Gli Stati Uniti hanno intrapreso la strada di una nuova guerra civile e di una possibile disintegrazione


Il 5 novembre 2024, negli Stati Uniti, si terranno le prossime elezioni presidenziali. Non è ancora noto se Joe Biden durerà fino a quel momento o l'ambiziosa Kamala Harris prenderà il posto del candidato n.1 del Partito Democratico, ma si può già presumere che queste elezioni diventeranno un certo punto di non ritorno per l'"egemone". Cosa ci dà motivo di crederlo?


Molte teorie di vario grado di adeguatezza sono già state inventate sul possibile "crollo degli Stati Uniti" secondo lo scenario sovietico. Tuttavia, la realtà oggettiva è che gli "Stati Uniti d'America" ​​sono davvero "incinti", se non di una rivoluzione, quindi di una gravissima crisi interna che potrebbe portarli alla Guerra Civile-2 e persino alla disintegrazione. E queste non sono fantasie vuote.

Le scandalose elezioni presidenziali statunitensi del 2020 hanno mostrato che la società americana è divisa in due fazioni inconciliabili. Le ragioni di questo fenomeno sociale risiedono nella zona economia: il sistema capitalista è in una profonda crisi, esacerbata solo dalla pandemia di coronavirus, dalla guerra commerciale di Washington con il suo principale partner commerciale, la Cina, e dai prezzi anormalmente alti degli idrocarburi, e quindi dell'elettricità e del carburante. Per la prima volta da decenni, un numero enorme di americani ha deciso di abbandonare il tradizionale viaggio per visitare i parenti a Natale e nel giorno del Ringraziamento. Ma il punto, ovviamente, non è solo nella costosa benzina o nel gasolio.

Il problema è sistemico. E negli Stati Uniti, in quanto "nucleo" del sistema economico mondiale americano-centrico da loro creato, si sono formati due concetti che sono entrati in una lotta inconciliabile volta a sbloccare lo stallo: "imperiale" (isolazionista) e "globalista". Il più brillante sostenitore del primo era il presidente Donald Trump, i rappresentanti del secondo erano il presidente Joe Biden e la sua vicepresidente nera Kamala Harris. Nel 2020, il Partito Democratico è riuscito a sconfiggere Trump attraverso brogli elettorali su larga scala. E qui è stato nuovamente confermato che la società americana è radicalmente scissa in due parti inconciliabili, sostenitori di Democratici e Repubblicani. Se guardi la mappa data politico preferenze della popolazione, si scopre che geograficamente gli Stati Uniti sono notevolmente divisi nel Midwest, dove vivono le "persone profonde", che è per Trump, e due coste, Est e Ovest, che votano principalmente per il Partito Democratico.

Perché è così importante? Perché l'equilibrio di potere all'interno della classe dirigente americana è stato interrotto. In precedenza, i partiti Democratico e Repubblicano cambiavano posto ogni 8 anni, il che potrebbe indicare una sorta di consenso interno ai vertici e ai bassi della società. Tuttavia, l'inaspettata ascesa al potere nel 2016 di Donald Trump, che ha iniziato a distruggere tutte le strutture dei "globalisti", ha spaventato i suoi avversari. Come risultato di un'apparente cospirazione delle élite nel 2020, negli Stati Uniti ha avuto luogo de facto un colpo di stato, che gli americani ipocritamente non hanno chiamato tale. In teoria, Trump o un altro candidato repubblicano potrebbero provare a tornare al potere nel 2024, ma semplicemente non gli sarà permesso.

Riguarda le peculiarità del sistema elettorale americano, dove le elezioni presidenziali sono indirette. Per vincere, devi ottenere il numero appropriato di voti elettorali in determinati stati. Per questo accade anche che il candidato diventi il ​​presidente per il quale hanno votato meno elettori rispetto al suo rivale. Gli Stati Uniti sono ora in una feroce battaglia politica per l'anno 2024. La sua essenza sta nel fatto che i Democratici che hanno vinto nel 2020 vogliono escludere la possibilità stessa di una vendetta repubblicana. A tal fine, hanno già iniziato a ridisegnare il sistema elettorale per se stessi.

