Da Yellowstone alla comparsa dei "superuomini": i principali scenari per la morte dell'umanità


Le ultime settimane hanno portato un'altra preoccupazione notizie: L'ultimo ceppo del coronavirus "Omicron" rivelato in Sudafrica, come si è scoperto, si è già diffuso (anche se solo come casi isolati) in quasi metà del mondo. Se si tiene conto della "super-infettività" definita dagli epidemiologi come sua caratteristica principale, la prospettiva è piuttosto desolante. Mercati e borse sono nel panico, in attesa di nuovi lockdown totali, un calo dei trasporti e del commercio, così come tutte le altre "delizie" del prossimo periodo di punta della pandemia.


Ci sono anche paure più serie - fino all'aperta "tutto-propanità": ecco, dicono, l'ultima e decisiva varietà, conoscenza con cui coloro che vivono sul pianeta Terra non sopravviveranno. Ad essere onesti, alla vigilia del nuovo anno, un tale "agitazione" isterica nell'anima in qualche modo non è molto comodo. Ancora "la fine del mondo"... Ma quale c'è già sul conto?! Alla ricerca di una risposta a questa domanda, vale forse la pena considerare più in dettaglio tutti quei numerosi scenari di scomparsa della razza umana dalla faccia del pianeta, di cui, anche di recente, ne sono già nati moltissimi.

Farò subito una prenotazione: la recensione offerta alla tua attenzione non pretende in alcun modo non solo la verità ultima, ma anche qualsiasi seria ricerca "pseudo-scientifica". Questo è solo un tentativo di capire quanta verità ci possa essere nelle fobie e negli incubi che tormentano l'umanità. Sì, e un'altra cosa: chiarirò che non parleremo del crollo della civiltà umana nella forma a cui siamo abituati, ma solo di quelle varianti dello sviluppo degli eventi, a seguito delle quali l'Homo sapiens può scomparire completamente come specie biologica. Quindi, diamo un'occhiata a loro in ordine, dal più probabile al meno realistico.

10. Guerra nucleare


Purtroppo, questa opzione, con tutto il desiderio, non può essere dichiarata un "film horror inverosimile". Ad oggi, l'umanità ha accumulato nei suoi arsenali circa 13 mila unità di testate nucleari. Il dato è approssimativo, poiché tiene conto delle sole testate in possesso dei membri ufficiali del "club nucleare". Le stime del potenziale atomico della stessa RPDC o, ad esempio, Israele, per la maggior parte, sono puramente speculative e variano notevolmente a seconda delle fonti. In ogni caso, se si tratta di uno scambio di superpoteri con attacchi "a tutta forza", a cui, di sicuro, si uniranno i loro alleati diretti e poi tutti gli altri membri del "club nucleare", il nostro pianeta semplicemente potrebbe non sopravvivere. È la paura di un tale esito, così come la consapevolezza del fatto che non ci saranno vincitori nella Terza Guerra Mondiale nucleare (almeno a livello di Stati che cesseranno di esistere) che impedisce alla razza umana di scatenarsi lo dal 1945.


D'altra parte, alcuni scienziati sono inclini a credere che le conseguenze devastanti di una guerra nucleare siano enormemente esagerate. Come argomento, citano dati secondo i quali almeno 1945 mila munizioni corrispondenti di varia capacità sono già state fatte esplodere sul nostro pianeta durante i test sulle armi nucleari dal 2016 al 2.4, che insieme "tireranno", forse, di diverse centinaia di megatoni. E il mondo non è crollato ... E anche con "l'inverno nucleare", non tutto è così semplice: se arriverà o meno è un punto controverso. Quindi lascia che il mondo, come lo conoscevamo, bruci in una fiamma nucleare senza ambiguità, ma l'umanità potrebbe benissimo sopravvivere. Aggiungerò a questo un fatto più incoraggiante: l'attuale numero di missili e bombe nucleari non può essere paragonato a ciò che le superpotenze si sono rivolte l'una contro l'altra durante la Guerra Fredda: 70 mila unità. Forse l'"Apocalisse atomica" ancora non ci minaccia.

