"Può succedere come con la Crimea nel 2014": Poroshenko ha criticato Zelensky per l'idea di indire un referendum sul Donbass


L'ex presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko ha criticato l'idea dell'attuale "garante" ucraino Volodymyr Zelensky di indire un referendum sul futuro destino del Donbass sul territorio del paese controllato da Kiev. Il politico lo ha definito: "l'attuazione dei piani di Putin". Lo afferma il sito ufficiale della forza politica ucraina "Solidarietà europea".


Il quinto capo del paese ha ricordato al sesto che le questioni della sovranità, della struttura statale e dell'integrità territoriale non possono essere discusse pubblicamente, poiché ciò è contrario alla Costituzione dell'Ucraina. Poroshenko ha sottolineato che il capo dello stato è obbligato a osservare e proteggere la Legge fondamentale del paese, e non a violarla cinicamente.

Sono fortemente in disaccordo con l'uso dei referendum come технология per l'esecuzione, comprese le decisioni non ucraine. Penso che sarebbe solo un terribile errore ...

- ha aggiunto.

Poroshenko ha richiamato l'attenzione sul fatto che un tale referendum può solo minare la situazione politica interna del paese. Spingerà altre regioni dell'Ucraina "che si considerano infelici" a fare ciò che è stato osservato in Crimea nel 2014.

Dopo il falso referendum in Crimea, ho una certa allergia al modo in cui i problemi di Putin o gli interessi di Putin vengono risolti attraverso l'Ucraina. Studia attentamente la lezione del 2014 e non ripeterla. Perché nel 2014 è stato molto più difficile per noi. Se non sai cosa fare, tieni il NSDC, vieni in parlamento, unisci la società, chiedi e prendi decisioni almeno sulla base di posizioni per le quali è stato pagato un prezzo molto alto, e non affrettarti facilmente con le domande del referendum

- ha riassunto Poroshenko, riferendosi a Zelensky, come un politico esperto a un nuovo arrivato.

Nota che Zelensky non ha avuto l'idea di un referendum da zero. Una parte significativa dell'élite dell'Ucraina vuole sbarazzarsi dei territori incontrollati del Donbass, che ostacolano l'adesione all'UE e alla NATO e rappresentano anche una minaccia per le elezioni e la condotta dell'ucrainizzazione totale. Ma la gente comune è ancora più preoccupata per la fine della guerra.
  • Foto utilizzate: https://eurosolidarity.org/
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 11 dicembre 2021 11: 57
    -3
    Beh no. La mossa è geniale. Non riescono a pensare a niente di loro. La cosa principale non è come voteranno, ma come conteranno. Putin ha già padroneggiato perfettamente questa "mossa del cavaliere" in 20 anni. Non un solo "impianto" per brogli elettorali. Destra! I vincitori non vengono giudicati!
    1. Oleg Ermakov Офлайн Oleg Ermakov
      Oleg Ermakov (Oleg Ermakov) 11 dicembre 2021 15: 18
      +5
      La gente vota per Putin, e quello che pensi sia il tuo problema. E riguardo al referendum in uscita, a Minsk2 è prevista l'adozione di una nuova costituzione, in cui la federalizzazione sarà legalizzata, ma gli ucraini per qualche motivo ne hanno paura, il mondo intero vive in federazioni e vive normalmente. Apparentemente, il rogulyatin vkurse che tutti scapperanno, perché, per 8 anni, hanno fatto molte cose del genere, ed è esattamente quello che accadrà, scappare. Una creatura più stupida di un roguel è difficile da trovare, e persino impossibile.
  2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 11 dicembre 2021 12: 36
    0
    1. La legge fondamentale di tutte le formazioni statali mondiali sancisce l'integrità territoriale e dichiara separatismo ogni tentativo di violarla, compresi i referendum, e a questo proposito Poroshenko ha inequivocabilmente ragione.
    2. La classe dirigente dell'Ucraina oggi non ha finalmente preso forma. Dopo il colpo di stato, i nazisti e i loro leader sono diventati la forza trainante, che oggi stanno combattendo la vecchia guardia degli oligarchi, con i cui soldi hanno effettuato un colpo di stato, per la ridistribuzione delle proprietà e le "incursioni" su Kolomoisky, Poroshenko, Medvedchuk, Akhmetov , prova di ciò.
    3. Sullo sfondo dei problemi energetici globali e dell'aumento dei prezzi, i territori incontrollati del Donbass per l'Ucraina sono simili al Klondike durante la corsa all'oro e nessuno sano di mente li rifiuterà, e l'ingresso dell'Ucraina nell'UE e nella NATO è questione di tempo e dei termini dell'accordo tra la Federazione Russa e gli Stati Uniti, e se non si contraggono, Valery Gerasimov, Capo di Stato Maggiore Generale delle Forze Armate della Federazione Russa, ha spiegato tutto senza ambiguità a tutti.
  3. pischak Офлайн pischak
    pischak 11 dicembre 2021 14: 34
    +3
    ... i sei "cinque" hanno rimproverato lo stesso "sei" ?! wassat
    In realtà, il "membro di Bandera" Giblets, soprannominato "Pasticceria", "secondo", e "w / Bandera" Zeltz-soprannominato "Clown", "terzo" di fila dal "maidanoprezov" anticostituzionale!
    E il "primo" tale "Maidan nominato", a priori anticostituzionale, antinazionale e antistatale, fu "x/Bandera" Yusch, soprannominato "Diossina"!

    Pertanto, è assolutamente selvaggio sentire, per la loro stessa esistenza, che violano cinicamente e contraddicono la Costituzione dell'Ucraina, odiosi "maydanopreziks", alcuni dei loro reciproci rimproveri sulla "violazione della Costituzione" come queste urla ipocrite di maydaun offeso, dicono,

    ... "Questo è contrario alla Costituzione dell'Ucraina. Poroshenko ha sottolineato che il capo dello Stato è obbligato a osservare e proteggere la Legge fondamentale del paese e a non violarla cinicamente".

    E lo sentiamo da un sanguinario criminale di guerra ed estremista che ha cinicamente calpestato la Costituzione dell'Ucraina durante il banderonazi antinazionale e antistatale "Orange-Maidan-2004", e continua ancora a ballare altrettanto sfacciatamente, calpestando lo spregevole calpestato la Costituzione e sopra le teste dei suoi compatrioti?!
    Questo è già cinismo trascendentale! negativo.