Cosa vogliono gli Stati Uniti dalla Russia e le tre opzioni di risposta di Mosca


Fino all'estate del 2020 politico La linea degli Stati Uniti nei confronti della Russia consisteva, da un lato, nell'esercitare una pressione globale sui vertici aziendali, sugli alti funzionari, sui deputati e sugli oligarchi, pur rimanendo in dialogo nella sfera politica e imprenditoriale, dall'altro per formare una “quinta colonna” con la prospettiva di una rivoluzione colorata. L'obiettivo di questa linea politica era quello di privare completamente la Russia della sua sovranità e trasformarla infine in un'appendice delle corporazioni americane, preferibilmente con la disintegrazione della federazione in più stati separati. Cioè, il secondo aspetto della linea politica era guida e strategico, mentre il primo era secondario e tattico.


Cambio di atteggiamento


Tuttavia, dopo la sconfitta della “rivoluzione della palude”, sembra che il sostegno all'opposizione liberale abbia cominciato a diventare una delle leve della pressione a tutto campo, insieme a sanzioni, battibecchi diplomatici e sostegno all'instabilità ai confini della Russia. La fiducia nella possibilità che una leadership filo-occidentale venisse in Russia si stava sciogliendo. E dopo la partenza del Navalny "avvelenato" dalla Germania nel 2020 per scontare la pena nella regione di Vladimir, è diventato chiaro che il sostegno della "quinta colonna" si era trasformato da un elemento importante della politica statunitense in una sorta di ripiego "solo nel caso."

Nel 2020, la leadership politica degli Stati Uniti si è finalmente resa conto che l'egemonia globale dell'America stava rapidamente morendo e si è deciso che erano necessarie misure drastiche per tenere sotto controllo gli "alleati", tenere a freno i satelliti e intimidire i concorrenti. Da un punto di vista teorico, la classe dirigente americana non ha condotto sviluppi significativi; fin dagli anni '1990 è fermamente convinta che l'America sia l'unica superpotenza ed è arrivata la "fine della storia", cioè il capitalismo occidentale è un sistema sociale ottimale e la democrazia in stile americano è la migliore forma di governo da "diffondere" in tutti i modi possibili, dalla corruzione alle rivoluzioni colorate e ai putsche. Pertanto, l'unica soluzione che affiorava in superficie era lo scatenamento di una nuova Guerra Fredda, in primis contro la Cina e contro tutti quei paesi che resistono all'egemonia americana.

Trump, mentre era alla presidenza, ha avuto qualche barlume di intelligence quando ha dichiarato che l'America doveva smettere di condurre guerre rovinose in altri continenti e concentrarsi sulla risoluzione dei problemi interni, soprattutto sull'aumento della produzione. In effetti, una strategia sensata degli Stati Uniti dovrebbe essere quella di riconoscere un mondo multipolare, ritirarsi e raggruppare le forze. Ma Trump non poteva pensarci prima. Inoltre, da vero liberale, decise di aumentare la produzione americana attraverso il protezionismo, cioè l'introduzione di dazi sulle merci cinesi. Di conseguenza, ovviamente, non c'è stato un aumento della produzione, ma un'inflazione speculativa delle quotazioni azionarie, un aumento dei prezzi e un ulteriore calo del tenore di vita. Quando la guerra commerciale non ha dato un rapido risultato, i "falchi" hanno spinto Trump e hanno dichiarato guerra fredda alla Cina.

In generale, l'approccio cowboy alla politica è caratteristico del carattere nazionale americano, quando la priorità non è data all'analisi e alla comprensione, ma alla forza bruta e alla dura retorica. Qui si è manifestata in tutto il suo splendore, dal momento che hanno già vinto una guerra fredda, significa che è necessario imporre una seconda guerra fredda e vincerla di nuovo.