9. Epidemia globale


A partire dal 2020, questo fatidico scenario sembra sempre più reale. La pandemia di COVID-19 ha fatto troppi danni, e in effetti su scala globale. Tuttavia, bisogna ammettere che questo danno, per la maggior parte, consiste in colossali economico perdite, problemi sociali, una situazione minacciosa per interi rami della vita umana. Al momento in cui scriviamo, il numero delle vittime della malattia è stato stimato in 5.3 milioni. Non pensatelo come cinismo, ma questo non è paragonabile a nessuna delle guerre mondiali, ma è abbastanza paragonabile al numero di vittime di incidenti stradali nello stesso periodo di tempo che dura la pandemia (circa un milione e mezzo di persone un anno). Fortunatamente, la medicina sta avanzando a passi da gigante, e oggi è difficile immaginare un "supervirus" che potrebbe falciarci tutti fino a una persona.


D'altra parte, c'è almeno un pericolo molto serio che attende tutti noi in questo stesso piano. Stiamo parlando della graduale perdita della capacità delle persone di curare varie infezioni con antibiotici. Purtroppo, i microrganismi dannosi si evolvono più velocemente di noi e si teme che senza lo sviluppo di alcuni "superbiotici" torneremo di nuovo ai tempi bui e cupi, quando l'assenza della penicillina salvavita mieteva un numero enorme di vite. Comunque sia, ma finora, fortunatamente, non c'è nessun supervirus all'orizzonte. L'unica cosa che ti fa preoccupare è la consapevolezza che abbiamo tratto dalla pandemia di coronavirus che nel mondo moderno la diffusione di qualsiasi malattia sta avvenendo a un ritmo davvero inimmaginabile e su scala davvero planetaria.

8. Invasione aliena


Ebbene, che ne dici senza di lui? A Hollywood, cosa pensi che stiano seduti gli sciocchi? Tuttavia, scherzi a parte, dovremo ammettere che questo problema preoccupa non solo i creatori della "fabbrica dei sogni", ma anche la dirigenza del Pentagono, così come altre organizzazioni non meno serie. Così, ad esempio, il direttore della National Intelligence statunitense Avril Haynes, durante un recente discorso al forum "Our Future in Space", ha dichiarato ufficialmente che in un solo decennio - dal 2004 al 2014, gli americani hanno registrato circa un centinaio e mezzo (144) "fenomeni aerei non identificati", a suo avviso, "che costituiscono una minaccia per la sicurezza nazionale". Il dipartimento di Haines intende seriamente creare un'unità speciale, il cui compito sarà quello di raccogliere informazioni sui "dischi volanti" e sui loro possibili "passeggeri". Alla faccia di Hollywood... D'altra parte, se tutti questi "omini verdi" (o forse non piccoli, non verdi e non ometti per niente?) si aggirano con tanta insistenza, senza tentare di "conquistare" noi, e anche per entrare in contatto con i proprietari del pianeta, allora non c'è da preoccuparsi?


Ebbene, volano da soli e volano... E non è affatto un dato di fatto che tutti questi "fenomeni" abbiano proprio gli alieni come spiegazione. Alla fine, l'esistenza di tali non è ugualmente provata da nessuno, e non completamente confutata. Inoltre, non è affatto necessario che, all'arrivo sulla Terra, ospiti dallo Spazio inizino immediatamente a cancellare completamente l'Homo sapiens dalla sua faccia. Per la maggior parte, tali teorie si basano... su, diciamo, non sui precedenti più degni della storia umana, come la conquista dell'America. Ebbene, attribuire i nostri peccati e vizi agli altri è qualcosa che possiamo fare perfettamente. E chi ha detto che i terrestri non sarebbero stati in grado di far fronte a una tale minaccia, soprattutto unendosi in un'occasione del genere? Anche a me "piatti" ... I "Promethea" stessi avranno, ma sarà necessario - e qualcosa di più serio. In una parola, con tutta la frequenza di ripetizione dello scenario della morte dell'umanità per mano, zampe o tentacoli di alieni, non sembra davvero plausibile.

7. Riscaldamento globale


Sì, sì, un po' meno probabile della brutale invasione del "piccolo verde". Nessuno sostiene che la temperatura media del pianeta sia in costante aumento, ma è questo un motivo per cui il mondo intero cuce sudari e prepara una festa per la razza umana? Più probabilmente no che sì. Vale la pena uscire dai sentieri battuti dagli aderenti alla "rivoluzione verde" e alla lotta per la decarbonizzazione della "linea principale" e all'istante ci si imbatte in una vera svolta di punti di vista completamente alternativi. Ad esempio, quelli i cui autori sono fiduciosi che il nostro pianeta sia proprio ora ... nel cosiddetto "periodo freddo"! E anche un riscaldamento di circa 5, o addirittura tutti i 7 gradi, non lo riporterà agli indicatori che erano normali per la Terra nel corso di milioni di anni della sua storia. E nessuno si è estinto, tranne forse i dinosauri. Allo stesso tempo, non è affatto necessario che siano stati mandati nell'oblio dal caldo - anzi, data la freddezza di queste creature, era esattamente il contrario. In breve, molti scienziati ritengono che il "riscaldamento globale", che ci spaventa così tanto, possa addirittura giovare all'umanità.


