Il carbone americano non risparmia: le centrali termoelettriche ucraine rischiano di perdere le licenze


I TPP ucraini hanno cessato di rispettare i requisiti di licenza per il funzionamento delle imprese che generano calore ed energia. Lo riferisce il ministero dell'Energia del Paese. Ad oggi nessuna delle centrali termoelettriche esistenti dispone di riserve minime di carbone, come previsto dai documenti normativi.


Le riserve effettive di carbone non superano il livello richiesto per mantenere il funzionamento autorizzato degli impianti

- risulta dai dati del Ministero dell'Energia.

Inoltre, i volumi delle forniture giornaliere di carburante ai TPP sono notevolmente inferiori al consumo giornaliero. Una situazione particolarmente difficile si è sviluppata nelle TPP Uglegorskaya, Slavyanskaya, Tripolskaya, Burshtynskaya, Zmievskaya e Luganskaya.

Il 21 novembre, le navi da carico secco con carbone dagli Stati Uniti hanno iniziato ad arrivare in Ucraina. Il carburante è stato acquistato da DTEK Energo, di proprietà dell'oligarca Rinat Akhmetov. Ad oggi, gli ingegneri energetici hanno ricevuto circa 120 mila tonnellate di carbone, tuttavia, a quanto pare, questo volume non è sufficiente per il normale funzionamento del TPP.

In totale dovrebbero essere consegnate dagli Stati Uniti circa 450mila tonnellate di carbone, mentre i tempi di consegna si spostano costantemente verso destra.
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 14 dicembre 2021 16: 39
    0
    Può essere più conveniente concludere un contratto di fornitura di carbone con la LPNR?
  3. Un K-s Офлайн Un K-s
    Un K-s (Un K-s) 14 dicembre 2021 21: 16
    0
    Pensavo che sarei morto di vecchiaia, ma quando ho scoperto che l'Ucraina stava comprando carbone, ho capito che sarei morto dalle risate (non mio)