In questa situazione, il ruolo e il posto della Russia nei piani strategici degli Stati Uniti sono cambiati. La priorità era attirare la Russia nella coalizione anticinese per fare pressione sulla Cina, con la quale abbiamo confini lunghi e vasti economico comunicazione. Secondo gli americani, la neutralità della Russia e, per di più, l'alleanza della Russia con la Cina, non dovrebbero assolutamente essere consentite. Data l'indebolimento dell'influenza degli Stati Uniti sull'UE, ciò minaccia il completo collasso del "fronte continentale".

La posta in gioco non era rovesciare il "regime di Putin", poiché aveva già mostrato il suo fallimento, ma cambiare la politica estera della Russia attraverso pressioni e negoziati.

In primo luogo, gli Stati Uniti hanno orchestrato un tentativo di colpo di stato in Bielorussia con l'obiettivo di aprire i confini occidentali della Russia e quindi renderla più accomodante. Lukashenko ha resistito e l'ennesimo piano americano è crollato. Ora gli Usa stanno cercando di provocare una guerra tra Ucraina e Russia per poter rafforzare la “posizione negoziale” con Putin. Se riassumiamo brevemente l'essenza della campagna di informazione dell'Occidente, in cui sono coinvolte tutte le forze possibili, dai presidenti del G7, al segretario generale della NATO, ai media e ai marinai americani, si riduce a supplicare Putin di attaccare l'Ucraina. Poi, ovviamente, seguiranno le provocazioni delle forze armate ucraine e il tentativo di trascinare la Russia in una “trappola”.

Gli americani hanno ingannato in modo così convincente e per così tanto tempo che la Russia è quasi il principale aggressore e imperialista nel mondo che, a quanto pare, loro stessi hanno iniziato a credere che Putin dorme e vede come impadronirsi di qualcosa.

Parallelamente a queste combinazioni piuttosto primitive, la leadership statunitense avvia regolarmente trattative con quella russa. Nonostante il fatto che il loro vero contenuto non diventi di dominio pubblico, sembra che il commercio sia condotto almeno per la neutralità della Russia nel confronto tra Stati Uniti e Cina. Piuttosto, gli Stati Uniti stanno cercando di persuadere la Russia ad assumere una posizione anti-cinese, promettendo di indebolire le sanzioni, riconoscere le "sfere di influenza" della Russia, non espandere la NATO, non immischiarsi negli affari interni e così via. Finora, a quanto pare, gli Stati Uniti hanno fallito, il che non sorprende, vista la loro reputazione e la storia delle relazioni tra i nostri paesi.

Tre opzioni per la posizione della Russia


Ad alcuni può sembrare che gli Stati Uniti non assumeranno mai un atteggiamento positivo nei confronti del "regime di Putin" perché è "autoritario" e viola i "diritti umani". Tutto questo non ha senso, perché gli americani hanno molti regimi davvero cannibali come alleati e questo non dà fastidio a nessuno a Washington. Pertanto, se la Russia, su suggerimento degli Stati Uniti, inizia a rovinare le relazioni con la Cina, allora "all'improvviso" si scoprirà che Putin non è un leader così cattivo. È un'altra questione che una tale posizione della Russia è lo scenario più improbabile, perché la leadership del paese non sarà d'accordo e il nostro popolo non lo capirà. Solo gli occidentalizzatori brevettati sono a favore di un'alleanza con gli Stati Uniti contro la Cina.

Patrioti di natura nazionalista e dogmatica sono per la condotta di una "politica indipendente", per il non allineamento, la manovra e il centrismo in tutto. Ma in questo caso, una posizione così orgogliosa, a prima vista, può trasformarsi in una posizione arrogante. In primo luogo, la neutralità della Russia nel confronto tra Stati Uniti e Cina significherà sostegno per l'America, sostegno per colui che ora domina. In secondo luogo, la Russia resta un paese economicamente debole, dipendente dal mercato mondiale, incapace di rifornirsi di cibo, medicinali, macchinari o tecnologia... Allo stesso tempo, la nostra collocazione territoriale (tra Occidente e Oriente) e il posto nel sistema delle relazioni internazionali (in primis il veto al Consiglio di sicurezza dell'ONU) renderanno la nostra neutralità un fattore di irritazione per entrambe le parti. Intrappolati in isolamento tra due giganti economici, tutti i nostri vantaggi si trasformeranno in problemi.