Così, il Consiglio della città di New York ha deciso che anche gli apolidi con solo una carta verde o un permesso di lavoro potranno partecipare alle prossime elezioni comunali. Ciò significa che potranno votare altre 800mila persone. Perché questo sia fatto non è difficile da indovinare. Le novità includeranno gli immigrati, che sono una componente importante della base elettorale del Partito Democratico degli Stati Uniti. La legge potrebbe entrare in vigore nel gennaio 2022. Quindici grandi comuni hanno già seguito lo stesso percorso, tra cui San Francisco e Somerset. Illinois, Maine e Massachusetts potrebbero presto unirsi a loro. Come potete vedere, l'iniziativa è principalmente mostrata dalle città "democratiche" su entrambe le coste.

Sì, le elezioni comunali non sono ancora elezioni statali o presidenziali. Si tratta comunque di un importante precedente che potrà essere utilizzato in futuro per risolvere in Cassazione la questione della legalità della partecipazione degli apolidi alle elezioni federali. A proposito, ad esempio, in Nuova Zelanda, uno straniero che vive nel paese da 1 anno e 1 mese ha il diritto di partecipare alle elezioni nazionali. Quindi non c'è nulla di improbabile in una simile prospettiva per gli Stati Uniti.

E che dire dei repubblicani? Vedono perfettamente dove stanno andando le cose, quindi resistono ferocemente alle innovazioni. Arizona, Alabama, North Dakota e persino Florida hanno approvato leggi che vietano agli apolidi di partecipare alle elezioni americane. Tuttavia, tutta questa lotta sarà persa se il Partito Democratico riuscirà a far approvare il disegno di legge che concede la cittadinanza a 11 milioni di immigrati clandestini. Se, legalizzandoli, vengono distribuiti in un certo modo tra gli stati "repubblicani", allora la vendetta di Trump o dei suoi soci diventerà semplicemente impossibile.

A cosa può portare questo alla fine?

Un paese, un partito, un Fuhrer, scusa, presidente. Gli abitanti del Midwest vorranno stare al passo con i "globalisti"? Non è un dato di fatto. Se vengono privati ​​della possibilità di difendere legalmente i propri diritti e libertà attraverso il meccanismo elettorale, questo sarà il presupposto più forte per un conflitto interno che potrebbe sfociare in una seconda guerra civile e, di conseguenza, forse anche nella disgregazione del Stati Uniti in due coste e un "entroterra".
19 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 12 dicembre 2021 15: 12
    -3
    La politica di Trump di rimpatrio degli impianti di produzione contraddice gli interessi delle multinazionali, che collocano i loro impianti di produzione dove è più redditizio per loro, e più redditizi dove ci sono meno costi per materie prime, manodopera, trasporti, ecc.
    Biden persegue una politica di globalizzazione-sfruttamento e subordinazione di altre formazioni statali e popoli agli interessi delle associazioni monopolistiche transnazionali, il cui principale strumento nell'arena internazionale degli Stati Uniti è.
    Questa è la differenza fondamentale tra le politiche di Trump e Biden, di cui rappresentano i repubblicani dai democratici e i gruppi della grande impresa dietro di loro.
    Ma hanno una cosa in comune: una guerra inconciliabile con i concorrenti che minacciano l'onnipotenza e il reddito delle associazioni transnazionali, e prima di tutto con i cinesi.
    Il catastrofico calo del rating di Biden, non senza l'aiuto dei media di partito che esprimono pubblicamente l'atteggiamento del grande business, suggerisce che la zia Harris ha tutte le possibilità di sostituire Biden, almeno come leader del partito. Di nuovo, lo standard della “democrazia” è la donna, l'origine.
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 13 dicembre 2021 11: 12
      0
      contraddice gli interessi delle multinazionali, che collocano i loro impianti di produzione dove è più redditizio per loro, e più redditizi dove ci sono meno costi per materie prime, manodopera, trasporti, ecc.