Sì, è possibile che, a causa dello scioglimento dei ghiacci artici, alcune aree costiere (fino a 20 milioni di chilometri quadrati) di terra vengano allagate. Tuttavia, in cambio, riceveremo oggi almeno 25 milioni di chilometri quadrati di spazio congelato, che diventeranno adatti alla vita e all'agricoltura. E le inondazioni, secondo alcune stime, è del tutto possibile ridurre più volte e ordini di grandezza con la costruzione di dighe. Lo stesso, per inciso, vale per l'"effetto serra". Molte persone parlano del suo danno oggi, ma quante persone hanno sentito parlare della teoria del "giardinaggio in serra", secondo la quale un aumento della quantità di anidride carbonica nell'atmosfera terrestre contribuirà alla trasformazione dei deserti e delle zone aride di il nostro pianeta in giardini in fiore? No, è improbabile che il riscaldamento in quanto tale porti l'umanità nella tomba.

6. Cataclisma naturale planetario


I cambiamenti climatici abbastanza spesso cercano di "congiungersi" con le possibili conseguenze catastrofiche di vari disastri naturali, o addirittura li spacciano per le uniche ragioni. Di cosa stiamo parlando? A proposito di incendi boschivi su larga scala, uragani, tsunami e simili. In effetti, solo una combinazione unica di disastri naturali di proporzioni senza precedenti, il cui effetto si sommerà e causerà conseguenze sempre più negative, può rappresentare un vero pericolo per tutti coloro che vivono sulla Terra. Il "nemico nascosto" più formidabile sotto questo aspetto sono i vulcani. Bene, come faranno a vomitare lava contemporaneamente? Allora, davvero, non ci aspetta niente di buono. In generale, sulla Terra ci sono circa due dozzine di veri supervulcani: enormi cavità della crosta terrestre, in cui schizza una quantità micidiale di magma incandescente. Il più famoso, ovviamente, è l'americano Yellowstone. Sì, siamo stati fortunati: questa "bomba a orologeria" non è sul nostro territorio. Se invece esplode, non sembrerà poco a nessuno. Alcuni scienziati sono inclini a credere che solo con la sola eruzione di Yellowstone ci saranno più prodotti di combustione e cenere vulcanica nell'atmosfera che in una guerra nucleare.


Il risultato potrebbe non essere un inverno "nucleare", ma un "vulcanico", che porterà inevitabilmente a raccolti insufficienti e carestie che colpiranno intere regioni - e piuttosto grandi. Nell'epicentro dell'eruzione ci sarà un ramo degli inferi sulla Terra: tutto lì brucerà semplicemente al suolo o sarà sepolto sotto strati delle stesse decine di cenere, o addirittura centinaia di metri. Quindi questo è uno Yellowstone ... E se siamo così sfortunati che due o, Dio non voglia, più degli stessi vulcani eruttano allo stesso tempo? Ce ne sono più di 20, come già accennato! In questo caso, ci si può rassicurare solo dal fatto che dal punto di vista della teoria della probabilità, una tale "cosa cattiva" sarà qualcosa di completamente inimmaginabile. Vulcani: i "mostri" eruttano ogni 50-100 mila anni, i più frequenti. E la sismografia moderna aiuterà a prevedere una catastrofe imminente e, se non a prevenirla, almeno a prepararsi.

5. Colpire dallo spazio


No, questo non è un ritorno alla discussione sulla questione della probabilità di una "invasione da Alpha Centauri" - sembra che abbiamo risolto con essa. Il guaio è che la Terra viene periodicamente attaccata da alieni che non hanno motivo e superhigh tecnologia, ma da questo non meno pericoloso. Stiamo parlando, ovviamente, di meteoriti e asteroidi, la cui collisione con il nostro pianeta in tempi antichi ha causato, secondo gli scienziati, cataclismi globali su di esso, abbastanza paragonabili alle conseguenze di una guerra nucleare generale. Ad esempio, un "piccolo" asteroide con un diametro di "solo" un chilometro con uno piccolo, caduto sulla testa degli antenati delle persone di oggi che già vagavano per le distese della terra 790 mila anni fa, ha prodotto un'esplosione con un capacità di un milione di megatoni. Immagina, questa è 150 volte la capacità di tutti gli attuali arsenali nucleari, non importa quanti siano. Ma la storia della Terra ha conosciuto collisioni con corpi celesti di dimensioni molto più grandi.