Il più probabile e competente sembra essere il contenuto sostegno della Cina e di tutte le forze antiamericane che si oppongono al mondo unipolare e all'egemonia statunitense. Inoltre, la stessa Cina non impone un'alleanza militare alla Russia. La dottrina della politica estera della RPC non implica la partecipazione a blocchi politico-militari. Ciò fornisce sufficiente spazio di manovra per non cadere in una forte dipendenza politica dalla Cina.

L'allineamento delle forze mondiali nella nuova Guerra Fredda è abbastanza favorevole per il nostro paese, quindi è più saggio concentrarsi sulla risoluzione dei problemi interni. Con ogni giorno di una nuova era di perturbazione delle relazioni internazionali, diventa chiaro anche ai globalisti più incalliti che la forza e il potenziale di una potenza dipendono principalmente dalla forza della sua parte posteriore economica. La storia ha spazzato via dal tavolo tutti i concetti idealistici della società informativa, postindustriale, dei consumi. Si è scoperto che i "vecchi principi" dello sviluppo industriale e tecnologico giocano ancora un ruolo decisivo.

L'egemonia degli Stati Uniti sta svanendo e le classi dirigenti americane si aggrappano disperatamente alla Russia per creare un'altra instabilità in Eurasia. Sanno fermamente che il caos e la devastazione dell'Europa del dopoguerra, del Medio Oriente e dell'Africa multietnici, dell'Asia arretrata, dell'America Latina e dell'Asia hanno reso l'America "grande". Pertanto, in vari modi, stanno cercando di ispirare ovunque arrivino le loro mani, instabilità e conflitti.
28 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Roos Офлайн Roos
    Roos 17 dicembre 2021 22: 06
    +3
    Analisi abbastanza buona dell'autore. Soprattutto nel fatto che le autorità della Federazione Russa devono affrontare a fondo i problemi interni del paese: l'economia, la demografia, l'eliminazione della povertà e l'ingiustizia sociale.
    1. tulipano Офлайн tulipano
      tulipano 17 dicembre 2021 22: 29
      +1
      Mi ha fatto particolarmente piacere l'ingiustizia sociale))) In realtà viviamo sotto il capitalismo e non sotto l'URSS, o pensi davvero che un mendicante di San Francisco che vive in una scatola abbia tante opportunità quanto Bill Gates?)))
      1. Roos Офлайн Roos
        Roos 17 dicembre 2021 22: 44
        +3
        "Sotto il capitalismo", dice ad alta voce. ) Piuttosto un'oligarchia.
        1. tulipano Офлайн tulipano
          tulipano 17 dicembre 2021 22: 47
          +2
          Pensi che non ci siano oligarchi negli Stati Uniti o in Inghilterra?))) Ci sono più di oligarchi - società transnazionali - che hanno oligarchi nei sei. Da quando rubano negli Stati Uniti nel complesso militare-industriale, i nostri ladri non hanno mai sognato
          1. Roos Офлайн Roos
            Roos 17 dicembre 2021 22: 51
            +2
            Dobbiamo pensare alla nostra gente e lasciare che i problemi interni degli Stati Uniti, così come i loro vassalli, decidano da soli.
            1. tulipano Офлайн tulipano
              tulipano 17 dicembre 2021 22: 53
              +1