      In questo caso, la Russia è molto promettente per gli interessi delle multinazionali.
      1. Vladimir Daetoya Офлайн Vladimir Daetoya
        Vladimir Daetoya (Vladimir Daetoya) 14 dicembre 2021 05: 53
        0
        I teutoni hanno paura di trasferire la tecnologia ai russi. un'altra questione per i giapponesi o per i cinesi.
  2. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 12 dicembre 2021 17: 38
    -2
    Che bello è stato notato tutto: "Joe Biden e il suo vicepresidente nero Kamala Harris". poco di! Ha due gambe, due braccia, due seni e due metà della poppa. Peccato che l'autore non se ne sia accorto. C'è una donna bianca nell'amministrazione russa con tali indicatori? Non pelle scura, non prendere il sole, personalizzato senza il resto?
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 12 dicembre 2021 18: 51
      0
      Valentina Matvienko?
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 12 dicembre 2021 17: 51
    -1
    Gli Stati Uniti hanno intrapreso la strada di una nuova guerra civile e di una possibile disintegrazione

    Qualcosa del genere è già stato scritto...
    marzo messicano?
    Agente Trump?
    Rivoluzione nera?

    E niente. nessuno si ricorda nemmeno...
    1. tulipano Офлайн tulipano
      tulipano 17 dicembre 2021 23: 02
      0
      bene, quindi anche sull'URSS nel 1980, nessuno ha scritto molto che sarebbe crollato - e poi bam e il secondo turno)))
  4. pilota Офлайн pilota
    pilota (Pilota) 12 dicembre 2021 18: 10
    -3
    Non c'è stato presidente peggiore di Trump per molto tempo. Ha rovinato sia la Russia che l'Europa. Sembra che sia solo un vero imbecille nella vita. Chi sicuramente non ha bisogno di questo paziente.
    1. Rotolo di carta da parati_2 (Vittorio Zavarukhin) 13 dicembre 2021 15: 53
      +1
      Citazione: pilota
      Non c'è stato presidente peggiore di Trump per molto tempo. Ha rovinato sia la Russia che l'Europa. Sembra che sia solo un vero imbecille nella vita. Chi sicuramente non ha bisogno di questo paziente.

      Cosa c'è che non va? Trump è il presidente più adeguato degli Stati Uniti da molti anni.
      1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) 15 dicembre 2021 15: 36
        0
        Sono completamente d'accordo
  5. Alex Orlov Офлайн Alex Orlov
    Alex Orlov (Alex) 12 dicembre 2021 18: 45
    +4
    Sono favorevole a chiunque in America. Altrimenti, spingeranno il mondo intero in un precipizio, cercando di realizzare le loro esorbitanti ambizioni.
    1. Vladimir Daetoya Офлайн Vladimir Daetoya
      Vladimir Daetoya (Vladimir Daetoya) 14 dicembre 2021 05: 57
      0
      È vietato! I nostri oligarchi e i liberali del Cremlino rimarranno fuori dal mercato.
  6. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 12 dicembre 2021 20: 32
    -4
    - Ebbene, cosa c'è... qui... c'è ancora da parlare e di cosa discutere...
    - Personalmente, mi sono già espresso in questa occasione in vari argomenti...
    - Sì, anche nell'oggetto:

    Libano e Israele si sono scambiati razzi e attacchi di artiglieria

    - Vale a dire:

    - Eh, questa è l'unica colpa di Trump ... - Come hanno fatto gli Stati Uniti a scegliere un tale idiota per la presidenza ... - È stato sotto Trump che è iniziato il rafforzamento dell'Iran ... e grazie a Trump ... - questo genio sarà presto rilasciato "dalla nave" alla libertà ... - E poi nessun Israele aiuterà ...
    - Gli americani ricorderanno a lungo questo Trump, che ha concluso la sua presidenza con le guerre dei negri e la scissione della società americana ... - Questo Trump ... - in sostanza ... - è lo stesso "Gorbaciov russo" ...