Ad esempio, i paleontologi sono sicuri che sia stato l'asteroide Chicxulub, di 10 chilometri di diametro, che è caduto sulla penisola dello Yucatan 65 milioni di anni fa e che ha appena concluso l'era della dominazione dei dinosauri sulla Terra. Estinto, malato, incapace di sopportare processi come due gocce d'acqua simili a "inverno nucleare", freddo e mancanza di cibo. Ma anche questo colpo non è stato il più forte: ha lasciato un cratere di 180 chilometri di diametro, ma in Canada, Sud Africa, India ci sono crateri simili con un diametro di 250-300 chilometri. L'umanità sopravviverà a un simile "incontro" se accade oggi? dubbioso. È vero, l'ottimismo è generato dal fatto che anche "ospiti" lunghi un chilometro arrivano sul nostro pianeta circa una volta ogni milione di anni. E ancora più impressionante ... Sì, e le moderne tecnologie (anche in campo militare) difficilmente consentiranno a tale "felicità" di ricadere su di noi, come si suol dire, tutto d'un pezzo.

4. Aumento delle macchine intelligenti


I timori che l'intelligenza artificiale creata dalle persone sfortunatamente un giorno raggiunga un tale livello di sviluppo da decidere di sgombrare la Terra dai suoi stessi creatori, deve la sua ampia popolarità al talento dei creatori della saga cinematografica di Terminator. Tuttavia, se aderisci alla verità, l'ipotesi della "ribellione delle macchine" e della "ribellione dei computer" circolava molto prima dell'apparizione di questo film: le ha semplicemente promosse alle masse più ampie possibili. In effetti, le tecnologie di intelligenza artificiale si sono evolute negli ultimi decenni in modo così rapido ed esplosivo come, forse, nessun altro. Eppure - non ci sono quasi veri motivi di allarme. Oggi, il concetto di "intelligenza artificiale", applicato a vari sistemi informatici, è, diciamocelo, un'enorme esagerazione, nient'altro che un modo di dire. Conversazioni provocatorie di personaggi come Elon Musk - PR e autopromozione, niente di più.


Attualmente, non esiste una sola macchina sulla Terra che possieda qualcosa, anche approssimativamente uguale alla coscienza e all'intelligenza umana, i cui segreti la persona stessa non può ancora comprendere. Tutti i computer, fino ai più complessi, operano nell'ambito di determinati algoritmi, prescritti da essi e introdotti da programmi esterni. Alla creazione della vera intelligenza - capace di pensare in modo indipendente, noi, secondo le stime di veri esperti in questo campo, non ci siamo nemmeno avvicinati. Forse è meglio così. Sia come sia, ma in molte organizzazioni internazionali, fino all'ONU, si sentono già voci abbastanza sensate di coloro che chiedono l'introduzione di un quadro piuttosto rigido per lo sviluppo dell'IA, e specialmente per il suo utilizzo per scopi militari. I robot da combattimento autonomi e, in particolare, autoapprendenti, ovviamente, non diventeranno i becchini dell'umanità, ma saranno in grado di assottigliarlo nella produzione di massa e usarlo abbastanza accuratamente.

3. Esperimento scientifico fallito


Partendo da questo punto, entriamo già nell'area delle ipotesi completamente, praticamente, speculative. La scienza moderna, che è entrata in sfere come la fisica quantistica superiore, l'ingegneria genetica, la nanotecnologia, che spaventano le persone non iniziate solo con i suoi nomi, solleva paure abbastanza comprensibili: "Questi uomini intelligenti creeranno qualcosa nei loro laboratori che ci ucciderà tutti da un giorno all'altro? e con una garanzia al 19%?" Ad esempio, non è ancora chiaro se i timori che agitavano le persone alla vigilia del lancio del Large Hadron Collider fossero che con il suo aiuto si potesse creare un "buco nero" in miniatura, in cui il mondo intero sarebbe caduto in sicurezza, una cattiva cospirazione nata dall'ignoranza - o almeno in una certa misura esperienze giustificate? Aggiungete a questo le teorie persistenti sull'origine artificiale dell'AIDS, lo stesso COVID-XNUMX e la loro "introduzione" dannosa nel nostro mondo - e otteniamo un'immagine approssimativa della percezione dell'umanità del "lato opposto" del progresso scientifico.