              sfortunatamente non possiamo pensare solo alla nostra gente mentre gli Stati Uniti ei loro bastardi girano intorno. Altrimenti, mentre pensiamo alla nostra gente, sputando su tutto il resto, la nostra gente si trasformerà nelle ceneri dei crematori...
          2. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
            Raccoglitore (Myron) 17 dicembre 2021 22: 53
            -9
            Sono sicuro che non hai mai lasciato la Russia e non hai idea della vita negli Stati Uniti.
            1. tulipano Офлайн tulipano
              tulipano 17 dicembre 2021 22: 55
              +5
              Posso scrivere che ho vissuto negli Stati Uniti per 2 anni nel 2005-2007 - ma ancora non ci crederai))) Ma tu, davvero, non lascerai mai la tua discarica ucraina)))
              1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
                Raccoglitore (Myron) 17 dicembre 2021 23: 05
                -9
                Avrei vissuto - non avrei scritto queste sciocchezze.
                1. tulipano Офлайн tulipano
                  tulipano 17 dicembre 2021 23: 08
                  +6
                  semplicemente non hai visto il mucchio di spazzatura degli stati del sud, non hai visto persone che vivono in scatole a San Francisco, non hai visto Detroit in rovina, ecc. Pertanto, tu e un selyuk che morirai vicino a Zhitomir in mriyah))) vivi con fotografie di Hollywood)
                  1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
                    Raccoglitore (Myron) 17 dicembre 2021 23: 17
                    -7
                    A San Francisco ho anche un immobile, più precisamente a San Jose. E di Zhitomir, non lo so.
                    1. tulipano Офлайн tulipano
                      tulipano 17 dicembre 2021 23: 20
                      +7
                      Sì, ho capito che sei un muloner di Zhmerinka))) tutti voi sui forum russi siete muloner e con cittadinanza degli Stati Uniti, Canada, ecc.)))) Non capisco l'attuale perché siete così poveri nella tua Ucraina e annegare nello sterco? Perché probabilmente stupido?))
                      Vado a letto - domani continueremo la conversazione.
                      1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
                        Raccoglitore (Myron) 17 dicembre 2021 23: 26
                        -4
                        Dormi bene, hai bisogno di riposare. hi
                      2. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
                        Marzhetsky (Sergey) 18 dicembre 2021 06: 46
                        + 12
                        Secondo la leggenda del binyuzhnik, in presenza di alcuni immobili negli Stati Uniti (San Jose), preferisce vivere nella Haifa israeliana. L'immagine non torna. risata
                        Immagino che l'immobiliare americano nella vita reale sia un frigorifero sotto un ponte. hi O qualcosa del genere.
                      3. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
                        rotkiv04 (Victor) 18 dicembre 2021 08: 46
                        +2
                        Risi di cuore per gli immobili di questo Banderlog buono
      2. Ulisse Офлайн Ulisse
        Ulisse (Alex) 17 dicembre 2021 23: 07
        0
        L'oligarca è un po' verso sud-ovest.
        Che cosa hai fatto durante le sette banche russe?

