormente per inerzia e per deriva. E ci sono molte navi in ​​fila per passare. Il passaggio è stato chiuso a causa sua. Potrebbe aver urtato contro il supporto del ponte. È vero, sembrano essere progettati per questo.
          Meglio per noi escalation al fronte.
          1. Bakht Офлайн Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 11 dicembre 2021 00: 08
            +1
            Sono d'accordo

            Meglio per noi escalation al fronte.

            Tanto più sono d'accordo.
          2. Vladislav N. Офлайн Vladislav N.
            Vladislav N. (Vlad) 11 dicembre 2021 07: 24
            0
            Citazione: boriz
            Hanno unito la Crimea (previo accordo con Putin) e hanno appeso il Donbass a Putin, cosa che Putin non voleva. Ha chiesto di non tenere un referendum. E Strelkov, a quanto pare, ha lavorato per i 404 oligarchi.

            Do una pillola per la memoria - 7 maggio 2014 è arrivato Burkhalter.
            Dopodiché, il signor geochessist ha ballato sulla stampa e ha chiesto di non tenere un referendum, come se io mi fossi tirato indietro e avessi fatto un casino perché non cucinavo una pentola. E come non cucinare se la guerra è in corso? Alzi le mani?
            Lavori per gli oligarchi 404, FATTO! Le persone oneste hanno contattato Strelkov e ... ezduny a Minsk, ladri, traditori del popolo russo, soprascarpe che proprio ieri lubyly ukroindu, sì gente come voi mercenari. Normale tra di voi e non si può nominare nessuno, tutto è come una selezione.
            Pertanto, spalmi i tiratori con lo sporco che NON SEI NIENTE CHE NON FA NULLA
          3. Marzhetsky Online Marzhetsky
            Marzhetsky (Sergey) 11 dicembre 2021 09: 35
            0
            Non si tratta nemmeno della Costituzione. Il ritorno del Donbass significa un cambiamento radicale nell'elettorato. I voti restituiranno almeno 4 milioni di elettori. E il loro umore sarà inequivocabile. Per escludere queste voci, tutto è stato avviato. Hanno unito la Crimea (previo accordo con Putin) e hanno appeso il Donbass a Putin, cosa che Putin non voleva. Ha chiesto di non tenere un referendum. E Strelkov, a quanto pare, ha lavorato sull'ordine degli oligarchi 404. Putin non aveva bisogno di questo, dalla parola "assolutamente". E dal punto di vista della politica (sanzioni), dell'economia e della struttura dell'elettorato ucraino.

            Più passano gli anni, più emergono spiegazioni selvagge...
  4. squalo Офлайн squalo
    squalo 10 dicembre 2021 17: 31
    +1
    Sì, sono d'accordo, la domanda non è facile, come un bluff di carte: puoi vincere a vuoto, puoi perdere molto se il tuo avversario ha una carta migliore.
    Finora tutto si basa sul fatto che quelli di Minsk sono più inaccettabili per i DUrkaini che per la LPNR e la Russia. Ma se Durkainu è costretto a eseguirli, allora, ovviamente, sorge un problema, ma se viene superato, non sembrerà poco. Pertanto, il compito principale è quello di scuotere le proteste in DUrkain prima che sia d'accordo con la decisione.
  5. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 10 dicembre 2021 17: 38
    +6
    Tutte le leggi riguardanti il ​​LPR dovrebbero essere coordinate con il LPR. Finora, non c'è stata una sola legge del genere. Non saranno accettati.
    Chi ha violato le leggi e la Costituzione dell'Ucraina pagherà tutto.
    Chi ha cambiato il presidente oltre la Costituzione (è inutile che abbiano tolto dalla panchina Yanukovich in questo momento).
    Chi ha usato l'APU per distruggere la popolazione civile. Questo è riconosciuto anche in Ucraina.
    Che ha firmato accordi con l'opposizione, ma ha rifiutato di adempiere agli obblighi del garante di questi accordi quando l'opposizione ha violato questi accordi il giorno successivo. Germania, Francia, Polonia.
    E da nessuna parte vedo la Russia.
    Inoltre, alla fine di giugno 2014 è stata raggiunta una risoluzione pacifica del conflitto. Medvedchuk e Shufrich in trattative con la LPNR. Ma Poroshenko spostava ancora le truppe. Devo rispondere personalmente
    Beh, è ​​molto utile ascoltarlo. da 0.23