Chiamare tali teorie sulla scomparsa della razza umana completamente deliranti, forse, è impossibile. Alla fine, i Curie, conducendo esperimenti con sali di uranio, non pensavano alle bombe nucleari. Per alcune scoperte, il destino è molto capriccioso e capace di terrorizzare gli autori - questo è vero. È anche vero che alcuni rappresentanti del mondo scientifico alla ricerca della "pura conoscenza" sono in grado di condurre esperimenti molto, molto dubbi con conseguenze potenziali estremamente pericolose. E ancora di più quando si conducono ricerche commissionate dalle stesse corporazioni militari-industriali. D'altra parte, le loro capacità e il livello di sviluppo della scienza moderna non sono ancora sufficienti nemmeno per creare accumulatori della capacità che consentiranno ai veicoli elettrici di cacciare definitivamente dalla nostra vita le auto con motore a combustione interna. Quindi non vale la pena temere che gli scienziati siano in grado di ripetere il "Big Bang" in condizioni di laboratorio, che distruggerà il nostro universo e ne creerà uno nuovo.

2. L'emergere di "superuomini"


Questa ipotesi deriva direttamente dalla precedente. No, alcune persone pensano che si dovrebbe aver paura di un "salto evolutivo" che si verificherà a causa, diciamo, di alcuni "raggi cosmici" (o dello stesso virus). Ma suona davvero di merda. Ma i risultati degli esperimenti di scienziati che sono passati dalla genetica all'eugenetica pura, cercando di "migliorare la razza umana" e creare individui con abilità e caratteristiche preprogrammate, potrebbero dare proprio un tale effetto. Tali creature, ovviamente, non saranno umani nel senso normale del termine. E chi ha detto che loro, possedendo questi o quei "superpoteri", avrebbero accettato di soddisfare obbedientemente i "desideri" dei loro creatori o dei loro clienti dall'esercito, servizi speciali, governi, e non ricostruire il mondo secondo la propria comprensione, avendo precedentemente liberato dalla presenza di Homo sapiens? In teoria, qualcosa del genere può essere immaginato, ma non di più.


Fortunatamente, gli scienziati non hanno ancora raggiunto il livello di allevamento di "X-Men" o Supermen. Speriamo con tutto il cuore che non lo facciano. Un'altra domanda è che i "giochi di Dio", a cui i rappresentanti di alcuni rami della scienza si sono già avvicinati, possono davvero finire male. È improbabile che l'umanità sia in grado di allevare uno sciocco sovrumano capace di distruggerlo con un fulmine dagli occhi o con il potere della telecinesi, ma per produrre pericolose mutazioni genetiche, i problemi con i quali dovranno poi essere districati per lunghissimo tempo sono piuttosto.

1. Apocalisse zombie


Questo scenario di distruzione totale della razza umana è probabilmente il meno realistico, nonostante la sua immensa popolarità tra registi, scrittori e creatori di giochi per computer. Con nostra grande felicità, gli scienziati non hanno registrato un solo virus in grado di trasformare una persona in un morto che cammina affamato della carne di qualcun altro. E nemmeno lontanamente simile a lui. Tuttavia, CONOP 2009, creato nel 2010-8888 dal Comando strategico dell'esercito degli Stati Uniti, è ampiamente noto: un piano dettagliato per "proteggere l'umanità dagli zombi", sopravvivere in un'apocalisse di zombi e ottenere la vittoria su orde di cadaveri viventi. La pubblicazione di questo documento nel 2014 sui media americani ha avuto un effetto sorprendente. I funzionari del Pentagono (che non si sono nemmeno presi la briga di classificare correttamente questo piano) hanno successivamente affermato che era stato sviluppato come "consapevolmente irreale", e gli zombi apparivano in esso "come un eufemismo" in sostituzione di alcune "forze anti-governative".


Tuttavia, alcuni dopo i militari hanno ammesso che CONOP 8888 non dovrebbe essere considerato uno scherzo nella sua forma pura. Sebbene la minaccia zombi non esista realmente, potrebbe sorgere in futuro. La gravità di tali accuse è confermata dal fatto che, ad esempio, i "sigilli della marina" e alcune altre forze speciali del Pentagono hanno praticato diligentemente metodi per trattare i cadaveri ambulanti nel 2012 e in seguito. Secondo alcuni rapporti, sono in corso di elaborazione fino ad oggi. Bene, cosa puoi dire? Sembrano anche prepararsi a resistere all'"invasione russa dell'Ucraina". Americani: cosa ottieni da loro?