        Cerchi l'oro per le feste?
  • Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 18 dicembre 2021 00: 18
    +3
    Il capitalismo europeo ha sempre superato tutte le istituzioni statali del mondo nel suo sviluppo.
    La prima e la seconda guerra mondiale minarono il suo dominio mondiale, che passò agli Stati Uniti.
    La Guerra Fredda radunò le classi dirigenti europee e si assimilò agli Stati Uniti. Il ruolo guida degli Stati è passato alle associazioni transnazionali.
    Il crollo dell'URSS ha reso lo spazio post-sovietico un oggetto di espansione politica ed economica.
    La politica di Vladimir Putin di subordinare il grande capitale agli interessi dello stato ha causato la resistenza delle associazioni transnazionali, e più significativi sono stati i successi, più forte è cresciuta la resistenza delle associazioni transnazionali attraverso formazioni statali controllate e dipendenti.
    Le riforme di Deng Xiaoping hanno reso la RPC una fabbrica mondiale di beni di consumo e un enorme mercato interno ha attratto enormi investimenti. I cambiamenti qualitativi nell'economia e la regolamentazione del governo hanno portato a un conflitto di interessi tra il Partito comunista cinese e le associazioni transnazionali, la cui forza impressionante sono gli Stati Uniti.
    Sono emersi due centri globali di resistenza all'egemonia delle associazioni transnazionali, rappresentati da USA-UE.
    Sanzioni, attività sovversive, minacce non danno l'effetto atteso e uno scontro militare minaccia di perdite inaccettabili.
    La soluzione è eliminare i paesi canaglia dalla lista dei "viventi", come ha fatto la RPC in relazione alla Lituania, ma su scala globale. Al primo vertice delle democrazie è stato portato via metà del mondo, il secondo formalizzerà la struttura organizzativa e aumenterà il numero dei “democratici”, il terzo solleverà la questione dell'efficacia dell'ONU nel Consiglio di Sicurezza di cui la RF e il PRC hanno il diritto di "veto" - un forte strumento di contrasto agli Stati Uniti di cui saranno privati ​​nel formato anti-ONU, che scioglierà le mani degli Stati Uniti e delle associazioni transnazionali.
    1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
      Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 18 dicembre 2021 14: 10
      +1
      Un fattore importante, se non il più importante, sarà la transizione dell'anti-ONU, che oggi unisce 110 formazioni statali, e quindi il loro numero crescerà solo - infatti, il mondo intero, ad eccezione di una dozzina di paesi canaglia , a una moneta digitale unica mondiale, il cui emittente sarà il FMI, di cui gli Stati Uniti hanno il controllo.
      Ciò significherà l'effettiva perdita della statualità dei membri dell'anti-ONU e l'egemonia delle associazioni transnazionali - il governo mondiale.
      Pertanto, la lotta per preservare il ruolo delle Nazioni Unite oggi risiede nella sfera finanziaria e la RPC sta compiendo sforzi titanici per passare al Renminbi digitale, che in futuro potrebbe diventare la valuta principale di SCO, EAEU, ASEAN e altri associazioni e programmi, che possono vanificare o complicare notevolmente la creazione di un anti-ONU.
  • gunnerminer Офлайн gunnerminer
    gunnerminer (mitragliere) 18 dicembre 2021 09: 37
    -3
    L'egemonia degli Stati Uniti sta svanendo e le classi dirigenti americane si aggrappano disperatamente alla Russia per creare un'altra instabilità in Eurasia. Sanno fermamente che il caos e la devastazione dell'Europa del dopoguerra, del Medio Oriente e dell'Africa multietnici, dell'Asia arretrata, dell'America Latina e dell'Asia hanno reso l'America "grande". Pertanto, in vari modi, stanno cercando di ispirare ovunque arrivino le loro mani, instabilità e conflitti.