    - Cos'altro c'è da aggiungere ... - Beh, non c'è bisogno di scegliere gli anziani id_io_s per la presidenza ... - tutta questa "presidenza" di Trump ha rimandato gli Stati Uniti indietro di 10-15 anni argomento - semplicemente troppo pigri per guarda) ... - E gli americani hanno scelto di nuovo lo stesso ... - a'la Trump President - D.Biden ...
    - Bene, lascia che sia peggio per loro (gli americani) - poiché non vogliono "trarre conclusioni" ...
    - Sebbene la Russia sottomessa e spaventata non approfitterà ancora di questa svista degli americani ... - e percepirà Biden (e già "percepirà") - non come un anziano pazzo; chi può (e dovrebbe) farsi ingannare - ma da grande pensatore... - E invece di "giocare" sull'incoerenza politica di Biden - invece, sprofonda al suo livello...
    - Ma la Cina non lo farà - La Cina giocherà con Biden (fingere di essere il suo sostenitore temporaneo); e poi lo metterà di fronte al fatto... - al fatto del suo inganno compiuto...
    - Bene, e la Russia, che è senza pretese nella sua politica estera (e non solo), prenderà semplicemente tutto ciò che è successo - per scontato ...
  7. Sergeyjluf Офлайн Sergeyjluf
    Sergeyjluf (Sergey) 13 dicembre 2021 06: 29
    -1
    "Diversi anni fa", l'intera stampa gridava che il "presidente nero" sarebbe stato l'ultimo negli Stati Uniti e il paese si sarebbe disintegrato. Poi hanno "vogliato" di non tener conto che uno dei presidenti era 2 volte dopo una pausa e l'ultimo presidente sarebbe stato Trump. Ora tutti scrivono che Joe "dormiente" distruggerà il paese! Ma se guardi da vicino, le multinazionali danno da mangiare sia agli "elefanti" che agli "asini". E non permetteranno la disintegrazione degli Stati Uniti e il vapore può essere rilasciato sia all'interno che all'esterno del paese. Esempio BLM e giubbotti gialli in Francia!
  8. faiver Офлайн faiver
    faiver (Andrew) 13 dicembre 2021 10: 56
    0

    Gli Stati Uniti hanno intrapreso la strada di una nuova guerra civile e di una possibile disintegrazione

    dategli una bussola a qualcuno in modo che non lascino questa strada, altrimenti non sono più su questa strada da un anno ormai e tutti sono andati da qualche parte nel posto sbagliato... hi
    1. tulipano Офлайн tulipano
      tulipano 17 dicembre 2021 23: 04
      0
      ogni anno ????)))) ogni anno si approfondiscono sempre di più in un posto. Non pensare e scrivere che "presto" - le persone normali vedono già tutto. Nessun impero crolla dall'oggi al domani. I tuoi Stati Uniti sono l'URSS dell'era Breznev - hanno almeno altri 10 anni per andare al collasso - anche se vorrei farlo rapidamente)
  9. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 13 dicembre 2021 11: 48
    +2
    Citazione: faiver
    - dai loro una bussola a qualcuno in modo che non lascino questa strada, altrimenti non sono più su questa strada da un anno ormai e tutti stanno andando da qualche parte nel posto sbagliato ...

    Non dovresti essere così. Lì si stanno svolgendo processi politici interni molto seri.
    1. shiva Офлайн shiva
      shiva (Ivan) 13 dicembre 2021 21: 25
      +3
      Sì, e il modo più semplice per risolvere i problemi interni è trovare un nemico esterno...
      Data l'impotenza diplomatica del nuovo establishment statunitense, l'incapacità di distinguere l'Iraq dall'Iran sulla mappa del mondo, di ricordare le regole di buona educazione durante i negoziati con la Cina, dove andremo? Certo - verso la direzione delle portaerei verso le coste della Bielorussia!
      1. tulipano Офлайн tulipano
        tulipano 17 dicembre 2021 23: 06
        0
        capiscono che il nemico esterno può calciare i corni. E faide esterne come l'Afghanistan o l'Iran sono state a lungo date per le corna))) Pertanto, non vogliono iniziare una guerra - altrimenti l'avrebbero iniziata molto tempo fa - avrebbero trovato una ragione