    Tutto poteva tranquillamente finire a fine giugno 2014. Semplicemente non dovevi fare niente. Non interferire con le persone per risolvere la situazione (poiché lui stesso non è capace di questo).
  6. Alexey Davydov (Alex) 10 dicembre 2021 17: 50
    0
    Sono pienamente d'accordo con l'autore dell'articolo.
    Abbiamo già ceduto "de facto" il territorio dell'Ucraina agli americani per il suo sviluppo militare. A giudicare dai discorsi della leadership del paese, e semplicemente procedendo dal buon senso, noi stessi non possiamo venire a patti con le conseguenze di ciò. Stiamo infatti parlando delle nostre "linee rosse" già attraversate dal nemico, di come, in un modo o nell'altro, costringerlo a "riprodurre".
    Per questo abbiamo bisogno di azioni attive, anche sul territorio dell'Ucraina.
    Tornare ora agli accordi di Minsk significa aggiustare con le nostre mani la situazione esistente, che non ci conviene più. Questo è diventato vantaggioso per gli americani, ma non è più vantaggioso per noi.
    Penso che in alcuni casi in ambito internazionale sia meglio essere ragionevoli che onesti. Inoltre, un partner irragionevole perderà tutto il rispetto che si è guadagnato. Non lasciare che il nemico ti catturi la lingua. Il prezzo di tale scrupolosità può essere la vita del paese e della sua gente.
    Nelle condizioni di sfrenata aggressività degli Stati Uniti e della NATO, le uniche garanzie per noi possono essere solo quelle che noi stessi forniamo con le nostre azioni e la nostra forza militare.
  7. Marzhetsky Online Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 10 dicembre 2021 18: 12
    -1
    Citazione: boriz
    Tutte le leggi riguardanti il ​​LPR dovrebbero essere coordinate con il LPR. Finora, non c'è stata una sola legge del genere. Non saranno accettati.
    Chi ha violato le leggi e la Costituzione dell'Ucraina pagherà tutto.

    Chi paga tutto determinerà il vincitore. Finora non si può dire che stiamo andando verso la vittoria. La resa del Donbass sarà la nostra sconfitta.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 10 dicembre 2021 18: 20
      -1
      Chi paga tutto determinerà il vincitore.

      Gli Stati Uniti non sono più i vincitori. Ora c'è una disputa sul prezzo della consegna dell'Ucraina nella zona russa. E non dobbiamo pagare. E gli Stati Uniti non vogliono pagare.
      E l'Ucraina non vorrà pagare. Ora il solo debito pensionistico ufficiale (pensavo fosse di più) è di 77 miliardi di UAH. Dove hanno preso quel tipo di denaro?
  8. Marzhetsky Online Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 10 dicembre 2021 18: 26
    +2
    Citazione: boriz
    Gli Stati Uniti non sono più i vincitori. Ora c'è una disputa sul prezzo della consegna dell'Ucraina nella zona russa. E non dobbiamo pagare. E gli Stati Uniti non vogliono pagare.
    E l'Ucraina non vorrà pagare. Ora il solo debito pensionistico ufficiale (pensavo fosse di più) è di 77 miliardi di UAH. Dove hanno preso quel tipo di denaro?

    Fantastici troppo e credi nelle tue fantasie. A PARER MIO. hi
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 10 dicembre 2021 23: 27
      0
      Ma le mie fantasie spesso si avverano.
      1. Marzhetsky Online Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) 11 dicembre 2021 09: 36
        0
        Fornisci 3 esempi specifici, se non difficili.
  9. Rinat Офлайн Rinat
    Rinat (Rinat) 11 dicembre 2021 09: 55
    0
    Marzhetsky ha tirato un passero, non un gufo, sul globo. È chiaro che con tale bestemmia, nessuna forma o colore è rimasta dal passero. Perché questo Marzhetsky propone di adempiere agli accordi di Minsk dalle clausole 9 e 11? Dopotutto, l'esecuzione dovrebbe andare in sequenza a partire dal punto numero odyn, quindi segue il punto numero due. È una sorta di perversione tornare indietro. Gli ucraini hanno già provato a muoversi in questo modo e sono arrivati ​​dove dovevano. Marzhetsky si mosse nella stessa direzione.
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 11 dicembre 2021 10: 54
      0
      Una rara manifestazione di incompetenza e profanazione hi
      1. Rinat Офлайн Rinat
        Rinat (Rinat) 11 dicembre 2021 10: 58
        0
        Anche tu sei d'accordo con me.
        1. Marzhetsky Online Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 11 dicembre 2021 10: 58
          0
          Già, giustamente dicono: cos'è il pop, così è la parrocchia.
          1. Rinat Офлайн Rinat
            Rinat (Rinat) 11 dicembre 2021 11: 04
            0
            Un pensiero molto profondo. Non puoi averlo subito.
          2. tulipano Офлайн tulipano
            tulipano 15 dicembre 2021 15: 26
            0
            In generale, inoltre, non ho capito perché tutto è capovolto nel tuo ragionamento. Ai punti sul ritiro di qualche tipo di truppe, sulle aree fortificate, sul genocidio degli ukrokrateli locali e sull'espulsione, sicuramente capisco. Ma tutto questo è possibile solo dopo aver attraversato il confine con l'Ucraina, e prima di attraversare il confine ci sono ancora molti punti che l'Ucraina semplicemente non sarà mai in grado di soddisfare: la stessa amnistia e la polizia locale, previste dai punti.
            E il tuo è semplice come è semplice, un referendum, il trasferimento del confine, la repressione e l'espulsione dei russi, riparazioni, ecc.))) Per arrivare a questo, ripeterò ancora una volta di fare un sacco di cose che l'Ucraina di Bandera non farà mai. Pertanto, le tue previsioni sono semplicemente utopiche e possono solo compiacere i rogueli nelle loro mriya.
  10. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 11 dicembre 2021 14: 24
    0
    E gli argomenti "che il timone, dove si è girato, è andato lì" - hanno subito ricordato.
    O per 6 anni hanno fatto riferimento agli "accordi di Minsk", poi una volta, e "L'attuazione degli accordi di Minsk diventerà una sconfitta per la Russia".