    La Russia, con la sua corrotta economia compradora basata sulle materie prime, sta aiutando gli Stati Uniti ad aggrapparsi a se stessi.
  • lavoratore dell'acciaio 18 dicembre 2021 11: 59
    0
    quindi è più saggio concentrarsi sulla risoluzione dei problemi interni

    Il costo dei prodotti agricoli può essere ulteriormente ridotto. Paga i contadini non 13 mila rubli di stipendio, ma 3 mila. strofinare, e il resto per dare orgoglio per il potere! Nel bilancio, l'agricoltura è stata assegnata all'1,5%, il governo al 7,2%, la polizia all'11,2%, quindi è la polizia e la Guardia Nazionale che devono arare, seminare, latte!
    Il nostro compito principale è radicare le persone sulla terra, preservarle e riprodurle!
    È impossibile ricostruire un sistema affinato per perseguitare e rovinare un imprenditore rurale per sostenere e sviluppare un'economia rurale diversificata. L'eliminazione dei gateway privati ​​è in corso ovunque. Perché le persone lasciano il villaggio? È brutto vivere lì, è difficile viverci !!
    Non compriamo gasolio a Lukoil, ma compriamolo in Turkmenistan, lì costa 6 volte meno! Prendiamo un prestito in Europa, e non dalle nostre banche? Lo stato ha chiaramente adottato una politica: l'eliminazione di qualsiasi tipo di attività industriale nella Federazione Russa! Le persone stanno lasciando la terra. E su una terra senza popolo verranno le nazioni senza terra! E pensi che verranno a lavorare per noi? (Milnichenko Vasily Alexandrovich, direttore di JSC "Galkinskoye")
  • Yuri Siritsky Офлайн Yuri Siritsky
    Yuri Siritsky (Yuri Siritsky) 18 dicembre 2021 13: 23
    +1
    È deludente che l'autore abbia sottolineato l'incapacità del paese nell'industria delle macchine utensili di produrre cibo e beni di consumo.
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 22 dicembre 2021 15: 51
      0
      È semplicemente la riluttanza o il sabotaggio del governo. Ci saranno abbastanza soldi per 5 fabbriche di macchine utensili. E da lì, altre industrie cresceranno.
  • Pietro Nicolò Офлайн Pietro Nicolò
    Pietro Nicolò (Pietro Nicolò) 19 dicembre 2021 14: 44
    +1
    Intrappolati in isolamento tra due giganti economici, tutti i nostri vantaggi si trasformeranno in problemi, quindi attenzione alla Cina!
  • zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 20 dicembre 2021 18: 26
    0
    Quale sovranità se il denaro viene mantenuto negli Stati Uniti? Strana sovranità, feudalesimo, comandata da un sovrano degli Stati Uniti.
  • olberto Офлайн olberto
    olberto (Alberto) 20 dicembre 2021 22: 26
    +1
    I più sanguinari conquistatori:

    Alessandro Magno - un tipo di greco,
    Unni con Attila,
    Carlo Magno - il primo integratore europeo,
    Mongoli di Gengis Khan,
    Tamerlano uzbeko,
    Macellai ottomani
    I conquistadores che hanno distrutto il continente
    Napoleone Bonaparte - integratore europeo n. 2,
    Eurocolonizzatori: tratta degli schiavi, ingannare i popoli, risucchiare risorse,
    Il Giappone, che ha ucciso circa 30 milioni di cinesi,
    Germania hitleriana,
    USA - sterminio degli indiani, tratta degli schiavi, bombardamenti, colpi di stato, guerre senza sosta ...

    In generale, il mondo geme solo per l'aggressione russa ...
    1. zenion Офлайн zenion
      zenion (zinovy) 21 dicembre 2021 01: 11
      0
      Hai dimenticato che c'era un regno tataro sul fiume Volga, il regno del Volga. Non è stato presentato alla Russia. Esattamente tali campagne di conquista erano in Siberia, compagno Ermak. I doni dello zar non portano gioia, il dono di Ivan il quarto trascinò Yermak sul fondo del fiume. E così raggiunsero lo stesso oceano, distribuendo frecce e proiettili. Infine, abbiamo preso il Caucaso. E hanno anche portato tante cose buone. Chi non crede può leggere Lermontov. Cominciarono a stabilire l'ordine russo. Perché le gang europee sono migliori? Certo, la tua merda è molto meglio nell'odore e nella consistenza che all'estero. Quando premi tra le mani, senti che è nativo.
      1. Bulanov Офлайн Bulanov
        Bulanov (Vladimir) 22 dicembre 2021 15: 58
        0
        Il regno tataro derubava e vendeva regolarmente come schiava la popolazione dell'allora Rus. Stanco di esso!
        Se non fosse stato per Yermak, i giapponesi avrebbero eliminato tutti i siberiani indigeni come ante. I cinesi hanno recintato la Siberia con un muro.
        Nel Caucaso, i turchi massacrarono allegramente armeni e georgiani. Ma ora i turchi e i curdi convivono pacificamente e nobilmente...
  • zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 21 dicembre 2021 01: 03
    0
    Gli americani non hanno combattuto guerre rovinose. Hanno combattuto le guerre che potevano permettersi. Non vogliono assolutamente attaccare un paese con veicoli nucleari per la consegna di regali. L'imperialismo non può non combattere, così come il feudalesimo non può non combattere in Siria. Un albero di bacche. Quelli che sono più alti sono maturi e dolci. Quelle sotto sono verdi e aspre.