Su questo concludiamo, forse, la nostra "Recensione dell'Apocalisse". In effetti, non bisogna scoraggiarsi. Secondo gli ultimi rapporti di laboratori medici e centri di ricerca, lo stesso ceppo di Omicron potrebbe essere il killer non dell'umanità, ma di una pandemia che si è ammalata di tutti. Oggi ci sono ipotesi che, a tassi di diffusione molto elevati e bassa mortalità, nonché a un decorso relativamente mite della malattia, sia finalmente in grado di creare l'immunità di gregge e successivamente ridurre completamente il coronavirus al livello dell'influenza stagionale. Speriamo per il meglio!
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. viktortarianik Офлайн viktortarianik
    viktortarianik (Vincitore) 13 dicembre 2021 08: 51
    +6
    L'ho letto con piacere.
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 13 dicembre 2021 10: 15
    0
    Inoltre, si dice: arriveremo in Paradiso solo in un caso.)))
  3. faiver Офлайн faiver
    faiver (Andrew) 13 dicembre 2021 11: 46
    +2
    Buona lettura, rispetto per l'autore buono
  4. Divisione divani Офлайн Divisione divani
    Divisione divani (Maxim) 13 dicembre 2021 21: 01
    0
    Il lunedì sera è fantastico!)
  5. Nati Koshka_87 Офлайн Nati Koshka_87
    Nati Koshka_87 (Ela) 15 dicembre 2021 17: 15
    0
    Articolo interessante. Grazie) Questo è interessante da leggere rispetto alle prossime notizie sulla politica e sull'Ucraina.
  6. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 25 dicembre 2021 16: 47
    0
    I test nucleari hanno avuto luogo in momenti diversi, non contemporaneamente. Ma quando migliaia di testate termonucleari vengono sparate contemporaneamente, anche con una differenza di mezz'ora, gli orsi sbatteranno fuori dall'asse terrestre e smetteranno di ruotarlo. Quando il pianeta smette di girare, le persone gireranno. Tutto volerà all'inferno, la luna volerà via verso un pianeta decente. La cosa peggiore è che la terra piatta cambierà posto con il firmamento. Tutta l'acqua tornerà al firmamento celeste, il firmamento terrestre diventerà leggero, gli elefanti cadranno lì dietro una tartaruga. Lava fusa si riverserà dai vulcani sul firmamento. Brucia un buco Tutte le stelle delle stelle, giorno e notte, cadranno nel nulla e l'acqua seguirà, Dio non ripristinerà il pianeta. Agiterà la mano verso gli angeli e dirà: fai pregare gli sciocchi, così distruggeranno il pianeta. Ma le persone non sono completamente stupide. Pregano Dio, come in Russia, che vogliono attaccarci, e Dio cancella queste disgrazie una dopo l'altra e espande con impazienza il Paradiso e aspettano milioni di angeli dalla Russia, e tutti gli attaccanti all'Inferno, c'è anche un rapidissimo espansione, chiaramente, come in Russia, ma per i trucchi sporchi. Hanno portato l'asfalto, ma l'odore è tale che il diavolo cammina nel muso e i peccatori si sono nascosti nei calderoni con il catrame per non respirare. Anche tutti gli altri materiali da costruzione utilizzati in Russia e non hanno analoghi sono stati inviati all'inferno.
  7. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 25 gennaio 2022 13: 42
    0
    La Bibbia dice che non ci saranno più inondazioni globali e la punizione sarà il fuoco.
    Il sole si trasformerà in un gigante rosso e brucerà l'intera Terra.
    La fine dei tempi sarà segnata dai segni elencati nella Bibbia, come ad esempio nulla si può comprare o vendere senza il marchio del diavolo e ognuno porterà il suo marchio sulla fronte e sulla mano destra, il crollo del Image (UE) dopo che un'enorme pietra è caduta dal cielo, la guerra di Israele con gli eserciti musulmani dopo la vittoria in cui il cristianesimo si diffonderà nel mondo e sarà restaurato il Terzo Tempio, che durerà fino alla fine dei tempi. Molti altri, alcuni dei quali già realizzati, altri nel prossimo futuro.