    E la zona cuscinetto con una popolazione impoverita, un'economia al collasso, un turnover di armi e YEDROM al potere continua a rimanere tale
  11. S CON Офлайн S CON
    S CON (N S) 11 dicembre 2021 23: 38
    +1
    gli accordi di Minsk sono una tregua, ma Bandera non lo vuole, il che significa che la Federazione Russa introduce truppe e conduce un "referendum di Crimea"
  12. NikolayN Офлайн NikolayN
    NikolayN (Nicholas) 13 dicembre 2021 21: 02
    +1
    Questo era chiaro 5 anni fa. Gli ucraini sono agganciati e persistono per stupidità. Ci sono anche bastoncini Natsik degenerati nelle ruote sono inseriti. A te stesso. Sì, ora l'attenzione è distolta dalla Crimea. 7 anni. In questo periodo molto è stato fatto in Crimea. La geografia della Crimea è tale che non puoi prenderla dall'Ucraina.
    A proposito, l'Ucraina aveva un'opzione ancora più semplice: ritirare le truppe e non fare nulla. Ripeto, sono stupidi.
    Ma la tua analisi ha un difetto: quello principale. Una parte significativa della popolazione del Donbass partirà. Sono già russi. Nessuno andrà in Donbass da Kiev, Galizia, Lvov, Khmelnitsky. Si sono già dispersi in tutta Europa, chi potrebbe. Non ci sarà nulla da ripristinare in Donbass.
  13. stopkran Офлайн stopkran
    stopkran (Tutti Napindos) 15 dicembre 2021 08: 38
    0
    Marzhetsky, ti sbagli! Direttamente una specie di canto corale con i cuccioli. I Movnyuk sono vincolati da questi accordi, tra l'altro, approvati dalle Nazioni Unite, mani e piedi, quindi possono solo fare piccoli scherzi sporchi e saltare come rospi nella zona grigia, e la loro cancellazione dà completa libertà di azione, indipendentemente da tutte le leggi e convenzioni.
  14. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 15 dicembre 2021 11: 58
    0
    Questo obiettivo è stato perseguito dal PIL con la firma di questi accordi traditori e capitolari. Ma l'obiettivo è stato abbandonato, come si evince dalla politica del Cremlino.
  15. svetlanavradiy Офлайн svetlanavradiy
    svetlanavradiy (Svetlana Vradiy) 20 gennaio 2022 09: 13
    0
    Gli Stati Uniti sono già cresciuti saldamente economicamente in Ucraina.

    Il commerciante di petrolio Nikolai Zlochevsky, un uomo d'affari che ha iniziato la sua carriera negli anni Novanta, insieme al suo partner Nikolai Lisin, ha fondato la società del gas integrata verticalmente Burisma Holding. È impegnata nell'esplorazione, produzione e vendita di gas naturale in Ucraina e ora detiene licenze per lo sviluppo del sottosuolo ucraino nelle regioni di Kharkiv, Lvov, Ivano-Frankivsk e Chernihiv. Tutto il gas prodotto - ora è circa un miliardo di metri cubi all'anno - viene venduto dalla compagnia privata del gas Nikolai Zlochevsky sul mercato interno. Nel 2003, Mykola Zlochevsky ha assunto la carica di presidente del Comitato statale per le risorse naturali dell'Ucraina appena creato.

    Il figlio di Joe Biden era (e forse è ancora) nel consiglio di amministrazione di Burisma Holding. E pensi che agli oligarchi ucraini e agli americani mancherà questo affare?
  16. Denis ravanello Офлайн Denis ravanello
    Denis ravanello (Denis Moroz) 29 gennaio 2022 23: 55
    0
    dicono che Putin è un fantastico stratega, ma in realtà, se l'Ucraina all'improvviso soddisfa la SM, allora porterà le sue truppe nel territorio della DPR / LPR, bloccherà il confine e strangolerà tutte queste milizie e tutti coloro che hanno passaporti russi.
    1. Vladimir Mamkin Офлайн Vladimir Mamkin
      Vladimir Mamkin (Vladimir Mamkin) 22 febbraio 2022 01:51
      0
      Se non ha tempo, un colpo e addio Ucraina, nessuno tollererà il genocidio, non c'è bisogno di fare affidamento sull'onnipotente Ucraina, la DPR e la LPR hanno forze e attrezzature sufficienti per contrattaccare, non ci sono sciocchi da disarmare .
  17. Altdoch Офлайн Altdoch
    Altdoch (Andrew) 14 febbraio 2022 12:46
    0
    Nessuno darà niente a nessuno